0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

2Risultati per "pastinaca"

0
Arrosto di ortaggi
31
Scaldare il forno a 220°. In una grande teglia, mescolare insieme gli ortaggi, l'aglio e l'olio d'oliva (3 cucchiai). Salare. Arrostire per 45 minuti, girando e rigirando gli ortaggi nella padella a metà cottura.Nel frattempo, in una pentola da 4/5 litri, scaldare 3 cucchiai d'olio d'oliva a fuoco medio alto. Quando l'olio è a temperatura, aggiungere le cipolle e soffriggere fino a quando i bordi delle cipolle iniziano a rosolarsi. Tagliare i pomodori a pezzi grandi e aggiungerli nella pentola insieme al liquido rimanente del barattolo. Mescolare bene. Aggiungere pepe e origano a piacere. Portare a ebollizione, poi abbassare la fiamma al minimo. Coprire la pentola e lasciare cuocere.Quando gli ortaggi sono pronti, rimuoverli dal forno. Aggiungere la bietola tritata alla pentola con i pomodori. Cuocere a fuoco basso fino a quando le verdure sono pronte (circa 5 minuti). Aggiungere gli ortaggi.
1
Rustiche con scampi e calamari su crema di piselli
34
Tritare la cipolla e metterla a soffriggere in una casseruola con due cucchiai di olio, una volta imbiondita unire i piselli e allungare con il brodo vegetale e lasciar cuocere a fuoco lento per circa sei minuti.Frullare al mixer e poi passare la crema di piselli al colino in modo che risulti omogenea. Ripassare la crema a fuoco basso per due minuti aggiungendo l'olio che avrete aromatizzato con salvia, rosmarino e aglio.Tagliare in due, per la lunghezza, le code di scampi e a listarelle i calamaretti. Saltarli in padella con due cucchiai di olio per circa due minuti. Unire i pomodori e lasciar cuocere per alcuni minuti. Poi togliere dal fuoco e aggiustare di sale e pepe.Cuocere le reginette in abbondante acqua salata e scolare al dente. Ripassarle in padella con il condimento preparato. Stendere un velo di crema di piselli sul fondo del piatto da portata e disporre al centro le reginette con la salsa di scampi e calamaretti. Guarnire con prezzemolo tritato e servire.
2
Vellutata di verdure con crostini alle erbe
30
Per iniziare a preparare i crostini, preriscaldate il forno a 180°. Tagliate il pane a piccole fette dello spessore di circa un centimetro e mettete da parte.Per preparare la zuppa, iniziate scaldando l'olio d'oliva e il burro a fuoco medio-basso in una grande pentola. Tritate e aggiungete le cipolle, i porri, le carote e le pastinache. Tagliate in fettine sottili l'aglio e aggiungetelo. Condite con sale e pepe. Lasciate soffriggere per circa 10 minuti. Dopodiché, sbucciate, tagliate, sminuzzate e aggiungete le patate. Aggiungete il brodo di pollo. Coprite la pentola con il coperchio e portate ad ebollizione. Quindi riducete il fuoco al minimo. Cuocete a fuoco lento mescolando ogni tanto fino a quando le verdure non diventano tenere (circa 25-30 minuti).Nel frattempo finite di preparare i crostini. Aggiungete il pane fatto a fette in una piccola ciotola. Condite con olio d'oliva e aggiungete la salvia e il rosmarino tritati. Condite con sale e pepe e mischiate bene. Trasferite il pane in una teglia. Grattugiate la groviera e cospargetela sulla superficie del pane (1). Infornate la teglia. Lasciate cuocere per circa dieci minuti. Quando il formaggio si sarà fuso, rimuovete la teglia dal fono e mettetela da parte (2).Versate all'interno un frullatore ad immersione una piccola porzione di zuppa. Frullate di modo che la consistenza risulti compatta, ma non troppo densa. Aggiungete ancora un po' di brodo vegetale se necessario.Con un mestolo versate la zuppa nelle ciotole e aggiungete i crostini di pane sulla superficie. Condite con una spolverata di timo tritato.
3
Spaghetti, crema di peperoni all'arancia e baccalà
38
Lavare bene l'arancia, grattugiarne la buccia e spremerne il succo. Lavare il basilico, asciugarlo e staccare le foglie.Lavare e asciugare i peperoni e metterli in forno a 250° per 25 minuti circa. Farli raffreddare, togliere la pelle e i semi e frullarli con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema omogenea, insieme alla buccia e al succo dell'arancia, al basilico (tenerne da parte alcune foglie per guarnire i piatti), alle acciughe e ai capperi. Aggiustare eventualmente il sapore con sale e pepe.Far tostare il pane grattugiato insieme ad un cucchiaio di olio e mettere da parte. Sciacquare e asciugare il filetto di baccalà, poi farlo cuocere in una pentola antiaderente calda per circa 3 minuti per lato. Ridurlo poi in piccoli pezzi. Aggiustare eventualmente di sale e pepe, se necessario.Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata. In una pentola capiente trasferire il condimento a base di peperoni e farlo scaldare insieme al baccalà, tenendone da parte qualche tocchetto. Scolare la pasta al dente, basterà un minuto in meno, tengono davvero bene la cottura, e trasferirla in questa pentola. Farla insaporire per qualche minuto aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura.Impiattare aggiungendo il pesce tenuto da parte, le foglioline di basilico, il pane tostato e concludere con un filo d'olio. Ed ecco che questi meravigliosi spaghetti, con grano selezionato e coltivato completamente in Italia, sono pronti per essere gustati in tutta la loro bontà!
4
Spaghettoni al datterino giallo acciughe e guttiau
39
In un pentolino fate dorare con due cucchiai d’olio il cipollotto affettato fine. Quindi unite la salsa di pomodoro (vi consiglio di usare quella di datterino giallo), correggete di sale e profumate con qualche fogliolina di timo fresco. Fate cuocere per circa 15-20 minuti.In abbondante acqua in ebollizione salata fate cuocere gli spaghetti per la metà del tempo indicata nella confezione. Fate finire di risottare gli spaghetti nella salsa. Unite, quasi sul finire, i filetti di acciuga. Porzionate nei piatti, completando con un giro d’olio evo e sfogliette di carasau guttiau.