0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

32Risultati per "limetta"

0
Lime bars
30
Preriscaldate il forno a 180°. Prendete una teglia di ceramica delle dimensioni di 24x24 cm. Foderatela con carta da forno, ricoprendo anche i bordi per una garantirvi una facile rimozione quando la cottura sarà terminata.Per preparare la base ammorbidite innanzitutto i datteri secchi, mettendoli a mollo in acqua tiepida. Togliete i noccioli. Mescolate la farina, lo zucchero e il sale in una ciotola. Aggiungete il burro e lavorate strofinando con le dita gli ingredienti. Aggiungete i fiocchi di cocco secco, i datteri e la cannella e frullate con un mixer fino ad ottenere un composto simile a della sabbia bagnata, friabile ma compatta. Versate e schiacciate il composto nella teglia foderata. Bucherellate la superficie con i rebbi di una forchetta, quindi cuocete per circa 20 minuti o fino a doratura in forno statico. Sfornate e lasciate raffreddare.Per preparare la farcitura, portate il latte a leggera ebollizione. Spegnete il fuoco. In una ciotola sbattete le uova, lo zucchero e l'amido di mais finché non sono ben amalgamati. Per temperare le uova sbattete lentamente circa mezza tazza di latte caldo nella miscela dell'uovo mescolando continuamente (non versate tutto in una volta, altrimenti le uova diventano strapazzate). Versate il composto di uova temperato di nuovo nella pentola di latte e aggiungete il succo di lime e la gelatina.Alzate il fuoco a medio-basso e lasciate cuocere mescolando continuamente con un cucchiaio di legno fino a quando il tutto non si sarà addensato (circa 1-3 minuti). Filtrate il composto attraverso un colino a maglie fini direttamente sopra la base. Stendetelo la parte con una spatola di gomma. Coprite con della pellicola trasparente in modo che non si formi una patina. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente.Al momento di servire togliete la pellicola trasparente. Quindi rimuovete la torta dalla teglia. Guarnite con scaglie di cocco tostato e zucchero a velo. Tagliate a quadretti e servite.
1
Strascinati con funghi e cavolfiore
40
Sbollentare per qualche minuto il cavolfiore in acqua salata. Rosolare l’aglio in una padella con un filo di olio extra vergine di oliva ed aggiungere i funghi precedentemente tagliati a fette sottili. Salare e pepare a piacere, aggiungere i pomodori tagliati a tocchetti e lasciar cuocere per qualche minuto ed alla fine aggiungere il cavolfiore.Intanto cuocere gli orecchiette in abbondante acqua salata, scolarli al dente e saltarli con il sugo aggiungendo il prezzemolo tagliato finemente. Questo formato appartiene alla tradizione pugliese e, come da tradizione, tiene perfettamente la cottura.Servire aggiungendo la cipolla imbiondita con l’olio extra vergine di oliva, una manciata di pangrattato tostato con un filo d’olio e del prezzemolo tritato.
2
Cupcakes cocco e lime
32
Iniziate preparando il curd. Sbattete in un pentolino i 4 tuorli d'uovo con 100 g di zucchero,un pizzico di sale e il succo e la scorza dei lime. Ponete sul fuoco e, mescolando continuamente, lasciate addensare. Quando il composto velerà il cucchiaio, togliete dal fuoco e aggiungete 70 g di burro, un pezzetto alla volta, lasciandolo sciogliere per bene. Coprite con della pellicola e lasciatelo raffreddare, poi ponetelo in frigo per qualche ora.Per le tortine. Mescolate in una ciotola la farina con il lievito e la farina di cocco. Sbattete per qualche minuto 170 g di burro con 180 g di zucchero e un pizzico di sale. Aggiungete le uova intere e gli albumi, uno per volta, montando bene dopo ogni aggiunta.Unite, a questo punto, gli ingredienti secchi, alternandoli al latte di cocco. Dividete l'impasto negli stampini da muffins e infornate a 180° per circa 25 min. ( se li fate piccolini, ci vorrà un po'meno tempo).Fate raffreddare bene i tortini, poi, con un coltello, asportate il "cuore"di ogni cupcake, scavandolo leggermente. Riempite la cavità ottenuta con il curd ormai sodo, aiutandovi magari con una sacca da pasticceria.Per il frosting. Lavorate il mascarpone con lo zucchero a velo. A parte, montate la panna ben fredda a neve e incorporatela delicatamente al mascarpone. Trasferite la crema in una sacca dotata di bocchetta tonda e spremetene un ciuffo su ogni tortina. Decorate con cocco rapè e confettini.
3
Plumcake al lime
4
Montare le uova con lo zucchero e la scorza di un lime con la frusta elettrica, finché diventano bianche e spumose.Aggiungere l'olio a filo e poi il succo di lime, continuando a montare.Aggiungere le farine e il lievito setacciati un po' per volta, alternandoli con qualche cucchiaiata di yogurt, fino a esaurimento degli ingredienti. In questa fase, è meglio mescolare delicatamente con una spatola.Mettere l'impasto in uno stampo da plumcake oliato e infarinato e cuocere in forno caldo a 180° per circa 45 minuti.Preparare la glassa mescolando lo zucchero a velo con qualche goccia di succo di lime, fino a ottenere una consistenza fluida, ma non troppo liquida.Far cadere la glassa sul plumcake ormai freddo, prelevare la buccia di lime con un rigalimoni e spargerla sulla glassa.
4
Tagliatelle, piselli, prosciutto e lime
28
La pasta l'ho realizzata con 40 gr manitoba,40 gr farina 00 ,20 gr semola rimacinata e un uovo,ho impastato e poi messo in frigo a riposare per un'ora.La crema di piselli è fatta con base olio evo,uno scalogno tritato,che ho fatto sudare,30 gr di patata tagliata sottilmente,poi ho aggiunto dell'acqua e portato a cottura,quasi alla fine ho messo 50 gr di piselli che in precedenza avevo sbianchito,poi ho regolato di sale,olio , ho aggiunto 3 foglie di menta e frullato e setacciato.La polvere,facilissima...prosciutto in forno fra due fogli di carta forno,una volta pronto,sbriciolato e tritato Il gel di lime è stato fatto in maniera molto semplice,ho spremuto un lime,setacciando poi il succo,ho messo a scaldare fino al raggiungimento del bollore,poi ho messo un mezzo cucchiaino di agar agar,ho fatto bollire per un'ulteriore minuto dopodichè ho messo in frigo a rapprendere. Una volta rappreso,"spacchiamo"il gel con un frullatore o con una frusta.Ho cotto la pasta,l'ho saltata con la crema di piselli,ho impiattato il tutto,mettendo il gel al lime solo sotto a dove metterò la polvere di prosciutto,finisco con una cimetta di menta ,alcuni piselli sbianchiti e un giro d'olio evo!
5
Rustiche con scampi e calamari su crema di piselli
34
Tritare la cipolla e metterla a soffriggere in una casseruola con due cucchiai di olio, una volta imbiondita unire i piselli e allungare con il brodo vegetale e lasciar cuocere a fuoco lento per circa sei minuti.Frullare al mixer e poi passare la crema di piselli al colino in modo che risulti omogenea. Ripassare la crema a fuoco basso per due minuti aggiungendo l'olio che avrete aromatizzato con salvia, rosmarino e aglio.Tagliare in due, per la lunghezza, le code di scampi e a listarelle i calamaretti. Saltarli in padella con due cucchiai di olio per circa due minuti. Unire i pomodori e lasciar cuocere per alcuni minuti. Poi togliere dal fuoco e aggiustare di sale e pepe.Cuocere le reginette in abbondante acqua salata e scolare al dente. Ripassarle in padella con il condimento preparato. Stendere un velo di crema di piselli sul fondo del piatto da portata e disporre al centro le reginette con la salsa di scampi e calamaretti. Guarnire con prezzemolo tritato e servire.
6
Tartare di branzino con gelatina di lime
16
Per Iniziare puliamo il branzino dalle interiora, quindi sciacquamolo bene e squamiamolo. Ora sfilettiamolo e togliamo le lische(spine) con una pinzetta. Quindi tagliamolo a dadi piu o meno di 1 cm, non mi piace La tartare tritata, si deve sentire la consistenza secondo me!!! La pelle non buttiamola, la faremo crispy in friggitrice!!! Riponiamo il tutto in un recipiente e adagiamo in frigo con pellicola.Ora prendiamo il nero, facciamo andare com olio una padella antiaderente e aggiungiamo sale, pepe, sfumiamo col vino e facciamo cuocere per qualche minuto (3'), terminata la cottura incorporiamo la ricotta e giriamo con cucchiaio di legno.. Ok ricotta al nero pronta!!! Prendiamo il succo dei lime, aggiungiamo 2/3 di acqua facciamo bollire e inseriamogli i fogli di colla precedentemente ammollata, giriamo e mettiamo in recipiente nel frigo fino amche rassodiCon la pelle del branzino passiamola padella o friggitrice in olio caldo per qualche secondo, il risultato sarà farla croccante! Nel frattempo puliamo in acqua freddo la valeriana.. Con i limoni ci faccio il succo per condire la tartare.Okkk.. Siamo pronti. Piatto possibilmente Non piano, andiamolo a spennellare con ricotta al nero, con l aiuto di un coppapasta adagiamo la nostra tartare appena condita con succo di limone, olio, sale e pepe, gli appoggiamo delicatamente 3 quadratini di gelatina di lime e 3 foglioline di valeriana. Togliamo il coppa pasta e "spolveriamo" con pelle crispy sbriciolata... Ultimo giro di olio evo e grattata di pepe. Pronto!!!!
7
Tartare di salmone affumicato, finocchi e lime
4
Tagliare il salmone affumicato prima a listarelle e poi a quadratini di circa 3 - 5 millimetri di lato.Fare lo stesso con il cuore di mezzo finocchio, ottenendo dei dadini più o meno della stessa misura di quelli di salmone.Mescolare in una ciotola i dadini di salmone e finocchio con la scorza grattugiata di un lime, un cucchiaio di succo di lime e un cucchiaio di olio extravergine di oliva e servire.
8
Spaghettoni al datterino giallo acciughe e guttiau
39
In un pentolino fate dorare con due cucchiai d’olio il cipollotto affettato fine. Quindi unite la salsa di pomodoro (vi consiglio di usare quella di datterino giallo), correggete di sale e profumate con qualche fogliolina di timo fresco. Fate cuocere per circa 15-20 minuti.In abbondante acqua in ebollizione salata fate cuocere gli spaghetti per la metà del tempo indicata nella confezione. Fate finire di risottare gli spaghetti nella salsa. Unite, quasi sul finire, i filetti di acciuga. Porzionate nei piatti, completando con un giro d’olio evo e sfogliette di carasau guttiau.
9
Ravioli liquidi di olio e lime con salsa di pane
10
Faccio la pasta fresca con 40 gr di manitoba 40 gr di farina 00 e 20 di semola rimacinata, un uovo,non aggiungo ne sale ne olio,impasto e poi lascio riposare in frigoPreparo il ripieno facendo sciogliere 30 gr di burro di cacao,una volta sciolto,fuori dal fuoco ci gratto la scorza di lime e aggiungo 20 gr di olio evo,metto in stampi a semisfera il liquido,e congelo Metto in forno dei pomodorini a 125 gradi per 75 minuti con timo,sale ,pepe,zucchero di canna,scorza di lime e un giro d'olio evoPreparo la salsa pane,soffriggo in olio evo,uno spicchio d'aglio e del rosmarino,aggiungo 50 gr di pane a lievitazione naturale senza sale fatto da me e porto a cottura con del brodo di pollo,poi elimino l'aglio e il rosmarino,frullo,setaccio e regolo di sale,pepe e zucchero e tengo in caldoStendo la pasta e ci metto la semisfera che si sarà solidificata,chiudo i ravioli e li cuocio. Impiatto la salsa,i ravioli,il pomodorino,le fave pulite e il pecorino,finisco il piatto con olio al rosmarino.
10
Gimlet alla menta
10
In uno shaker, mischiare il cetriolo sbucciato e tagliato a pezzetti, la menta e lo sciroppo di lime fino a che il cetriolo diventa morbido.Riempire lo shaker con del ghiaccio, poi versare il succo ottenuto dalla spremitura della limetta e il gin. Mettere il tappo sullo shaker e agitare fino a quando il cocktail non si è completamente raffreddato (circa 20 secondi).Filtrate il composto in un bicchiere da Martini. Guarnire con un piccolo rametto di menta, se volete.
11
Sangria con anguria e fragole
27
In una grande brocca, mischiare l'anguria preparata, le pesche, le fragole e il lime. Versare la sambuca e la bottiglia di Sauvignon. Mescolare delicatamente con un cucchiaio grande per amalgamare il tutto. Lasciare raffreddare la miscela in frigorifero da due a quattro ore. Quanto più tempo sarà lasciata a raffreddare tanto il risultato sarà migliore.Servire la sangria nei singoli bicchieri con ghiaccio.