0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

6Risultati per "anguria"

0
Ghiaccioli anguria e kiwi
1
Ho preparato lo sciroppo, mettendo acqua e zucchero in un pentolino e facendoli bollire a fuoco basso per cinque minuti, poi l’ho messo da parte a raffreddare. Ho mondato i kiwi, li ho frullati con un cucchiaio di sciroppo e poi ho passato la purea al setaccio in modo da eliminarne i semini. Ho tagliando l’anguria a pezzi, ho tolto con pazienza tutti i semi e ho frullato la polpa insieme al restante sciroppo. Ho versato il succo d’anguria negli stampini per i ghiaccioli e li ho messi per circa un’ora nel congelatore. Dopo un’ora, ho ripreso i ghiaccioli dal freezer e li ho completati con la polpa di kiwi frullata e gli stecchi. Li ho lasciati congelare per bene per più di tre ore.
1
Tortiglioni con prosciutto, mele e caciocavallo
10
Far fondere il burro in una padella capiente. Unire il prosciutto cotto tagliato a tocchetti e la mela ridotta in fettine sottili, salare e lasciare rosolare il tutto per 5 minuti, finché la mela si ammorbidirà ed il prosciutto sarà leggermente dorato.Unire poi il radicchio tagliato a listarelle e le bietole precedentemente sbollentate e lasciar cuocere ancora qualche minuto.Cuocere i tortiglioni in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Aggiungerli alle verdure mantecando il tutto per qualche minuto. Servire con una manciata di pistacchi tritati grossolanamente, il pepe macinato fresco e il caciocavallo silano a fettine sottili.
2
Ghiaccioli all’anguria
25
Frullate la polpa di kiwi in un frullatore insieme allo zucchero e 3 cucchiai d’acqua fino a quando non otterrete un composto liscio.Versate la polpa liquida di kiwi suddividendola negli stampi da ghiacciolo e mettete in freezer per circa 20 minuti.Riprendete i ghiaccioli dal freezer e versate circa un cucchiaio di yogurt negli stampi per realizzare lo strato bianco. Rimettete in freezer per altri 20 minuti.Frullate la polpa dell’anguria fino ad ottenere un liquido bello “liscio”, mescolate con le gocce di cioccolata. Riprendete i ghiaccioli dal freezer e completate i ghiaccioli con lo strato di anguria, mettete in freezer e lasciate congelare i ghiaccioli per almeno un paio d’ore.
3
Sangria con anguria e fragole
27
In una grande brocca, mischiare l'anguria preparata, le pesche, le fragole e il lime. Versare la sambuca e la bottiglia di Sauvignon. Mescolare delicatamente con un cucchiaio grande per amalgamare il tutto. Lasciare raffreddare la miscela in frigorifero da due a quattro ore. Quanto più tempo sarà lasciata a raffreddare tanto il risultato sarà migliore.Servire la sangria nei singoli bicchieri con ghiaccio.
4
Caipirinha all'anguria e al cetriolo
16
In un piccolo bicchiere, mischiare gli spicchi di limetta, le fette di cetriolo e lo zucchero.Riempire il bicchiere con ghiaccio e versare il rum. Aggiungere l'acqua tonica.Mescolare versando in un altro bicchiere e poi di nuovo nel primo bicchiere.Posizionare un setaccio a maglia fine sopra una grande ciotola o brocca.In un frullatore, frullare i pezzi di anguria e cetriolo.Versare il composto attraverso il setaccio nella ciotola. Utilizzare il dorso di un cucchiaio grande o una spatola di gomma per spremere tutto il succo nella ciotola.Versare il succo di limetta nel succo di anguria e cetriolo, insieme alla vodka.Per servire, riempire due bicchieri con ghiaccio e riempire ciascuno di essi con il cocktail. Guarnire con cetriolo e lime.
5
Fusilli “cuore mio” vongole e pesto di melanzane
37
Sciacquate per bene le vongole e lasciatele spurgare almeno per 1 ora in acqua fredda.Preparate il pesto di melanzane: lavate e asciugate le vostre melanzane, eliminate il picciolo e tagliatele a metà nel senso della lunghezza. Praticate delle incisioni con un coltello su tutta la polpa e infornatele a 200° forno ventilato per circa 20 minuti o finché la polpa non sarà ben ammorbidita.Scavate la polpa delle melanzane con un cucchiaio, lasciatela raffreddare e strizzatela per eliminare l’eccesso di acqua. Tritatela in un mixer con 3⁄4 foglie di basilico, qualche pomodorino, un filo d’olio e i 2 cucchiai di parmigiano fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Se desiderate ottenere una consistenza ancora più vellutata potete passare in un setaccio a maglie fini il pesto. Tenete da parte.Dedicatevi alle vongole. In una padella capiente soffriggete leggermente uno spicchio d’aglio con un filo d’olio, poi aggiungete le vongole. Sfumate con del vino bianco e lasciate che i molluschi si aprano completamente.Sgusciate le vongole lasciandone una manciata per la decorazione e filtrate il loro sughetto che vi servirà, poi, per la mantecatura.Tagliate i pomodorini a dadini piccoli e scaldateli leggermente in una padella con un altro spicchio d’aglio e un filo d’olio.É arrivato finalmente il momento clou della ricetta: l’entrata in scena dei meravigliosi fusilli “Cuore mio” . Lessateli in acqua bollente salata per 10 minuti, mantenendoli al dente. Terranno egregiamente la cottura e saranno ottimi protagonisti del vostro piatto.Scolate i fusilli e saltateli nella padella con i pomodorini aggiungendo il sughetto delle vongole lasciato da parte. Unite anche le vongole sgusciate e 2 cucchiai di pesto di melanzane, mantecando bene i fusilli “Cuore mio “ che cattureranno perfettamente il condimento.In un padellino saltate le briciole di mollica di pane con un filo d’olio fino a che non diverranno dorate e croccanti.É il momento dell’impiattamento: adagiate un cucchiaio abbondante di pesto di melanzane sulla base del piatto, sistemate i fusilli e decorate con le vongole tenute da parte con il guscio e le briciole di pane croccante. Terminate con una fogliolina di basilico e buon appetito!
6
Pizza di anguria con frutta fresca e yogurt
19
Dividete 4 fette di anguria in 8 spicchi della stessa grandezza. A quel punto spalmate lo yogurt sulle fette di anguria. Decorate ciascuna fetta con della frutta fresca a piacere: noi nel nostro caso abbiamo scelto i kiwi, le more, i mirtilli e il ribes rosso. Per ultimo decorate la pizza con alcune foglie di basilico o di menta.Prima di servire, lasciate raffreddare in frigorifero per circa 1 ora.
7
Tarte noisette au fromages frais
31
La sera prima; Procedete con un primo impasto composto da: burro pomata, morbido ma non sciolto, il fleur de sel, sciolto in un cucchiaio d'acqua, lo zucchero a velo, la farina di nocciole, (o anche le nocciole intere) le uova e 125 g di farina.Non montate, lavorate brevemente ma fate comunque in modo che il tutto sia omogeneo. Incorporate il resto della farina, lavorate poco e in fretta. Avvolgete il composto nella pellicola, mettete in frigorifero per una notte.Con la pasta frolla, foderate dunque uno stampo per crostate con l’aiuto di un mattarello. Fate cuocere in bianco, in forno caldo a 200°C per 25 minuti. Una volta cotto il guscio di frolla, sfornate e fate raffreddare. Preparate nel frattempo la crema, mescolando in una ciotola tutti gli ingredienti, e iniziate ad affettare la frutta per la finitura. (potete utilizzare del limone per non fare ossidare la pesca). Assemblate la torta, riempite il guscio di frolla alla nocciola con la crema dolce di formaggio e disponete in maniera curata e scenografica la frutta per finire il dolce.
8
Spaghettoni al datterino giallo acciughe e guttiau
39
In un pentolino fate dorare con due cucchiai d’olio il cipollotto affettato fine. Quindi unite la salsa di pomodoro (vi consiglio di usare quella di datterino giallo), correggete di sale e profumate con qualche fogliolina di timo fresco. Fate cuocere per circa 15-20 minuti.In abbondante acqua in ebollizione salata fate cuocere gli spaghetti per la metà del tempo indicata nella confezione. Fate finire di risottare gli spaghetti nella salsa. Unite, quasi sul finire, i filetti di acciuga. Porzionate nei piatti, completando con un giro d’olio evo e sfogliette di carasau guttiau.