0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

2308Risultati per "semi di lino"

0
Pagnotta senza glutine con semi di lino
2
Ho setacciato le farine versandole in una ciotola molto capiente, voi fatelo direttamente sul piano di lavoro, se preferite. Ho sciolto il lievito di birra nell’acqua. Ho versato l’acqua con il lievito al centro della fontanella di farina ed ho cominciato ad impastare. Ho aggiunto quasi tutto l’olio, i semi di lino ed il pizzico di sale e continuato ad impastare fino a completo assorbimento.Ho spolverato di farina di grano saraceno il piano di lavoro ed ho continuato ad impastare finché l’impasto é diventato omogeneo e docile alle dita. (L’impasto era insolitamente duro e piuttosto “cocciuto”, ci sono voluti 10 minuti abbondanti affinché cedesse 😀 )Ho coperto con un canovaccio pulito umido e messo a lievitare, nel forno spento, per circa 2 ore e mezza.Brevemente ho reimpastato ancora una volta sul piano infarinato, e dato all’impasto la forma che volevo: una pagnottina da hamburger! L’ho spennellata con dell’olio d’oliva, sistemata sulla teglia e lasciata ri-lievitare una ventina di minuti. Ho preriscaldato il forno, 180° (ventilato)Per evitare di seccare la pagnottina in fase di cottura, e creare un ambiente umido, ho sistemato sul fondo del forno un pentolino completamente in acciaio con due diti d’acqua.Ho infornato e cotto per 30* minuti circa (non l’ho persa di vista un solo istante, avevo una paura mortale che bruciasse!)
1
Cracker di semi glutenfree
7
Macinate o pestate i semi di lino, versateli in una ciotola ed aggiungete anche il resto dei semi ed il pizzico di sale, se li volete salati.Portate ad ebollizione l’acqua. Versate l’acqua bollente sui semi, mescolate bene e lasciate da parte, cosi, per 15 min. circa.Accendete il forno e portatelo a 170°.Adesso foderate la teglia che avete scelto con carta forno, e spalmate il vostro mix di semi, facendone uno strato sottile ed uniforme. Aiutatevi con una spatola appena unta per evitare l’inevitabile appiccicume 😉 Infornate per 30 minuti circa.Tirate fuori dal forno, tagliate i cracker facendone dei rettangoli della misura che preferite, ed infornate nuovamente, continuando la cottura ancora 30 minuti.Fine. I cracker sono pronti. Lasciateli raffreddare in teglia qualche minuto, poi staccateli, assaggiateli per complimentarvi con voi stessi e conservateli con cura in un sacchetto del pane o un barattolo di latta.
2
Dolcetti di granola con gocce di cioccolato
29
Prendete una tortiera delle dimensioni di 24x24 cm. e foderatela con della carta da forno, coprendo anche i lati per facilitarvi la rimozione del dolce a cottura ultimata.Mettete l'avena, il riso soffiato e i semi di lino in una ciotola capiente.Sciogliete il miele, l'olio di oliva e zucchero di canna in un pentolino. Portate a ebollizione e lasciate cuocere per 1-2 minuti. Fate attenzione a sciogliere bene il miele e lo zucchero. Non abbiate fretta. Mettete da parte a raffreddate per un minuto.Versate il composto di miele nella ciotola. Mescolate con un cucchiaio di legno fino a che non sia tutto ben amalgamato e poi raschiate lungo i lati con una spatola di gomma. Mescolate il tutto con le mini gocce di cioccolato.Trasferite il composto nella tortiera foderata. Strappate un piccolo foglio di carta forno e mettetelo sulla parte superiore. Premete con le mani per appiattire il tutto.Riponete la granola in frigorifero per circa 1-2 ore o fino a quando non è solidamente compatta. Dopodiché prendetela dal frigo e sollevate la base tramite le 'maniglie' della carta forno e tagliatela a quadrotti.Per conservare gli avanzi, avvolgete l'intera tortiera o riponete i quadrotti in un contenitore ermetico in frigorifero.
3
Pizzette di cicerchie e farina di ceci
22
Frulliamo le cicerchie fino ad ottenere una purea, quindi aggiustiamole di sale, aggiungiamo le erbe aromatiche, il cucchiaio di semi vari e la farina di ceci.Amalgamiamo bene gli ingredienti tra di loro e lasciamo riposare il tutto per qualche minuto .Possiamo ora formare le nostre pizzette lavorando con le mani piccole quantità dell'impasto.Adagiamo i medaglioni ottenuti su una placca ricoperta da carta da forno leggermente unta e facciamo cuocere le pizzette in forno preriscaldato per circa 20 minuti girandole a metà tempo.
4
Piadine vegane, in due ingredienti
49
Pesa in una ciotola la farina di ceci, dopodiché aggiungi poca alla volta l'acqua (attenzione a non metterla tutta insieme o rischi di creare i grumi) continuando a mescolare con la forchetta. Aggiungi un pizzico di sale.Ungi appena una padella antiaderente del diametro che vuoi abbiano le tue piadine, e togli l'eccesso d'olio con la carta da cucina. Quando sarà calda aggiungi la pastella roteando la padella in modo da formare uno strato sottile (un po' come si fa con le crepes); cuoci a fuoco medio-basso finché non riuscirai a staccarla e la superficie risulterà dorata. Termina la cottura dall'altro lato.
5
Gingerbread vegani
4
Inizia creando "l'uovo vegetale": polverizza i semi di lino con un frullino, aggiungi due cucchiai dei 65g di latte, mescola e lascia riposare per 10-15 minuti. Puoi anche mettere tutto insieme e passarlo al minipimer. I semi di lino servono da collante in mancanza di uova; possono essere sostituiti dai semi di chia che pare abbiano una maggiore azione legante, non vanno tritati (va solo aggiunta l'acqua) e hanno un leggerissimo gusto di nocciola. Una volta pronto aggiungi il restante latte, il miele e lo zucchero. Mescolando con una forchetta, unisci l'olio. Dopodiché continua con farina, bicarbonato e le spezie; termina con il sale. L'impasto dovrà essere compatto e leggermente appiccicoso. Metti il panetto nella pellicola, ed in frigorifero come una normale frolla per un'oretta circa. Scalda il forno a 175°C. Infarina leggermente il piano di lavoro e stendi poco alla volta la pasta molto sottile; incidi la superficie con il fondo di un vecchio bicchiere e ottieni il biscotto con una tazzina (o più semplicemente utilizza il taglia biscotti che preferisci). Inforna fin quando non cominceranno a dorarsi (circa 10 minuti), e appena cotti falli raffreddare su una gratella. Se lasciati all'aria diventeranno leggermente più morbidi, conservandoli in una scatola di latta manterranno la croccantezza.
6
Tortini di mandorla e cannella
32
In una piccola ciotola unire i semi di lino e l'acqua, quindi mettere da parte. In una casseruola, scaldare il latte di mandorla e non lasciare che diventi troppo caldo.In un mixer, aggiungere il latte di mandorla, il lievito e lo zucchero. Lasciar riposare per circa cinque minuti o fino a quando non si attiva il lievito. Aggiungere l'olio d'oliva, il miele, la miscela di semi di lino, il sale e la farina integrale. Dare una mescolata con un cucchiaio e accendere il mixer con il gancio per impastare inserito. Iniziare ad aggiungere la farina 00, ¼ di tazza alla volta, mescolando prima di aggiungerne altra.Una volta che l'impasto è pronto, tirarlo fuori dal mixer. Dargli la forma rotonda e metterlo di nuovo nella ciotola del mixer. "Spennellare" con un filo d'olio e lasciar riposare in un ambiente caldo, per 1 ora - 1 ora e mezzo. Trasferire l'impasto su di un piano infarinato e stenderlo formando un rettangolo di 24x36 cm. Versare un filo d'olio sulla superficie e cospargere con lo zucchero di canna e la cannella. Tagliare l'impasto in sei strisce.Disporre le strisce una sopra l'altra e ritagliarle dall'alto verso il basso con uno stampino per muffin. Creare sei tortini. "Spennellare" gli stampini per muffin con olio e riempirli con l'impasto. Coprire e lasciar lievitare ulteriormente.Dopo circa mezz'ora, preriscaldare il forno a 180°. Una volta che l'impasto è lievitato e il forno è alla giusta temperatura, cuocere per 15-20 minuti. I tortini dovrebbero essere duri al tatto e dorati. Togliere dal forno e mangiarli caldi!
7
Insalata di carciofi burrata pugliese e arancia
33
Prima di tutto ci occupiamo dei carciofi, li puliamo eliminando e foglie esterne più dure ed utilizziamo la parte interna più tenera. Tagliamo a metà ogni carciofo, eliminiamo la parte della barbetta e li affettiamo sottilmente. Li mettiamo in una ciotola piena di acqua e fette di limone così non si anneriscono.Puliamo anche l’ arancia ed eliminiamo da ogni spicchio la pellicina sottile (ovvero la peliamo a vivo).Laviamo ed affettiamo anche il finocchio molto sottile. Schiacciamo le noci e sminuzziamo il frutto interno. Laviamo la valerianella e la tamponiamo con un panno di carta.A questo punto sistemiamo la nostra insalata in un piatto da portata quindi a strati più o meno ordinati mettiamo la valerianella e il finocchio, poi gli spicchi di arancia tagliati a metà i carciofi privati dell’ acqua, i semi di lino, le noci ed ultimiamo distribuendo pezzi di burrata. Condiamo con olio extra vergine di oliva e un pizzico di sale.
8
Crackers integrali con mix di semini
2
In una coppa versiamo le due farine, il sale, il pepe e una parte dei semi interi. La restante parte la tritiamo con un macinino da caffè e la uniamo al resto degli ingredienti. I cracker possiamo prepararli a nostro piacimento, scegliendo anche solo alcuni di questi semi o nessuno di essi. Mescoliamo gli ingredienti secchi e al centro creiamo una fontana all’interno della quale aggiungiamo il bicarbonato e l’aceto, dopo la reazione che questi avranno, aggiungiamo l’olio e poco alla volta l’acqua. Impastiamo con le mani per almeno 5 minuti, fino ad ottenere una consistenza morbida ma non appiccicosa.Avvolgiamo l’impasto nella pellicola e facciamolo riposare a temperatura ambiente per 10/15 minuti.Trascorso il tempo, riprendiamo l’impasto e lo dividiamo a metà. Su un piano da lavoro posizioniamo un foglio di carta da forno della grandezza della teglia che utilizzeremo. Stendiamo metà parte d’impasto, aiutandoci con un mattarello, fino ad ottenere una sfoglia di 5 mm circa.Trasferiamo la sfoglia, insieme alla carta da forno sulla teglia. Ora con una rotella dentata creiamo dei quadrati di grandezza più o meno omogenea.Bucherelliamo con una forchetta.Inforniamo per 10/15 minuti in forno statico, preriscaldato, a 200°. Controlliamo la cottura, una volta dorati sono pronti. Dopo che si sono raffreddati possiamo suddividerli in base ai quadrati formati.
9
Pesciolini di pastafillo, sgombro, olive e kale
23
Mentre prepariamo il ripieno togliamo la pasta fillo dal frigo lasciandola chiusa nella confezione senza srotolarla se no si seccaCuocere al vapore le foglie di CavoloRiccio finché non sono tenere ma brillanti senza stracuocerleIn una padella far cuocere con un filo d’olio la cipolla tritata e i filetti di sgombro delicatamente, salare e pepare assaggiando perché il pesce è già un ingrediente sapidoIn un mixer frullare il cavolo riccio scolato, lasciandone due foglie intere, con la polpa di sgombro cotta e la ricotta ben sgocciolata del siero, insieme a un pizzico di sale. Amalgamare a questo composto le olive nere tagliate a rondellineMettere una cucchiaiata di composto al centro di ciascuna delle foglie di cavolo intere cotte, avvolgerle su se stesse chiudendo il ripieno all'interno, formando così dei rotolini lunghi, tagliarli a metà per ottenere da ogni rotolo avvolto nel cavolo due cordoncini più piccoli della lunghezza di un pesciolino (vedi foto)Adesso aprire la pasta fillo e tagliarla a metà, avvolgere i rotolini di cavolo con fogli di pasta sovrapposti spennellandoli uno a uno con acqua o olio(4/5 fogli uno sull'altro per ogni pesciolino) e chiudendoli a caramella solo da un lato per formare la coda. Spennellare la superficie di ogni fagottino di olio e cospargere di semini misti di lino, canapa e chia, infornarli a 200° in forno ventilato per 8/10 minuti su una placca ricoperta di cartaforno, finché sono dorati e scrocchiosi.
10
Girasole di nutella
1
Stendete il rotolo di pasta sfoglia sulla carta forno, distribuite la crema di nocciole lasciando 1 cm libero dal bordo.Coprite con la seconda sfoglia e sigillate bene i dischi facendo pressione con le dita. Appoggiate al centro della torta un bicchiere e fate una leggera pressione in modo da incidere il centro del fiore.Lasciando il bicchiere appoggiato, dividete il cerchio in 4 parti.Tagliate ogni parte in 5 spicchi, ogni spicchio dividetelo a metà. Alla fine avrete 40 petali.Prendete ogni petalo alla sua estremità e fatelo ruotare su se stesso almeno 3 volte.Togliete il bicchiere, trasferite il girasole su di una teglia. Fate cuocere la sfoglia di girasole in forno caldo,  a 180° per circa 30 minuti, fino a quando non sarà dorata. Fate raffreddare e servite. BUON APPETITO
11
Girasole di nutella
Stendete il rotolo di pasta sfoglia sulla carta forno, distribuite la crema di nocciole lasciando 1 cm libero dal bordoCoprite con la seconda sfoglia e sigillate bene i dischi facendo pressione con le dita. Appoggiate al centro della torta un bicchiere e fate una leggera pressione in modo da incidere il centro del fiore.Lasciando il bicchiere appoggiato, dividete il cerchio in 4 parti.Tagliate ogni parte in 5 spicchi, ogni spicchio dividetelo a metà. Alla fine avrete 40 petali.Prendete ogni petalo alla sua estremità e fatelo ruotare su se stesso almeno 3 volte.Togliete il bicchiere, trasferite il girasole su di una teglia. Fate cuocere la sfoglia di girasole in forno caldo,  a 180° per circa 30 minuti, fino a quando non sarà dorata. Fate raffreddare e servite. BUON APPETITO