0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

7Risultati per "ruchetta selvatica"

0
Involtini di arista alle nocciole e rughetta
15
L'arista deve essere in fettine e ce ne occorrono circa 12 Intanto prepariamo gli ingredienti. Quindi in una ciotolina mischiamo insieme il pangrattato con il parmigiano. Tritiamo la rughetta e le nocciole ottenendo una granella fine.Disponiamo le fettine di arista su di un piano e anche se sottili con un batticarne schiacciamole ancora un po'. Dopo aver salato e pepato ciascuna fettina, spennelliamole con pochissimo olio e poi suddividiamo gli ingredienti mettendo il misto di pangrattato e parmigiano, le nocciole e la ruchetta. Quindi avvolgiamole formando il nostro involtino cercando di fermarlo con uno stecchino.Disponiamo gli involtini in un tegame antiaderente, irroriamoli con un filo di olio, aggiungiamo un bicchiere di vino bianco e portiamo a cottura lenta girandoli di tanto in tanto. Una volta che il liquido di cottura si è assorbito, facciamoli rosolare e spengiamo.I nostri involtini di arista alle nocciole e rughetta sono pronti, possiamo servirli caldi magari impreziosendo il piatto con altra granella di nocciole e rughetta .
1
Pasta melone, scamorza e rughetta
Preparare la Pasta melone, scamorza e rughetta è molto semplice ma vi consiglio di prepararla in anticipo così da renderla molto più gustosa. Scegliamo un bel melone sodo, dolce e maturo, prendiamo 200 gr di polpa e facciamola a dadini. Laviamo la rughetta, asciughiamola e spezzettiamola. Infine tagliamo anche la scamorzaRiuniamo tutti gli ingredienti in una ciotola e condiamo con un pizzico di sale, una spolverata di pepe, irroriamo con un filo di olio ed infine spruzziamo un pochino di aceto di mele.Lessiamo ora la pasta in abbondante acqua salata per il tempo indicato sulla confezione, quindi scoliamola, passiamola sotto l'acqua fredda e mettiamola nel recipiente con il condimento, mescoliamo e aggiungiamo nel caso altro olio se la vedete troppo asciutta...dipende dai gusti.Bene, il nostro "fast" primo piatto è pronto...non resta che metterlo da parte e aspettare l'ora per gustarcelo.
2
Riso basmati speziato al limone
6
Lessiamo il riso in abbondante acqua salata (io lo mantengo senza sale..ma questa poi è una vostra scelta). Quindi scoliamolo e passiamolo sotto l'acqua fredda per fermarne la cottura.In un recipiente spezzettiamo la rughetta precedentemente lavata e asciugata, quindi aggiungiamo il riso, le lenticchie cotte e mischiamo il tutto per distribuire bene gli ingredienti tra loro. Terminiamo aromatizzando il piatto con la buccia grattugiata del limone, aggiungiamo un filo di olio evo...e...gustiamo!!!Il riso basmati speziato al limone è un piatto completo, perfetto anche per il pranzo in ufficio...un mix di carboidrati, proteine (ho aggiunto le lenticchie) e vitamine grazie alla presenza del limone e della rughetta.
3
Millefoglie di mela e primo sale
2
Prendiamo due mele, di quelle croccanti, rosse...laviamole accuratamente e tagliamole a fettine sottili ricavando 12 fettine. Una volta eliminata la parte centrale tuffiamole in acqua acidula con il limone per una mezz'oretta in modo tale che poi non anneriscano, quindi sgoccioliamole e tamponiamole con della carta assorbente per asciugarle.Grattugiamo la buccia di un bel limone bio e ricaviamo dallo stesso il succo. Trasferiamolo in una piccola ciotola e misceliamolo con due cucchiai di olio, un pizzico di sale e di pepe.Laviamo un mazzetto di rucola e tagliamo il primo sale in 12 fettine sottili più o meno grandi quanto le fettine di mela.Andiamo a formare la nostra Millefoglie di mela e primo sale. Dopo aver spennellato ciascuna fettina con l'intingolo preparato, formiamo delle piccole torrette alternando mela, primo sale, rughetta per due volte e terminando con una fettina di mela.Spargiamo sulla nostra Millefoglie di mela e primo sale il limone grattugiato, irroriamo con la salsina rimasta, decoriamo con del pepe rosa e il gioco è fatto.
4
Polpette di pane e rucola
31
Fare le Polpette di pane e rughetta è molto semplice e super veloce. Mettiamo il pane in ammollo in acqua calda per una mezz’oretta fino a quando non lo vediamo ben bagnato. Quindi strizziamolo e sbricioliamolo bene all’interno di una ciotola.Nel frattempo laviamo la rucola, tamponiamola per eliminare l’acqua in eccesso e frulliamola insieme a 30 gr di parmigiano e un cucchiaio di olio.Trasferiamola ora nel pane, aggiustiamo di sale e impastiamo i due ingredienti ottenendo un composto bello omogeneo. Se dovesse risultare troppo ,morbido aggiungiamo un cucchiaio di pan grattato.A questo punto andiamo a formare le nostre polpette posizionandole mano a mano su una placca ricoperta da carta da forno leggermente unta.Passiamo in forno a 180 gradi in modalità ventilata per circa 20 minuti. Le nostre deliziose e alternative Polpette di pane e rughetta sono pronte per essere gustate…
5
Tarte di miglio con crema di piselli ed asparagi
9
Versate il miglio in un pentolino, aggiungete 340 ml circa d’acqua bollente, un pizzico di sale, il bastoncino intero di lemongrass e mescolando ri-portate ad ebollizione. Lasciate che bolla 7-8 minuti, togliete dal fuoco, mettete il coperchio e lasciatelo riposare cosi una decina di minuti, finché avrá assorbito tutta l’acqua. In una ciotola capiente versate adesso il miglio cotto (senza lemongrass!), aggiungete le mandorle macinate, un pizzico di sale e mescolate affinché il composto si amalgami per bene. Accendete intanto il forno, impostandolo a 200°.Foderate una forma di ceramica o teglia da crostata con della carta forno, versate l’impasto di miglio e mandorle e pressate bene con il dorso di un cucchiaio sul fondo, avendo cura di tirar su un bel bordino. Mettete da parte.Frullate i piselli cotti nel mixer, versateli in una ciotola ed aggiungete il parmigiano, sale, pepe ed un filino d’olio. Versate la crema di piselli sulla tarte preparata in precedenza, livellate bene ed infornate. Abbassate il forno a 170° e lasciate cuocere 35 minuti circa.Intanto potete saltare gli asparagi. In una padella dal bordo altino, sistemate gli asparagi interi e lavati, aggiungete un dito abbondante d’acqua appena salata e lasciate cuocere cosi -senza mescolare e/o girar nulla- finché l’acqua si sará asciugata del tutto. A questo punto aggiungete un filino d’olio, sale e pepe quanto basta e mettete da parte.In un’altra padellina, stavolta é sufficiente anche piccola purché sia antiaderente. Tostate le mandorle a lamelle fino a doratura, senza aggiungere alcun tipo di olio o grasso e mescolando con un cucchiaio di legno costantemente.Sfornate la tarte e lasciatela stemperare nella ceramica. Intanto lavate bene le foglie di senape, rucola ed aglio orsino con abbondante acqua fredda. Tamponatele appena con della carta assorbente da cucina e mettete da parte. Sgranate il melograno. Lavate bene il limone con acqua appena tiepida, asciugate e grattatene la scorza.Adesso potete finalmente divertirvi a decorare la vostra tarte! Adagiatevi le foglie profumate, salate e/o pepate a piacere se vi va, sistematevi gli asparagi, una pioggia di chicchi di melograno, un filino d’olio appena ed una bella spolverata di scorza di limone.Oltre che buonissima ed invitante, é proprio bella. Non vi pare?!
6
Polentini primavera
1
Mettete sul fuoco una pentola dal fondo spesso con 1,6 l d’acqua. Appena stará per sfiorare il bollore aggiungete il sale. Con una frusta cominciate a girare l’acqua creando un vortice e (continuando a girare!) versate a pioggerellina non violenta, la farina di mais.Mescolate velocemente ed instancabilmente con un cucchiaio di legno finché non avrá ricominciato a bollire per evitare la formazione di grumi.A questo punto, abbassate la fiamma e proseguite la cottura almeno 40 minuti, continuando a girare col cucchiaio di legno. La polenta che comincia a staccarsi dai bordi e dal fondo della pentola, é segno di cottura giunta al termine. Versatela adesso in una teglia per pane in cassetta foderata di pellicola trasparente, e lasciatela freddare completamente. Appena sará fredda, potete sformarla e tagliarla a fette. Grigliate le fette di polenta su una piastra rovente 7 minuti per lato.Polentini con crema di lenticchie e taccole: Versate lenticchie, aglio e foglie di salvia nel mixer. Salate, pepate ed aggiungete un filo d’olio. Mettete la crema da parte. In una padellina antiaderente, versate 1/2 bicchiere d’acqua, un pizzico di sale e le taccole. Cuocete a fiamma alta finché l’acqua non sará del tutto evaporata. Aggiungete un filo d’olio, saltate un paio di minuti, aggiungendo sale e pepe. Spalmate la crema di lenticchie sui crostini, adagiatevi le taccole e guarnite con qualche rondella di peperoncino.Polentini con crema di tofu e verdure: Versate il tofu (intero) nel mixer, insieme a latte di soia, sale, pepe, prezzemolo ed erba cipollina. Mixerate. Aggiungete un filo d’olio, sale e pepe e mettete da parte. Su una griglia rovente, grigliate zucchine e cipollotti. Appena cotti, condite con un pizzico di sale, pepe, fiori di salvia ed uno spruzzo di limone. 3. Spalmate la crema di tifu sui crostini, adagiatevi le verdurine grigliate e guarnite con qualche fiorellino di salvia e limone.Polentini con trota salmonata e cipolle rosse in agrodolce: Lavate ed asciugate le foglie di senape selvativa, sistematela sui crostini. Adagiate i filetti di trota salmonata sul letto di foglie, guarnite con cipolline in agrodolce e prezzemolo tritato finemente.Polentini con sarde affumicate e mini melanzane: In una padellina antiaderente saltate con poco olio, sale e pepe le mini melanzane tagliate a metá (o i tocchetti di melanzana normale) per circa 5 minuti, o comunque finché saranno ben dorati. All’ultimo minuto aggiungete i pinoli e metá dei pistilli di zafferano. Sistemate sui crostini la rucola lavata ed asciugata, un cucchiaio abbondante di melanzane saltate con i pinoli, un cucchiaino di pomodori secchi a striscioline ed infine la sarda affumicata (o acciuga o sarda impanata!). Guarnite con i pistilli di zafferano.I polentini primavera sono pronti 😉