0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

2873Risultati per "latte di riso"

0
Pane integrale al latte di riso, lievito naturale
30
Rinfresco del lievito: la sera, prima di coricarmi, ho mescolato, in un barattolino pulito e asciutto, 15 grammi di li.co.li., 15 grammi di farina manitoba biologica e 15 grammi di acqua, ho coperto con un piattino appoggiato e ho lasciato a temperatura ambiente fino al mattino. Al risveglio, ho aggiunto altri 15 grammi di farina e 15 di acqua e, dopo circa quattro ore, il lievito era bello gonfio e pieno di bollicine, pronto per l’uso. Prima di impastare, ho bagnato la lecitina con un paio di cucchiai di latte di riso presi dal totale e ho mescolato la farina al restante latte. Ho lasciato riposare entrambi per mezz’ora. Ho versato nell’impasto di farina e latte di riso il lievito rinfrescato, il malto e la lecitina ammorbidita e iniziato a impastare con le mani. In un secondo momento, ho aggiunto il sale e solo alla fine l’olio, incorporandolo fino a ottenere un bel panetto liscio. A questo punto, ho proceduto con la prima piega a tre, stendendo con le mani l’impasto a formare un rettangolo, poi piegando il lato lungo verso il centro e ripiegandoci sopra l’altro lato lungo, un po’ come si piegavano le lettere per infilarle dentro le buste. Poi ho ripetuto lo stesso procedimento partendo dal lato corto del rettangolino ottenuto e ho lasciato riposare la “pagnottella” con la chiusura in basso coperta da una ciotola. Ho fatto tre pieghe a tre a distanza di mezz’ora l’una ...Dopo l’ultima piega, ho arrotondato il panetto e l’ho messo in una ciotola leggermente unta d’olio, con il coperchio, nel cassetto delle verdure in frigo. Dopo diciotto ore l’ho tolto dal frigo e l’ho lasciato a temperatura ambiente per un altro paio d’ore. Tenete presente che a Torino in questi giorno non fa poi così caldo! Eccolo prima e dopo la lievitazione. A questo punto, ho sgonfiato il panetto stendendolo con le mani e ho formato il filoncino: ho piegato gli angoli del lato corto, a formare una sorta di punta, ho piegando verso l’interno i lati lunghi e ho arrotolato il filoncino partendo dalla punta. L’ho messo in uno stampo da plum cake piccolo foderato di carta forno e ho lasciato che lievitasse, coperto con pellicola alimentare, a temperatura ambiente per tre ore. Una volta raddoppiato di volume, ho tenuto acceso il forno alla massima temperatura, con un pentolino di acqua dentro, per venti minuti, poi ho inserito il pane e l’ho cotto per cinque minuti a temperatura massima, per quindici minuti a 230°, per dieci minuti a 200°, per dieci minuti a 180° e per gli ultimi dieci minuti sempre a 180°, ma togliendo il pentolino d’acqua e lasciando lo sportello socchiuso, in modo da far uscire il vapore. Ho spento il forno e lasciato il pane a intiepidire dentr...
1
Plumcake alla quinoa
8
In una ciotola montare le uova con lo zucchero, unire l'olio e il latte. Aggiungere quindi la farina, la fecola, il lievito e amalgamare bene l'impasto.Rivestire di carta forno uno stampo da plumcake e riempirlo con il composto preparato.Cuocere in forno caldo a 180 gradi per 30/35 minuti.
2
Torta matta cioccofragolona
Preriscaldiamo il forno a 180 gradi. Rivediamo una teglia con carta forno e Versiamo direttamente nello stampo tutti gli ingredienti secchi setacciati: la farina, lo zucchero, il cacao, sale un pizzico ed il bicarbonato. Mescoliamo ben bene.Aggiungiamo ora alle farine i liquidi e Mescoliamo bene tutti gli ingredienti facendo attenzione a non formare grumi, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.Inforniamo in forno caldo per circa 30 minuti. Facciamo la prova stecchino per controllare che la torta sia cotta e lasciamola intiepidire in forno spento.Una volta freddato passiamo alla copertura, sciogliendo il cioccolato fondente a bagnomaria con il latte di riso. Ricopriamo la torta è decoriamo la con tante fragole fresche.Teniamo in frigo la nostra torta matta prima di gustarla almeno un' ora e serviamola sguarnita con scaglie di cioccolato fondente extra e sciroppo d'agave come ha fatto il Sig Cavolo!
3
Tiramisù vegan
2
Prepariamo la crema : In un pentolino mettere l amido e la vanillina e con una frusta mescolare bene,Aggiungere un po alla volta il latte di riso facendo attenzione a non far formare i grumi.Appena otteniamo un impasto liscio e omogeneo possamo passare alla cottura.Mettere su fiamma bassa e continuare a mescolare fino a quando si addensera'-Appena sara pronta si copre con carta pellicola e si ripone in frigo x farla raffreddare.Preparate il caffe per intingere i vostri biscotti.Dovra essere freddo quando andremo a comporre il dolceIn una ciotola montiamo bene la panna e poi la uniamo alla crema di riso facendo attenzione ad assicurarvi che sia realmente raffreddata.Iniziamo a comporre il nostro Tiramisu vegano : con una spatola mettere unoi strato di crema sul fondo del vassoio, fare uno strato di biscotti che avremo bagnati con il caffe e poi ancora uno strato di crema di riso.Guarnire con cacao amaro a piacere e con le gocciole di cioccolato.Fare i vari strati fino a terminare la crema e infine guarnire a piacere con cacao oppure crema alla nocciola. Riporre in frigo per circa 2 ore e poi potrete gustare questa delizia.
4
Biscotti al latte di mandorla e caffè
Fare i Biscotti al latte di mandorla e caffè è molto semplice. In un recipiente mettiamo insieme le tre farine, aggiungiamo il lievito e lo zucchero.Versiamo a filo l’olio, il latte di mandorla, il caffè e mano a mano impastiamo il tutto continuando a lavorare il composto su di un piano ottenendo così una palla liscia, uniforme e ben soda.Ora mentre facciamo scaldare il forno in modalità statica a 180 gradi non resta che realizzare i nostri biscotti. Stendiamo l’impasto mantenendo uno spessore di circa 1 cm e con una formina (a questo punto decidete voi quale) realizziamo i nostri biscotti.Disponiamoli su una teglia ricoperta da abbondante carta da forno e facciamoli cuocere per circa 15 minuti fino a quando non avranno assunto un bel colore dorato.Una volta cotti e freddi in due pentolini diversi facciamo sciogliere il cioccolato bianco e quello fondente a bagnomaria. Con l’aiuto di una siringa da pasticceria decoriamo ora i biscottini con i due cioccolati fusi rendendoli più golosi. Ecco che la nostra colazione, merenda, break è pronta!!!
5
Torta di mele senza glutine e senza lattosio
13
Montare le uova con lo zucchero fino a renderle belle spumose, aggiungere l'olio, la vaniglia ed amalgamare bene.Iniziare ad unire le farine insieme al lievito alternando con il latte. Deve risultare un impasto morbido ma non troppo compatto.Per ultimo incorporare due mele tagliate a pezzettini e qualche cucchiaio di uvetta. Non occorre ammorbidirla perché è un impasto che rimane umido. Rivestire di carta forno una tortiera e riempirla con tutto l'impasto.Distribuire in superficie la terza mela tagliata a fettine e spolverare con lo zucchero di canna. Infornare a 180 gradi per 45 minuti circa.
6
Gourmosa alle more di campagna
4
Sciacquate rapidamente le more ed asciugatele.Mettete nella bowl della planetaria il burro ammorbidito a temperatura ambiente, lo zucchero e la vanillina e iniziate a montare con la frusta fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungete un tuorlo alla volta al composto sempre mescolando. A parte montate gli albumi a neve e tenete da parte. Setacciate nella bowl la farina, la maizena e il lievito e continuate a montare, fino a che il composto non diventa soffice e liscio.Incorporate, a questo punto, gli albumi montati a neve aiutandovi con un cucchiaio di legno e mescolate dal basso verso l’alto.Versate il composto nella teglia precedentemente imburrata e infarinata e sistematevi sopra le more leggermente infarinate (circa 200g). Infornate a 200° forno statico per circa 25/30 minuti. Sfornate, lasciate intiepidire, spolverate con zucchero a velo e distribuitevi sopra le more rimaste… …il buongiorno si vede dal mattino!
7
Waffles alla cannella
1
Sciogliere il burro a ridotto contenuto di lattosio e lasciarlo raffreddare un po'.Lavorare le uova con un pizzico di sale fino e lo zucchero. Mescolando, aggiungere il latte di riso a filo. Aggiungere la farina 00 setacciata e mescolare bene in modo che non si formino grumi. Setacciare e aggiungere il lievito per dolci e la cannella e, sempre mescolando, il burro a ridotto contenuto di lattosio.Sistemare l’impasto negli stampini in silicone per waffles e cuocere per circa 20 minuti a 200°C (oppure cuocere nell’apposita crepiera).Servire con sopra la marmellata o lo sciroppo d’acero o con Nocciolata Rigoni e noci sbriciolate.
8
Riso basmati al latte di cocco, salmone e papaya
Preparare il riso basmati al latte di cocco con salmone e papaya è davvero semplice. Iniziate mettendo a cuocere il riso in abbondante acqua salata. Mentre il riso cuoce, tagliate a pezzetti il salmone e fatelo cuocere in una padella antiaderente con un goccio di salsa di soia, fino a quando sarà ben cotto.Una volta che il riso sarà pronto, trasferitelo nella padella insieme al salmone, unite il latte di cocco e cuocete a fuoco medio, mantenendo mescolato. Continuate la cottura sino a quando il latte di cocco non si sarà completamente assorbito.Siete pronti per servire il vostro riso basmati al latte di cocco con salmone e papaya: trasferite riso e salmone in un piatto e unite la papaya fresca, che avrete precedentemente tagliato a cubetti. Condite a piacere con della salsa di soia e dei semi di sesamo.
9
Biscotti al malto e fiocchi d'avena
31
Come prima cosa, ho mescolato la lecitina di soia con venti grammi d’acqua fredda e l’ho lasciata riposare in frigo per mezz’ora. Questo passaggio è necessario per preparare una sorta di margarina vegetale fatta in casa.Ho mescolato farina integrale, fiocchi d’avena, uvetta, zucchero di canna e bicarbonato in una ciotola capiente. A questo punto ho ripreso la pappetta di acqua e lecitina dal frigo e l’ho frullata col frullatore a immersione insieme all’olio di semi di mais fino a ottenere una specie di maionese molto densa. Per ottenere una consistenza più soda, ho dovuto aggiungere altri due cucchiai di acqua ben fredda. Ho versato nella ciotola con gli altri ingredienti la “margarina” ottenuta e il malto d’orzo e ho lavorato con le mani fino a ottenere un panetto liscio, ho dovuto aggiungere anche un cucchiaio di latte di riso per amalgamare bene. Ho avvolto il panetto nella pellicola per alimenti e l’ho fatto riposare in frigo per mezz’ora. Trascorsa la mezz’ora, ho ripreso il panetto e ne ho prelevato dei pezzettini grossi come una noce, a cui ho dato forma rotonda, per poi appiattirli con le mani. Ho adagiato i biscotti sulla leccarda foderata di carta forno e li ho cotti in forno a 170° per venti minuti.
10
Babà salati con melanzane e primosale
21
Mettete il lievito in una ciotolina con metà del latte tiepido e lasciate riposare 15 minuti, giusto il tempo di sciogliersi.Versate nella bowl della planetaria le uova e il resto del latte, aggiungete la farina e poi il lievito disciolto insieme al latte. Impastate con il gancio per 10/15 minuti a media velocità. Quindi aggiungete il burro morbido a tocchetti e il sale e impastate ancora per circa 15 minuti. Coprite con pellicola e lasciate lievitare per un’ora. Nel frattempo preparate le melanzane: sciacquatele, tagliatele a dadini, disponetele sulla leccarda rivestita di carta forno, cospargetele con olio evo in maniera uniforme e infornate in forno statico preriscaldato a 250° per circa 10/15 minuti o comunque fino a che le vedrete dorate. Dopo averle sfornate lasciatele intiepidire e poi salatele. Tenete da parte.Riprendete la bowl con l’impasto lievitato, unitevi i dadini di melanzana ormai freddi e il primo sale grattugiato e impastate ancora per circa 30 secondi, il tempo necessario per incorporarli e per permettere all’impasto di sgonfiarsi.Trasferitelo il panetto su un piano e dividetelo in palline di uguale peso (ne verranno circa 10/12) e sistematele nello stampino da mini babà (io ho usato un modello in silicone) o, se non lo avete, in pirottini da muffin. Lasciare lievitare fino al raddoppio.Infornare a 190°C per circa 10/15 minuti (è il tempo di cottura perfetto per avere dei babà soffici e morbidi). Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.
11
Latte di avena
1
1) Portiamo 4 ml di acqua ad ebollizione 2) versiam 50g di fiocchi di avena 3) lasciamo a riposo per 30'4) frulliamo il composto aggiungendo la restante acqua 5)mettiamo a colare il composto attraverso un canovaccio, sotto mettiamo uno scolapasta ed infine una ciotola 6)versiamo il liquido racconto in una ciotola in una bottiglia aiutandoci con un imbuto.