0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

7Risultati per "dragoncello"

0
Strascinati con funghi e cavolfiore
43
Sbollentare per qualche minuto il cavolfiore in acqua salata. Rosolare l’aglio in una padella con un filo di olio extra vergine di oliva ed aggiungere i funghi precedentemente tagliati a fette sottili. Salare e pepare a piacere, aggiungere i pomodori tagliati a tocchetti e lasciar cuocere per qualche minuto ed alla fine aggiungere il cavolfiore.Intanto cuocere gli orecchiette in abbondante acqua salata, scolarli al dente e saltarli con il sugo aggiungendo il prezzemolo tagliato finemente. Questo formato appartiene alla tradizione pugliese e, come da tradizione, tiene perfettamente la cottura.Servire aggiungendo la cipolla imbiondita con l’olio extra vergine di oliva, una manciata di pangrattato tostato con un filo d’olio e del prezzemolo tritato.
1
Tagliatelle panna, salmone…e dragoncello
Ho preso il salmone fresco e l’ho tagliato a pezzetti marinandolo a freddo per circa 30 minuti con un filo d’olio, sale e un pizzico di dragoncello.Ho messo a lessare le tagliatelle in abbondante acqua salata.Poi ho messo il salmone per 1 minuto in una padella calda e ho aggiunto la panna da cucina.Ho lasciato cuocere per ancora solo 2 minuti.Una volta pronta ho versato la pasta nella padella del condimento facendo saltare tutto insieme in modo da amalgamare bene il tutto.Ho impiattato aggiungendo ancora un po’ di dragoncello.
2
Quiche con broccoli e gorgonzola
34
Preriscaldare il forno a 200°. Foderare una pirofila tonda del diametro di 25 cm con un cerchio di pasta sfoglia infarinata e tagliare via la parte in eccesso. Predendere uno secondo cerchio di pasta sfoglia, ritagliarlo di modo che ricopra esattamente la base della pirofila e adagiarlo su un piatto. Posizionare la pirofila e il piatto in freezer per dieci minuti.Foderare la pasta sfoglia adagiata nella pirofila con della carta da forno e disporvi all'interno dei fagioli. Cuocere per circa 15 minuti. Dopodiché, rimuovere la carta e i fagioli e riporre in forno per circa 5 minuti. Infine, lasciare raffreddare.Mentre la pirofila è in forno, preparare il ripieno. Lavare i broccoli. Tagliare le cimette e metterli a cuocere in una grande pentola di acqua bollente per circa 2 minuti o finché non diventano teneri. Scolarli, risciacquarli bene con acqua fredda e lasciarli asciugare.Sciogliere il burro in una padella e soffriggere a fuoco dolce i porri taglati a fette sottili per 10/15 minuti. Aggiungere la panna, l'acqua, l'erba cipollina e il dragoncello sminuzzati, la senape e il sale e un pizzico di pepe nero. Mescolare bene e togliere dal fuoco.Stendere il composto di porri sul fondo della pirofila. Dopodiché distribuire i broccoli sulla parte superiore e premerli delicatamente nel composto. Cospargere il gorgonzola tagliato a pezzettini. Spennellare il bordo della pasta sfoglia con l'uovo sbattuto e coprire con il secondo cerchio di pasta sfoglia. Premere con decisione intorno al bordo per fissarlo.Spennellare la superficie con l'uovo sbattuto e infornare per circa 30 minuti o fino a quando la parte superiore non diviene dorata. Dopodiché, lasciar raffreddare un po' la quiche prima di servirla.
3
Frittata di asparagi
29
Scaldate il burro in una padella da forno delle dimensioni di 30 cm. a temperatura media. Aggiungete lo scalogno e cuocete, mescolando di tanto in tanto, fino a quando non si ammorbidiscono, circa 3 minuti (1). Aggiungete gli asparagi e cuocete per altri tre minuti (2).Sbattete le uova e la ricotta insieme, aggiungete l'erba cipollina e il dragoncello. Versate il composto di uova nella padella e cuocete fino a quando non è ben amalgamato, ma ancora poco cotto sulla superficie (circa 4/5 minuti). Durante la cottura, scaldate il forno.Cospargete il formaggio groviera tagliato a strisce sottili sopra le uova e mettete in forno a cuocere fino a quando il formaggio non si sia fuso e il centro non sia ben cotto (circa 6 a 8 minuti). Togliete dal forno e trasferite la frittata sul piatto di portata. Spolverate col pepe. Tagliate a spicchi e servite.
4
Mezzemaniche con asparagi e piselli
31
In una grande padella a fuoco medio, sciogliere il burro e aggiungere l'olio d'oliva. Aggiungere la cipolla tritata e soffriggere per 4 minuti. Aggiungere gli asparagi, il dragoncello e il brodo vegetale. Coprire e cuocere per 5 minuti.Aggiungere i piselli e coprire. Cuocere per altri 20 minuti. Aggiungere sale e pepe quanto basta.Togliere dal fuoco, eliminare gli steli di dragoncello e aggiungere due cucchiai di parmigiano e mettere da parte.Portare a ebollizione una pentola d'acqua. Aggiungere la pasta e cuocere al dente. Scolare e aggiungerla alla salsa.Arricchire il piatto con parmigiano, qualche foglia di dragoncello e alla fine servire subito.
5
Pasta con piselli gamberi e zafferano
44
Prima di tutto ci preoccupiamo di sgranare i piselli. Li raccogliamo in una ciotola. Mettiamo sul fuoco un pentolino con acqua e sale, non appena bolle versiamo all’ interno i piselli per pochissimi istanti. Laviamo i pomodorini e li tagliamo a metà. In una padella scaldiamo un cucchiaio di olio con lo scalogno sminuzzato. Versiamo all’ interno i pomodorini e lasciamo cuocere. Nel frattempo puliamo le mazzancolle. Eliminiamo testa, zampe, carapace e filamento nero (interiora) e le passiamo sotto l’acqua e li versiamo nella padella insieme ai pomodori. Lasciamo cuocere per qualche minuto e se necessario aggiungiamo un mestolo di brodo. A questo punto inseriamo anche i pisellini e qualche pistillo di zafferano. Mescoliamo bene , togliamo dal fuoco e lasciamo da parte. Cuociamo le pasta in acqua e sale. Non appena al dente le scoliamo e le versiamo in padella insieme al condimento, le mescoliamo affinché possano assorbire e quindi “accogliere” il condimento alla perfezione, grazie alla trafilatura al bronzo.
6
U stummu allisciatu
2
Per prima cosa bisogna preparare una salsa tartara, prendete due uova e metteteli a bollire mentre in un tagliere tritate finemente un ciuffetto di erba cipollina, uno di prezzemolo e uno di dragoncello. Poi lavate mezzo cucchiaino di capperi sotto sale e tritate finemente anche questi. Trascorsi 15 minuti togliete dal fuoco il tegamino con le uova e passatelo, con il suo contenuto, sotto l’acqua fredda. Sgusciate le uova e togliete il bianco mettendo i tuorli in una boule.Adesso passate un cucchiaino di aceto bianco sui tuorli e cominciate a pestarli con lo stesso cucchiaino, quindi aggiungete gli odori (un po di prezzemolo lasciatelo per decorare il piatto alla fine), i capperi tritati precedentemente, 60 ml di olio di semi a filo e sbattete con una frusta sino ad ottenere cremosità.Per la sfilettatura dello sgombro, già squamato e privo di interiora: dapprima rimuovete con un paio di forbici tutte le pinne senza dimenticare la dorsale, quindi con un apposito coltello praticate una incisione all'altezza della gola, perpendicolarmente al pesce, sino a toccare la spina dorsale, seguite la dorsale con il coltello tenendo l'altra mano appoggiata al dorso dello sgombro. Ottenuti i due filetti con una pinzetta rimuovete le spine, lavateli e lasciateli ad asciugare su carta.Mentre si sfiletta lo sgombro si mette l’acqua a bollire in un pentolino e raggiunta la temperatura si sala e si aggiungono 40 di grammi di fregola sarda. Quando manca poco alla fine cottura della fregola, saltate i filetti di sgombro in padella con un cucchiaio o due di olio evo (e se volete un rametto di rosmarino), attenzione a non rompere i filetti. Impiattate versando la salsa al centro del piatto ottenendo una montagnola che poi pian piano pressando sulla cima fate in modo divenga una cerchio sul piatto, disponete sopra la fregola e quindi il filetto, condite con un filo di olio evo.
7
Salmone con cialda di zucchine e succo di pomodoro
1
Per preparare la cialda tritiamo la zucchina insieme al parmigiano, al dragoncello e un pizzico di sale.Aggiungiamo l’uovo e il pangrattato fino a ottenere un composto abbastanza spesso.Ne prendiamo un piccolo quantitativo e lo mettiamo in una bistecchiera elettrica in modo tale da formare la cialda.In alternativa schiacciatelo tra due fogli di carta forno e mettetelo in padella.Per preparare il succo di pomodoro frulliamo i pomodorini con un filo d’olio e un pizzico di sale.Passiamo al colino cinese in modo tale da ottenere solo il succo.Mettiamo in un biberon aggiungendo un cucchiaino di fecola di patate e mischiamo bene.Scaldiamo una padella e mettiamo il salmone dalla parte della pelle.Saliamo in superficie e aggiungiamo un filo d’olio. Verso metà cottura giriamo il salmone in modo tale da formare una crosticina in superficie.Una volta cotto il salmone lo mettiamo in un piatto e guarniamo con il succo di pomodoro e la cialda di zucchine.
8
Spaghetti, crema di peperoni all'arancia e baccalà
41
Lavare bene l'arancia, grattugiarne la buccia e spremerne il succo. Lavare il basilico, asciugarlo e staccare le foglie.Lavare e asciugare i peperoni e metterli in forno a 250° per 25 minuti circa. Farli raffreddare, togliere la pelle e i semi e frullarli con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema omogenea, insieme alla buccia e al succo dell'arancia, al basilico (tenerne da parte alcune foglie per guarnire i piatti), alle acciughe e ai capperi. Aggiustare eventualmente il sapore con sale e pepe.Far tostare il pane grattugiato insieme ad un cucchiaio di olio e mettere da parte. Sciacquare e asciugare il filetto di baccalà, poi farlo cuocere in una pentola antiaderente calda per circa 3 minuti per lato. Ridurlo poi in piccoli pezzi. Aggiustare eventualmente di sale e pepe, se necessario.Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata. In una pentola capiente trasferire il condimento a base di peperoni e farlo scaldare insieme al baccalà, tenendone da parte qualche tocchetto. Scolare la pasta al dente, basterà un minuto in meno, tengono davvero bene la cottura, e trasferirla in questa pentola. Farla insaporire per qualche minuto aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura.Impiattare aggiungendo il pesce tenuto da parte, le foglioline di basilico, il pane tostato e concludere con un filo d'olio. Ed ecco che questi meravigliosi spaghetti, con grano selezionato e coltivato completamente in Italia, sono pronti per essere gustati in tutta la loro bontà!
9
Sogliola al forno
27
Preriscaldate il forno a 220°. Foderate una pirofila con carta da forno. Versate in una piatto il succo del limone, il vino bianco, l’olio extravergine di oliva, il dragoncello sminuzzato e l’aglio tritato grossolanamente. Condite con il pepe e il sale. Infine, mescolate bene.Passate entrambi i lati dei filetti di sogliola, lavati e senza pelle, nella miscela in modo che si insaporiscano bene, quindi disponeteli nella pirofila. Versate a filo un po' della miscela sui filetti. Cospargete con una spolverata di pepe. Aggiungete un limone tagliato a spicchi. Infornate e lasciate cuocere per circa venti minuti. Terminata la cottura, estraete la pirofila dal forno e impiattate guarnendo con un filo della miscela avanzata. Potete accompagnare il filetto di sogliola con un ciuffo di rucola.