0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

1740Risultati per "lievito per torte salate"

0
Cuori di muffin al peperoncino cuko
Inserire nel boccale gli ingredienti liquidi:olio, latte e uova : 1 min. vel 7. Ora aggiungere farina e lievito con anche un pizzico di origano ed il peperoncino :azionare il robot per 15 sec. vel 10 e poi proseguire ad impulsi aggiungendo se necessario un pochino di latte fino ad ottenere un impasto omogeneo.Aggiungere a questo punto anche i pomodori secchi e dare 2 o 3 impulsi da 5 sec ognuno.Versare il composto realizzato in stampo in silicone a forma di cuore avendo l'accortezzza di non riempire fino all'orlo ( basta finoi a 3/4 perchè poi in cottura l'impasto lievita) Infornare a 180° per circa 20 min facendo attenzione che non si brucino.Fare sempre la prova stecchino prima di togliere dal forno.Lasciare raffreddare prima di sformare. BUON APPETITO
1
Muffin ai broccoli
18
Mescolare le uova con latte, olio, sale e un pizzico di pepe.Unire la farina e il lievito mescolando bene.Aggiungere i broccoli e il parmigiano grattugiato frullando per almeno 2 minuti.Imburrare gli stampini da Muffin e versare un cucchiaio di impasto in ognuno.Aggiungere qualche pezzettino di salsiccia precedentemente saltata in padella.Coprire con un altro cucchiaio di impasto.Cuocere in forno preriscaldato a 180* per 30 minuti.
2
Muffin salati mortadella e scamorza affumicata
28
In una ciotola mescolare la farina, il lievito e il mezzo cucchiaio di zucchero. Aggiungere le uova, il burro fuso e il latte e mescolare. Aggiungere il sale e il formaggio grattugiato e continuare a mescolare. Aggiungere la scamorza affumicata e la mortadella tagliata a tocchetti. Prendere gli stampini per muffin e inserirli in una teglia per muffin e riempire ognuno con 2 cucchiaiate di composto (circa i 2/3 dello stampino). Infornare in forno ventilato preriscaldato a 190 gradi per 15 minuti. Fare la prova stecchino per la cottura.
3
Piadina senza strutto
1
Versiamo la farina in una ciotola, facciamo un buco al centro e versiamo l’olio (oppure lo strutto). Iniziamo ad amalgamare con due dita partendo dal centro e raccogliendo man mano la farina.Continuiamo ad impastare aggiungendo l’olio,il lievito e man mano l’acqua. Trasferiamo l’impasto su un piano di lavoro infarinato, in ultimo aggiungiamo il sale.Continuiamo ad impastare per circa 10 minuti fino a che avremo un panetto liscio ed elastico, ché non si attaccherà più né alle mani né al piano di lavoro.Dividiamo l’impasto in palline del peso di circa 70 grammi l’una.Stendiamo le palline di impasto con il mattarello, partendo dal centro e rivoltando piu volte la piadina, spolverandola con un velo di farina. Facciamo scaldare una padella antiaderente di diametro 24 e adagiamo la piadina. Bucherelliamola con una forchetta e lasciamola circa 2 minuti per lato.La piadina sarà pronta quando si formeranno le famose bollicine bruciacchiate.
4
Panzerottini senza lievitazione
Impastare gli ingredienti dell’impasto,far riposare qualche minuto,nel frattempo preparare la farcia,quello che si desidera,io avevo dei funghi saltati in padella e li ho tritati insieme alla mozzarella di bufala e del formaggio grattugiato e fatto intiepidire. Si possono farcire ad esempio con ricotta e prosciutto oppure salame,con ricotta e spinaci o asparagi,peperoni e scamorza,insomma date libero sfogo alla vostra fantasia.Riprendere l’impasto,stenderlo in uno spessore non troppo sottile,coppare con un bicchiere o taglia biscotti e farcire,chiudere pressando bene e passare i bordi con i rebbi di una forchetta,friggere in olio caldo a 170° circa e servire i panzerottini senza lievitazione caldi possibilmente e buon appetito!!! Oppure si possono cuocere in forno a 170° per 10 minuti circa,dipende dalla grandezza.
5
Focaccia ripiena
20
In una ciotola unire la farina, il lievito, il sale e lo zucchero e mescolare. Aggiungere poi acqua, latte e olio e mescolare fino ad ottenere un panetto. Dividere l'impasto in due e stenderli con un mattarello per ottenere due sfoglie. Disporre una sfoglia sul fondo di una pirofila e farcire con salsa di pomodoro, prosciutto cotto e mozzarella a dadini. Condire quindi con olio, sale, pepe e origanoAdagiare sopra il ripieno la seconda sfoglia e sigillare i bordi aiutandosi con una forchetta.Cuocere in forno ventilato a 180 gradi per 20 minuti.
6
Cake salato al farro con legumi primaverili
31
In una pentola con acqua leggermente salata, scottate per 5' a partire dall'ebollizione le fave e i piselli già sbaccellati, quindi scolate con una schiumarola e tenete da parte (fig. 1). Nel frattempo, pulite gli asparagi, eliminando con un coltellino la parte più coriacea dei gambi e tagliateli a tocchetti (escluse le punte) ad eccezione di 4 che andranno interi nella guarnizione finale (fig. 2). Cuocete gli asparagi nella stessa acqua dove avete scottato le fave e i piselli per 5' (compresi quelli interi con le punte fuori), quindi scolate e unitele ai legumi. Fatele insaporire in padella (esclusi gli asparagi interi) con uno spicchio d'aglio e un giro di olio e 2 cucchiai di acqua per pochi minuti insieme alle foglioline di bietola. Aggiustate di sale e spegnete. In una terrina, sbattete le uova con il latte e l'olio con l'aiuto di una frusta a mano (fig. 3). Aggiungete il parmigiano grattugiato, la farina e il lievito setacciati e mescolate ancora fino ad amalgamare tutti gli ingredienti (fig. 4). Insaporite con l'erba cipollina sminuzzata con una forbice, salate e pepate (fig. 5).Infine, incorporate i legumi con le bietole e amalgamate (fig. 6). Versate il composto in uno stampo da plumcake spennellato con un po' di olio e rivestito di carta da forno e guarnite la superficie con gli asparagi interi senza affondarli troppo (fig. 7).Mettete in forno preriscaldato a 180°C per 40'. Sfornate e servite ancora tiepido. E voilà...il vostro cake salato al farro con legumi primaverili è pronto per essere gustato!
7
Pane casereccio con lievito madre
33
Setacciare le due farine in una terrina abbastanza larga e mescolarvi l’intero contenuto di una bustina di pasta madre disidratata con lievito (circa 30 gr); Praticare un buco al centro e versarvici dentro lo zucchero e l’olio di oliva. Amalgamare il tutto con una forchetta, aggiungendo poco per volta l’acqua tiepida e il sale. Regolarsi ad occhio perché la quantità di acqua che occorre dipende molto dalla capacità di assorbenza della farina che si utilizza.Versare l’impasto sul piano del tavolo infarinato e lavorarlo energicamente per almeno 10 minuti, allargandolo con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo. Se lo si vuole aromatizzare , questo è il momento giusto per aggiungere semi, noci o olive tritate;Rimettere l’impasto nella terrina infarinata, coprirlo, sigillandolo con la pellicola alimentare e lasciarlo a lievitare in un luogo tiepido (va bene nel forno con la luce accesa), per almeno un’ora, fino a quando il suo volume non sarà raddoppiato. Trascorso il tempo di lievitazione, riprendere l’impasto e stenderlo, aiutandosi con un mattarello, in una sfoglia di circa 60x40 cm, e avvolgere la sfoglia su se stessa partendo dal lato più corto. Porre il filoncino di pane su una teglia rivestita di carta forno e spennellarlo con dell’olio di oliva. Mettere nuovamente a lievitare in luogo tiepido, per un’altra oretta; dopo la seconda lievitazione, spolverizzare il filone di pane casereccio con la farina e con un coltello ben affilato praticare dei tagli obliqui sulla sua superficie.Cuocere per 30 minuti nella parte media del forno preriscaldato a 200°C statico, 190°C con la funzione ventilata. Nel caso di un forno a gas, cuocere il pane nella parte alta a 210°C. Se la superficie dovesse scurirsi troppo, coprire con carta alluminio e continuare la cottura. Il risultato sarà un pane casereccio croccante all’esterno e soffice all’interno.
8
Focaccia morbida con lievito madre
33
Gli ingredienti vanno impastati in planetaria, col gancio, sino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Il lievito madre dovrà essere ben attivo, il che significa rinfrescato prima di essere utilizzato. Per il resto, 12 ore di lievitazione a temperatura ambiente, 8 in frigorifero, per rallentare la lievitazione, e altre 4 fuori compresa la stesura dell'impasto nelle teglie. Io ho tolto dal frigorifero, fatto acclimatare per due ore, sistemato l'impasto nelle teglie oleate e lasciato riposaLe ho spennellate con una miscela di olio evo e acqua e cosparso con granelli di sale. Cotto in forno preriscaldato a 200°C, statico, per circa 15/20 minuti.
9
Panini alle olive con il lievito naturale
30
Il primo giorno è quello del rinfresco del lievito. Al mattino, si mescolano 20 gr di lievito con 20 gr di farina di forza e 20 gr d'acqua e si lascia a temperatura ambiente per 6-8 ore. La sera, prima di andare a nanna, si aggiungono altri 20 gr e 20 di acqua e si lascia riposare tutta la notte.Il secondo giorno finalmente si impasta. Si mescolano acqua, malto e lievito e si versano nelle farine, si mescola prima un po' con un cucchiaio di legno e, solo in un secondo momento, il sale, che non deve mai toccare il lievito. Si ribalta sul piano di lavoro e si lavora con le mani - a lungo - fino a ottenere un impasto abbastanza liscio. A questo punto, si inseriscono le olive.Ora si fanno le pieghe di rinforzo o pieghe a tre, per tre volte, a distanza di mezz'ora l'una dall'altra.Una volta terminata la terza piega, il panetto sarà liscio e più elastico, va arrotondato e messo in una ciotola unta d'olio a lievitare in frigo, sotto, nel cassetto delle verdure per 20 - 24 ore, cioè fino al giorno successivo.Il terzo giorno si formano i panini, si lasciano lievitare ancora e si cuociono (e poi si possono anche mangiare!). Si estrae l'impasto dal frigo, si lascia a temperatura ambiente per circa un'ora e poi si taglia in otto pezzi, per formare otto panini. Con le mani, si tirano i lembi del pezzetto di impasto verso l'interno e si preme, poi si capovolge il pezzetto e si stringe la chiusura facendo girare il panino tra le mani.Si mettono i panini sulla leccarda foderata di carta forno, si coprono con pellicola alimentare e si fanno lievitare per altre tre ore e mezza.Si scalda il forno alla massima temperatura per almeno dieci minuti, con dentro un pentolino d'acqua e si infornano i panini, che si fanno cuocere per 5 minuti a 220°, per 10 minuti a 200°, per cinque minuti a 180°, per altri 5 minuti sempre a 180° togliendo il pentolino e lasciano il forno socchiuso e finalmente è fatta! Mi spiace non poter allegare alla ricetta il profumo che invade la casa mentre si cuoce il pane...
10
Piadine con esubero rinfresco lievito naturale
4
Mettete in una ciotola l'esubero del lievito e la farina, aggiungete pian piano olio ed acqua, fino a raggiungere un impasto liscio, non mollo o appiccicoso. Aggiungete il sale come ultimo ingrediente.Aiutandovi con la bilancia, formate delle palline di uguale peso, a me ne son venute 5 da circa 90 grammi l'una. Con il mattarello stendete la pasta, cercando di mantenere una forma rotonda.Cuocetele su una piastra, su una teglia che metterete direttamente a contatto con la fiamma dei fornelli, o in una padella per qualche minuto, girandole un paio di volte.
11
Pane integrale al latte di riso, lievito naturale
30
Rinfresco del lievito: la sera, prima di coricarmi, ho mescolato, in un barattolino pulito e asciutto, 15 grammi di li.co.li., 15 grammi di farina manitoba biologica e 15 grammi di acqua, ho coperto con un piattino appoggiato e ho lasciato a temperatura ambiente fino al mattino. Al risveglio, ho aggiunto altri 15 grammi di farina e 15 di acqua e, dopo circa quattro ore, il lievito era bello gonfio e pieno di bollicine, pronto per l’uso. Prima di impastare, ho bagnato la lecitina con un paio di cucchiai di latte di riso presi dal totale e ho mescolato la farina al restante latte. Ho lasciato riposare entrambi per mezz’ora. Ho versato nell’impasto di farina e latte di riso il lievito rinfrescato, il malto e la lecitina ammorbidita e iniziato a impastare con le mani. In un secondo momento, ho aggiunto il sale e solo alla fine l’olio, incorporandolo fino a ottenere un bel panetto liscio. A questo punto, ho proceduto con la prima piega a tre, stendendo con le mani l’impasto a formare un rettangolo, poi piegando il lato lungo verso il centro e ripiegandoci sopra l’altro lato lungo, un po’ come si piegavano le lettere per infilarle dentro le buste. Poi ho ripetuto lo stesso procedimento partendo dal lato corto del rettangolino ottenuto e ho lasciato riposare la “pagnottella” con la chiusura in basso coperta da una ciotola. Ho fatto tre pieghe a tre a distanza di mezz’ora l’una ...Dopo l’ultima piega, ho arrotondato il panetto e l’ho messo in una ciotola leggermente unta d’olio, con il coperchio, nel cassetto delle verdure in frigo. Dopo diciotto ore l’ho tolto dal frigo e l’ho lasciato a temperatura ambiente per un altro paio d’ore. Tenete presente che a Torino in questi giorno non fa poi così caldo! Eccolo prima e dopo la lievitazione. A questo punto, ho sgonfiato il panetto stendendolo con le mani e ho formato il filoncino: ho piegato gli angoli del lato corto, a formare una sorta di punta, ho piegando verso l’interno i lati lunghi e ho arrotolato il filoncino partendo dalla punta. L’ho messo in uno stampo da plum cake piccolo foderato di carta forno e ho lasciato che lievitasse, coperto con pellicola alimentare, a temperatura ambiente per tre ore. Una volta raddoppiato di volume, ho tenuto acceso il forno alla massima temperatura, con un pentolino di acqua dentro, per venti minuti, poi ho inserito il pane e l’ho cotto per cinque minuti a temperatura massima, per quindici minuti a 230°, per dieci minuti a 200°, per dieci minuti a 180° e per gli ultimi dieci minuti sempre a 180°, ma togliendo il pentolino d’acqua e lasciando lo sportello socchiuso, in modo da far uscire il vapore. Ho spento il forno e lasciato il pane a intiepidire dentr...