0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

70Risultati per "birra"

0
Gnocchi con salmone e birra
23
Mettete le patate con la buccia in una pentola e fatele bollire per circa 40 minuti, dovranno risultare morbide, fate la prova con una forchetta. Sbucciatele e schiacciatele.Versate sul piano da lavoro la farina a fontana, aggiungete le patate e cominciate ad amalgamare. Incorporate l’uovo (togliete parte dell’albume e sbattetelo con una forchetta). Impastate velocemente e con energie fino a formare una morbida pagnotta. Dividetela in striscioline e ricavate vari tocchetti della stessa dimensione. Passateli su i rebbi di una forchetta o utilizzate l’apposito strumento per creare le righe degli gnocchi. Lasciateli riposare sul piano.In una padella aggiungete abbondante burro, senza esagerare ma la quantità necessaria per creare un bel fondo dove far rosolare il salmone tagliato a pezzi. Aggiungete due belle macinate di pepe e fate insaporire. Sfumate con un buon bicchiere di birra e lasciate ridurre il condimento.Quando l’acqua bolle tuffate gli gnocchi e non appena salgono a galla, toglieteli con un mestolo forato e incorporateli nella padella con il condimento.
1
Strascinati con funghi e cavolfiore
40
Sbollentare per qualche minuto il cavolfiore in acqua salata. Rosolare l’aglio in una padella con un filo di olio extra vergine di oliva ed aggiungere i funghi precedentemente tagliati a fette sottili. Salare e pepare a piacere, aggiungere i pomodori tagliati a tocchetti e lasciar cuocere per qualche minuto ed alla fine aggiungere il cavolfiore.Intanto cuocere gli orecchiette in abbondante acqua salata, scolarli al dente e saltarli con il sugo aggiungendo il prezzemolo tagliato finemente. Questo formato appartiene alla tradizione pugliese e, come da tradizione, tiene perfettamente la cottura.Servire aggiungendo la cipolla imbiondita con l’olio extra vergine di oliva, una manciata di pangrattato tostato con un filo d’olio e del prezzemolo tritato.
2
Panzerotti alla birra con spinaci e gorgonzola
12
In una ciotola mischiamo le due farine, aggiungiamo 2 cucchiai di olio, un pizzico di sale e tanta birra quanto basta per ottenere un impasto bello morbido…all’incirca 100 ml.Lavoriamo il tutto e andiamo a far riposare la palla ottenuta in frigorifero per un’oretta circa.Nel frattempo pensiamo al ripieno. Facciamo sciogliere il gorgonzola a bagnomaria insieme a 20 ml di birra, quindi mischiamolo agli spinaci cotti e tagliati grossolanamente e insaporiamo gli ingredienti tra loro.Riprendiamo ora il nostro impasto e stendiamolo in una sfoglia sottile porzionandola con un coppapasta.Su ciascuno disco ottenuto mettiamo un cucchiaio di farcitura e chiudiamolo a mezzaluna sigillando bene i bordi.Proseguiamo fino al termine di tutti gli ingredienti. Trasferiamo i Panzerotti alla birra con spinaci e gorgonzola su una teglia coperta da carta da forno e inforniamo per circa 20 minuti a 180 gradi in modalità statica.
3
Pettole o popizze (frittelle baresi)
4
Impastare in planetaria,o altro robot da cucina, la semola,oppure la farina,se la si vuole fare solo con questa,prima con un pochino di acqua in cui avrete sciolto il lievito,e poi sempre mescolando aggiungete altra acqua “poco per volta”,deve diventare un impasto molto denso,ma non completamente liquido, cercate di far inglobare aria,infine aggiungete il sale e mettete a lievitare.Dopo la lievitazione,mettete a scaldare dell’olio di arachidi fino a farlo arrivare a temperatura,sui 170°,quando sara’ pronto immergete la parte finale di un cucchiaio nell’olio bollente prima,prelevate un po’ di impasto dalla coppa,e immergete di nuovo il cucchiaio nell’olio e vedrete che l’impasto scivolera’ e cominceranno a friggere.Non prendetene troppo,altrimenti diventeranno troppo spesse ,e potrete correre il richio che all’interno rimangano crude.
4
Rosette integrali fatte in casa
Prendere l'acqua e sciogliere il lievito Aggiungi la farina e il sale e lavora fino ad ottenere un panetto omogeneo
5
Spaghetti, crema di peperoni all'arancia e baccalà
38
Lavare bene l'arancia, grattugiarne la buccia e spremerne il succo. Lavare il basilico, asciugarlo e staccare le foglie.Lavare e asciugare i peperoni e metterli in forno a 250° per 25 minuti circa. Farli raffreddare, togliere la pelle e i semi e frullarli con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema omogenea, insieme alla buccia e al succo dell'arancia, al basilico (tenerne da parte alcune foglie per guarnire i piatti), alle acciughe e ai capperi. Aggiustare eventualmente il sapore con sale e pepe.Far tostare il pane grattugiato insieme ad un cucchiaio di olio e mettere da parte. Sciacquare e asciugare il filetto di baccalà, poi farlo cuocere in una pentola antiaderente calda per circa 3 minuti per lato. Ridurlo poi in piccoli pezzi. Aggiustare eventualmente di sale e pepe, se necessario.Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata. In una pentola capiente trasferire il condimento a base di peperoni e farlo scaldare insieme al baccalà, tenendone da parte qualche tocchetto. Scolare la pasta al dente, basterà un minuto in meno, tengono davvero bene la cottura, e trasferirla in questa pentola. Farla insaporire per qualche minuto aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura.Impiattare aggiungendo il pesce tenuto da parte, le foglioline di basilico, il pane tostato e concludere con un filo d'olio. Ed ecco che questi meravigliosi spaghetti, con grano selezionato e coltivato completamente in Italia, sono pronti per essere gustati in tutta la loro bontà!
6
Brioches vegane alle more
25
Uniamo la farina e lo zucchero in una ciotola e li amalgamiamo tra loro, poi versiamo l’olio al centro e iniziamo a impastare girando con un cucchiaio.Intanto versiamo l’acqua tiepida in una ciotolina e sciogliamo all’interno il lievito, dopodiché versiamo l’acqua con il lievito all’impasto e li amalgamiamo al composto.Impastiamo energicamente finché non otteniamo un impasto liscio. Poi formiamo un panetto con l’impasto e lo lasciamo lievitare in un luogo caldo per 2 ore.Dopodiché possiamo stendere l’impasto con l’aiuto di un mattarello ottenendo uno strato sottile. Stendiamo su un lato la confettura di more e ripieghiamo l’impasto su se stesso. Ritagliamo delle strisce e le arrotoliamo formando una girandola di brioche.Posizioniamo le brioches arrotolate ottenute sulla carta forno e le facciamo lievitare per altre 2 ore.Infine, cuociamo le brioches arrotolate a 170° per 20 minuti in forno ventilato.
7
Treccia mochena
3
In una terrina sciogliete il lievito in 50 gr di latte tiepido. Unite 50 gr di farina ed un cucchiaino di zucchero. Mescolate finchè l'impasto non risulterà omogeneo e mettete a lievitare per 30 minutiMescolate nel frattempo tutti gli ingredienti rimasti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Unite insieme i due impasti ed amalgamate bene. Se dovesse risultare un impasto troppo umido aggiungete un pò di farinaMettete l'impasto ottenuto in forno a temperatura minima a lievitare per 90 minuti. Stendete poi l'impasto fino ad ottenere un rettangolo di un piccolo spessorePraticate delle incisioni con un coltello sui bordi lunghi del rettangolo Cospargete nella zona centrale la crema pasticcera e stendete sopra uno strato di marmellata di mirtilli. Chiudete infine la vostra treccia alternando le strisce dei due latiMettete di nuovo in forno a temperatura minima il vostro dolce a lievitare per altri 60 minuti. Senza toglierla dal forno alzate la temperatura a 170° e cuocete per 30 minuti. A 5 minuti dalla fine della cottura bagnate la treccia, aiutandovi con un pennello, di latte e zucchero
8
Fusilli “cuore mio” vongole e pesto di melanzane
37
Sciacquate per bene le vongole e lasciatele spurgare almeno per 1 ora in acqua fredda.Preparate il pesto di melanzane: lavate e asciugate le vostre melanzane, eliminate il picciolo e tagliatele a metà nel senso della lunghezza. Praticate delle incisioni con un coltello su tutta la polpa e infornatele a 200° forno ventilato per circa 20 minuti o finché la polpa non sarà ben ammorbidita.Scavate la polpa delle melanzane con un cucchiaio, lasciatela raffreddare e strizzatela per eliminare l’eccesso di acqua. Tritatela in un mixer con 3⁄4 foglie di basilico, qualche pomodorino, un filo d’olio e i 2 cucchiai di parmigiano fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Se desiderate ottenere una consistenza ancora più vellutata potete passare in un setaccio a maglie fini il pesto. Tenete da parte.Dedicatevi alle vongole. In una padella capiente soffriggete leggermente uno spicchio d’aglio con un filo d’olio, poi aggiungete le vongole. Sfumate con del vino bianco e lasciate che i molluschi si aprano completamente.Sgusciate le vongole lasciandone una manciata per la decorazione e filtrate il loro sughetto che vi servirà, poi, per la mantecatura.Tagliate i pomodorini a dadini piccoli e scaldateli leggermente in una padella con un altro spicchio d’aglio e un filo d’olio.É arrivato finalmente il momento clou della ricetta: l’entrata in scena dei meravigliosi fusilli “Cuore mio” . Lessateli in acqua bollente salata per 10 minuti, mantenendoli al dente. Terranno egregiamente la cottura e saranno ottimi protagonisti del vostro piatto.Scolate i fusilli e saltateli nella padella con i pomodorini aggiungendo il sughetto delle vongole lasciato da parte. Unite anche le vongole sgusciate e 2 cucchiai di pesto di melanzane, mantecando bene i fusilli “Cuore mio “ che cattureranno perfettamente il condimento.In un padellino saltate le briciole di mollica di pane con un filo d’olio fino a che non diverranno dorate e croccanti.É il momento dell’impiattamento: adagiate un cucchiaio abbondante di pesto di melanzane sulla base del piatto, sistemate i fusilli e decorate con le vongole tenute da parte con il guscio e le briciole di pane croccante. Terminate con una fogliolina di basilico e buon appetito!
9
Il panzerotto barese
2
Sminuzza il lievito, aggiungi la farina, impasta e versa a filo l'acqua tiepida. Metti il sale e infine un cucchiaio d'olio. Impasta cercando di "incordare" la massa e crea una palla. Copri la massa con pellicola e un panno elascia riposare per la lievitazione per due ora circa.Cerca di fare delle palle tonde da 80 gr l'una e fai rilievitare.Stendi le palle col matterello cercando di creare una pasta fina ma non eccessivamente. Farcisci e chiudi creando il bordo, quindi ripiega la massa su stessa. Pigia all'estremità con le dita e poi con la forchetta.Friggi in padella in abbondante olio. Tra la farcitura e la cottura non far passare troppo tempo, altrimenti rischiano di aprirsi durante la cottura.
10
Focaccia al rosmarino
1
Impastate la farina con un bicchiere di acqua nel quale avete sciolto il lievito fresco. Aggiungete un altro bicchiere d'acqua poi 2 cucchiai di olio ed il sale; impastate energicamente per 10 minuti. Poni in una ciotola un pochino unta d'olio a lievitare per almeno 8 ore coperto da un canovaccio.Stendi l'impasto sulla teglia coperta da carta forno e unta leggermente. Stendi aiutandoti con i polpastrelli e farcisci con 4 cucchiai d'olio, qualche pizzico di sale fino ed il rosmarino. Inforna a 200°C per 25-30 minuti.
11
Focaccia di farro con crudo, mozzarella e pesto
1
In una ciotola sciogliete il lievito nell'acqua tiepida. Aggiungete la farina a poco a poco,l'olio e il sale ed impastate fino a quando il vostro panetto non avrà una superficie liscia come in foto.Stendete con le mani, su una teglia da forno unta precedentemente con olio, l'impasto e lasciate lievitare per tre ore.Infornate in forno pre riscaldato a 200 gradi per 25-30 minuti nella posizione intermedia.Preparate gli ingredienti. Tagliate la mozzarella a fettine e salatela in modo che non vada poi a bagnare la vostra focaccia.Una volta pronta tagliate la focaccia, spalmateci sopra il pesto e completate con mozzarella e crudo. Servite la vostra focaccia di farro e buon appetito!