0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

1498Risultati per "succo di limone"

0
Cocktail di whisky al succo di barbabietola
16
In una pentola di medie dimensioni riscaldare il succo di barbabietola e lo zucchero a fuoco medio. Una volta che la miscela viene portata ad ebollizione e lo zucchero si sarà sciolto mettere da parte a raffreddare.Riempire un bicchiere per cocktail con del ghiaccio. Per ogni cocktail riempire uno shaker con 28 ml di sciroppo di barbabietola, 43 ml di whisky, 28 ml di succo di limone, 10 ml di acqua tonica e ghiaccio. Agitare fino a quando la parte esterna dello shaker non è ghiacciata al tatto. Guarnire con una fetta di limone e il timo.
1
Centrifugato alla fragola
20
Lavare in acqua corrente le fragole. Aiutandovi con un coltello e un tagliere rimuovete e foglioline delle fragole. Poi tagliatele a pezzetti. A parte spremete il limone ed eliminarne i semini. Versare le fragole all’interno della centrifuga e azionate il mixer. Aspettate finché il centrifugato non sarà pronto. Infine aggiungete il succo di limone. Dolcificate e servite ben freddo (magari fate riposare un’oretta in frigo)
2
Pennoni rigati con melanzane, menta e caciocavallo
11
Pelare per ¾ le melanzane, tagliarle a cubetti, salarle con sale grosso e farle spurgare per almeno mezz’ora. Saltare poi in padella le melanzane con l’olio e l’aglio e poi frullare il tutto aggiungendovi un pò d’acqua di cottura e alcune foglioline di menta.Cuocere i penne rigate Bio in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Mantecare la pasta fuori fiamma con la crema di melanzane, aggiungendo il caciocavallo a scaglie. Impiattare e decorare il piatto con le mandorle tostate e foglioline di menta.
3
Applesauce
3
Sbucciate, private del torsolo e tagliate a pezzetti le mele.Ponete in una casseruola, le mele, l'acqua ed il succo di limone. Accendete il fuoco e portate a bollore, quindi abbassate la fiamma e lasciate sobollire per circa 30 minuti, senza coperchio, mescolando di tanto in tanto.Quando le mele saranno molto morbide, spegnete il fuoco e rendetele una purea.Aggiungete lo zucchero, se volete le spezie e mescolate. Versate in barattoli, chiudete ed una volta freddi, conservate in frigorifero.
4
Ghiaccioli di pesca e miele
27
Preriscaldare il forno a 180°. Foderare una teglia con carta da forno. Trasferire le pesche a fette nella teglia da forno e condire delicatamente con due cucchiai di miele e un pizzico di sale. Disporre le pesche su di un unico strato. Arrostire per 30 minuti, mescolando a metà cottura, o fino a quando le pesche non siano morbide e succose (soprattutto i bordi).Mentre la frutta si sta arrostendo, mescolare insieme lo yogurt, una tazza di miele, il succo di limone e la vaniglia in una ciotola media. Sentitevi liberi di aggiungere più miele o vaniglia per soddisfare i vostri gusti. Mettere il composto in frigorifero in modo che rimanga fresco.Lasciare che le pesche si raffreddino. Poi aggiungere le pesche e tutti i loro succhi nella ciotola dello yogurt. Utilizzare un grande cucchiaio per versare delicatamente tutto il composto.Utilizzare il cucchiaio per trasferire la miscela di yogurt nello stampo del ghiacciolo. Potrebbe essere necessario spingere le pesche negli stampi, ma non dovrebbe essere molto faticoso. Inserire i bastoncini e congelare per almeno quattro ore.Quando si è pronti a mangiare i ghiaccioli, far scorrere acqua calda intorno all'esterno degli stampi per circa dieci secondi e rimuovere delicatamente i ghiaccioli. Gustateli immediatamente.
5
Linguine con asparagi e fiori di zucca
37
Pulire gli asparagi, eliminando la parte del gambo più dura. Lavarli e tagliarli a tocchetti. Sbucciare lo scalogno, tritarlo fine facendolo appassire a fiamma media in una padella con l’olio.Unire gli asparagi, salarli e proseguire la cottura per quindici minuti mescolando spesso. Pulire i fiori di zucca ed eliminare il pistillo. Friggerli in abbondante olio caldo per pochi istanti e conservarli in caldo.Sbattere le uova con la panna e il formaggio in una ciotola capiente, mescolando fino a ottenere un composto omogeneo. Cuocere le linguine in acqua bollente salata, scolarle al dente e mantecarle nella padella con gli asparagi, la maggiorana e la crema di uova, panna e formaggio. Aggiungere ad ogni porzione un fiore fritto, pepare e servire.
6
Confettura di pere vaniglia e frutta secca
27
Lavate le pere, pulitele e tagliatele a pezzettini, versatele in una pentola. Lavate la mela, frullatela finemente completa di buccia e torsolo, sono la parte della mela che contiene più pectina e aggiungetela alle pere, unite anche lo zucchero, la bacca di vaniglia aperta in 2 e fate riposare per 1 ora in frigorifero.Portate sul fuoco, fate raggiungere il bollore e spegnete subito la fiamma, coprite con un foglio di carta forno a contatto e fate raffreddare in frigorifero per una notte.La mattina seguente passate la frutta in un setaccio in modo da dividerla dal succo poi mettete il succo nella pentola e portatelo a bollore; abbassate la fiamma e fate cuocere solo il succo per 15 minuti, aggiungete le pere e la frutta secca e fate cuocere altri 15 minuti. Spegnete e mettete subito la confettura calda nei vasetti sterilizzati, potere metterli in forno per 5 minuti a 150°C, poi rovesciate i vasetti e Trovate un passatempo interessante che vi distragga dal voler assaggiarla subito.
7
Gelato alle more
Tagliare la banana a tocchetti e congelare insieme alle more in un sacchetto antigelo o un tapware: la frutta deve rimanere in frigo almeno sei/otto ore e va tirata fuori dal freezer almeno dieci/quindici minuti prima.Nel mixer inserire la frutta, il succo di limone e il miele regolandosi secondo i propri gusti. Frullare il tutto: inizialmente risulterà poco scorrevole, probabilmente ci sarà bisogno di schiacciare con un cucchiaino la frutta e riportarla a livello della lama. Quando il composto sarà uniforme potrà essere servito.
8
Pasta con piselli gamberi e zafferano
40
Prima di tutto ci preoccupiamo di sgranare i piselli. Li raccogliamo in una ciotola. Mettiamo sul fuoco un pentolino con acqua e sale, non appena bolle versiamo all’ interno i piselli per pochissimi istanti. Laviamo i pomodorini e li tagliamo a metà. In una padella scaldiamo un cucchiaio di olio con lo scalogno sminuzzato. Versiamo all’ interno i pomodorini e lasciamo cuocere. Nel frattempo puliamo le mazzancolle. Eliminiamo testa, zampe, carapace e filamento nero (interiora) e le passiamo sotto l’acqua e li versiamo nella padella insieme ai pomodori. Lasciamo cuocere per qualche minuto e se necessario aggiungiamo un mestolo di brodo. A questo punto inseriamo anche i pisellini e qualche pistillo di zafferano. Mescoliamo bene , togliamo dal fuoco e lasciamo da parte. Cuociamo le pasta in acqua e sale. Non appena al dente le scoliamo e le versiamo in padella insieme al condimento, le mescoliamo affinché possano assorbire e quindi “accogliere” il condimento alla perfezione, grazie alla trafilatura al bronzo.
9
Limonata al rosmarimo
18
Metti l'acqua in un pentolino con lo zucchero. Sciogli quest'ultimo mescolando, aggiungi il rosmarino spezzettato grossolanamente e porta ad ebollizione.Una volta raggiunta, togli dal gas, copri e lascia riposare almeno mezz'oretta. Passato il tempo necessario, aggiungi la restante acqua ed il succo di limone. Filtra e servi ben fredda con del ghiaccio.
10
Meringhe alla francese
16
Separate il tuorlo dall'albume facendo molta attenzione che non rimangano tracce del primo.Pesate gli albumi e ricalcolate la proporzione dello zucchero che dovrete aggiungere che deve essere in rapporto di 1:1 o 1:2.Aggiungete 1 cucchiaino di limone ogni 100 g di albumi. Non aggiungete sale!Iniziate a montare gli albumi a bassa velocità senza aggiungere lo zucchero: prima lo aggiungerete minore sarà il volume finale e maggiore la densità della meringa. Iniziate ad aggiungere lo zucchero, poco per volta, quando gli albumi avranno quadruplicato il volume per non avere meringhe troppo "dense". Continuate a mescolare a velocità sostenuta finché lo zucchero non sarà completamente sciolto e finché, anche rovesciando la bastardella, gli albumi saranno così sodi da non "cadere". Riempite una sac a poche con la punta che preferite oppure utilizzate un cucchiaio per formare delle piccole meringhette su una teglia precedentemente rivestita con carta da forno.Cuocete a forno caldo statico ad una temperatura tra gli 80° ed i 100° (io sto nel mezzo di solito) per almeno 2 ore. Se non fossero ancora completamente asciutte aumentate i tempi di cottura ma mai la temperatura, se no lo zucchero inizierebbe a caramellizzare e le meringhe, da bianco candido, diventerebbero beigioline.Prima di cuocerle potete colorare gli albumi con coloranti alimentari rigorosamente non liquidi per non alterarne la consistenza, o con codettine colorate. Oppure, una volta cotte potete intingerle in un po' di cioccolato fondente.
11
Confettura di albicocche
3
Lavate le albicocche, privatele del nocciolo (il peso si riferisce alle albicocche già pulite) e tagliatele a pezzetti.Ponete le albicocche a pezzetti in un pentolino dal fondo alto, irroratele con il limone ed aggiungete lo zucchero.Fate cuocere per circa 30 minuti a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto e schiacciando leggermente i pezzetti di albicocca. La confettura è pronta quando versandone un cucchiaino su un piatto ed inclinando quest'ultimo, scivola lentamente; se ha un aspetto troppo liquido e scivola via velocemente, dovete prolungare la cottura.Con l'ausilio di un mestolino, versate la confettura in un barattolo preventivamente sterilizzato e chiudetelo subito. Lasciate che raffreddi a temperatura ambiente e poggiato sottosopra.