0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

20Risultati per "alloro"

0
Involtini di pesce per due
7
Lavate bene prezzemolo e pomodorini, sminuzzate il primo con la mandolina e tagliate i pomodori in quattro.Mettete un po' di pangrattato in un piatto adagiate il filetto di merluzzo, conditelo con pochi pezzetti di pomodoro, le bietole già cotte e pezzetti di foglie di alloro. Salate e pepate, un filo d'olio evo e arrotolate. Sigillate con due stuzzicadenti. Continuate così per tutti i filetti fino a terminare il ripieno.Disponete gli involtini in una teglia tonda ricoperta di carta forno ben oleata. Spargete un po' di pangrattato sulla superficie degli involtini e poi un filo d'olio evo.Infornate in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti fino a doratura. Serviteli caldi, accompagnandoli con un'insalata mista o patate al forno.
1
Zuppa di ceci e maltagliati
48
Preparare il brodo vegetale mettendo in un pentola dell’acqua a bollire con il sedano, la cipolla, la carota, una foglia d’alloro e il rosmarino per 30 minuti.In una padella soffriggere un trito di carote, cipolla e sedano e quando saranno appassite aggiungere un po' di passata di pomodoro, unire i ceci precedentemente lavati e il brodo vegetale.Salare, aggiungere gli aromi a piacere e lasciare cuocere per 30 minuti, aggiungendo il brodo se si secca troppo.A questo punto prendere un po' di ceci e tritarli in un mixer, raggiungendoli nella padella per la cottura.Cuocere per altre 2 ore aggiungendo il brodo se necessario, quando saranno morbidi i ceci aggiungere i maltagliati e cuocere per 4-5 minuti.Aggiunger un filo d’olio di oliva, pepe, un rametto di rosmarino e servire calda.
2
Pennoni rigati con melanzane, menta e caciocavallo
18
Pelare per ¾ le melanzane, tagliarle a cubetti, salarle con sale grosso e farle spurgare per almeno mezz’ora. Saltare poi in padella le melanzane con l’olio e l’aglio e poi frullare il tutto aggiungendovi un pò d’acqua di cottura e alcune foglioline di menta.Cuocere i penne rigate Bio in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Mantecare la pasta fuori fiamma con la crema di melanzane, aggiungendo il caciocavallo a scaglie. Impiattare e decorare il piatto con le mandorle tostate e foglioline di menta.
3
Zuppa alle vongole, claim chowder
27
Il primo passo è la preparazione delle vongole, le quali vanno pulite e messe a spurgare in acqua fredda e sale, tenendole in questa condizione alcune ore, in alternativa è possibile utilizzare vongole surgelate che non richiedono questo passaggio. Mettiamo sul fuoco una padella capiente (io per comodità uso una Wok) con un filo di olio aromatizzato all’aglio e ci aggiungiamo le vongole sfumando con un filo di vino bianco, attendiamo che la parte alcolica evapori e aggiungiamo 450 ml di acqua che lasceremo sul fuoco qualche minuto in modo che i nostri adorati molluschi si aprano.A questo punto scoliamo le vongole mettendo però da parte l’acqua di cottura rimasta in padella (ci servirà in seguito!), le vongole vanno sgusciate ed eliminate se rimaste chiuse. Mettiamo ora a bollire le patate. Completata la preparazione delle vongole mettiamo nuovamente sul fuoco la padella con un filo di olio e ci soffriggiamo il guanciale (o il bacon che sia) unendovi l’alloro e il nostro preparato per il soffritto (aglio, carota, cipolla e sedano)Lasciamo il tutto a fuoco moderato per circa 8 minuti, mescolando di tanto in tanto. Uniamo la farina e la lasciamo colorare qualche minuto (2/3 minuti al massimo), facendo attenzione che non si bruci nulla. Uniamo lentamente quindi il liquido di cottura delle vongole tenuto da parte e aggiungiamo le patate spellate e schiacciate e il timo, lasciando cuocere per una decina di minuti.Uniamo quindi le vongole sgusciate, la panna e il prezzemolo, saliamo e pepiamo a nostro gusto (un buon cuoco deve sempre assaggiare) e portiamo a leggera ebollizione la nostra zuppa in modo che si addensi un pochino, e taac il nostro gustoso piatto d’oltreoceano è pronto. (in caso la zuppa risulti troppo densa possiamo aggiungere un po’ di acqua calda e mescolare fino a densità desiderata).
4
Condiriso home made
3
Innanzitutto la ricetta vale per circa 2 kg di verdure...quindi ora regolate voi le porzioni. Detto ciò...In una pentola ben capiente versiamo l’aceto, l’acqua, aggiungiamo lo zucchero ed il sale, le foglie di alloro e portiamo il tutto a bollore.Nel frattempo laviamo e puliamo le varie verdurine e procediamo a suddividerle in piccoli tocchetti tipici di un condiriso.Separiamo ora i nostri ortaggi a seconda della cottura, quindi nel mio caso 1.fagiolini+sedano+carote 2.cavolfiore +zucchine 3.peperoni gialli+peperoni rossi+pisellini Una volta che il nostro liquido di cottura bolle tuffiamo prima le verdure del gruppo N.1 e facciamole cuocere 5 minuti dalla ripresa del bollore, quindi proseguiamo con le verdure N.2 nello stesso modo, ( 5 minuti di cottura dalla ripresa del bollore) , ed infine con le verdure N.3Ora non resta che scolare il tutto e far asciugare su di un piano coperto da dei canavacci di cotone.Una volta fredde e asciutte possiamo suddividere le nostre verdure nei vasetti e coprirle con del buon olio. Io personalmente ho usato l’olio di riso…leggero e delicato.Prima di chiuderli aspettiamo qualche ora che l’olio filtri bene, se necessario aggiungerne altro a copertura completa, Ora non resta che chiudere i barattoli e disporli in dispensa…possibilmente al fresco ed aspettare almeno un mesetto prima di gustarlo.
5
Linguine con asparagi e fiori di zucca
42
Pulire gli asparagi, eliminando la parte del gambo più dura. Lavarli e tagliarli a tocchetti. Sbucciare lo scalogno, tritarlo fine facendolo appassire a fiamma media in una padella con l’olio.Unire gli asparagi, salarli e proseguire la cottura per quindici minuti mescolando spesso. Pulire i fiori di zucca ed eliminare il pistillo. Friggerli in abbondante olio caldo per pochi istanti e conservarli in caldo.Sbattere le uova con la panna e il formaggio in una ciotola capiente, mescolando fino a ottenere un composto omogeneo. Cuocere le linguine in acqua bollente salata, scolarle al dente e mantecarle nella padella con gli asparagi, la maggiorana e la crema di uova, panna e formaggio. Aggiungere ad ogni porzione un fiore fritto, pepare e servire.
6
Stinco aromatico
2
Incidere lo stinco con il coltello, praticando tagli distanti 1 cm.Fare un trito con le erbe aromatiche infilarle nei tagli eseguiti precedentemente.Ungete, massaggiando, lo stinco con qualche cucchiaio di olio. Chiudete lo stinco in un foglio di carta forno e poi in uno di alluminio e lasciate che marini in frigo per 12 ore almeno. Preriscaldate il forno a 200° e infornate lo stinco. Fatelo cuocere a lungo, bagnandolo ripetutamente con brodo e cognac, per 2 ore circa. Servite caldissimo!
7
Brodo di ossa di manzo
11
In un forno a 230°, arrostire le ossa del midollo per 8 minuti circa, fino a quando non diventano leggermente dorate.Trasferire le ossa in una grande pentola e aggiungere l'aglio, la cipolla, le carote e il sedano tritati grossolanamente, la foglia d'alloro, l'origano, il pepe, il peperoncino, il sale e l'acqua. Quindi portare a ebollizione. Poi far sobbollire a fuoco lento per 2-4 ore, aggiungendo di tanto in tanto un po' d'acqua se si sente la necessità. Assaggiare e aggiustare di sale se necessario.
8
Tortiglioni con prosciutto, mele e caciocavallo
10
Far fondere il burro in una padella capiente. Unire il prosciutto cotto tagliato a tocchetti e la mela ridotta in fettine sottili, salare e lasciare rosolare il tutto per 5 minuti, finché la mela si ammorbidirà ed il prosciutto sarà leggermente dorato.Unire poi il radicchio tagliato a listarelle e le bietole precedentemente sbollentate e lasciar cuocere ancora qualche minuto.Cuocere i tortiglioni in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Aggiungerli alle verdure mantecando il tutto per qualche minuto. Servire con una manciata di pistacchi tritati grossolanamente, il pepe macinato fresco e il caciocavallo silano a fettine sottili.
9
Carpaccio di polpo
5
Tagliate le verdure in pezzi grossi e mettete tutti insieme allo polpo in una pentola a pressione, senza aggiungere acqua. Credettemi, non avrà bisogno perche il polpo rilascia abbastanza acqua! Chiudette la pentola e lasciatela in fuoco alto fino a che inizia il rumore di pressione. Abbassate d'allora in poi il fuoco. Dopo 8 minuti spengete il fuoco senza aprire la pentola. Siate sicuri di non avere più pressione prima di aprirla. Togliete il polpo e lasciate scolare un po’. Con l'aiuto di una pellicola avvolgere il polpo come se fosse una caramella, stringendo bene per renderlo più stretto possibile per togliere l’aria e poi chiudete entrambe le estremità. Fate qualche buchi con una forchetta e mettere nel congelatore per circa 6 ore. Per servire basta togliere la pellicola e tagliare fettine sottili del rotolo di polpo e disporre sul piatto piato, poi condirlo con una vinagrette fatta con il sale, olio d'oliva e succo di arancia. Guarnire con un pizzico di pepe rosa e prezzemolo, un po' di rucola ed alcuni fette d’arancia.
10
Municeddhi (lumache nere di terra) alla brindisina
1
Lavare (ma proprio tanto) le lumache, fino a togliere tutti i residui di terra. Togliere la panna e bollirle per 5 minuti in acqua salata. Colarle in un colapasta.In una pirofila, scaldare l'olio. Mettere la cipolla, precedentemente affettata a rotelle (e metà peperoncino rosso, se gradito). Farla appassire, a fuoco lento. Aggiungere le lumache, l'alloro, il sale, se necessario, e cuocere, a fuoco moderato, per 15 minuti senza il coperchio.Alzare la fiamma e sfumare col vino bianco sino a completa evaporazione dell'alcol. Spegnere e servire subito.
11
Sformatini di verza con fonduta
34
Eliminate le foglie esterne e la costola centrale della verza che potrebbero risultare troppo dure, lavate le foglie e tagliatele a listarelle sottili. Tritate finemente la cipolla e poi fatela rosolare in una padella con l’olio extravergine d’oliva. Aggiungete la verza tagliata a listarelle, insaporite con sale, pepe e alloro. Coprite con il coperchio e lasciate stufare per circa 20 minuti, aggiungendo ogni tanto durante la cottura qualche cucchiaio di acqua calda.Quando la verza risulterà morbida, spegnete il fuoco e lasciatela raffreddare. Trasferitela in una ciotola, unite la panna, le uova, il prezzemolo e frullate tutto fino a ottenere un composto omogeneo. Aggiustate di sale. Imburrate degli stampini individuali di alluminio oppure utilizzate quelli in silicone e versatevi il composto di verza. Disponeteli in una teglia piena per due terzi d’acqua, e cuocete in forno preriscaldato a 170°C a bagnomaria per 50 minuti.Mentre i tortini cuociono nel forno preparate la fonduta. Portate il latte a bollore e unitevi la maizena già stemperata in pochissima acqua fredda. Aggiungete la fontina tagliata a dadini piccoli e spegnete subito il fuoco. Mescolate bene con la frusta finché il formaggio non risulterà completamente sciolto. Spolverate con un pizzico di pepe.Sfornate i tortini, capovolgete delicatamente sui piatti singoli e servite accompagnati con la fonduta calda.