0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

1645Risultati per "semi di finocchio"

0
Strascinati con funghi e cavolfiore
43
Sbollentare per qualche minuto il cavolfiore in acqua salata. Rosolare l’aglio in una padella con un filo di olio extra vergine di oliva ed aggiungere i funghi precedentemente tagliati a fette sottili. Salare e pepare a piacere, aggiungere i pomodori tagliati a tocchetti e lasciar cuocere per qualche minuto ed alla fine aggiungere il cavolfiore.Intanto cuocere gli orecchiette in abbondante acqua salata, scolarli al dente e saltarli con il sugo aggiungendo il prezzemolo tagliato finemente. Questo formato appartiene alla tradizione pugliese e, come da tradizione, tiene perfettamente la cottura.Servire aggiungendo la cipolla imbiondita con l’olio extra vergine di oliva, una manciata di pangrattato tostato con un filo d’olio e del prezzemolo tritato.
1
Crackers integrali con mix di semini
4
In una coppa versiamo le due farine, il sale, il pepe e una parte dei semi interi. La restante parte la tritiamo con un macinino da caffè e la uniamo al resto degli ingredienti. I cracker possiamo prepararli a nostro piacimento, scegliendo anche solo alcuni di questi semi o nessuno di essi. Mescoliamo gli ingredienti secchi e al centro creiamo una fontana all’interno della quale aggiungiamo il bicarbonato e l’aceto, dopo la reazione che questi avranno, aggiungiamo l’olio e poco alla volta l’acqua. Impastiamo con le mani per almeno 5 minuti, fino ad ottenere una consistenza morbida ma non appiccicosa.Avvolgiamo l’impasto nella pellicola e facciamolo riposare a temperatura ambiente per 10/15 minuti.Trascorso il tempo, riprendiamo l’impasto e lo dividiamo a metà. Su un piano da lavoro posizioniamo un foglio di carta da forno della grandezza della teglia che utilizzeremo. Stendiamo metà parte d’impasto, aiutandoci con un mattarello, fino ad ottenere una sfoglia di 5 mm circa.Trasferiamo la sfoglia, insieme alla carta da forno sulla teglia. Ora con una rotella dentata creiamo dei quadrati di grandezza più o meno omogenea.Bucherelliamo con una forchetta.Inforniamo per 10/15 minuti in forno statico, preriscaldato, a 200°. Controlliamo la cottura, una volta dorati sono pronti. Dopo che si sono raffreddati possiamo suddividerli in base ai quadrati formati.
2
Funghi ripieni di zucca e formaggio di capra
26
Preriscaldate il forno a 220°. Nel frattempo, iniziate pulendo i funghi. Eliminate la terra in eccesso, sciacquateli sotto l’acqua e asciugateli delicatamente. Staccate i gambi dalla teste dei funghi torcendo e tirando i gambi mentre tenete ferme le teste, avendo cura di non romperle teste.In una grande ciotola aggiungete la zucca tagliata a cubetti, l'olio d'oliva e i semi di finocchio. Condite con sale e pepe. Mescolate bene per amalgamare. Trasferite il tutto in una teglia da forno e fate cuocere per circa 15-20 minuti. Terminata la cottura, mettete da parte.Riducete la temperatura del forno a 190°. Insaporite l'interno delle cappelle dei funghi con un composto di aglio tritato, olio d'oliva e timo sminuzzato. Mischiate bene i pomodori secchi tritati grossolanamente con il pangrattato. Riempite ciascun fungo con la zucca arrostita e arricchite il composto di pomodori secchi e pangrattato. Infine aggiungete il formaggio di capra tagliato in piccoli pezzi. Disponete i funghi in una teglia rivestita di carta da forno, con la parte della farcitura rivolta verso l'alto. Irrorate con un filo d’olio extravergine d’oliva. Cuocete fino a quando i funghi non diventano teneri e dorati.Prima di servire, disponete i funghi accompagnandoli a qualche foglia di rucola o di cavolo riccio con limone e olio d'oliva. Cospargete una manciata di parmigiano grattugiato e versate un filo di aceto balsamico.
3
Zucchine ripiene al grano saraceno
1
Cuocere a vapore le zucchine tagliate in due calotte. Cuocere nel frattempo il grano saraceno in acqua sale e semi di finocchio per 30 minuti.Mentre cuoce il grano saraceno preparare il pesto di rucola, lavando bene la rucola e successivamente asciugandola e riponendola in un panno pulito o nella centrifuga per insalata. Una volta asciutta frullarla insieme all’olio di oliva extravergine, le noci, sale, pepe, curcuma e zenzero. Una volta cotto il grano saraceno scolarlo lasciarlo intiepidire e condirlo con il pesto di rucola e i semi di anice.Cotte le zucchine a vapore svuotarle della loro polpa creando una conca da riempire, sia nella calotta superiore che nella calotta inferiore e salarle. Disporre le calotte inferiori su carta forno di una teglia riempirle con il composto del grano saraceno spolverando la superficie con mandorle e semi tritati, erba cipollina e i tre pepi, richiudere con la calotta superiore.Terminare con un filo d’olio e infornare, cuocere a 200 gradi per 20 minuti. Il mio consiglio è di servirle tiepide o addirittura fredde, perfette così per un pasto estivo.
4
Mezzi rigatoni con sugo di salsiccia
29
Per preparare il soffritto, eliminate le estremità della carota con un coltellino, sbucciatela e lavatela sotto l’acqua corrente. Lavate la costa di sedano ed eliminate la membrana filamentosa esterna con il pelapatate. Infine sbucciate la cipolla e dividetela a metà. Tagliate tutte le verdure a piccoli cubetti. Spellate la salsiccia, sbriciolatela e tenetela da parte.Mettete in una padella l’olio extravergine d’oliva e fate scaldare a fuoco basso. Aggiungete il trito di cipolla, carote e sedano. Giratelo per far rosolare le verdure da tutti i lati. Sfumate dopo 5 minuti con dell'acqua e lasciate cuocere per altri 10 minuti. Aggiungete il rosmarino e i semi di finocchio. Mescolate per circa 30 secondi. Trasferite la salsiccia nella padella. Rosolate la salsiccia. Salate e sfumate con il vino rosso. Abbassare il fuoco, in modo che rimanga tenera.Aggiungete i pomodori. Coprite e lasciate cuocere fino a quando la salsa non si sarà addensata (circa 35-40 minuti). Intanto mettete a scaldare una pentola capiente con acqua. Assicuratevi di aggiungere un po' d'acqua al barattolo vuoto di pomodori e aggiungete il residuo del barattolo nella salsa. Terminata la cottura, rimuovete il rametto di rosmarino e con un cucchiaio aggiungete un filo d'olio. Aggiungete lo zucchero sui pomodori per smorzarne l’acidità e condite con sale, pepe e origano.Calate i rigatoni nella pentola e cuoceteli per il tempo indicato sulla confezione. A cottura ultimata, scolate la pasta e versatela nella padella contenente il ragù. Ammucchiate circa dieci foglie di basilico una sopra l'altra e arrotolatele. Affettatele sottilmente e aggiungetele nella padella. Saltate velocemente e mescolate i rigatoni e il ragù aggiungendo una parte dell'acqua di cottura, se necessario. Servite con parmigiano e foglie di basilico.
5
Rustiche con scampi e calamari su crema di piselli
38
Tritare la cipolla e metterla a soffriggere in una casseruola con due cucchiai di olio, una volta imbiondita unire i piselli e allungare con il brodo vegetale e lasciar cuocere a fuoco lento per circa sei minuti.Frullare al mixer e poi passare la crema di piselli al colino in modo che risulti omogenea. Ripassare la crema a fuoco basso per due minuti aggiungendo l'olio che avrete aromatizzato con salvia, rosmarino e aglio.Tagliare in due, per la lunghezza, le code di scampi e a listarelle i calamaretti. Saltarli in padella con due cucchiai di olio per circa due minuti. Unire i pomodori e lasciar cuocere per alcuni minuti. Poi togliere dal fuoco e aggiustare di sale e pepe.Cuocere le reginette in abbondante acqua salata e scolare al dente. Ripassarle in padella con il condimento preparato. Stendere un velo di crema di piselli sul fondo del piatto da portata e disporre al centro le reginette con la salsa di scampi e calamaretti. Guarnire con prezzemolo tritato e servire.
6
Crostata rosso girasole
2
Versare nella ciotola della planetaria il burro morbido.Unire lo zucchero e azionare la foglia della planetaria 10 secondi ( velocità 2). unire l’uovo, lavorare altri 10 secondi.Infine aggiungere la scorza grattugiata del limone e la farina, far girare la foglia dell’impastatrice altri 20 secondi. Formare una palla e ricoprire l’impasto con della pellicola trasparente, riporre in frigorifero per almeno 30 minuti. Prima di utilizzare la pasta, lavorarla brevemente con le mani.Adesso preparate la crema : In una ciotola mettete 3 tuorli aggiungete lo zucchero e mescolate con cura usando una frusta.Versatevi quindi la farina setacciata. Unite quindi molto lentamente il latte mescolando la crema con la frusta. Se dovessero crearsi dei grumi, filtratela con un colino.Versate poi la crema in un pentolino antiaderente con un fondo spesso, mescolare di continuo quando la crema giunge a bollore abbassate la fiamma. e aggiungete il limoncello. Continuate a mescolare per circa un minuto e lasciate che la crema si rassodi. Togliete quindi la crema da fuoco e lasciate che si raffreddi. Riprendiamo la nostra frolla dal frigo,stendere la pasta dello spessore di circa 1/2 centimetro, aggiungi in una teglia per crostate imburrata ed infarinata l’impasto. Sopra la base distribuite un foglio di stagnola con dei fagioli,per cuocere uniformemente. Infornare a 180 gradi x 30 minuti. Togli i fagioli e la stagnola lascia cuocere x altri 5 minuti. Appena sfornata lasciatela raffreddare completamente. Trascorso il tempo cospargete la crema sulla crostata, aggiungi le fragole a raggiera lasciando il centro per aggiungere le goccine di cioccolato. Lascia in frigo x mezz’ora.
7
Brioche della nonna ai semi di papavero
38
La sera prima. Nella ciotola della planetaria mettete farina, lievito e i semi di papavero. Iniziate a unire poco a poco l'acqua, quindi, quando l'impasto sarà pronto le tre uova una ad una. Continuate con il miele e l'olio per ultimo. Procedete ad impastare con il gancio sino a che l'impasto non si staccherà completamente dalle pareti della ciotola. Fate lievitare una notte.L'indomani mattina riponete l'impasto, che avrete accuratamente sgonfiato con le mani, sul fondo della cocotte e spennellatelo con l'uovo sbattuto insieme ad un cucchiaio d'acqua. Spolverate con qualche seme di papavero. Fate assestare per circa 20-30 minuti e nel frattempo portate il forno a 220°. Infornate e lasciate cuocere a questa temperatura per dieci minuti circa. Quindi abbassate la temperatura a 190°C e fate proseguire la cottura per altri 30 minuti circa.
8
Tortiglioni con prosciutto, mele e caciocavallo
10
Far fondere il burro in una padella capiente. Unire il prosciutto cotto tagliato a tocchetti e la mela ridotta in fettine sottili, salare e lasciare rosolare il tutto per 5 minuti, finché la mela si ammorbidirà ed il prosciutto sarà leggermente dorato.Unire poi il radicchio tagliato a listarelle e le bietole precedentemente sbollentate e lasciar cuocere ancora qualche minuto.Cuocere i tortiglioni in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Aggiungerli alle verdure mantecando il tutto per qualche minuto. Servire con una manciata di pistacchi tritati grossolanamente, il pepe macinato fresco e il caciocavallo silano a fettine sottili.
9
Muffin al limone con semi di papavero
31
Preriscaldate il forno a 180°. Foderate una leccarda per muffin con dodici pirottini di carta.In una grande ciotola sbattete insieme le due tipologie di farina, i semi di papavero, il lievito, il bicarbonato di sodio e il sale.In un'altra ciotola mescolate le uova, l'olio, il latticello, lo zucchero, la scorza e il succo di un limone. Mescolate gli ingredienti in modo da ottenere un composto omogeneo.Unite delicatamente gli ingredienti il composto ottenuto nello step due e quello ottenuto nello step tre.Versate l'impasto nei pirottini di carta riempendoli per circa ¾ pieni. Infornate a 180° e lasciate cuocere per 15-20 minuti o fino a quando, inserendo uno stuzzicadenti, questo non ne esce pulito.Terminata la cottura, lasciate riposare i muffin nella leccarda per dieci minuti e poi trasferiteli su di una griglia.
10
Muffin con banana, mirtilli e semi
32
Per prima cosa schiacciate le banane con una forchetta in una ciotola larga. Unite poi gli ingredienti liquidi: yogurt, latte e olio. Mescolate bene.Versate la farina e il lievito un po' alla volta, setacciandoli. Mescolate bene. Aggiungete i semi e mescolateInfine unite i mirtilli ben lavati e asciugati. Mescolate.Riempite gli stampini di carta per muffin a tre quarti della loro capienza. Decorate la cima di ogni dolcetto con qualche semino.Cuocete in forno preriscaldato, ventilato, per 25/30 minuti a 180°C. Il tempo di cottura dipende dal forno. Per maggiore sicurezza, quando i muffin cominciano a dorarsi in superficie, inserite uno stuzzicadenti: se restano attaccati grumi di pasta cotta vorrà dire che sono pronti (se la consistenza è liquida no).
11
Plumcake all'arancia con semi di papavero
35
Preriscaldate il forno a 180 °. Imburrate generosamente una teglia di circa 20 cm di diametro.In una terrina di media grandezza, sbattete insieme farina, semi di papavero, lievito, sale e versate lo zucchero. Grattugiate la scorza delle arance (dovrebbe produrre circa 2 cucchiaini di scorza). Mescolate la scorza nello zucchero fino a quando lo zucchero diventa arancione.Affettate un'arancia a metà per la spremitura. In un misurino, dosate una tazza di yogurt e spremete circa una tazza di succo d'arancia tazza. Mescolate lo yogurt e il succo d'arancia, le uova e la vaniglia con lo zucchero. Quando il composto è ben amalgamato, aggiungete e sbattete delicatamente gli ingredienti secchi, fino a quando non vengono incorporati. Con una spatola, ripassate il composto nell'olio, assicurandovi che tutto sia amalgamato. Versate l'impasto nella teglia preparata e appiattite la parte superiore creando una superficie liscia. Cuocete la torta per 50-55 minuti, o fino a quando la parte superiore non diventa dorata e i lati iniziano a staccarsi dalle pareti della teglia. Uno stuzzicadenti inserito nel centro dovrebbe uscire pulito.Lasciate raffreddare il dolce nella teglia per 10 minuti, quindi passate un coltello tra il plumcake e i lati della teglia per allentare. Sfornate il plumcake posizionando un grande piatto sopra la teglia e, con attenzione, rovesciate la teglia sopra il piatto. Lasciate raffreddare il plumcake a temperatura ambiente.