0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

108Risultati per "Patate viola"

0
Chips di patate viola
4
Lavate le patate asciugatele e,senza sbucciarle ,tagliatele molto finemente con l'aiuto di una mandolina .Tamponate le fette una ad una con un canovaccio pulitoVersate dell'abbondante olio in una padella e,quando avrà raggiunto la temperatura immergetevi le fette di patate ,non appena avranno finito di sfrigolare e saranno diventate dorate ,toglietele dall'olio con una schiumarola facendole scolare su un vassoio foderato di carta da cucina,quindi salatele e servitele
1
Spatola gratinato con quenelle di patate viola
12
Per preparare le chips di melanzane, le sbucciamo e ne ricaviamo delle sottili striscioline che lasciamo a spurgare in acqua e sale. Scoliamo, asciughiamo e friggiamo in olio di semi. Quindi facciamo rilasciare l'olio (non dovrebbero averne troppo dato l'esile spessore).Peliamo le patate, le laviamo e le mettiamo a bollire in acqua salata. Nel frattempo prepariamo un trito di pane raffermo, capperi dissalati, formaggio ragusano e qualche ciuffetto di timo.Quando con una forchetta riusciamo a penetrare le patate, le scoliamo e le versiamo in un mixer con il grana grattugiato, due fiocchi di burro, sale e pepe.Laviamo la spatola (l'ho fatta pulire dal pescivendolo) sotto l'acqua corrente, ne ricaviamo dei filetti che asciughiamo con carta assorbente. In una pirofila versiamo un filo d'olio evo e quindi cominciamo a riporre i filetti, dopo averli panati nel trito di pane e ragusano, copriamo con il ripieno rimasto, versiamo un filo di olio evo ed inforniamo a 180°C per 10 minuti.
2
Mozzarelline su purè di patate viola e cialda
1
Per prima cosa ho preso le patate e le ho fatte lessare in microonde alla massima potenza per 6 minuti.Dopodiché le ho lasciate intiepidire e le ho pelate e schiacciate.Ho aggiunto sale e noce moscata e poi ho aggiunto il latte fino a ottenere la densità desiderata. Quindi l’ho lasciato raffreddare.Poi ho preparato delle cialde di farina croccante frullando acqua olio e farina e facendo formare delle cialde versando un po’ di composto in un padellino finché smette di evaporare l’acqua e facendo poi scolare l’olio in eccesso.Per servire ho messo sul piatto la cialda, il purè di patate viola e per fare un piatto completamente freddo ho adagiato delle mozzarelline.
3
Gnocchi di patate viola su crema di zucca
3
Laviamo le patate, le immergiamo in una pentola con acqua fredda e le lasciamo lessare sin quando i rebbi di una forchetta non riescono a penetrarne la parte superficiale (generalmente occorrono circa 40 minuti). Spelliamo le patate, cercando di non farle raffreddare troppo, le passiamo in uno schiacciapatate e poi direttamente sulla farina 00. Alla Farina e le patate schiacciate incorporiamo un tuorlo, regoliamo di sale, e lavoriamo il composto con le mani sino ad ottenere una palla omogenea.Prepariamo un piano di lavoro spolverandolo con della farina 00, quindi preleviamo una parte dell'impasto e facendo pressione con i palmi delle mani, a mo’ di rullo, cerchiamo di ottenere delle striscioline da tagliare con un coltello in tanti rettangolini o quadratini. Spingiamo con il pollice ogni quadratino su una forchetta, dalla parte concava sino all'estremità della stessa, ottenendo uno gnocco con un incavo in pancia ed il dorso segnato dai rebbi. Predisponiamo un vassoio con un canovaccio e vi disponiamo gli gnocchi. Una volta riempito il vassoio, spolveriamo con farina 00 e copriamo.Puliamo la zucca e ne ricaviamo pezzi da circa 150 grammi l'uno, li laviamo e asciughiamo su carta assorbente. Tritiamo al coltello lo scalogno e lo soffriggiamo in padella con due cucchiai di olio evo. Tagliamo a dadini due dei pezzi di zucca ricavati precedentemente e li mettiamo in una padella dai bordi alti. Dopo un paio di minuti facciamo sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco, quindi copriamo e cuciniamo a fuoco lento per mezz’ora assicurandoci che non si asciughi.Non appena la zucca si è ammorbidita (20 minuti di cottura a fuoco lento dovrebbero bastare) la passiamo al mixer regolandone la consistenza con olio evo (e se volete insaporirla maggiormente con qualche cucchiaio di grana). Aggiungiamo sale e pepe e la nostra crema è pronta.A questo punto non ci resta che mettere l'acqua a bollire, salarla e immergervi gli gnocchi non appena questa bolle. Dopo un paio di minuti gli gnocchi cominciano a venire a galla e con una schiumarola possiamo toglierli dall'acqua di cottura e adagiarli sulla nostra crema di zucca. Per guarnire il piatto potete usare un ciuffetto di salvia.
4
Patate duchesse
10
Laviamo le patate sotto l’acqua così da togliere uno residuo di terreno. Lessiamole in abbondante acqua e sale. Non appena cotte scoliamole e disponiamole su una leccarda da forno e lasciamole asciugare a 80 gradi circa per una ventina di minuti. Togliamo le patate dal forno e peliamole.Passiamole in uno schiaccia patate e uniamo burro tagliato a tocchetti a temperatura ambiente e mescoliamo. Aggiungiamo anche un pizzico di sale e di pepe e i 3 tuorli e amalgamiamo bene. Trasferiamo il composto in una sac à poche con bocca rigata e realizziamo tanti ciuffi su una carta da forno poggiata su leccarda. Spennelliamo su tutte il tuorlo allungato con un po di latte. Cuociamo in forno a 180 gradi per circa 10 minuti.
5
Patate duchessa
5
Dopo aver lessato le patate,mediamente per 30 minuti circa o comunque regolatevi in base alla dimensione e tipologia. Io ho utilizzato delle patate rosse di misura grande. Sbucciatele e schiacciatele finché son ancora calde,una volta fatto aggiungeteci del burro che si scioglierà col calore delle patate ancora calde. Terminata l'operazione,aggiungetevi i tuorli,il parmigiano reggiano,sale,pepe e noce moscata ed amalgamate il tutto fino a raggiungere una consistenza omogenea e soda(ma non troppo)Inserire il composto in una sacca a poche con la bocchetta a stella. Potete imburrare una teglia o se preferite utilizzare della carta forno come ho fatto io. Tagliatela in base alla giusta dimensione della teglia che andrete ad utilizzare,bagnatela con acqua e strizzate. Una volta fatto ciò stendetela sulla teglia. Adesso dovete spremere l'impasto sulla teglia creando 3 giri in modo tale che sian belle alte.Prendete un tuorlo,sbattetelo e spennellatelo sulle vostre duchesse. Accendete il forno al max della sua temperatura,una volta riscaldato per bene posizionate il termostato sui 220/210 gradi per circa 10 minuti al secondo ripiano partendo dal basso. Ovviamente regolatevi anche un po' ad occhio in base alla vostra tipologia di forno. Trascorsi i 10 minuti di cottura le faccio cucinare ancora 5 minuti in modalità grill. Quando vedrete che son ben dorate saranno pronte.
6
Turtlen ricotta e patate
24
Iniziamo dall’impasto. disponiamo le due farine su di un piano, aggiungiamo un pizzico di sale, 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, e poco alla volta l’acqua calda E’ importante che l’acqua sia calda perché rende l’impasto molto più elastico. Impastiamo il tutto fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea che andremo a far riposare dentro una bustina per una mezz’orettaNel frattempo sbucciamo le patate, tagliamole a tocchetti e facciamole cuocere in un pentolino con dell’acqua fredda. Quindi scoliamole , schiacciamole con uno schiacciapatate e amalgamiamole alla ricotta. Insaporiamo il composto con sale e pepe o a preferenza noce moscataRiprendiamo ora la pasta, stendiamola molto sottile e con un coppapasta ricaviamone dei dischi di numero paro. Su metà dischi mettiamo un cucchiaio di ripieno e chiudiamo il turtlen sovrapponendo un altro disco e sigillando bene i bordi. Continuiamo così fino al termine degli ingredienti Ora non resta che passare i nostri golosi turtlen in forno, ma prima per rendere la superficie più croccante spennelliamoli con acqua mista ad olio e impaniamoli con farina di mais e pangrattato. Cuociamoli a 180 gradi per 15/20 minuti. Una volta ben dorati possiamo sfornarli e gustarli caldi
7
Patate ripiene al forno
20
Fate bollire le patate con la buccia in una pentola con l'acqua per 30 minutiUna volta cotte ,tagliate via una fetta .Poi con uno scavino estraete la polpa e mettetela in una ciotola e schiacciatela con una forchetta .Aggiungete un uovo la mozzarella tagliata a dadini il prosciutto cotto e il parmiggiano.Farcite le patate con il ripienoMettete le patate ripiene in una teglia e mettete sopra dei fiocchetti di burroInfornate per 25 minuti a 180
8
Focaccia patate e formaggio
19
Per l’impasto raduniamo tutti gli ingredienti ad eccezione dell’acqua, nella ciotola dove andremo ad impastare. Possiamo usare una forchetta oppure l’impastatrice con il gancio a spirale. Aggiungiamo lentamente l’acqua, sino ad ottenere un impasto morbido e legato, lavoriamo con le mani per almeno 5 minuti e sistemiamo a lievitare in una ciotola unta con qualche goccia d’olio, sino al raddoppio.Oliamo per bene la teglia e stendiamo la focaccia con le mani sino a coprirla tutta. Per il condimento, lavoriamo la ricotta con una forchetta, ammorbidendolo e spalmiamolo su tutta la superficie della focaccia, lasciando un bordino di mezzo centimetro abbondante. Ricopriamo col formaggio. Affettiamo le patate col coltello o con la mandolina, ottenendo delle fettine sottili. Io le uso con la buccia, avendo cura di lavarle per bene prima di tagliarle.Completiamo con il rosmarino, la cipolla (se la usate) ed aiutandoci con un cucchiaino, condiamo il tutto con delle goccine d’olio. Un pizzico di sale e gli aghi di rosmarino.In forno caldo a 200° per 20 minuti, controlliamo che sia ben dorata sotto e che le patate siano ben cotte. Lasciamo raffreddare prima di tagliarla a quadrotti e servirla!
9
Gateau di patate
9
Lavare le patate con la buccia e scaldarle in una pentola. Una volta cotte, passarle allo schiacciapatate.Alle patate schiacciate unire i 3 tuorli, il bicchiere di latte, il burro, il sale e il pepe. Se troppo liquido, si possono aggiungere un paio di cucchiai di pangrattato. Imburrare una teglia e cospargerla di pangrattato. Versare metà impasto di patate, livellando per bene in modo da distribuirlo equamente nella teglia. Farcirlo con le fette di provola e di salame. Coprire con l'altra metà di impasto di patate. Tagliare le patate per la copertura a fettine sottili. Disporle sulla superficie del gattò, sovrapponendole leggermente. Ungere con olio evo le patate. Spargere altro pangrattato e dei fiocchetti di burro sulla superficie.Infornare a 190°C per 50 minuti. Gli ultimi minuti, mettere il forno alla funzione "grill" per far diventare più croccante la crosticina.
10
Kartoffelsuppe (vellutata di patate)
8
Per realizzare la Kartoffelsuppe (vellutata di patate) dobbiamo innanzitutto procedere con la preparazione del brodo vegetale e tenerlo da parte. Tagliare le patate a cubetti. Pulire le carote e tagliarle a rondelle.Sbucciare la cipolla, tritarla e metterla in un tegame capiente con la noce di burro e farla appassire a fuoco dolce. Aggiungere 100 gr di pancetta tagliata a pezzi e farla rosolare. A questo punto aggiungere le carote e farle insaporire per qualche minuto. Aggiungere le patate e mescolando spesso, farle amalgamare con il resto degli ingredienti. Quindi unire il brodo vegetale e le foglie d’alloro. Coprire il tegame con un coperchio e far cuocere la zuppa a fuoco dolce (le verdure devono risultare morbide). Appena la zuppa sarà pronta aggiustare di sale e pepe. Togliere le foglie d’alloro e passare la zuppa con il frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema vellutata. Tenere la Kartoffelsuppe in caldo.Nel frattempo preparare la pancetta croccante e i crostini di pane: in una padella antiaderente mettere un filo d’olio e rosolare la pancetta. Togliere la pancetta divenuta ormai croccante e nella stessa padella rosolare i cubetti di pane.Servire la Kartoffelsuppe caldissima e accompagnata dai crostini di pane, la pancetta e il prezzemolo tritato.
11
Riso, patate e cozze
5
Per prima cosa bisogna pulire le cozze che vanno aperte crude. Un consiglio è farlo il giorno prima perché richiede tempo. L'apertura è una questione di tecnica: è necessario far scivolare in avanti una delle due parti della cozza fino a sentire una specie di clac, inserire poi tra le due parti la lama del coltellino e facendolo scorrere aprire la cozze. In ogni caso se non siete pratici vi consiglio di vedere qualche video prima. L'importante è conservare il liquido che uscirà dalla cozza.Mettere il riso a bagno in una ciotola con acqua fredda per fargli perdere l'amido e risciacquarlo.Filtrare l’acqua delle cozze con un passino fine o un telo di cotone, in modo da eliminarne tutte le impurità e tenerla da parte.Pelare le patate, magari aiutandosi con una mandolina, e immergerle in una ciotola d'acqua e lasciarle da parte. Le patate è necessario che abbiano lo stesso spessore per una cottura uniforme.Ora è il momento di assemblare il tutto in una teglia di alluminio. Cospargere il fondo con abbondante olio extravergine e iniziare a comporre gli strati. Iniziare dallo strato di patate, aggiungere i pomodorini schiacciati al momento, prezzemolo, aglio (se lo desiderate, formaggio, cozze ed infine il riso. Continuare così fino allo strato finale.Per lo strato finale avere cura di chiuderlo completamente con le patate, concludere con i pomodorini, formaggio, prezzemolo e aggiungere ancora un po' di olio.A questo punto bisogna aggiungere i liquidi. Inserire di lato alla teglia il liquido filtrato delle cozze e completare con acqua leggermente salata (circa 7 gr. di sale ogni litro) fino al limite dell’ultimo strato, senza superarlo. Normalmente noi a casa non aggiungiamo sale nell'acqua perché il sale contenuto nelle cozze e nel pecorino è abbastanza. Bisogna provarla senza sale e poi decidere la seconda volta se aggiungerlo. Secondo me meglio senza. La giusta quantità d'acqua la si capisce se premendo l'ultimo strato l'acqua affiora.Infornare a 200° forno statico per 45/60 minuti. Quando vedrete le patate con una gustosa crosticina dorata il piatto sarà pronto. Spegnere il forno e lasciar intiepidire e assestare. Riso patate e cozze non va mangiato caldo ma leggermente tiepido.