1Filtro

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

176Risultati per "secondi-piatti"

0
Veggie burger di lenticchie
49
Sciacquare accuratamente le lenticchie e farle lessare in acqua bollente per il tempo indicato sulla confezione insieme alle carote pulite e tagliate a tocchetti. Circa 25 minuti. Scolarle e lasciarle intiepidire.Versare in un frullatore insieme agli scalogni tagliati a tocchetti, al curry, alla farina di mais, all'olio e alle foglie di prezzemolo lavato, asciugato e al sale. Frullare fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungete qualche cucchiaio d'acqua nel caso l'impasto risultasse troppo duro, o al contrario della farina di mais, se troppo morbido.Con l'aiuto di un coppapasta formare dei piccoli burger, compattando il composto. Io ne ho ottenuti otto. Far scaldare un filo d'olio in una pentola antiaderente e non appena sarà caldo cuocere i burger per circa 5 minuti per lato. Servire con fresca insalata. Nel mio caso carote, cetrioli.
1
Piadine vegane, in due ingredienti
40
Pesa in una ciotola la farina di ceci, dopodiché aggiungi poca alla volta l'acqua (attenzione a non metterla tutta insieme o rischi di creare i grumi) continuando a mescolare con la forchetta. Aggiungi un pizzico di sale.Ungi appena una padella antiaderente del diametro che vuoi abbiano le tue piadine, e togli l'eccesso d'olio con la carta da cucina. Quando sarà calda aggiungi la pastella roteando la padella in modo da formare uno strato sottile (un po' come si fa con le crepes); cuoci a fuoco medio-basso finché non riuscirai a staccarla e la superficie risulterà dorata. Termina la cottura dall'altro lato.
2
Farfalle avocado e gamberetti
20
Mettete a bollire l'acqua in una pentola. Nel frattempo, tagliate a metà l'avocado, privatelo del nocciolo centrale, sbucciatelo e tagliate la polpa a dadini. Mettetela ad insaporirsi con il succo di limetta ed una macinata di pepe.Saltate velocemente i gamberi in una padella antiaderente. Quando l'acqua bollirà, calate le farfalle e lessatele per il tempo indicato sulla confezione, scolatele e fatele raffreddare.Scolate l'avocado dal succo di limetta e conditeci le farfalle aggiungendo anche i gamberetti. Vedrete che il composto di avocado, lime e gamberetti si legherà perfettamente alle farfalle grazie alla particolare qualità di questa pasta. Infatti oltre a contenere betaglucano, che riduce il colesterolo nel sangue, la pasta Cuore Mio Granoro rimane sciolta nel piatto in quanto la vera maestria nella produzione della pasta la si testa sui formati lisci che non devono mai attaccarsi tra loro.Date il tocco finale al piatto con qualche fogliolina di menta tritata ed una grattugiata di scorza di limetta e servite!
3
Vellutata di piselli con gamberi
38
Mondate i cipollotti lasciando anche un po’ della parte verde e tagliateli a rondelle. Soffriggete in un una pentola capiente i cipollotti con 3 cucchiai d’olio, poi aggiungete i piselli, una patata tagliata a pezzetti e coprite il tutto con acqua aggiustando di sale e pepe.Lasciate cuocere a fuoco medio per circa 30 minuti. Nel frattempo pulite e sgusciate i gamberi lasciando solo le code. Metteteli in recipiente e conditeli con un pizzico di sale e bagnate con succo di limone e l’olio. Lasciateli marinare 10 minuti. Scaldate la griglia sul fuoco e fate rosolare i gamberi 1 minuto.Mettete in un piatto le scaglie di mandorle e passateci i gamberi ai quali devono ben aderire. Prima di servirli, ripassateli ancora per qualche istante sulla griglia rovente, dopodiché infilateli con uno stecchino per spiedini (vanno serviti ancora caldi). Trascorso il tempo di cottura dei piselli, passate il composto con il frullatore ad immersione. Servite la vellutata di piselli nei piatti o piccole coppette con gli spiedini di gamberi appoggiati sopra e crostini di pane tostato.
4
Calzoni in padella velocissimi
35
Direttamente sul piano di lavoro versa la farina ed il bicarbonato, fai un bel cratere al centro nel quale andrai ad aggiungere l'olio e l'aceto. Poco alla volta, con una mano aggiungi l'acqua e con l'altra mescola, aggiungendo sempre più farina. Unisci il sale e impasta il giusto perché gli ingredienti vengano inglobati; devi ottenere un panetto morbido ma assolutamente non appiccicoso.In una padella soffriggi l'aglio e cuoci le zucchine tagliate a cubetti. Una volta cotte aggiungi la feta tagliata sottile. Ora infarina il piano, prendi metà composto e stendilo fino ad ottenere un cerchio di circa 20 cm di diametro. Ungi appena una padella antiaderente e comincia a scaldarla a fuoco medio. Farcisci metà calzone lasciando libero 1cm di bordo, porta la metà vuota su quella piena e sigilla bene l'impasto rigirandolo su se stesso. Cuoci sulla padella bollente da tutti e due i lati
5
Fusilli “cuore mio” vongole e pesto di melanzane
16
Sciacquate per bene le vongole e lasciatele spurgare almeno per 1 ora in acqua fredda.Preparate il pesto di melanzane: lavate e asciugate le vostre melanzane, eliminate il picciolo e tagliatele a metà nel senso della lunghezza. Praticate delle incisioni con un coltello su tutta la polpa e infornatele a 200° forno ventilato per circa 20 minuti o finché la polpa non sarà ben ammorbidita.Scavate la polpa delle melanzane con un cucchiaio, lasciatela raffreddare e strizzatela per eliminare l’eccesso di acqua. Tritatela in un mixer con 3⁄4 foglie di basilico, qualche pomodorino, un filo d’olio e i 2 cucchiai di parmigiano fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Se desiderate ottenere una consistenza ancora più vellutata potete passare in un setaccio a maglie fini il pesto. Tenete da parte.Dedicatevi alle vongole. In una padella capiente soffriggete leggermente uno spicchio d’aglio con un filo d’olio, poi aggiungete le vongole. Sfumate con del vino bianco e lasciate che i molluschi si aprano completamente.Sgusciate le vongole lasciandone una manciata per la decorazione e filtrate il loro sughetto che vi servirà, poi, per la mantecatura.Tagliate i pomodorini a dadini piccoli e scaldateli leggermente in una padella con un altro spicchio d’aglio e un filo d’olio.É arrivato finalmente il momento clou della ricetta: l’entrata in scena dei meravigliosi fusilli “Cuore mio” . Lessateli in acqua bollente salata per 10 minuti, mantenendoli al dente. Terranno egregiamente la cottura e saranno ottimi protagonisti del vostro piatto.Scolate i fusilli e saltateli nella padella con i pomodorini aggiungendo il sughetto delle vongole lasciato da parte. Unite anche le vongole sgusciate e 2 cucchiai di pesto di melanzane, mantecando bene i fusilli “Cuore mio “ che cattureranno perfettamente il condimento.In un padellino saltate le briciole di mollica di pane con un filo d’olio fino a che non diverranno dorate e croccanti.É il momento dell’impiattamento: adagiate un cucchiaio abbondante di pesto di melanzane sulla base del piatto, sistemate i fusilli e decorate con le vongole tenute da parte con il guscio e le briciole di pane croccante. Terminate con una fogliolina di basilico e buon appetito!
6
Polpette di pollo al sugo
34
In una grande ciotola, mettete insieme il macinato di pollo, le uova, l'olio d'oliva, il prezzemolo, l'aglio e lo scalogno tritati, il sale, il peperoncino e il parmigiano grattugiato. In un robot da cucina, tritate l'avena fino a che non si è macinata grossolanamente. Poi aggiungetela nella ciotola.Con le mani pulite, mescolate tutti gli ingredienti contenuti nella ciotola e amalgamateli per bene. Non spezzate eccessivamente la carne. Create delle palline di pollo dal diametro di 6 cm (porzionatore da gelato può aiutarvi) e passatele tra le mani finché non diventano ben rotonde e lisce. Non appena tutte le polpette sono pronte, scaldate l’olio in una pentola antiaderente e, una volta che ha raggiunto la temperatura, trasferite le polpette lasciandole cuocere da entrambi i lati per un paio di minuti. Dopodiché, versate la polpa di pomodoro. Versate mezzo bicchiere d'acqua, aggiustate di sale e proseguite la cottura riducendo il calore a fuoco medio-basso per 20-25 minuti. Terminata la cottura, servite le polpette ben calde cospargendole con una manciata di prezzemolo.
7
Tortino di zucca su crema di fagioli
33
Eliminiamo la scorza dalla zucca. tagliamola a fette e mettiamola su una leccarda dove avremo precedentemente poggiato un foglio di carta da forno. Inforniamo in forno caldo a 150 gradi per circa 20 minuti o fino a quando le fette non risulteranno morbide. Recuperiamo a questo punto 250 gr di zucca.Lessiamo in una pentola con acqua e un pizzico di sale anche le patate. Passiamo sia la zucca che le patate in un passaverdure, uniamo quindi i due composti, li mescoliamo ed aggiungiamo un po’ di tartufo sminuzzato, l’olio, il formaggio, la noce moscata, il timo e la maggiorana (tutte le spezie chiaramente vanno inserite tritate).Formiamo dei timballini con gli appositi coppa-pasta e conserviamo in forno caldo a 50/60 gradi fino a quando non li andremo a servire. Cuociamo i fagioli come da vostra ricetta tradizionale oppure potete utilizzare quelli in scatola precotti. Regoliamo il sapore con sale e pepe e riduciamo in purea con un mixer ad immersione.Stendiamo la salsa nel piatto e adagiamo sopra il tortino di zucca e patate e aggiungiamo alcune gocce di cotto di fichi (facoltativo).
8
Spaghettoni al datterino giallo acciughe e guttiau
19
In un pentolino fate dorare con due cucchiai d’olio il cipollotto affettato fine. Quindi unite la salsa di pomodoro (vi consiglio di usare quella di datterino giallo), correggete di sale e profumate con qualche fogliolina di timo fresco. Fate cuocere per circa 15-20 minuti.In abbondante acqua in ebollizione salata fate cuocere gli spaghetti per la metà del tempo indicata nella confezione. Fate finire di risottare gli spaghetti nella salsa. Unite, quasi sul finire, i filetti di acciuga. Porzionate nei piatti, completando con un giro d’olio evo e sfogliette di carasau guttiau.
9
Insalata di pollo melograno e rucola
32
Prendiamo i petti di pollo e li cuociamo su una bistecchiera o padella ben calda. Tagliamo i filetti di pollo a pezzi o meglio a strisce abbastanza grandi.Laviamo sotto l’acqua corrente la rucola, il finocchio e quest’ultimo tagliamolo sottilmente. In un piatto da portata mettiamo sotto un po’ di rucola che farà da fondo. In una insalatiera condiamo con un filo di olio e un pizzico di sale. poggiamo nel piatto da portata e poi adagiamo sopra il pollo e decoriamo con i semi del melograno.
10
Panino vegano con falafel di cavolfiori
32
Sciacquare la quinoa in un colino a maglia fine, quindi combinare con una tazza d'acqua in un pentolino. Portare la miscela ad ebollizione, quindi coprire e ridurre il calore per lasciar bollire a fuoco lento. Bollire per 15 minuti, poi togliere dal fuoco e lasciare che la quinoa evapori con il coperchio sollevato per 5 minuti. Poi scolare l'acqua in eccesso e mettere da parte a raffreddare.Trasferire le cimette di cavolfiore nella ciotola del robot da cucina. Frullare il tutto fino a che non abbia una consistenza simile a quella del cuscus (circa 15 volte). Versare il composto in una ciotola o nella ciotola del mixer stesso. Avere la ciotola del robot da cucina a portata di mano poiché la si riutilizzerà di nuovo.In una ciotola, aggiungere quinoa, ceci, cipolla verde, coriandolo, prezzemolo, aglio, olio di oliva, cumino, sale, cannella e pepe rosso. Mescolare il tutto. Utilizzare uno schiacciapatate o il supporto del mixer per mescolare bene il composto.Usare un robot da cucina o un frullatore per macinare l'avena fino a quando i fiocchi non siano fini, ma non così fini come la farina. Cospargere l'avena macinata sopra il composto (1) e mescolare bene con un grande cucchiaio fino a quando il composto non sia compatto e omogeneo (2) tanto da riuscire a formare delle polpettine. Se l'impasto è ancora troppo asciutto per dargli la forma di polpettine, schiacciare fino a quando non riesce a prendere questa forma. Utilizzare un misurino per dosare una tazza di composto. Formare delicatamente un tortino di circa 9 cm di diametro. Usate le mani per appiattire delicatamente gli hamburger e appianare eventuali bordi irregolari. Ripetere il processo con ogni polpettina. Si dovrebbero ottenere sette panini.Scaldare un cucchiaio di olio in una padella antiaderente a fuoco medio. Quando si è riscaldato, posizionare i diversi burger in padella, lasciando spazio sufficiente per capovolgerli. Coprire e cuocere fino a quando le polpette non siano dorate sul lato inferiore (circa 3/4 minuti), quindi capovolgere, aggiungere un tocco in più di olio e coprire di nuovo, quindi ripetere con l'altro lato. Aggiungere almeno un cucchiaio di olio nella padella per ogni panino che si frigge. Trasferire gli hamburger cotti in un piatto e lasciar raffreddare. Servire con insalata o senza contorni.
11
Tortini di polenta con zucca e rapa
32
Sbucciare e tagliare la rapa e la zucca in pezzi da 1,5 cm. Cospargere un cucchiaio di olio d'oliva sul fondo di una padella. Soffriggere l'aglio e aggiungere le verdure e i semi di zucca. Saltare le verdure sino a quando non si ammorbidiscono. Aggiungere il prezzemolo fresco e il parmigiano grattugiato, mescolare per un minuto e poi spegnere il fuoco. Aggiustare di sale e pepe e mettere da parte.In una pentola portare quattro tazze d'acqua ad ebollizione con mezzo cucchiaio di sale marino. Versare la polenta nell'acqua e mescolare. Continuare a girare la polenta fino a quando non si addensa. Una volta addensata, lasciare cuocere la polenta per 25 minuti, mescolando ogni cinque minuti per assicurarsi che la polenta non si attacchi al fondo della padella. Togliere dal fuoco e mantecare con burro.Una volta che la polenta è pronta, con una tazza tagliarla formando dei tortini di forma rotonda. Trasferirli in una padella con un filo d'olio e rosolarli su entrambi i lati fino a quando non diventano dorati. Mettere i tortini nei piatti e aggiungere le verdure saltate. Servire caldi.