0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

3Risultati per "prosecco"

0
Pasta con piselli gamberi e zafferano
44
Prima di tutto ci preoccupiamo di sgranare i piselli. Li raccogliamo in una ciotola. Mettiamo sul fuoco un pentolino con acqua e sale, non appena bolle versiamo all’ interno i piselli per pochissimi istanti. Laviamo i pomodorini e li tagliamo a metà. In una padella scaldiamo un cucchiaio di olio con lo scalogno sminuzzato. Versiamo all’ interno i pomodorini e lasciamo cuocere. Nel frattempo puliamo le mazzancolle. Eliminiamo testa, zampe, carapace e filamento nero (interiora) e le passiamo sotto l’acqua e li versiamo nella padella insieme ai pomodori. Lasciamo cuocere per qualche minuto e se necessario aggiungiamo un mestolo di brodo. A questo punto inseriamo anche i pisellini e qualche pistillo di zafferano. Mescoliamo bene , togliamo dal fuoco e lasciamo da parte. Cuociamo le pasta in acqua e sale. Non appena al dente le scoliamo e le versiamo in padella insieme al condimento, le mescoliamo affinché possano assorbire e quindi “accogliere” il condimento alla perfezione, grazie alla trafilatura al bronzo.
1
Risotto scampi e prosecco
2
Per prima cosa ho pulito gli scampi, lasciandone uno intero a persona per la decorazione del piatto, mentre ho tolto la testa e il guscio a tutti gli altri lasciando solamente le code.Ho raccolto le teste e i gusci e li ho messi a cuocere in un pentolino con circa 400 ml di acqua e il dado vegetale per avere il brodo per cuocere il riso.In una pentola ho soffritto leggermente un pezzetto di cipolla (facoltativo) con un filo dolio e una noce di burro, poi l’ ho tolta e vi ho fatto tostare il riso. Ho sfumato con il prosecco e ho proseguito la cottura del riso aggiungendo via via il brodo precedentemente preparato (e filtrato per eliminare gusci e teste degli scampi) e una spolverata di paprika.Mentre portavo avanti la cottura del riso ho scottato in padella gli scampi con una noce di burro, un pizzico di paprika e un pizzico di sale.A fine cottura ho aggiunto le code di scampi al risotto e ho amalgamato bene, poi ho tolto la pentola dal fuoco e ho mantecato con una noce di burro.Ho impiattato il risotto in un vassoio e ho decorato con gli scampi e una spolverata di paprika!
2
Sangria di arancia e melagrana
5
Estrarre i semi dalla melagrana (1). Spremere due arance con uno spremiagrumi. Tagliare l'arancia restante in fette sottili, poi tagliarle al centro per creare mezze lune (2).In una brocca, unire il succo di arancia, le fettine d'arancia , i semi di melagrana e il brandy. Per una sapore migliore, lasciar marinare la frutta in questa miscela per un paio d'ore, coperta e raffreddata in frigorifero. (Non preoccupatevi, sarà comunque buona se dovrete servirla immediatamente). Quando si è pronti a servire, versare la sangria nei. Utilizzare un mestolo per versare la sangria e la frutta nei bicchieri.
3
Cocktail al te verde
Preparare il gin e immergere le bustine di tè nel liquido. Coprire il gin e lasciarlo a riposo per 1 ora. Quindi rimuovere le bustine di tè, spremendo il gin assorbito nella miscela prima di gettare le bustine.Scaldare sul fuoco una casseruola di miele e acqua. Scaldare a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto, fino a quando il miele non si sia sciolto nell'acqua. Rimuovere dal fuoco.Riempire uno shaker con del ghiaccio. Aggiungere l'infuso di gin, il succo di limone e il prosecco nelle dosi riportate qui sopra. Fissare saldamente il tappo ed agitare fino a che il cocktail non si sia raffreddato (circa 20 secondi). Filtrare il liquido in bicchieri di champagne. Guarnire con un tocco di limone.
4
Fusilli “cuore mio” vongole e pesto di melanzane
42
Sciacquate per bene le vongole e lasciatele spurgare almeno per 1 ora in acqua fredda.Preparate il pesto di melanzane: lavate e asciugate le vostre melanzane, eliminate il picciolo e tagliatele a metà nel senso della lunghezza. Praticate delle incisioni con un coltello su tutta la polpa e infornatele a 200° forno ventilato per circa 20 minuti o finché la polpa non sarà ben ammorbidita.Scavate la polpa delle melanzane con un cucchiaio, lasciatela raffreddare e strizzatela per eliminare l’eccesso di acqua. Tritatela in un mixer con 3⁄4 foglie di basilico, qualche pomodorino, un filo d’olio e i 2 cucchiai di parmigiano fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Se desiderate ottenere una consistenza ancora più vellutata potete passare in un setaccio a maglie fini il pesto. Tenete da parte.Dedicatevi alle vongole. In una padella capiente soffriggete leggermente uno spicchio d’aglio con un filo d’olio, poi aggiungete le vongole. Sfumate con del vino bianco e lasciate che i molluschi si aprano completamente.Sgusciate le vongole lasciandone una manciata per la decorazione e filtrate il loro sughetto che vi servirà, poi, per la mantecatura.Tagliate i pomodorini a dadini piccoli e scaldateli leggermente in una padella con un altro spicchio d’aglio e un filo d’olio.É arrivato finalmente il momento clou della ricetta: l’entrata in scena dei meravigliosi fusilli “Cuore mio” . Lessateli in acqua bollente salata per 10 minuti, mantenendoli al dente. Terranno egregiamente la cottura e saranno ottimi protagonisti del vostro piatto.Scolate i fusilli e saltateli nella padella con i pomodorini aggiungendo il sughetto delle vongole lasciato da parte. Unite anche le vongole sgusciate e 2 cucchiai di pesto di melanzane, mantecando bene i fusilli “Cuore mio “ che cattureranno perfettamente il condimento.In un padellino saltate le briciole di mollica di pane con un filo d’olio fino a che non diverranno dorate e croccanti.É il momento dell’impiattamento: adagiate un cucchiaio abbondante di pesto di melanzane sulla base del piatto, sistemate i fusilli e decorate con le vongole tenute da parte con il guscio e le briciole di pane croccante. Terminate con una fogliolina di basilico e buon appetito!
5
Spaghettoni al datterino giallo acciughe e guttiau
44
In un pentolino fate dorare con due cucchiai d’olio il cipollotto affettato fine. Quindi unite la salsa di pomodoro (vi consiglio di usare quella di datterino giallo), correggete di sale e profumate con qualche fogliolina di timo fresco. Fate cuocere per circa 15-20 minuti.In abbondante acqua in ebollizione salata fate cuocere gli spaghetti per la metà del tempo indicata nella confezione. Fate finire di risottare gli spaghetti nella salsa. Unite, quasi sul finire, i filetti di acciuga. Porzionate nei piatti, completando con un giro d’olio evo e sfogliette di carasau guttiau.