0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

18Risultati per "castagne"

0
Bocconcini di castagne allo speck e kiwi
4
Quest'anno non è proprio l'anno delle castagne ma in giro se ne trovano di belle, anche passeggiando... Scegliamo quelle più belle magari non troppo grandi e lessiamole facendole cuocere bene. Ricordiamoci che le castagne sono molto digeribili solo se ben cotte. Una volta cotte sbucciamole e teniamole da parte.Tagliamo a listarelle ogni fetta di speck (se volete un gusto più deciso potete utilizzare anche della pancetta.) e avvolgiamolo intorno alla castagna a mo' di cinta con in mezzo un pezzettino di rosmarino Fissiamolo con uno stecchino. Prendiamo ora un padellino antiaderente...mettiamoci dentro i bocconcini e a fuoco bassissimo facciamoli rosolare senza aggiungere olio per qualche minuto e quando lo speck diventa dorato sfumiamo con poco aceto balsamico alzando ora la fiamma.Sbucciamo ora 2 kiwi non troppo maturi e dividiamoli in 10 fettine disponendole in un piatto da portata. Su ciascuna adagiamo i nostri bocconcini di castagna ancora caldi e aggiungiamo a piacere della glassa di aceto balsamico...ma anche no!!!
1
Torta zucca, castagne e cioccolato
3
Per prima cosa occupiamoci della zucca, la priviamo della buccia, la tagliamo a tocchetti e la frulliamo a crudo con l’olio sino ad ottenere una pasta. Teniamo da parte. Separiamo i tuorli dagli albumi e montiamo i primi con lo zucchero sino ad ottenere un composto chiaro e leggero. Io ho usato la frusta da cucina ma potete usare anche il mixer se preferite.A parte montiamo a neve ferma gli albumi, diamo alla torta molta leggerezza così da contrastare col peso della zucca, aiutandola a crescere. Aggiungiamo ai tuorli montati la nostra polpa di zucca, amalgamiamo bene.Aggiungiamo poco per volta le polveri setacciate (farine e lievito), eventualmente a questo punto potete aggiungere spezie se vi piacciono. Le spezie classiche usate con le ricette dolci alla zucca sono cannella, noce moscata e chiodi di garofano.Alterniamo alle polveri gli albumi montati a neve e ad ultimo aggiungiamo le goccine di cioccolato. Il mio impasto era abbastanza sodo, cosa che ha permesso alle goccine di non sprofondare sul fondo. Se il vostro impasto fosse liquido, aggiungete della farina.Incorporiamo con movimenti dal basso verso l’alto, così da non smontare il composto. Imburriamo la teglia e sistemiamo sul fondo un disco di carta forno. Infariniamo i lati e versiamo il composto.In forno caldo, statico (sempre statico con le torte) a 180° e la controlliamo dopo 30 minuti, facendo la prova stecchino. Sforniamo ed apriamo il cerchio dopo 10-15 minuti, lasciamo raffreddare completamente prima di spostare sul vassoio.Premessa: è buonissima anche così, ma siccome noi si è golosi, ci aggiungiamo il tocco in più! Tagliamo la torta a metà con un coltello seghettato e spalmiamo la nostra confettura, uno strato di 3-4 mm.Io non ho voluto aggiungere zucchero a velo perché adoro le crepe che ha formato, ovviamente potete decorarla come volete, se proprio vi piace potete fare una bella cascata di cioccolato fondente fuso, a coprire la calotta scendendo ai lati, lasciando intravedere la confettura al centro.
2
Crostata alla castagna senza glutine
18
Preparare la crema di castagne volendo anche qualche giorno prima, con questa dose ne escono due barattolini ma ne servirà solo 250g. La rimanente basta metterla in frigo o mangiarla semplicemente su una fetta di pane, è buonissima!Bollire le castagne, pelarle e passarle con lo schiacciapatate. In un pentolino mettere lo zucchero e l'acqua, appena si sarà sciolto aggiungere il passato di castagne e lasciare cuocere mescolando spesso per 20/30 minuti. Amalgamare bene e quando il cioccolato si è sciolto la crema è pronta per essere messa nei barattolini. Se la volete utilizzarla subito va lasciata prima freddare completamentePreparare la pasta frolla unendo in una ciotola grande tutte le farine, il lievito e lo zucchero. Da parte sbattere leggermente l'uovo con lo yogurt. Unire questo composto alle polveri ed iniziare a lavorare prima con una forchetta e successivamente con le mani fino ad arrivare a formare un panetto morbido. Coprire con la pellicola e riporre a riposare in frigo almeno una mezzora.Preparare il ripieno unendo la ricotta alla crema di castagne e con una frusta amalgamare bene il composto. Riprendere il nostro panetto di pasta frolla dal frigo stenderlo con l'aiuto di una spolverata di farina di riso e ricoprire la tortiera. Riempire con la ricotta alle castagne, decorare a piacere e infornare nel ripiano più basso del forno a 180 gradi per 30/35 minuti.Lasciare freddare completamente prima di toglierla dallo stampo perché con un composto così morbido altrimenti si rompe la frolla
3
Baccalà, castagne e cipolla marinata
3
L'utilizzo totale del baccalà,con una cottura sottovuoto del filetto a 62,5 gradi per 45 minuti,con olio,aglio e rosmarino. I succhi del baccalà,recuperati dal sacchetto sottovuoto,sono stati fatti ridurre ulteriormente e legati con un pizzico di maizena fatta sciogliere in pochissima acqua. La pelle del baccalà,prima fatta bollire in acqua x 10 minuti,poi messa fra due fogli di carta forno con un peso sopra,per 15 minuti in forno a 160 gradi per farla seccare,dopodichè prima di impiattare la andiamo a friggere in olio di semi molto caldo,per giusto 2 secondi. La cipolla rossa marinata và preparata un giorno prima,mettendola sotto sale e zucchero al 50% per circa 2 ore e mezzo,poi sciacquata molto bene e tamponata. Con olio e limone condiremo la cipolla e mettiamo tutto sottovuoto per 24 ore in frigo.Per la crema invece,incidiamo le castagne e le mettiamo in forno a 180 gradi per 30 minuti,poi le sbucciamo e prepariamo un soffritto di cipolla bianca in poco olio e una foglia di alloro,una volta che la cipolla è ben stufata,aggiungiamo le castagne,facciamo rosolare e poi sfumiamo con del porto,dopodichè allunghiamo con brodo vegetale,portando a cottura il tutto. Frulliamo,regoliamo di sale e passiamo al setaccio.Impiattiamo la crema,con sopra il filetto di baccalà,un giro di salsa di baccalà,la cipolla,la cialda di baccalà,e finiamo con un giro d'olio e una cimetta di origano.
4
Zuppa di funghi e castagne
22
Lavate tutti i funghi e tagliateli in grossi pezzi. In un tegame capiente fate rosolare tre spicchi di aglio e il peperoncino. Aggiungete poi i funghi e le patate a pezzi e fateli saltare a fuoco vivo. Unite il prezzemolo. Dopo circa dieci minuti aggiungete il brodo caldo. Fate cuocere per circa venti minuti. Quando i funghi sono cotti, rimuovete gli spicchi d'aglio, se non volete sentirne troppo il gusto, altrimenti lasciateli. Togliete circa la metà dei funghi dal tegame e frullate tutto ciò che resta in pentola, aggiungendo la panna. Poi unite i funghi che prima avete rimosso, le castagne a pezzi grandi, una grossa manciata di timo, una abbondante spolverata di pepe nero macinato fresco e un po' di buon olio di oliva extravergine. Mescolate tutto e portate in tavola
5
Occhi di strega alle castagne e cioccolato
21
Ho pelato le castagne e le ho lessate in acqua, con dentro qualche semino di finocchio per circa un quarto d’ora, finché sono risultate morbide. Le ho lasciate intiepidire appena un po’, giusto per non ustionarmi le dita, e poi ho tolto anche la pellicina sottile. Ho sciolto il cioccolato fondente a bagnomaria (tranne un cubetto che ho tenuto da parte) e l’ho aggiunto alle castagne, che avevo schiacciato con una forchetta. Ho aggiunto anche due cucchiai di latte. Ho fatto riposare il composto in frigo per un’oretta, in modo da farlo diventare più solido e lavorabile, poi ho formato delle palline grosse più o meno come una noce, anzi, come un bulbo oculare. Ho sciolto anche il cioccolato bianco a bagnomaria e ci ho rotolato dentro i tartufini, con un po’ di delicatezza per non romperli, aiutandomi con un cucchiaino. Dopo, li ho messi su una griglia a sgocciolare. A cioccolato ancora morbido, ho applicato uno smartie colorato su ogni tartufino a formare l’iride dell’occhio di strega. Ho sciolto anche l’ultimo cubetto di cioccolato fondente e, intingendovi uno stuzzicadenti, ho disegnato la “pupilla”. Ho trasferito gli occhietti su un piatto leggermente unto, sempre molto delicatamente in modo da non rovinarli troppo, e poi li ho messi mezz’ora in congelatore a solidificarsi. Li ho tolti dal freezer e messi nei pirottini per servirli.
6
Songino con castagne e ricotta al forno
4
Prendiamo la ricotta, lavoriamola con un pizzico di sale (io la lascio al naturale) e poi trasferiamola su una placca ricoperta da carta da forno leggermente unta cercando magari di compattarla e formando due medaglioni. Io mi sono avvalsa di un coppapasta per dare la forma che poi ho appunto sfilatoInforniamola quindi per circa 20 minuti fino a quando non ha assunto un colore dorato e senza ovviamente girarla. Quindi spengiamola e lasciamola raffreddare.Nel frattempo in un recipiente da portata mettiamo il songino, le castagne spellate e divise in due, i gherigli di noci, i chicchi di melagrana ed infine la ricotta che una volta fredda potremmo tagliare a dadini come se fosse un formaggio primo sale.Non ci resta ora che condire con un filo di olio, un pizzico di sale una spruzzata di acero balsamico.
7
Muffin vegani di castagne e cioccolato
25
Versiamo il latte in una ciotola e sciogliamo lo zucchero all’interno girando con una frusta. Poi aggiungiamo un po’ per volta la farina integrale e quella di castagne.Versiamo anche il cacao setacciato e infine il lievito. Continuiamo a girare energicamente con la frusta finché il composto non risulta ben amalgamato. Distribuiamo l’impasto nei pirottini per muffin e aggiungiamo in superficie le gocce di cioccolato. Poi li inforniamo a 170° per 20 minuti in forno ventilato.
8
Pappardelle alle castagne con porcini
Preparare la pasta, mettendo nel mixer uova e castagne pulite e cotte,frullarle a crema,aggiungere la farina impastare bene tutti gli ingredienti,lavorare la pasta energicamente oppure usare una planetaria. Far riposare la pasta per circa mezz'ora.Poi stenderla con il mattarello farla asciugare senza seccare e procedere a tagliare le pappardelle.Con un panno bagnato pulire delicatamente i funghi, eventualmente raschiare con un coltello la terra,poi tagliarli a fette e farli saltare in una casseruola con olio e aglio,sfumare con il vino bianco e cuocere fino a che sarà evaporato.Aggiungere i pomodorini alcune castagne e cuocere per altri 10 minuti.Lessare le pappardelle in abbondante acqua salata,scolarle e farle mantecare cin il condimento di funghi.Impiattare e servire ben caldi.
9
Spaghetti quadrati al salmone, cavolini e castagne
20
Prepara prima l'acqua di cottura delle castagne bollite: Risciacqua abbondantemente, pela e rimuovi la buccia accuratamente da una manciata di castagne , lessale in acqua salata con un foglia di alloro e un gambo di sedano con le sue foglie, per circa 40 minuti. Scolale e tienile da parte perché potrai utilizzarne gli avanzi -se ne hai fatte molte- per altre ricette o mangiarle così come snack golosissimo e naturale.Prendi 4/5 castagne e frullale insieme al gambo di sedano bollito con 100g di formaggio fresco spalmabile e un mestolo di acqua di cottura delle stesse unendo 1 cucchiaio d'olio fino a raggiungere una salsa abbastanza liquida e leggermente pastosa. Tieni da parte questo composto.Porta a ebollizione abbondante acqua salata e versa 200g di cavoletti di bruxelles sciacquati e privati della radice e delle foglie più esterne, tagliuzzati in croce o a fettine sottili orrizzontali.Dopo circa una decina di minuti versa nella stessa acqua di cottura dei cavolini anche gli spahetti quadrati e cuoci tutto insieme per il tempo suggerito sulla confezione degli spaghetti scelti, al dente.Scola insieme in uno scolapasta sia gli spaghetti che i cavoletti e versali in una terrina in cui li condirai con 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, la salsina di castagne precedentemente preparata, e il salmone affumicato tagliato all'ultimo momento a listarelle o filetti sottili,Completa con una macinata di pepe nero in grani se gradito e qualche foglia di sedano fresco ben mondato.
10
Caserecce con zuppa di ceci, castagne e provolone
4
Per prima cosa bisogna pulire le castagne e metterle a bollire senza la buccia in abbondante acqua. Saranno pronte in 15/20 minuti. Scolarle e metterle da parte a raffreddare per poi pulirle delle ultime parti.Prepare il brodo vegetale con carote a pezzetti, cipolla, patate, sedano, abbondante acqua, olio e un presa di sale. Sarà pronto in 40 minuti. Passare alla cottura dei ceci. Se si sceglie di usare quelli secchi bisogna metterli a bagno dalla sera prima altrimenti si possono usare quelli precotti in vasetto. Versarli in una pentola e metterli a cuocere con un po' di brodo, prendendo anche i pezzetti delle verdure e lasciarli cuocere un po' aggiungendo anche le castagne e il rametto di rosmarino. Lasciar cuocere e amalgamare i sapori per un 10 minuti ancora.Mettere a cuocere la basta in abbondante acqua salata, facendo attenzione a tirarla via un po' prima del tempo di cottura e ultimando la cottura con i ceci e castagne. Servire poi la zuppa calda, con i quadratini di provolone, e ultimare con un filo di olio extravergine di oliva a crudo.
11
Torta di mele con farina di farro e di castagne
30
Per prima cosa, ho grattato la scorza del limone e ho pelato e tagliato le mele, una a pezzettini e una a fettine, cospargendole poi con qualche goccia di succo di limone. Poi ho messo in una terrina i tuorli d’uovo, lo zucchero mascobado e l’olio di riso e li ho lavorati per qualche minuto con la frusta a mano. In seguito, ho aggiunto anche il liquore e ho lavorato ancora energicamente. Ho setacciato le farine con il lievito e il bicarbonato e le ho aggiunte all’impasto, poi ho versato anche la tazzina di latte, continuando a mescolare. Ho montato a neve ben ferma, con un pizzico di sale, gli albumi e li ho messi nella terrina con gli altri ingredienti in due volte, mescolando con la spatola dall’alto verso il basso per non smontarli. Ho infarinato leggermente i pezzetti di mela e li ho uniti all’impasto, sempre girando delicatamente. Ho versato il composto nella tortiera oliata e infarinata e ho inserito le mele a fettine. Ho cotto in forno caldo a 180° per 40 minuti, facendo la famosa prova stecchino prima di estrarre la torta.