0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

523Risultati per "semi"

0
Cracker di semi glutenfree
29
Macinate o pestate i semi di lino, versateli in una ciotola ed aggiungete anche il resto dei semi ed il pizzico di sale, se li volete salati.Portate ad ebollizione l’acqua. Versate l’acqua bollente sui semi, mescolate bene e lasciate da parte, cosi, per 15 min. circa.Accendete il forno e portatelo a 170°.Adesso foderate la teglia che avete scelto con carta forno, e spalmate il vostro mix di semi, facendone uno strato sottile ed uniforme. Aiutatevi con una spatola appena unta per evitare l’inevitabile appiccicume 😉 Infornate per 30 minuti circa.Tirate fuori dal forno, tagliate i cracker facendone dei rettangoli della misura che preferite, ed infornate nuovamente, continuando la cottura ancora 30 minuti.Fine. I cracker sono pronti. Lasciateli raffreddare in teglia qualche minuto, poi staccateli, assaggiateli per complimentarvi con voi stessi e conservateli con cura in un sacchetto del pane o un barattolo di latta.
1
Cialdine di grana e semi
Preriscaldare il forno a 130 *CMescolare il grana con i semiRicoprire la placca del forno con un foglio di carta da fornoDisporre, a cucchiaiate ben distanziate, la miscela sulla placca. InfornareDopo 5 minuti estrarre le ciladine dal forno, e, aiutandovi con un coltello, rimuoverle dalla placa e disporle su un piatto a raffreddare
2
Pane ai semi di finocchio
Nella planetaria mettiamo la farina, i semi di finocchio ed il sale;in parte prepareremo il nostro cubetto di lievito sciolto dapprima in poca acqua e quando completamente disfatto aggiungiamo tutta l’acqua ed un cucchiaino di zucchero per favorire la lievitazione.Attendiamo 5 minuti e poi nel lievito aggiungiamo anche i 50 ml di olio.Versiamo tutto nella planetaria ed impastiamo per bene.Togliamo il panetto e finiamo di lavorarlo a mano con ,se serve ,ancora un po di farina e mettiamo a lievitare in una ciotola coperta da uno strofinaccio.Quando il panetto avrà raddoppiato il suo volume lo lavoriamo nuovamente e lo mettiamo ,con la forma desiderata,in uno stampo sul quale avremo messo della carta forno.Facciamo lievitare ancora e quando sarà raddoppiato nuovamente possiamo passare in forno a 180/200° per circa 20 minuti.Una volta sfornato ricordatevi di metterlo a raffreddare su di una gratella altrimenti il vapore che si formerà sotto la pagnotta ve la renderà bagnata. BUON APPETITO
3
Brioche della nonna ai semi di papavero
44
La sera prima. Nella ciotola della planetaria mettete farina, lievito e i semi di papavero. Iniziate a unire poco a poco l'acqua, quindi, quando l'impasto sarà pronto le tre uova una ad una. Continuate con il miele e l'olio per ultimo. Procedete ad impastare con il gancio sino a che l'impasto non si staccherà completamente dalle pareti della ciotola. Fate lievitare una notte.L'indomani mattina riponete l'impasto, che avrete accuratamente sgonfiato con le mani, sul fondo della cocotte e spennellatelo con l'uovo sbattuto insieme ad un cucchiaio d'acqua. Spolverate con qualche seme di papavero. Fate assestare per circa 20-30 minuti e nel frattempo portate il forno a 220°. Infornate e lasciate cuocere a questa temperatura per dieci minuti circa. Quindi abbassate la temperatura a 190°C e fate proseguire la cottura per altri 30 minuti circa.
4
Muffin con banana, mirtilli e semi
39
Per prima cosa schiacciate le banane con una forchetta in una ciotola larga. Unite poi gli ingredienti liquidi: yogurt, latte e olio. Mescolate bene.Versate la farina e il lievito un po' alla volta, setacciandoli. Mescolate bene. Aggiungete i semi e mescolateInfine unite i mirtilli ben lavati e asciugati. Mescolate.Riempite gli stampini di carta per muffin a tre quarti della loro capienza. Decorate la cima di ogni dolcetto con qualche semino.Cuocete in forno preriscaldato, ventilato, per 25/30 minuti a 180°C. Il tempo di cottura dipende dal forno. Per maggiore sicurezza, quando i muffin cominciano a dorarsi in superficie, inserite uno stuzzicadenti: se restano attaccati grumi di pasta cotta vorrà dire che sono pronti (se la consistenza è liquida no).
5
Torta di arancia e semi di papavero
1
Versate in una grande ciotola tutti gli ingredienti, mescolate solo alla fine, con una frusta Versate in una tortiera a ciambella e cuocete a 180° per 35 minuti, ma controllate con lo stecchino che dovrà uscire asciutto.
6
Muffin alle zucchine e semi di papavero
6
Preriscaldate il forno ventilato a 170°C. In un’ampia ciotola, sbattete l’uovo con un pizzico di sale, il Parmigiano, il latte e l’olio. Quindi, aggiungete e amalgamate la farina e il lievito, precedentemente setacciati. Incorporate le zucchine grattugiate, l’erba cipollina e, infine, i semi di papavero. Non mescolate troppo, vi dovrebbe venire un composto piuttosto denso.Sistemate i muffin su uno stampo di silicone o nei pirottini per 12 muffin e riempiteli fino a 2/3 dell’altezza. Decorate con una spolverata di semi di papavero su ogni tortino. Infornate per circa 15-20 minuti, fino alla doratura.
7
Pagnotta senza glutine con semi di lino
2
Ho setacciato le farine versandole in una ciotola molto capiente, voi fatelo direttamente sul piano di lavoro, se preferite. Ho sciolto il lievito di birra nell’acqua. Ho versato l’acqua con il lievito al centro della fontanella di farina ed ho cominciato ad impastare. Ho aggiunto quasi tutto l’olio, i semi di lino ed il pizzico di sale e continuato ad impastare fino a completo assorbimento.Ho spolverato di farina di grano saraceno il piano di lavoro ed ho continuato ad impastare finché l’impasto é diventato omogeneo e docile alle dita. (L’impasto era insolitamente duro e piuttosto “cocciuto”, ci sono voluti 10 minuti abbondanti affinché cedesse 😀 )Ho coperto con un canovaccio pulito umido e messo a lievitare, nel forno spento, per circa 2 ore e mezza.Brevemente ho reimpastato ancora una volta sul piano infarinato, e dato all’impasto la forma che volevo: una pagnottina da hamburger! L’ho spennellata con dell’olio d’oliva, sistemata sulla teglia e lasciata ri-lievitare una ventina di minuti. Ho preriscaldato il forno, 180° (ventilato)Per evitare di seccare la pagnottina in fase di cottura, e creare un ambiente umido, ho sistemato sul fondo del forno un pentolino completamente in acciaio con due diti d’acqua.Ho infornato e cotto per 30* minuti circa (non l’ho persa di vista un solo istante, avevo una paura mortale che bruciasse!)
8
Plumcake all'arancia con semi di papavero
41
Preriscaldate il forno a 180 °. Imburrate generosamente una teglia di circa 20 cm di diametro.In una terrina di media grandezza, sbattete insieme farina, semi di papavero, lievito, sale e versate lo zucchero. Grattugiate la scorza delle arance (dovrebbe produrre circa 2 cucchiaini di scorza). Mescolate la scorza nello zucchero fino a quando lo zucchero diventa arancione.Affettate un'arancia a metà per la spremitura. In un misurino, dosate una tazza di yogurt e spremete circa una tazza di succo d'arancia tazza. Mescolate lo yogurt e il succo d'arancia, le uova e la vaniglia con lo zucchero. Quando il composto è ben amalgamato, aggiungete e sbattete delicatamente gli ingredienti secchi, fino a quando non vengono incorporati. Con una spatola, ripassate il composto nell'olio, assicurandovi che tutto sia amalgamato. Versate l'impasto nella teglia preparata e appiattite la parte superiore creando una superficie liscia. Cuocete la torta per 50-55 minuti, o fino a quando la parte superiore non diventa dorata e i lati iniziano a staccarsi dalle pareti della teglia. Uno stuzzicadenti inserito nel centro dovrebbe uscire pulito.Lasciate raffreddare il dolce nella teglia per 10 minuti, quindi passate un coltello tra il plumcake e i lati della teglia per allentare. Sfornate il plumcake posizionando un grande piatto sopra la teglia e, con attenzione, rovesciate la teglia sopra il piatto. Lasciate raffreddare il plumcake a temperatura ambiente.
9
Muffin al limone con semi di papavero
36
Preriscaldate il forno a 180°. Foderate una leccarda per muffin con dodici pirottini di carta.In una grande ciotola sbattete insieme le due tipologie di farina, i semi di papavero, il lievito, il bicarbonato di sodio e il sale.In un'altra ciotola mescolate le uova, l'olio, il latticello, lo zucchero, la scorza e il succo di un limone. Mescolate gli ingredienti in modo da ottenere un composto omogeneo.Unite delicatamente gli ingredienti il composto ottenuto nello step due e quello ottenuto nello step tre.Versate l'impasto nei pirottini di carta riempendoli per circa ¾ pieni. Infornate a 180° e lasciate cuocere per 15-20 minuti o fino a quando, inserendo uno stuzzicadenti, questo non ne esce pulito.Terminata la cottura, lasciate riposare i muffin nella leccarda per dieci minuti e poi trasferiteli su di una griglia.
10
Luna alla canapa con verdure grigliate, glutenfree
3
Pulite, lavate ed affettate peperone, zucchine, melanzana e cipollotto.Grigliate le verdure su una piastra o griglia rovente 7 minuti per lato.Sistemate le verdure grigliate in una scodellina ed aggiungete la carota tagliata sottilmente con il pelapatate, sale, 1 cucchiaio d’olio d’oliva e mezzo peperoncino piccante a rondelle. Mescolate e mettete un attimo da parte.Salate leggermente la luna di pane, bagnate con un filo d’olio e grigliatela, 2-3 minuti per lato. Strofinate l’aglio su un lato del pane ancora caldo.Lavate le verdurine in foglia, tamponatele per asciugarle e fatene un letto sul pane. Adagiatevi adesso le verdure grigliate, una grattugiata di scorza di limone, un filino d’olio ed uno d’aceto balsamico e la vostra bruschettona é pronta!
11
Pici al limone con crema di fave e semi di canapa
1
Stacciate la farina, aggiungete la scorza di limone grattugiata e mescolate bene affinché la scorza si distribuisca uniformemente. Fate una fontanella versando la farina su un piano di lavoro o verste la farina direttamente in una ciotola capiente. Fate un buco a centro aiutandovi con un cucchiaio e versatevi pian piano l’acqua ed un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva.Con le dita o una forchetta muovete l’acqua che avete versato al centro con un movimento circolare, incorporando man mano sempre più farina dai bordi fino ad incorporarla tutta.A questo punto impastate energicamente trasferendovi sul piano di lavoro infarinato, qualora aveste optato inizialmente per la ciotola. Impastate bene per una decina di minuti, finché l’impasto risulterá liscio ed elastico. Formate una palletta, chiudetela nella pellicola trasparente e lasciatela riposare 50-60 minuti a temperatura ambiente.Nel frattempo potete occuparvi della crema di fave. Versate 3/4 delle fave nel mixer, aggiungendo pian piano il latte di mandorla non zuccherato. In una padella antiaderente piuttosto grande, soffriggete il cipollotto e l’aglio tritati (chi non é vegano puó aggiungere in questa fase anche della pancetta a dadolini). Versate la crema di fave in padella, aggiungete le fave intere rimaste, mescolate delicatamente per amalgamare bene, salate, pepate ed aggiungete metá delle erbe tritate.Adesso riprendete la pasta. Rimaneggiatela brevemente e fatene tanti piccoli tocchetti. Fate di ogni tocchetto un grosso spaghettone del diametro di circa 3-4 mm. Sistemateli ad asciugare qualche minuto su un canovaccio pulito precedentemente infarinato.Mettete su l’acqua per la pasta, salatela e cuocete i pici 4 minuti circa. Estraete i pici velocemente dall’acqua di cottura aiutandovi con un forchettone o una schiumarola (il colapasta -in questo caso- é troppo “violento”!), e trasferiteli nella padella con la crema di fave.Saltate a fiamma vivace affinché la crema s’attacchi ben bene ai pici, spolverate con i semi di canapa tostati ed una macinata di pepe nero. Impiattate, spolverate con le rimanenti erbine tritate ed una grattugiata di scorza di limone.