0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

2864Risultati per "aroma di mandorle"

0
Madeleine
32
Fondete il burro e tenetelo da parte.Riunite nella ciotola della planetaria lo zucchero e le uova e lavoratele a lungo, finché non risulterà gonfio e spumoso.Aggiungete l’aroma di mandorle, la farina, un pizzico di sale e il lievito. Azionate la planetaria e fateli incorporare bene all’impasto.Unite il burro, che avete precedente fuso e fatto raffreddare, lavorando ancora l’impasto.Coprite la ciotola con la pellicola e riponete la in frigo per almeno mezz’ora. Trascorso questo tempo vi accorgete che l’impasto ha formato delle bollicine.Mettete l’impasto, a cucchiaiate, nello stampo per madeleine e informate in forno preriscaldato a 200 gradi per 8 minuti, poi abbassate la temperatura a 180 gradi e proseguite la cottura per altri 5 minuti.
1
Olive all’aroma di arancia
5
Lavate le olive e selezionatele, eliminate quelle con delle imperfezioni. Ponetele in una ciotola con coperchio e ricopritele completamente con il sale; mescolate bene con le mani, in modo da assicurarvi che tutte le olive siano ricoperte dal sale.Lasciamole così per circa un mese, ma tutti i giorni occorre mescolarle con le mani, solo con le mani. Dopo circa 1 settimana circa il sale inizierà a sciogliersi e le olive a seccarsi. A questo punto ogni giorno, oltre a rigirarle con le mani, dobbiamo eliminare l’acqua che si formerà sul fondo. Man mano che passano i giorni vedrete sempre meno sale e le olive sempre più secche. Dal 20° giorno in poi iniziate ad assaggiare un oliva per sapere se sono pronte. Dovrà risultare un oliva dal sapore forte, ma non amaro. Se prevale l’amaro, ancora non sono pronte. Ricordate il sale non andrà via. Quando saranno pronte, laviamo le olive con acqua corrente. Ecco come risulteranno dopo averle lavate.Ponete tutte le olive ad asciugare su di un cannovaccio. A questo punto sbucciate un arancia, dopo averla lavata ed asciugata, tagliate la buccia a pezzetti piccoli.Inserire le olive nel barattolo e versare 3 cucchiai di olio, mi raccomando olio davvero di ottima qualità. Scuotere il barattolo così da avere tutte le olive bagnate di olio. Lasciate il barattolo così per 1 settimana, poi potrete consumare le olive all’aroma di arancia. Ottime per tutto, da una cena con amici, ad un buffet di una festa, ad una semplice merenda!
2
Petto di pollo alle erbette
7
Per prima cosa dovete ricavare dei quadratini di carta da forno che dovranno avere una misura tale da permettervi di contenere la fettina di pollo piegandoli in due.Lasciate cadere qualche goccia di olio sulla carta da forno e ungetela con le dita o aiutandovi con un pennello. Cospargete la superficie della carta da forno con le spezie ed un pizzico di sale. Adagiate la fettina di pollo sulla carta da forno, ed avvolgetela con l'altro lembo.Cuocete in padella o sulla piastra.
3
Petto di pollo croccante alle erbe aromatiche
2
In una terrina , mettere il pan grattato , le erbe aromatiche , il sale e il pepe. In un altro recipiente , mettere dell’olio EVO (la giusta quantità che permetta di poter panare le fettine ) e passare le fettine. Successivamente fare lo stesso passaggio con la panatura. Compattare bene le fettine con le mani in modo che sia perfetta la panatura. Foderare una placca con carta da forno , posizionare le fettine panate , infornare a 200º in forno statico e preriscaldato per 15 minuti. Et voilà , le fettine di petto di pollo saranno croccanti fuori e morbide dentro !
4
Pancakes di ceci alle erbe aromatiche
43
Ho mescolato la farina di ceci con il lievito e un pizzico di sale e ho versato pian piano l’acqua, amalgamando con una frusta a mano, fino ad ottenere una pastella liscia e senza grumi. Ho tritato le erbe aromatiche con la mezzaluna e le ho aggiunte alla pastella. Ho unto una padella con un filo d’olio extravergine e, una volta calda, vi ho versato un piccolo mestolo di pastella per volta. Ho cotto ogni frittellina un paio di minuti per lato, girandola quando iniziavano a comparire le bolle sulla superficie, proprio come si fa con i soliti pancake.
5
Chips di polenta alle erbe aromatiche
28
Tagliate la polenta a tocchetti e mettetela nel mixer insieme a una spolverata di pepe nero e alle erbe aromatiche, che avrete precedentemente tritato. Frullate il tanto che basta per amalgamare la polenta avanzata con gli aromi. Ungete un foglio di carta forno, versatevi la polenta e compattatela un po’ con le mani. Copritela con un altro foglio di carta da forno e, con un mattarello, appiattitela e allargatela uniformemente, di uno spessore di un millimetro o meno. Togliete il foglio di carta che avete messo sopra e incidete le chips con la rotella. Infornate a 200° per 15-20 minuti, controllando ogni tanto che le vostre cialdine di polenta non coloriscano troppo. Tenete presente che ogni forno è diverso dall’altro e il tempo suggerito è soltanto indicativo. Togliete le chips dal forno, fatele raffreddare, dividetele con le mani lungo i tagli fatti con la rotella e sgranocchiate come se non ci fosse un domani!!
6
Risotto al ciauscolo ed erbe aromatiche
2
Per prima cosa preparate il brodo vegetale mettendo la verdura in acqua fredda e fatela sobbollire per circa 2 ore. Messo qualche pistillo di zafferano in un bicchiere con dell’acqua tiepida per qualche ora in modo che sciogliendosi colorerà il riso in cottura.Tritate mezza cipolla e mettetela in pentola con olio facendola appassire aggiungendo un pò di brodo vegetale per evitare che bruci.Tagliate a dadini 3/4 fette di ciauscolo e metteteli in una padella senza olio facendo rosolare per un minuto poi sfumate con poco vino bianco e mettete da parte.Mettete in cottura il riso insieme alle cipolle girandolo con una spatola per qualche minuto sfumando con il rimanente vino bianco nel bicchiere poi abbassate la fiamma al minimo ed iniziate ad aggiungere il brodo vegetale facendo attenzione che il riso non rimanga mai scoperto.Nel frattempo che il riso cuoce tritate molto ma molto finemente le erbe aromatiche aggiungendoci il peperoncino in polvere e mettete da parteA 3/4 di cottura aggiungete l’acqua colorata dello zafferano ed i dadini di ciauscolo rosolati, a 3 minuti dal termine della cottura aggiungete anche le erbe aromatiche.Aggiustate di sale e a fuoco spento terminate la preparazione con una noce di burro per mantecare, a chi piace (a me no) aggiungete anche del parmigiano, Regolatevi fintanto che il risotto non abbia il famoso “effetto onda”.Impiattate avendo cura di lasciare da parte qualche dadino di ciauscolo ed un pò di trito di erbe per decorazione.
7
Pollo al limone con vino ed erbe aromatiche
35
Preriscaldare il forno a 200°. Tritare la salvia, l'origano e la maggiorana e mettere da parte. Massaggiare le cosce di pollo con l'olio, il sale, il pepe e il trito di salvia, origano e maggiorana. Trasferire le cosce di pollo in un contenitore di plastica con il succo di limone e lasciarle marinare in frigorifero per due ore. Nel mentre, tagliare i quattro limoni a fette e condirli con un filo d' olio. Prelevare dal frigo le cosce di pollo e scaldarle all'interno di una padella da forno per circa 10 minuti spennellandoli con l'olio. Inserire fra le cosce di pollo le fette di limone, gli spicchi d'aglio in camicia, lo scalogno tagliato in strisce sottili e i capperi. Dopodiché versare sopra il vino bianco. Ricoprire la padella da forno con un foglio di alluminio e trasferirla in forno regolando la temperatura a 160°. Cuocere per 60 minuti. Poi togliere l'alluminio e disporre il rosmarino, alzando la temperatura a 200° e cuocere ancora per altri 30 minuti fino a far rosolare bene gli ingredienti.Sfornare il pollo e servirlo accompagnandolo con dei crostini di pane se lo si desidera.
8
Torta alla panna acida con note di mandorle
25
Preriscaldate il forno a 180°. Ungete con il burro il fondo di due tortiere. Con un mixer frustate cinque albumi a neve per circa un minuto. Aggiungete ¼ della panna acida, i semini di una bacca di vaniglia e meta dell'estratto (aroma) di mandorla. Quindi, sbattete per rendere il composto omogeneo. Versate il composto in una ciotola e fatelo riposare.Trasferite nel mixer la farina, l'amido di mais, il pan degli angeli, il sale e lo zucchero, quindi mescolate a bassa intensità per 30 secondi. Aggiungete il burro e i restanti ¾ della panna acida continuando a mescolare fino a quando il composto non è ben amalgamato. Dopodiché, impostate a velocità media il mixer e continuate a miscelare per 2 minuti.Riportate il mixer a bassa velocità e aggiungete la miscela precedentemente preparata nel primo step. Sbattere finché il composto non diventa omogeneo. Raccogliete i residui sui lati della ciotola.Dividere il composto nelle due tortiere rendendo piana la superficie. Lasciate cuocere in forno per 35-40 minuti. Togliete le torte dal forno, capovolgetele su di un piano di lavoro pulito e lasciate raffreddare per 20-30 minuti. Mentre si raffreddano, preparate la glassa.Sbattete il burro nella ciotola del un mixer classico. Aggiungete lo zucchero a velo, un pizzico di sale e l'altra metà dell'estratto di mandorla e riportate il mixer a bassa velocità fino a rendere il composto omogeneo. Infine, aggiungete la panna fresca liquida e aumentate la velocità del mixer a livello medio. Sbattete per altri 3 minuti o finché la glassa non diventa chiara e soffice.Una volta che le torte si sono raffreddate, posizionate la prima torta su di un foglio di carta da forno. Distribuite la glassa uniformemente sulla superficie. Posizionate sopra la seconda torta. Distribuite la glassa uniformemente sulla superficie e sui lati della torta.Per decorare la torta utilizzate dei fiori. È possibile utilizzare qualsiasi fiore di vostro gradimento, ma se non sono commestibili (o avete dubbi circa la loro commestibilità) è necessario assicurarsi di rimuoverli dalla torta prima di servire. Una volta che la torta si è raffreddata, decoratela e servitela subito.
9
Torta alle mandorle e cioccolato bianco
4
In un pentolino, scaldate il latte fino a bollore. In una ciotola, con l’aiuto di uno sbattitore, montate i 3 rossi d’uovo con lo zucchero (precedentemente lavorati con un cucchiaio); aggiungetevi la fecola e dopo aver lavorato il composto con il cucchiaio, procedete a rendere tutto più omogeneo con l’aiuto dello sbattitore, fino a formare una crema densa.Aggiungetevi poco latte caldo, mescolate poi versate nel pentolino, per cuocete la crema a fiamma moderata, avendo cura di girare con un cucchiaio di acciaio in senso orario, lentamente, fino a che il composto liquido si addensi e si formi la crema; a questo punto, aggiungetevi la vanillina e mescolate. A prodotto pronto, coprite il pentolino con della pellicola trasparente, per evitare che si formi uno strato più secco di crema sulla sommità.Realizzate i Pan di Spagna: dovete realizzarne due, non dimenticatelo! Gli ingredienti sono per un solo Pan di Spagna, quindi procedete con uno alla volta seguendo le stesse dosi. Ecco il procedimento: accendete il forno a 200° ed imburrate (bordi compresi) uno stampo antiaderente di 24×24 cm; con l’aiuto di un colino a maglie strette, lasciate cadere pian piano della farina sullo stampo (bordi compresi), in modo che si attacchi al burro.Eliminate la farina in eccesso scuotendo lo stampo verso il basso. Dividete gli albumi dai tuorli delle uova in due ciotole capienti diverse; con l’aiuto di un frustino elettrico, sbattete separatamente i tuorli d’uovo con lo zucchero per circa 10 minuti e gli albumi a crema (non a neve!); aggiungete gli albumi nei tuorli e fate amalgamare con l’aiuto di una spatola o di un cucchiaio di legno, dal basso verso l’alto per evitare di perdere l’effetto gonfio.Versate pian piano il sale, la fecola e la farina attraverso un colino (per setacciarla ed evitare grumi) ed incorporatela al composto prima con un cucchiaio di acciaio od una spatola di gomma e poi procedete con lo sbattitore. Aggiungete la bustina di lievito sciolta nel bicchiere di latte tiepido, la fiala di aromi e sbattete energicamente, poi versate il composto nello stampo ed infornate, a 180° per circa 35 minuti. Una volta sfornati i Pan di Spagna, fateli raffreddare a temperatura ambiente. Con l’aiuto di un coppa-pasta medio, premete su ciascun dolce quattro volte per ottenere quattro piccoli cilindri; disponeteli su più vassoi e fateli raffreddare ancora a temperatura ambiente; nel frattempo, preparate la crema di mandorle. In un contenitore di acciaio (una bastardella, ma anche una pentola è perfetta), lavorate il burro già morbido a pomata aiutatevi anche con il frullatore ad immersione.Aggiungetevi la farina di mandorle e frullate ancora, poi lo zucchero a velo, sempre frullando e pian piano le 3 uova, una alla volta, incorporandole al composto che dovrà apparire morbido e cremoso; per ultima, aggiungete la crema pasticcera, che procederete ad incorporare allo stesso modo, fino a realizzare un composto omogeneo, chiaro e morbido. Tagliate in due una tortina alla volta, eliminatevi la pasta in più e bagnate – aiutandovi con un cucchiaio od un pennello – la superficie del disco inferiore con acqua e bagna per dolci al 50%; poi spalmatevi uno strato di confettura di fragole ed uno di crema alle mandorle e richiudete con l’altro disco. Procedete allo stesso modo per ciascuna delle 8 tortine, poi sistematele in frigo (+4°), per circa 40 minuti.Dopo circa 30 minuti, procedete con la preparazione della glassa al cioccolato bianco: versate le pepite di cioccolato in una terrina ed in un pentolino la panna e lo sciroppo di glucosio; mettete a bagno in acqua fredda i fogli di colla di pesce (devono stare in infusione circa 10 minuti); portate quasi ad ebollizione (senza raggiungerla, però!) la panna con il glucosio e versatela sul cioccolato bianco; a questo punto, aggiungetevi la colla di pesce strizzata e mescolate bene con un cucchiaio.La temperatura della glassa dovrà aggirarsi intorno ai 30 gradi, quindi qualora dovesse raffreddarsi, basterà scaldarla qualche secondo al microonde. Estraete le mini torte dal frigo e procedete a coprirle con la glassa, partendo dal centro, per poi disporla lungo i bordi ed intorno alla tortina; dopo questo primo strato, sistematele ancora in frigorifero, per circa 10 minuti e poi procedete ad ultimare la glassatura. Le tortine dovranno restare in frigo per almeno 5 ore. Poi decorate con panna
10
Alici aromatiche in tortiera
2
Sciacquate per bene le alici sotto l’acqua corrente ed asciugatele. Preparate gli ingredienti per il condimento: tritate prezzemolo, capperi (dopo averli sciacquati) e poco aglio.Diversamente se l’aglio vi risulta indigesto, potete tagliarlo a metà e lasciar riposare il condimento per una mezz’ora. Prima di assemblare il piatto, eliminatelo.Mescolate con poco ed aggiungete sale e pepe. Unite il pan grattato,i pinoli, l’uvetta e il succo di metà arancia. Mescolate bene con una forchetta. Prendete la teglia di circa 20 m di diametro e versate sulla base 1 cucchiaio di olio ed ungete bene.Fate un primo strato di alici. Cospargete di pan grattato e andate avanti così fino ad esaurire gli ingredienti. Versate un filo d’olio sull’ultimo strato ed infornate per 15-20′ a 170°C.
11
Salmone gratinato alle erbe
5
Lavate bene i tranci di salmone, eliminate le lische presenti, le sentirete al tatto, controllate bene su entrambi i lati. Eliminate la pelle.Inserite il Pancarré in un robot insieme alle erbe, l’aglio,il sale, il pepe nero e un filo d’olio d’oliva e Tritate. Ricoprite i tranci di salmone con la panatura e facendola aderire bene , schiacciate con i palmi delle mani.Poggiate le fette di salmone su una taglia ricoperta da carta forno.Cuocete in forno a 180 gradi per 20 minuti. Le fette di salmone dovranno risultare ben dorate.