0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

12Risultati per "rum ambrato"

0
Occhi di strega alle castagne e cioccolato
21
Ho pelato le castagne e le ho lessate in acqua, con dentro qualche semino di finocchio per circa un quarto d’ora, finché sono risultate morbide. Le ho lasciate intiepidire appena un po’, giusto per non ustionarmi le dita, e poi ho tolto anche la pellicina sottile. Ho sciolto il cioccolato fondente a bagnomaria (tranne un cubetto che ho tenuto da parte) e l’ho aggiunto alle castagne, che avevo schiacciato con una forchetta. Ho aggiunto anche due cucchiai di latte. Ho fatto riposare il composto in frigo per un’oretta, in modo da farlo diventare più solido e lavorabile, poi ho formato delle palline grosse più o meno come una noce, anzi, come un bulbo oculare. Ho sciolto anche il cioccolato bianco a bagnomaria e ci ho rotolato dentro i tartufini, con un po’ di delicatezza per non romperli, aiutandomi con un cucchiaino. Dopo, li ho messi su una griglia a sgocciolare. A cioccolato ancora morbido, ho applicato uno smartie colorato su ogni tartufino a formare l’iride dell’occhio di strega. Ho sciolto anche l’ultimo cubetto di cioccolato fondente e, intingendovi uno stuzzicadenti, ho disegnato la “pupilla”. Ho trasferito gli occhietti su un piatto leggermente unto, sempre molto delicatamente in modo da non rovinarli troppo, e poi li ho messi mezz’ora in congelatore a solidificarsi. Li ho tolti dal freezer e messi nei pirottini per servirli.
1
Chiacchiere di carnevale
12
Ponete il burro in una ciotolina e fondetelo in microonde oppure a bagnomaria e lasciatelo intiepidire.In una ciotola, ponete la farina "a fontana" ed al centro, versate tutti gli altri ingredienti. Cominciate ad impastare con le fruste elettriche a spirale, fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Terminate di impastare energicamente con le mani: dovranno formarsi delle bolle. Coprite la ciotola con l'impasto con un canovaccio e lasciatelo riposare per un'ora.Trascorso il tempo di riposo, recuperate l'impasto e, su un piano infarinato, stendetelo in tante strisce molto sottili, aiutandovi con la macchina per la pasta. Tagliate le strisce in rombi molto allungati (potete anche formare i classici fiocchetti) e realizzate due tagli al centro di ciascun rombo: non occorre essere precisi, perché il bello delle chiacchiere è che siano diverse l'una dall'altra.Riscaldate abbondante olio in un padella e quando avrà raggiunto la temperatura (intorno ai 170°C), cominciate a friggere qualche chiacchiera alla volta, finché non risultano dorate. Scolate l'olio in eccesso e ponetele ad asciugare su un vassoio coperto con carta assorbente.Lasciate raffreddare le chiacchiere e cospargetele di abbondante zucchero a velo: ora siete pronti per festeggiare il Carnevale!
2
Salame di cioccolato con cioccolato fondente
32
Iniziamo la preparazione del salame di cioccolato tritando al coltello il cioccolato.Lo mettiamo in un pentolino e lo sciogliamo a bagnomaria. Non appena risulterà completamente fuso lo lasciamo raffreddare. In una ciotola mettiamo il burro sciolto a temperatura ambiente e lo montiamo insieme allo zucchero utilizzando delle fruste elettriche.Aggiungiamo anche il rum poco per volta. Con una forchetta sbattiamo appena le uova e le aggiungiamo piano al composto del burro. Quando il composto diventa chiaro e spumoso allora aggiungiamo il cioccolato fuso ed ormai freddo. Mescoliamo bene fino a quando non risulterà omogeneo.A questo punto sminuzziamo i biscotti grossolanamente e li inseriamo nel cioccolato. Mescoliamo ancora.Trasferiamo il composto su fogli di carta da forno (ne servirà più di uno) Distribuite il composto sulla carta con le mani o se preferite con una spatola. Avvolgetelo e formate un salamino. Fate tanti salami fino a quando non terminerà l’impasto.Ripieghiamo li estremi, oppure chiudeteli con del filo da cucina e lasciate rassodare prima 1 ora in frigo e poi se preferite in freezer (In questo caso potrete conservarlo per più giorni) Se lo conservate in freezer, prima di servirlo, stemperatelo lasciandolo a temperatura ambiente per circa 10/15 minuti.
3
Amor polenta il dolce con il mais
30
Unire in planetaria il burro, lo zucchero, le uova, il sale e mescolare bene. Aggiungere il rhum e la vaniglia sempre mescolando.Setacciare la farina 00 con il lievito e unirla alla farina di mais e di mandorle direttamente in planetaria mescolando a bassa velocità.Amalgamare bene il tutto e versare in stampini di piccole dimensioni per dare la forma desiderata. Infornare a 180° per circa 15 minuti controllando con uno stecchino la cottura.
4
Torta nera della nonna
23
La sera taglio il pane a tocchetti, lo metto in una terrina e ci verso sopra il latte, do una mescolata e lascio in frigo fino alla mattina successiva. Metto anche a bagno l’uvetta con quattro cucchiai di rum, ma si può usare acqua se non piace il rum. Il giorno dopo, tiro fuori la terrina dal frigo e schiaccio un po’ il pane, che a quel punto è molto cedevole, con il cucchiaio. Poi lo “pugnalo” ripetutamente e in più punti (ho visto troppo Criminal Minds) con il frullatore a immersione, cercando di ridurlo nella poltiglia più omogenea possibile. Non è bello da vedere, ma migliorerà, bisogna aver fiducia. A questo punto aggiungo il cacao, lo zucchero, l’amido di mais e l’uvetta e mescolo accuratamente. Questa volta avevo anche mezza mela che aspettava di fare una fine qualsiasi e l’ho messa dentro. Volendo ci si può sbizzarrire,si potrebbe aggiungere della frutta secca o dei canditi o anche dell’altra frutta fresca, il limite è la fantasia. A questo punto, non resta che rivestire una tortiera di carta forno, versarci dentro l’impasto, livellarlo bene e spargerci sopra due cucchiai di zucchero o più, perché durante la cottura si formi una crosticina croccante. No, non si può far senza. Se si vuole un dolce con meno grassi ancora, si può utilizzare il latte scremato o vegetale, ma dalla crosticina non si può prescindere! Inforno a 180° per 40 minuti circa, durante i quali si spande per casa un profumo di zucchero e cacao che mi scatena l’acquolina come poche altre cose al mondo, lascio raffreddare, se riesco, e divoro con gran gusto!
5
Cheesecake al cioccolato bianco, maracuja e cocco
28
Accendiamo il forno e portiamolo a 180° (160° se ventilato) e rivestiamo la nostra teglia dal bordo apribile del diametro di 20 Ø con della carta forno bagnata e strizzata.Sbricioliamo i nostri biscotti nel mixer. Sciogliamo 50 gr di cioccolato bianco tritato con il burro, a bagnomaria. Quando tutto sará ben sciolto e fluido, aggiungiamo i biscotti sbriciolati e 2 cucchiai di cocco grattugiato. Mescoliamo bene e versiamo nella teglia, precedentemente preparata.Distribuiamo il composto di biscotti su tutto il fondo e pressiamolo bene, livellando il tutto, col dorso di un cucchiaio. Mettiamo in frigo, ed occupiamoci della crema.Sciogliamo il restante cioccolato a bagnomaria. Versiamo la ricotta, la polvere di cocco e lo zucchero in una ciotola e mescoliamo bene con una frusta elettrica a velocità media. Aggiungiamo adesso al composto di ricotta il cioccolato sciolto ed il rum. Aggiungiamo i tuorli ed amalgamiamo bene il tutto. Montiamo l’albume a neve ferma, insieme ad un pizzico di sale e la scorza di lime ed incorporiamolo delicatamente alla crema di ricotta.Tiriamo fuori dal frigo la base della nostra torta. Versiamoci la crema di ricotta e livelliamola con una spatola, o battendo con fermezza un paio di volte la teglia sul piano di lavoro… tutto andrá al suo posto da sé. Provato 😉 Inforniamo e lasciamo cuocere per circa 30-35 minuti.Una volta cotta, tirate fuori e lasciate a raffreddare -nella teglia- mezz’oretta. Tostiamo il cocco disidratato grattugiato in una padella antiaderente a fuoco medio, come sempre, non abbandonando mai il fuoco e mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Appena sará dorato al punto giusto, trasferiamo il cocco in una ciotolina a freddare.Mettiamo il foglio di gelatina a bagno in acqua fredda. Tagliamo a metá i nostri maracuja freschi, raschiamone fuori la polpa aiutandoci con un cucchiaino e mescoliamola bene al succo di maracuja/pesca. Strizziamo adesso la gelatina e sciogliamola con 4 cucchiai di nettare, in un pentolino, a fuoco dolce. Aggiungiamo adesso il restante nettare e lasciamo raffreddare.Appena comincia a gelificare, con l’aiuto di un cucchiaio, distribuiamo la nostra profumatissima geleé di maracuja sulla torta, e lasciamo riposare la torta in frigo per un paio d’ore.Liberiamo finalmente la torta dalla teglia, spolveriamone i bordi con il cocco grattugiato tostato e serviamo con amore. Avete cominciato a sognare?
6
Babà savarin
10
Occorre innanzitutto preparare il lievitino. In una ciotola, sciogliete il lievito spezzettato in due cucchiai di acqua fredda. Aggiungete 50 g di farina presa dal totale ed un cucchiaino di zucchero e mescolate per rendere tutto omogeneo. Coprite con pellicola per alimenti ed aspettate che raddoppi: occorreranno circa 30/60 minuti.Nella planetaria, con il gancio, cominciate ad impastare la farina ed il lievitino.Aggiungete, un po' per volta, le uova, leggermente sbattute, con la planetaria in funzione.Aggiungete lo zucchero e continuate ad impastare. Unite ora, il burro a pomata tagliato a tocchetti, un pezzetto per volta. Non aggiungete burro finché il precedente non sarà stato incorporato.In ultimo, aggiungete la vanillina ed il pizzico di sale, sempre con la planetaria in funzione. L'impasto risulterà morbido.Disponete l'impasto in maniera uniforme, in una teglia da babà di 24 cm di diametro imburrata e ponetelo a lievitare in un luogo tiepido, finché non raggiungerà il bordo dello stampo.Terminata la lievitazione, cuocete in forno preriscaldato a 160°C, per circa 20 minuti: dovrà risultare dorato. Sfornate e lasciate intiepidire.Preparate la bagna, facendo bollire l'acqua con lo zucchero e la scorza di limone, priva della parte bianca (che darebbe un retrogusto amaro). Aggiungete il rum e lasciate che gli aromi si assestino, poi eliminate la buccia.Quando il babà sarà tiepido, bucatelo con una forchetta e cominciate a versarci sopra la bagna: raccogliete quella che non viene assorbita e continuate a bagnarlo. Una volta terminata questa fase, potrete guarnirlo a piacere e porlo in frigorifero.
7
Torta fiesta
29
Iniziamo preparando la crema: in un pentolino portate a bollore il latte con la scorza di limone intera e quella di arancia grattuggiata. Spegnete la fiamma e tenete da parte. In un tegame dal fondo alto, montate i tuorli con lo zucchero fino a che saranno chiari e spumosi. Aggiungete l'amido ai tuorli e mescoliamo. Versate il latte un po' per volta e continuando a mescolare.Mettete il tegame sul fuoco e riportate a bollore, continuando a mescolare. Spegnate la fiamma, aggiungete il succo d'arancia e mescolate finché non avrete una crema omogenea. Eliminate le scorze di limone, versate la crema in una ciotola e coprite con la pellicola a contatto. Lasciatela raffreddare a temperatura ambiente.Preparate il pan di spagna: Setacciate la farina con la fecola e tenetele da parte.In una ciotola, montate i tuorli con lo zucchero, con l'ausilio delle fruste elettriche. Unite la vanillina e la scorza di limone grattuggiata. In un'altra ciotola, montate a neve gli albumi con il pizzico di sale.Aggiungete ai tuorli un paio di cucchiai del mix di farine ed incorporatele con movimenti delicati dal basso verso l'alto, aiutandovi con una spatola. Aggiungete qualche cucchiata di albumi montati al composto di tuorli, incorporandoli sempre con movimenti dal basso verso l'alto. Continuate così, alternando gli ingredienti fino al loro esaurimento. Il composto dovrà riultare omogeneo, spumoso e dovrà fare tante bolle: ciò significa che ha ben incorporato aria al suo interno.Preriscaldate il forno a 180°C. Imburrate ed infarinate una teglia da 22 cm di diametro. Versate il composto nella teglia ed infornate per circa 30 minuti, facendo la "prova stecchino" durante gli ultimi minuti di cottura. Sfornate, capovolgetelo in un canovaccio umido, richiudendolo bene e lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente.Passate alla bagna: In un pentolino, portate ad ebollizione l'acqua con la scorza d'arancia. Spegnete la fiamma ed aggiungete lo zucchero ed il rhum e mescolate bene.Preparate la glassa al cioccolato: in un pentolino, portate la panna a sfiorare il bollore. Spegnete la fiamma ed aggiungete il cioccolato tritato, mescolando affinché si sciolga, fino ad ottenere una glassa liscia ed omogenea.Ora bisogna assemblare la torta: Tagliate a metà il pan di spagna e ponete una prima metà sul piatto da portata. Con un pennello da cucina, inumiditela uniformemente con un po' di bagna. Versate la crema sulla base. Inumidite anche l'altra metà del pan di spagna e ponetelo sulla crema. Con le mani, schiacciate leggermente la superficie della torta, affinché risulti piana e regolare.In ultimo, versate la glassa sulla torta, livellandola con una spatola e con un conetto di carta, decorate la superficie con tante ondine. Ponete a riposare in frigorifero, chiusa in un portatorta.
8
Muffins al cioccolato e rum
3
Mescolare in una ciotola le uova e lo zucchero, con una frusta a mano.Continuando a mescolare incorporare l'olio di semi, la panna.In fine aggiungere sempre mescolando con la frusta, la farina, la fecola, la vanillina, il cacao e il lievito. Precedentemente setacciati insieme. Per ultimo le gocce di cioccolato e le fialette all'aroma di rum. Con l'impasto riempire 12 pirottini e infornare a 180° per 30 min. circa, in forno statico.
9
Torta al cioccolato, arance e rhum
4
In un recipiente a sponde alte riunite la farina, setacciata con il lievito, lo zucchero, le uova, la panna, la scorza e il succo d’arancia,la vaniglia (i semi), 100 g cioccolato grattuggiato, il rhum. Prendete una frusta elettrica e sbattete gli ingredienti per 5 minuti. Versare la crema all’interno dello stampo in silicone e cuocete in forno statico per 30 minuti.Per la copertura dovete semplicemente sciogliere il cioccolato rimasto ridotto a pezzi con il burro. Fate questa operazione quando la torta sarà raffreddata. Versate il cioccolato nelle scanalature prodotte dallo stampo.
10
Crema di zabaione con mele al rum
Sbucciate le mele e tagliatele a spicchi non troppo sottili.Mettetele in una padella antiaderente con una noce di burro e cucinatele a fuoco lento per circa 15 min.Terminata la cottura irroratele con un bicchierino di rum e tenete da parte.Nel frattempo prepariamo lo zabaione: Inserire nella boccia i tuorli e lo zucchero e frullare  con la pala mescolatrice fino a quando il composto risulta bianco e ben spumoso per 6 min. 37° vel 6 e poi ancora 6 min. senza temperatura vel 5 senza tappo dosatore.Inserire la lama inox e avviare la cottura per 8 min. 70° vel.7  Inserire lentamente il marsala a filo dall’imbocco del coperchio, nell’arco di circa un minuto, poi continuare la cottura con il tappo dosatore. Passato il tempo abbassare la temperatura e continuare a cuocere per altri 2 min.  60° vel 8. con il tappo dosatore.Proseguire senza cottura per altri due minuti senza tappo, senza temperatura a vel. 8. Al termine il composto risulterà leggermente liquido: lasciare riposare per 10 minuti per ottenere un effetto cremoso.Passati i 10 min potete versare lo zabaione nelle coppette sopra le quali andrete a versare anche un po di mele al rum e completerete il tutto con una spolverata di cannella.... BUON APPETITO
11
Naked chiffon cake al cacao, cocco e rum
29
Scalda il forno a 160° Separa i tuorli dagli albumi e monta a neve ferma questi ultimi, con un pizzico di sale. In una terrina capiente setaccia le polveri, tranne il cocco rapè che va aggiunto alla fine. In una tazza emulsiona olio e acqua tiepida quindi aggiungi alle polveri, mescola e incorpora il tuorli uno alla volta, ora aggiungi il cocco rapè e il rum. Unisci gli albumi e mescola delicatamente per non sgonfiare. Versa nell'apposito stampo che non va oliato né imburrato. Inforna e cuoci per 75 minuti a 160° con forno statico, è importante non aprire il forno per i primi 30/35 minuti per non compromettere la lievitazione del dolce. A fine cottura verificare sempre con uno stuzzicadenti, il dolce deve essere umido ma non crudo. Sfornare e capovolgere subito lo stampo poggiandolo sui piedini, quindi lascia raffreddare completamente, in questa posizione la torta non collassa su se stessa e il passaggio dell'aria terminerà la cottura. Per sformarla puoi aiutarti con un coltello affilato per staccarla delicatamente dallo stampo, sia sui lati che sul fondo. Taglia il dolce in orizzontale così da ottenere 3 dischi che sovrapporrai dopo aver farcito.FARCIA: Con una frusta elettrica lavora il mascarpone con lo zucchero a velo. A bagnomaria sciogli il burro con il cioccolato bianco, quindi unisci i composti e aggiungi un pizzico di colorante rosso, ( o altro se preferisci), quindi puoi farcire i 3 dischi. Anche se la crema dovesse uscire di lato non è un problema perché alla fine il tutto va lisciato con una spatola. Rifinire con una spruzzata di cocco rapè e alcune roselline non trattate. Riponi in frigorifero per 30 minuti e poi servi.