0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

7Risultati per "ravanello"

0
Ravanelli arrostiti
19
Lavate bene i ravanelli,tagliateli a rondelleRiscaldate una padella antiaderente e sistemate i ravanelli leggermente oliatiCuocete a fiamma bassa per circa una decina di minuti,girandoli per uniformare la cottura.Trasferite i ravanelli in un piatto e conditeli con aromi a piacere
1
Tartare d’aringa fresca e soia verde
6
In un contenitore basso con qualche centimetro di bordo e preferibilmente un coperchio, versiamo l’acqua, il sale, l’aceto, lo zucchero, la foglia d’alloro fresco e due tre granelli di pepe verde. Mescoliamo energicamente per far sciogliere lo zucchero, adagiamo i quattro filetti d’aringa fresca puliti crudi nel contenitore, avendo cura di ricoprirli completamente con il liquido preparato. Mettiamo il coperchio e lasciamo marinare in frigo per almeno 24 ore.Trascorse le 24 ore i filetti d’aringa sono “cotti”, hanno preso preso l’agrodolce e gli aromi e sono pronti per essere lavorati.Tagliamo i filetti d’aringa a cubetti piccolini, così anche 3/4 di cipolla rossa ed i ravanelli. Tritiamo il restante pepe verde ed il prezzemolo, avendo cura di tenerne da parte un ciuffetto per decorare, poi, il piatto. Mescoliamo per bene aringa, cipolle, ravanelli, pepe e prezzemolo. Poiché i filetti d’aringa son gia molto saporiti, ai fagioli (qualsiasi tipo di fagioli abbiate deciso di utilizzare) basterá aggiungere soltanto un pizzico di sale ed un filo appena d’olio extravergine d’oliva.Adesso sistemiamo un coppapasta sui piatti che abbiamo scelto per le nostre tartare. Versiamo due cucchiai di tartare d’aringa in ciascun coppapasta, pressiamo bene con il dorso di un cucchiaino, procediamo con due cucchiai di fagioli, pressiamo ancora, e procediamo cosi alternando aringhe e fagioli fino a colmare i coppapasta.Conserviamo, cosí, in frigo fino al momento di servirle. Qualche minuto prima di portare in tavola, sfiliamo il coppapasta e decoriamo la tartare con qualche anello di cipolla rossa ed il prezzemolo tenuto da parte. Un filo d’olio, una spruzzatina appena di limone ed il piatto é pronto.
2
Salmone affumicato con cetrioli e yogurt greco
19
1.Per prima cosa marinate il salmone per 20 minuti, mettendolo in una ciotola con il succo di due lime, il pepe verde macinato e il timo. 2. Intanto preparate le verdure. Tagliate con un pelapatate il cetriolo a fettine sottili, i rapanelli a rondelle sottili e infine il finocchio a listarelle. 3. Preparate la crema di yogurt, mescolandolo con l’olio, il sale , il pepe verde macinato al momento e qualche ago di timo. 4. Adesso assemblate gli ingredienti, mettendo in un piatto qualche fetta di cetriolo, i ravanelli a rondelle, il finocchio e infine il salmone tagliato a listarelle. Alternate gli ingredienti in modo da dare un po’ di forma al piatto e un bell’impatto visivo.5. A questo punto con una sac -à- poche formate delle piccole gocce di crema allo yogurt greco sparse un po qua e là. Irrorate giusto con un filo d’olio e servite. Buon appetito.
3
Gallinella impanata con asparagi e frutta
3
Prendere i filetti di gallinella. Lavarli e asciugarli, passateli quindi nella farina e scuoteteli per eliminarne l’eccesso. In una terrina larga e bassa sgusciate 1 uovo, unite una presa di sale. Sbatteteli con una frusta, poi immergete i filetti di pesce nell'uovo sbattuto rigirandoli 2-3 volte. Infine passateli nel pangrattato con i filetti di mandorla ed il finocchietto, facendolo aderire perfettamente.In una pentola mettere a bollire gli asparagi bianchi di Bassano, lasciarne 4 punte a parte, che si taglieranno per lungo in due, sciacquare i ravanelli e le fragole e tagliarli a fettine . Preparare una emulsione con olio evo e aceto balsamico bianco. . Mettere la verdura e le fragole in una cocotte e condire con l'emulsione, sale e pepe (chi vuole). Scolare gli asparagi e tenerli in caldo.In una larga padella di ferro oppure di materiale antiaderente, fate scaldare almeno un dl di olio oppure 5 cucchiai di olio da friggere; adagiatevi i filetti impanati, 2-3 per volta, e fateli dorare per un paio di minuti da un lato.Voltateli con una paletta e completate la doratura dall’ altro lato finché saranno ben croccanti.Servire i filetti sul piatto da portata con gli asparagi bianchi al vapore conditi con olio evo e sale e le cruditè marinate al balsamico bianco. Bon Appetit!
4
Insalatone in barattolo
8
Per prima cosa ci dedichiamo alla cottura dei due elementi cotti di queste due insalate: i crostini e la carota. Io ho usato una carota non troppo grande, levato la parte esterna con un pelapatate, tagliato cima e coda e tagliato in 3. Ho poi creato dei bastoncini che ho condito con una lacrima di olio (io di solito raduno tutto in una ciotola e rimesto, così che siano ben condite). Sistemiamo sulla teglia. Tagliamo a pezzettoni il pane, io lo faccio con le mani perché mi piace che sia irregolare, così in alcuni punti si tosta meglio, mettiamo nella ciotola che abbiamo usato per le carote e condiamo con dell’olio. Mettiamo la teglia in forno a 200° per 20 minuti.Nel frattempo tagliamo le verdure: io ho tagliato il cetriolo a dadini ed a rondelle, non avevo chiara la disposizione nel barattolo e volevo assicurarmi una eventuale base dove poggiare gli ingredienti senza che si mescolassero. Tagliamo i ravanelli a rondelle con un coltello a lama liscia, quindi i pomodorini in 4. Condiamo i ceci con il succo di mezzo limone e la scorza, usando una ciotola. Sistemiamo i nostri elementi sul piano di lavoro così che possiamo dedicarci all’assemblaggio.Non condite niente, il condimento lo aggiungeremo nel momento in cui siamo pronti a consumare l’insalata, in questo modo si manterrà fresca sino all’indomani.Partiamo dalla prima insalata, io l’ho composta così, partendo dal fondo: Insalata mista (songino, lattughino ed erbette); Pomodorini; Ceci ben scolati dal succo di limone; Ravanelli; Spinaci; Crostini.Nella seconda invece ho usato: Ceci ben scolati; Carote arrosto; Cetriolo; Radicchio; Crostini.Per il dressing raduniamo tutto nel bicchiere del minipimer e frulliamo sino ad ottenere un composto omogeneo, aggiustiamo di sale se necessario e conserviamo in un barattolino. Prima di consumare, agitiamo energicamente così da far emulsionare il tutto.
5
Tagliolini al tè matcha e salmone nikkei
25
Iniziate dall’olio al wasabi: riempite una tazzina da caffè di olio (circa 80 ml), aggiungete il wasabi, mescolate energicamente e lasciate riposare.Occupatevi del salmone marinato: in una terrina disponete i filetti di pesce, copriteli con il succo e la buccia del lime, due peperoncini sbriciolati, due cucchiai di salsa di soia e un pizzico di pepe nero. Amalgamate bene tutti gli ingredienti, coprite con della pellicola trasparente e fate riposare in frigo per 60 minuti.In una padella, scaldate un filo d’olio, aggiungete i filetti con la loro marinata (salvo la buccia del lime) e cuocete per circa 4 minuti. Durante la cottura, spezzettate il salmone (tenetene da parte qualche pezzetto per la decorazione).Accendete l’acqua per i tagliolini, portate a bollore e, poco prima di buttare i tagliolini, aggiungete il tè matcha.Nel frattempo in una padella saltate i fagioli con un filo di olio e il restante peperoncino sbriciolato.Scolate i tagliolini al dente, finite la cottura nella padella con il salmone, unite i fagioli e mescolate delicatamente il tutto.Servite i tagliolini con il salmone che avevate lasciato da parte e finite con un giro abbondante di olio al wasabi.
6
Vegan sushi rolls
15
Per prima cosa preparate il riso. Versate il riso in una ciotola, sistematevi nel lavabo pulito della cucina, e sciacquate il riso più e più volte (6-7 volte) finché l’acqua nella ciotola risulterá perfettamente limpida e pulita. Segno che il riso avrá perso gran parte del suo amido. A questo punto lasciatelo a “scolare” una decina di minuti.Versate il riso in una pentola, adesso, e coprite con acqua fredda. La quantitá d’acqua dovrá essere circa una volta e mezza quella del riso, alla brutta, il livello dell’acqua dovrá essere di circa due dita superiore a quello del riso 😉 Dal momento in cui avrá raggiunto il bollore, cuocete -senza alzare più il coperchio- per 12 minuti. Togliete dal fuoco e lasciate stemperare qualche minuto a temperatura ambiente.Preparate la vinaigrette per insaporire il riso, miscelando per bene l’aceto di riso, il sake, lo zucchero ed il sale. Ciotolina e frusta a mano andranno benissimo. Versate il riso in una ciotola piuttosto capiente, condite con la vinaigrette, mescolate per bene e lasciate raffreddare completamente, sempre a temperatura ambiente, coprendolo con un canovaccio pulito.Private le foglie di cavolo nero del peduncolo, lavate le foglie con acqua fredda, sbollentatele 3 minuti, scolatele e sistematele tra due fogli di carta assorbente da cucina per asciugarle.Tagliate le barbabietole rosse a fettine molto molto sottili e poi a striscioline, fate lo stesso con le carote, aiutandovi -in questo caso- con il pelapatate. Pulite il cipollotto, tagliatelo a striscioline molto sottili per il verso lungo, e poi a metá.Adesso foderate il tappetino di bambú da sushi -o, come ho fatto io, una tovaglietta di bambú di quelle per apparecchiare la tavola in terrazzo- con della pellicola trasparente alimentare. Sistemate sul tappetino quattro foglie di cavolo nero una di fianco all’altra, lasciando che i bordi si sovrappongano fra di loro di almeno 1 centimetro.Prendete un pugnetto di riso e distribuitelo sulla superficie del cavolo nero, lasciate un cm libero sul lato inferiore ed un paio di cm circa sul lato superiore. Spalmatevi un velo di wasabi, spolverate con il sesamo e sistematevi le verdure precedentemente affettate. (Immaginando il rettangolo di riso diviso in tre per il lungo, le verdure vanno adagiate nel primo terzo dal basso. Questo faciliterá la fase di rotolamento, ed eviterá fuoriuscite indesiderate ;) )A questo punto entra in gioco il tappetino di bambú. Sollevate il tappetino dal lato inferiore e portatelo in sú verso il rotolo. Usate il tappetino come supporto per avvolgere le foglie di cavolo su se stesse, racchiudendo bene il riso e le verdure. Tenetelo stretto, non abbiate fretta e fatene un rotolino bello compatto e sodo. Procedete allo stesso modo per gli altri due rotoli.Per tagliare ciascun rotolino in 4, usate un bel coltellone dalla lama liscia leggermente bagnato. Vi aiuterá a fare un taglio netto, senza disfare il rotolo e senza attaccarsi al riso. Servite subito, accompagnando i rotolini con della salsa di soia.