0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

2836Risultati per "Scorza di limone"

0
Calamarata con broccoli e scorze di limone candite
3
Iniziamo dalla preparazione che richiede più tempo, ovvero le scorzette di limone candite. Occorre procurarsi un bel limone, non trattato, e togliere la buccia avendo cura di prendere meno bianco possibile. La buccia si taglia ulteriormente a listarelle e si mette a bollire in acqua per 5 minuti, trascorsi i quali si scola l'acqua (che nel frattempo ha assunto un bel colorito giallo). L'operazione va ripetuta per tre volte.Nel frattempo si lavano e si mondano i broccoletti, si snocciolano e si tagliano un po' di olive nere a tocchetti e si mettono da parte. A questo punto le bucce di limone dovrebbero essere alla terza sbollentata si tolgono dal pentolino e si lasciano riposare su carta asciuga per un'ora. In un tegame antiaderente si scottano i broccoletti, in un cucchiaio di olio extravergine d'oliva ed uno spicchio di aglio, per un paio di minuti. Dopo aver tolto l'aglio, si aggiunge del vino rosso, le olive, un po' di sale ed un paio di fette di prosciutto cotto a coprire, coperchio sul tegame e si fa andare a fuoco lento.Si mescola di tanto in tanto con un cucchiaio di legno e si aggiunge dell'ulteriore vino per evitare che si asciughi il tutto. Alla seconda mescolata aggiungere un cucchiaino di nduja. Non appena ci si accorge, tastando con il cucchiaio di legno, che i gambi dei broccoletti si schiacciano facilmente possiamo terminare la cottura. Trascorsa l'ora di riposo pesare le bucce di limone e mettere in un pentolino con la stessa quantità di zucchero e di acqua (per esempio 20 g di bucce 20 g di zucchero e 20 g di acqua), quindi fare andare a fuoco lento sin quando il tutto si asciuga, mescolando frequentemente con un cucchiaio di legno ed avendo cura, specie nella parte finale della cottura, di evitare la caramellizzazione (si vede perché le bucce diventano più scure). A questo punto versare, separandole con una pinza da cucina, le bucce su carta forno e spolverarle con zucchero semolato.  Cucinare la pasta e quando è al dente saltarla nel tegame con i broccoli, a cui poco prima si è aggiunta un po' di acqua di cottura e un cucchiaino di miele (se il miele è abbastanza liquido si può evitare anche l'acqua di cottura). Impiattare a piacere servendosi delle scorze candite o del miele.
Ignazio Blanco Ignazio Blanco
1
Marmellata di melograno
12
Sgranare i melograni e mettere i chicchi dentro ad un passaverdurePassare i chicchi e ricavarne il succoPesate il succo di melograni fino ad arrivare a 750 gIn una pentola capiente versate il succo di melograni, la scorza di limone, il succo di limone e lo zuccheroFate cuocere la marmellata a fuoco lento per circa un’oraLa confettura sarà pronta quando comincerà ad addensarsi, ma non vi aspettate che diventi bella soda come la marmellata normale, perche con questa non accadrà, la marmellata risulterà liscia e omogeneauna volta invasata in vasetti sterilizzati capovolgete i vasetti e lasciate riposare coprendo i vasetti con una coperta
Manuel Pugliese Homemade Manuel Pugliese Homemade
2
Pan di mandarino
29
Innanzitutto,  pesate i mandarini, inclusa la buccia (se hanno i semini, dovrete eliminarli, altrimenti potete lasciare i mandarini interi).Frullate i mandarini per intero, riducendoli ad una purea. Aggiungete nella ciotola del frullatore, le uova, l'olio e la scorza di limone grattuggiata e continuate a frullare.Unite adesso, lo zucchero e la farina setacciata con il lievito per dolci ed il pizzico di sale e frullate per pochi istanti, fino ad ottenere un composto omogeneo.Preriscaldate il forno a 180°C. Imburrate ed infarinate una teglia di 24 cm di diametro (potete ugualmente utilizzare uno staccante per teglie). Versate il composto nello stampo.Infornate per circa 30 minuti, facendo la "prova stecchino", durante gli ultimi minuti di cottura e cercando di non prolungare troppo i tempi.Sfornate le torta e lasciatela intiepidire a temperatura ambiente su di una gratella. Sformatela e ponetela su un piatto da portata e spolverizzatela di zucchero a velo, prima di servirla.
Michelina Siracusano Michelina Siracusano
3
Cous cous con zucchine, limone e menta
8
Lavate e mondate le zucchine a striscioline. Ponete le zucchine ben distanziate tra loro nel forno a 50° C per farle essiccare, se aveste essiccatore ancora meglio.Mettete il cous cous e le zucchine nel barattolo con il limone grattuggiato e la menta.Versate l’acqua necessaria alla preparazione del cous cous in base alle indicazioni riportate nella confezione, per il mio, ad esempio, servono 100 ml di acqua per 100 g di cous cous, e segnate il livello con un pennarello o con un washi tape colorato tenendo presente che dovrete aggiungere un po’ di acqua per reidratare le verdure. A questo punto vi basterà portare con voi il barattolo ed aggiungere un paio di cucchiai di olio di oliva extra-vergine, e la dose di acqua bollente (potete farla scaldare nel microonde, o usare un bollitore!), riavvitate il tappo sul barattolo, attendete il tempo necessario sempre facendo riferimento alle indicazioni riportate sulla confezione del vostro cous cous, et voilà: la vostra pausa pranzo è servita!
Giulia Golino Giulia Golino
4
Smoothie di avocado
1
Si prepara frullando la polpa di avocado con la scorza di mezzo limone, 10 cubetti di ghiaccio, 2 cucchiai di zucchero, un bicchiere di latte di mandorle, d’avena o di cocco e un cucchiaio di succo di limone.
On TheTable IT On TheTable IT
5
Pastiera napoletana
2
Passare finemente la ricotta e lasciarla in infusione con lo zucchero.Ammorbidire il grano cuocendolo con il latte, la buccia di limone, la vanillina e la noce di burro.Far raffreddare il grano ed aggiungerlo alla ricotta, insieme ad esso aggiungere a seguire le uova.Foderare degli stampi con uno strato di pasta frolla, e riempirli per tre quarti del composto ottenuto, coprire con delle strisce di pasta frolla e cuocere in forno a 160 °C per circa un’ora.
Agostino C Agostino C
6
Crostata con marmellata di fragole
9
Lavorare bene il burro precedentemente ammorbidito (non sciolto) assieme allo zucchero.Aggiungere l'uovo, il sale, la vaniglia (o il limone) e impastare. Incorporare la farina, precedentemente setacciata assieme al lievito per dolci. Mettere l'impasto nella pellicola per alimenti e far riposare in frigo per almeno mezz'ora.Prendere una teglia o una pirofila per crostate. Stendere la sfoglia e adagiarla nella teglia, tagliando gli avanzi. Aggiungere la marmellata che non dovrà superare i 2/3 della teglia. Dagli avanzi di impasto ricavare le classiche striscioline da crostata e da un capo all'altro del dolce.Infornare nel piano centrale del forno preriscaldato: statico a 175° per 35-40 minuti oppure ventilato a 170° per 25-30 minuti. In ogni caso, consiglio di controllare la cottura trascorsi i 25 minuti.
Lara Valente Lara Valente
7
Halloween pie con budino di riso nero
2
Prepare il budino come da istruzioni sulla confezione. Utilizzando i 500ml di latte freddo. Aggiungere un cucchiaio raso di amido di mais. Cuocere e lasciare leggermente più liquido. Mettere da parte e far raffreddare completamente. Il Preparato per Budino nero l'ho acquistato da una risotteria della zona. Ogni dose è composta da farina di riso nero, zucchero e vaniglia. "Risotteria Melotti" è sempre una garanzia.. Preparare la pasta frolla e far riposare in frigo per circa mezz'ora. Una volta tirata fuori dal frigo stendere la frolla su un foglio di carta forno. Foderare così una teglia da circa 22/24 cm. Con gli avanzi di frolla ho creato delle decorazioni e dei biscotti che ho cotto a parte e messo poi sulla torta cotta. Versare la crema di riso nero Sulla base e cuocere in forno a 180 gradi per 40/45 min. A fine cottura e una volta raffreddata la torta decorare con frutti rossi ed i biscottini preparati in precedenza.
Luigia Sprocatti Luigia Sprocatti
8
Ramen al curry
1
In un pentolino facciamo scaldare la pasta di curry con lo zenzero, la scorza di limone e l’aglio. Aggiungiamo il latte e l’acqua, scaldiamo e facciamo sobbollire prima di aggiungere i fagiolini tagliati a tocchetti* (come detto, potete variare sulla verdura da usare, vi consiglio però di inserirla in questo step).Facciamo cuocere per 5 minuti prima di aggiungere i funghi e gli spaghetti, portiamo a cottura. Serviamo caldo con le nostre aggiunte!
Melissa Pillitu Melissa Pillitu
9
Crostata senza lattosio con grano cotto e crema
6
Per la frolla: In una ciotola, lavorare bene 150 gr di burro (senza lattosio) con 120 gr di zucchero. Aggiungere l'uovo, il pizzico di sale, la scorza di limone grattugiata, il lievito e impastare bene, ma non troppo. Infine, aggiungere i 300 gr di farina e impastare sino a ottenere un impasto uniforme. È pronto quando non si appiccica alle dita. Trasferire l'impasto su un ripiano e avvolgerlo nella pellicola trasparente. Conservare in frigo per almeno 1/2 ora.Per la crema pasticcera: In una casseruola, mettere i 2 tuorli d'uovo con 80 gr di zucchero. Lavorare con una frusta. Aggiungere un po' alla volta i 40 gr di farina e continuare a mescolare, per evitare che si formino grumi. Infine, aggiungere il 1/2 lt di latte (senza lattosio) e la scorza di limone. Mettere su fuoco basso e mescolare sino a quando non si ottiene la giusta consistenza. Coprire la crema con della pellicola e lasciar raffreddare e togliere la buccia di limone.Grano cotto: In una pentola unire il grano cotto, la scorza grattugiata del limone, il latte e un pizzico di sale e cuocere il tutto mescolando spesso fino a che il grano non avrà assorbito completamente il latte. Togliere quindi dal fuoco, aggiungere burro e zucchero, mescolare bene e far raffreddare. Incorporare il grano alla crema pasticcera.Stendere la frolla in una teglia (diametro circa 26 cm) imburrata edinfarinata. Se ne avanza, tenere un po' di impasto da parte, per la decorazione. Versare la crema pasticcera al grano nel guscio di pasta frolla e livellarla per ottenere una superficie liscia. Decorare la superficie della crostata con le strisce di pasta frolla.Cuocere in forno statico preriscaldato a 175° per per circa 45-60 minuti in base alla potenza del forno. La crostata sarà cotta quando la sua superficie sarà ben dorata. Sfornare la crostata e farla raffreddare completamente prima di trasferirla su un piatto da portata. Facoltativo: spolverare con zucchero a velo a piacere e servire.
Lara Valente Lara Valente
10
Pasta cavolini e limone
4
Per prima cosa prepariamo i cavoletti, priviamo del “fondo” (la parte dura alla base) e delle prime foglie. Tagliamo a metà o in 4 (io alcuni li ho lasciati interi, l’importante è che la misura sia omogenea), condiamo con un filo d’olio ed inforniamo in forno caldo a 200° statico per 10-15 minuti. Il tempo di cottura varia a seconda della grandezza dei cavoletti. Tritiamo il pane in un tritatutto sino ad ottenere delle briciole che andremo a tostare in padella, aggiungendo all’ultimo la buccia di limone. La aggiungiamo alla fine così che dia l’aroma ma non si bruci, vogliamo scaldarla un pochino così che rilasci il profumo.Cuociamo la pasta al dente, nel frattempo togliamo le briciole di pane dalla padella nella quale andremo a saltare a fiamma vivace i cavoletti, aggiungendo il liquido (vino e succo di limone), condendo con un pizzico di sale ed abbondante pepe nero.Scoliamo la pasta tenendo da parte dell’acqua di cottura che andremo ad utilizzare per una “risottata veloce” come la chiamo io. Allunghiamo il condimento con dell’acqua di cottura (mi raccomando poco per volta, la vogliamo viscosa, non annaquata), saltiamo per pochi secondi quindi trasferiamo in una ciotola. Condiamo con 3/4 del pane tostato prima di porzionare e decorare con le rimanenti briciole. Serviamo subitissimo!
Melissa Pillitu Melissa Pillitu
11
Crostata al limone
28
Inseriamo nel robot da cucina farina, zucchero, scorza di limone e burro freddissimo tagliato a tocchetti. Azioniamo il robot ad intervalli per non surriscaldare l’impasto, quindi diamo una botta di 20 secondi così che si formi la palla.Facciamo la palla e lasciamo riposare in frigo per una ventina di minuti se necessario. Io ho coperto il fondo della teglia con carta forno ed imburrato leggermente i lati, per sicurezza. Stendiamo la frolla ad uno spessore di poco meno di mezzo centimetro (e nel mio caso, di nuovo in frigo).Tagliamo un rettangolo di carta forno utile a coprire la parte centrale della frolla, sistemiamo i fagioli ed inforniamo in forno caldo statico a 190° per 20 minuti.Togliamo i fagioli e la carta e rimettiamo in forno sino a doratura, nel mio caso altri 20 minuti. Sforniamo e lasciamo raffreddare completamente prima di sformare. Non toccatela quando è calda, rischiate che si rompa.Mentre il guscio raffredda ci occupiamo della crema: in un pentolino raduniamo amido e zucchero, lavoriamo con la frusta per eliminare i grumi. Aggiungiamo panna e limone ed accendiamo la fiamma moderata, rimestando continuamente con il cucchiaio di legno, sino ad ottenere una crema densa. Facciamo raffreddare in una ciotola, coprendola con della pellicola a contatto con la crema così che non si formi la pellicina.Per assemblare la crostata farciamo il guscio con la nostra crema e decoriamo a piacere! Facciamo riposare in frigo per almeno 4 ore prima di assaltarla! Io l’ho fatta la sera prima e l’ho assaggiata a colazione.
Melissa Pillitu Melissa Pillitu