0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

5Risultati per "calamari"

0
Calamari ripieni e piselli
5
Iniziamo la ricetta pulendo i Calamari, ma vi consiglio di farvelo pulire dal pescivendolo così accorciare i tempi. Altrimenti procedete cosi: tagliate la testa, incidente con un coltello appena sotto agli occhi, così da eliminarli insieme al dente ne che si trova al centro. Poi svuotate bene le sacche e lavatele tutto sotto acqua corrente. Lasciate sgocciolare.Su di un tagliere tagliate a piccoli pezzettini tutti i tentacoli e trasferiteli in una terrina, dove andrete ad aggiungere le fette di pane bagnate nel latte,strizzato e sbricciolate, il parmigiano grattugiato , il pepe, il sale,il prezzemolo ed i pinoli tritati grossolanamente. Amalgamare bene il tutto e trasferiteli questo ripieno in una SAC-POSC.Riprendiamo le sacche dei Calamari ed incominciamo a riempire. Se non avete la SAC-POSC , potete utilizzare un cucchiaino. Riempiti tutti , fermiamo la chiusura con uno stuzzicadenti, da parte a parte.Prepariamo un soffritto di carota e cipolla tritatiin una bella padella grande, aggiungiamo i Calamari ripieni, facciamoli rosolare da ambo i lati e poi sfumiamo con del vino bianco. Lasciamo evaporare ed aggiungiamo i piselli e la salsa di pomodoro. Aggiustiamo di sale ed aggiungiamo acqua fino a quasi coprire i Calamari. Lasciate cuocere per circa 40 minuti. Ecco pronti i Calamari ripieni e piselli.
1
Pennoni rigati con melanzane, menta e caciocavallo
17
Pelare per ¾ le melanzane, tagliarle a cubetti, salarle con sale grosso e farle spurgare per almeno mezz’ora. Saltare poi in padella le melanzane con l’olio e l’aglio e poi frullare il tutto aggiungendovi un pò d’acqua di cottura e alcune foglioline di menta.Cuocere i penne rigate Bio in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Mantecare la pasta fuori fiamma con la crema di melanzane, aggiungendo il caciocavallo a scaglie. Impiattare e decorare il piatto con le mandorle tostate e foglioline di menta.
2
Spaghetti di calamari al pomodoro
30
Sciacquare accuratamente tutte le parti dei calamari pulite sotto acqua corrente. Tagliare i calamari in listarelle sottili e sminuzzare i tentacoli. Scaldare l'olio in una grande padella a fuoco medio-basso. Aggiungere lo scalogno e lo spicchio d'aglio e rosolare per circa tre minuti. Aggiungere i calamari e cuocere per un minuto o fino a quando non diventano rosa chiaro. Aggiungere i pomodori ciliegino tagliati a metà e il vino bianco. Lasciare cuocere a fuoco lento per circa cinque minuti. Spegnere il fuoco, coprire e mettere da parte.Portare una pentola di acqua a ebollizione e aggiungere un cucchiaio di sale. Calare gli spaghetti e fateli cuocere al dente.Trasferire gli spaghetti nella padella con il sugo di pomodori e gamberi. Mescolare bene per amalgamare il tutto. Impiattare, guarnire con delle foglioline di basilico e servire subito.
3
Insalata con calamari e verdure grigliate
5
Se siamo andati in pescheria, sicuramente ci riportiamo il pesce a casa bello che pulito. Quindi con ci resta che sciacquare bene i calamari e tagliarli a rondelle lasciando intera la parte con il tentacoli.Scaldiamo bene una piastra e andiamo a grigliare i nostri calamari fino a quando non diventano ben teneri. Ci vorranno davvero pochi minuti. Quindi  trasferiamoli su di un piatto.Andiamo ora a grigliare una melanzana e una zucchina fatte entrambe a fettine sottili.In un barattolino mettiamo il succo di un limone, aggiungiamo un pizzico di sale, uno di pepe e 2 cucchiai di olio. Chiudiamo il barattolino e agitiamolo più volte per formare l'emulsione.Prendiamo un bel piatto di portata, disponiamoci l'insalata, aggiungiamo i pomodorini tagliati in quattro, le verdure grigliate ed infine i nostri calamari. Condiamo il piatto con l'emulsione fatta e portiamo in tavola.
4
Paella con gamberi, cozze e calamari
31
In una grande padella profonda, scaldate l'olio d'oliva e lasciate soffriggere a fuoco medio-alto lo spicchio d'aglio tritato e le cipolle sminuzzate, facendoli rosolare per bene (2 minuti). Aggiungete il peperone e i pomodorini tagliati a dadini. Cuocete, mescolando di tanto in tanto fino a quando non diventano morbidi (5 minuti). Aggiungete il sale e la paprika e continuate a cuocere per altri 2 minuti.Trasferite le cozze in un'altra padella e copritele con l'acqua portandola ad ebollizione. Coprite la padella con un coperchio e lasciate cuocere sino a quando i gusci delle cozze non si aprono e il loro liquido non è stato rilasciato nella padella. Aggiungete l'acqua nella padella che contiene il composto di pomodori e peperoni. Il livello dell'acqua dovrebbe arrivare all'altezza dei manici della padella. Portate a ebollizione. Aggiungete il riso e lo zafferano e lasciate cuocere. Dopodiché, aggiungete un po' alla volta le cozze, gli anelli di calamari e i gamberi. Mescolate con un cucchiaio di legno per amalgamare tutti gli ingredienti e cuocete per circa 20 minuti coprendo con un coperchio.Finite di cuocere la paella senza coperchio fino a quando la maggior parte del liquido è evaporato e il riso non è cotto al dente. Al termine della cottura, lasciate riposare la paella per cinque minuti. Guarnite con una spolverata di prezzemolo tritato e servite.
5
Spaghetti, crema di peperoni all'arancia e baccalà
41
Lavare bene l'arancia, grattugiarne la buccia e spremerne il succo. Lavare il basilico, asciugarlo e staccare le foglie.Lavare e asciugare i peperoni e metterli in forno a 250° per 25 minuti circa. Farli raffreddare, togliere la pelle e i semi e frullarli con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema omogenea, insieme alla buccia e al succo dell'arancia, al basilico (tenerne da parte alcune foglie per guarnire i piatti), alle acciughe e ai capperi. Aggiustare eventualmente il sapore con sale e pepe.Far tostare il pane grattugiato insieme ad un cucchiaio di olio e mettere da parte. Sciacquare e asciugare il filetto di baccalà, poi farlo cuocere in una pentola antiaderente calda per circa 3 minuti per lato. Ridurlo poi in piccoli pezzi. Aggiustare eventualmente di sale e pepe, se necessario.Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata. In una pentola capiente trasferire il condimento a base di peperoni e farlo scaldare insieme al baccalà, tenendone da parte qualche tocchetto. Scolare la pasta al dente, basterà un minuto in meno, tengono davvero bene la cottura, e trasferirla in questa pentola. Farla insaporire per qualche minuto aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura.Impiattare aggiungendo il pesce tenuto da parte, le foglioline di basilico, il pane tostato e concludere con un filo d'olio. Ed ecco che questi meravigliosi spaghetti, con grano selezionato e coltivato completamente in Italia, sono pronti per essere gustati in tutta la loro bontà!
6
Risotto di mare in rosso
3
Controllate le vongole una a una eliminando quelle rotte. Mettetele in ammollo in acqua fredda salata per alcune ore. Sciacquatele e mettetele in una casseruola insieme a un filo d'olio, lasciatele aprire a fiamma bassa. Pulite le cozze e trasferitele in una seconda pentola. Coprite e fatele aprire a fiamma alta. Nel frattempo prendete i calamari decongelati e puliteli, sciacquateli sotto l'acqua corrente e tagliateli a pezzetti o rondelle. Pulite anche i gamberi decongelati togliendo loro il filo nero che hanno sulla schiena, è il loro intestino! Filtrare l'acqua delle cozze e delle vongole, bollire i gusci dei gamberi in acqua con i gambi di prezzemolo. Scolarli ed unire il brodo all'acqua delle cozze e delle vongole. Mettere da parte per dopo.Fare un soffritto di abbondante prezzemolo e aglio tritato, aggiungere se piace del peperoncino. Appena sfrigola aggiungere il riso e lasciarlo tostare ed insaporire. Aggiungere un mestolo di brodo. Appena si asciuga aggiungere altro brodo di pesce. A questo punto colorare con la passata di pomodoro, quando mancano una decina di minuti alla cottura del riso aggiungere i calamari, le vongole le cozze e per ultimi i gamberi. Controllare di sale (se fosse saporito portare a cottura solo con acqua)Spegnere e lasciare riposare il riso, spolverare con scorza di limone per dare la freschezza poi servire e sentirete che bontà! p.s. i limoni di Castagnetola (Massa ) dovrebbero essere riconosciuti DOP!!! Caratteristiche: di misura grande, con una buccia abbastanza spessa e profumatissimi guardate quanto sono belli!
7
Spaghettoni al datterino giallo acciughe e guttiau
44
In un pentolino fate dorare con due cucchiai d’olio il cipollotto affettato fine. Quindi unite la salsa di pomodoro (vi consiglio di usare quella di datterino giallo), correggete di sale e profumate con qualche fogliolina di timo fresco. Fate cuocere per circa 15-20 minuti.In abbondante acqua in ebollizione salata fate cuocere gli spaghetti per la metà del tempo indicata nella confezione. Fate finire di risottare gli spaghetti nella salsa. Unite, quasi sul finire, i filetti di acciuga. Porzionate nei piatti, completando con un giro d’olio evo e sfogliette di carasau guttiau.