0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

1626Risultati per "capperi sotto sale"

0
Paccheri con tonno, pomodori secchi e capperi
26
Fai lessare i paccheri in abbondante acqua salata. Scolali, raffreddali sotto acqua corrente e tienili da parte Lava i pomodorini e tagliali a pezzetti piccoli e unendo un filo d’olio, origano e un po' di sale e pepe.Sgocciola e sbriciola il tonno, unisci i pomodori secchi tritati grossolanamente i capperi dissalati e i pomodorini .Riempi i paccheri con il composto ottenuto, disponili nei piatti e legali con gli steli di erba cipollina Guarnisci a piacere con l'erba cipollina , qualche goccia di aceto balsamico e servi.
1
Spaghetti con alici e capperi di salina
27
Pesate separatamente i capperi per il condimento e quelli da friggere per decorare il piatto. Metteteli a dissalare, in ammollo già la notte e sempre separatamente. L’indomani, sbollentateli qualche minuto con un po’ di aceto di mele, scolateli e tritate grossolanamente al coltello quelli per il condimento, invece friggete in abbondante olio di semi a 170°quelli per decorare il piatto.Tenete da parte fino al momento di utilizzarli.Preparate il crumble di pane: tritate grossolanamente il pane raffermo di un paio di giorni e mettetelo in una padella con l'olio evo, condite con il sale su tutta la superficie e fate così pure con lo zucchero, poi spolverate con pepe nero e fate tostare a fiamma bassa mescolando continuamente. Togliete dalla padella, aggiungete la scorza di limone grattugiata. e lasciate raffreddare. Tenete da parte. Tirate fuori la stracciatella dal frigo con largo anticipo e stracciatela bene con forchetta e coltello. Tenete da parte. Preparate la crema di aglio nero: ammollate nel latte caldo, ma non bollente, gli spicchi di aglio nero per circa 5 minuti, poi scolateli e ammollateli nuovamente nel latte caldo, scolateli e metteteli nel boccale del mixer, quindi frullate diluendo  a poco a poco con il latte ed emulsionate fino ad ottenere una consistenza cremosa (fate la prova gocce su un piattino). Tenete da parte.Preparate il condimento per la pasta: in una padella soffriggete leggermente l'aglio nero con l'olio evo e il peperoncino, poi unire i filetti di alici e i capperi tritati grossolanamente e lasciate che le alici si sciolgano e i capperi rilascino il loro sapore. Togliete l’aglio, spegnete e tenete da parte.Cuocete gli spaghetti al dente e poi saltateli in padella per qualche minuto con il condimento, aggiungendo acqua di cottura. Mantecate facendo insaporire bene. Impiattate a nido e completate con in cima un cucchiaio di stracciatella e poi decorate con qualche cappero fritto, crumble di pane e goccioline di crema di aglio nero.
2
Involtini freddi di peperoni ripieni
1
Lavate i peperoni, asciugateli con della carta assorbente e disponeteli in una leccarda rivestita con della carta da forno. Fateli cuocere a 200°C in forno preriscaldato per circa 40', girandoli di tanto in tanto. Sfornateli, spellateli, privateli del loro picciolo e dei semini interni e divideteli delicatamente ciascuno in 4 falde. Nel frattempo, in una ciotola, lavorate il vostro pesto con il formaggio spalmabile fino a quando le due creme non saranno fuseSu un tagliere, stendete una falda di peperone alla volta e spalmatevi con l'aiuto di una spatola uno strato non troppo spesso di pesto e formaggio. Guarnite con erba cipollina, foglie di menta e prezzemolo, capperi e pinoliArrotolate piano piano su se stesse le falde di peperone con entrambe le mani, cercando di evitare la fuoriuscita del ripienoCompletate l'operazione e sigillate senza l'uso di stuzzicadenti ma semplicemente pressando bene la parte finale dell'involtinoDisponeteli in una teglia di ceramica in fila e mettete in frigo per una mezz'ora coperti da pellicola trasparenteServite
3
Scrigni di sfoglia con caponata piccante
1
Stendete la pasta sfoglia e con un coppa pasta formate 12 cerchi e create delle crostatine mettendo all’interno della teglia per muffin la sfoglia. Bucherellate il fondo della sfoglia per non farla gonfiare in cotturaFate cuocere per 15 minuti, estraete dal forno e fate raffreddareNel frattempo, pulite i cipollotti, le melanzane ed i pomodorini. Mettete in una casseruola, 3 cucchiai di olio e il peperoncino sbriciolato, fate andare per un paio di minuti, unite il cipollotto tagliato a rondelle, la melanzana a cubetti e i pomodori datterini spellati e tagliati.Fate cuocere per 20 minuti a fuoco dolce, unendo al bisogno un pochino di acqua. Verso fine cottura, unite le olive taggiasche, e i capperi sotto sale, che prima avrete lavato sotto acqua corrente togliendo il sale in eccesso. Unite tutto e fate cuocere ancora per 10 minuti.Fate raffreddare e poi con un cucchiaino, mettete il composto negli scrigni di sfogliaPrima di servire potete ripassare in forno caldo per 2 minuti e decorate con i cucunci, che non sono altro che i fiori di cappero
4
Sgombro gratinato
30
Ho pulito lo sgombro e l’ho sfilettato… Beh, quasi, dai, diciamo che ci ho quantomeno provato! Nel tritatutto ho messo il mezzo panino secco a pezzetti, i due pomodorini tagliati a metà, i capperi sciacquati e un pizzico di origano e l’ho azionato fino ad ottenere delle briciole un po’ umide. Ho adagiato i filetti di sgombro nella teglia con carta forno e li ho cosparsi con la panatura profumata al pomodoro e origano, premendo un po’ con le dita per farla aderire. Ho cosparso il pesce con un filo d’olio extravergine, l’ho cotto in forno per venti minuti a 180° e l’ho lasciato qualche minuto sotto il grill alla fine, per renderlo ben croccante.
5
U stummu allisciatu
2
Per prima cosa bisogna preparare una salsa tartara, prendete due uova e metteteli a bollire mentre in un tagliere tritate finemente un ciuffetto di erba cipollina, uno di prezzemolo e uno di dragoncello. Poi lavate mezzo cucchiaino di capperi sotto sale e tritate finemente anche questi. Trascorsi 15 minuti togliete dal fuoco il tegamino con le uova e passatelo, con il suo contenuto, sotto l’acqua fredda. Sgusciate le uova e togliete il bianco mettendo i tuorli in una boule.Adesso passate un cucchiaino di aceto bianco sui tuorli e cominciate a pestarli con lo stesso cucchiaino, quindi aggiungete gli odori (un po di prezzemolo lasciatelo per decorare il piatto alla fine), i capperi tritati precedentemente, 60 ml di olio di semi a filo e sbattete con una frusta sino ad ottenere cremosità.Per la sfilettatura dello sgombro, già squamato e privo di interiora: dapprima rimuovete con un paio di forbici tutte le pinne senza dimenticare la dorsale, quindi con un apposito coltello praticate una incisione all'altezza della gola, perpendicolarmente al pesce, sino a toccare la spina dorsale, seguite la dorsale con il coltello tenendo l'altra mano appoggiata al dorso dello sgombro. Ottenuti i due filetti con una pinzetta rimuovete le spine, lavateli e lasciateli ad asciugare su carta.Mentre si sfiletta lo sgombro si mette l’acqua a bollire in un pentolino e raggiunta la temperatura si sala e si aggiungono 40 di grammi di fregola sarda. Quando manca poco alla fine cottura della fregola, saltate i filetti di sgombro in padella con un cucchiaio o due di olio evo (e se volete un rametto di rosmarino), attenzione a non rompere i filetti. Impiattate versando la salsa al centro del piatto ottenendo una montagnola che poi pian piano pressando sulla cima fate in modo divenga una cerchio sul piatto, disponete sopra la fregola e quindi il filetto, condite con un filo di olio evo.
6
Patè vegetale di melanzane per crostini
13
Lavare bene 4 melanzane e infornarle intere su una placca ricoperta di carta oleosa per circa 30 minuti fino a che la buccia diventa nerissima e quasi carbonizzata (non preoccupatevi, useremo solo la polpa che così diventerà morbidissima e cremosa)Una volta sfornate lasciare raffreddare qualche minuto e poi tagliarle a metà per il lungo prelevando con un cucchiaio tutta la polpa a pezzettoni e porla in una terrinaNel frattempo tritare uno spicchietto di aglio fresco e un ciuffo di prezzemolo insieme a qualche cappero dissalato abbondantemente sotto acqua corrente fino a togliere ogni residuo di sale.Unire questi ingredienti alla terrina con la polpa di melanzane. Adesso con una forchetta ammorbidire e spezzare il composto amalgamandolo bene, aggiustare di sale e pepe senza esagerare perché i capperi danno una bella spinta di sapidità da soliIrrorare con il succo di un limone spremuto e con un minipimer o un frullatore frullare l'intero composto versando a filo due cucchiai abbondanti di olio extravergine di oliva fino a che rimangono pochi pezzetti di polpa grossolani ma nell'insieme risulti molto cremoso, potete decidere quanto vi piace che si senta la consistenza della melanzana o quanto lo volete liscio al palato.Spolverizzale con qualche stelo di erba cipollina tritata per una sferzata di sapore piccantino. Il patè di melanzane vegetale è pronto per essere spalmato subito su crostini di baguette o fette di pane rustico ma è da provare anche come inusuale salsina per secondi piatti o pasta lunga e corta.
7
Spaghettoni alla puttanesca
32
Scaldare l'olio d'oliva a fuoco medio-alto in una grande e profonda padella. Quando l'olio è a temperatura, soffriggere l'aglio. Nel mentre, aggiungere le acciughe con un po di olio. Fare cuocere ancora un minuto.Aggiungere i pomodori, l'origano, il pepe e le olive. Abbassate la fiamma e continuare la cottura a fuoco lento. Portare a ebollizione una pentola d'acqua. Quando si calano gli spaghetti in acqua bollente, aggiungere i capperi al preparato di pomodoro e continuare a cuocere a fuoco basso.Scolare la pasta e metterla in una grande ciotola. Aggiungere un filo d'olio sulla pasta e mescolare per combinare il tutto. Aggiungere il prezzemolo al preparato di pomodoro. Versare il preparato di pomodoro nella pasta e mescolare bene per combinare. Servire nei piatti con una spolverata di parmigiano e basilico sminuzzato.
8
Crostini misti di grano saraceno e farro
5
Crostini misti di grano saraceno e farro: Per prima cosa spennellate i crostini con l’olio d’oliva e tostateli in forno statico già caldo con il grill a 220°C per 10 minuti. 1.Per i crostini al tonno: Sgocciolate il tonno dall'olio in eccesso, mescolatelo al prezzemolo che avrete tritato finemente.Distribuitelo su due dei crostini, aggiungete le olive e la cipolla tagliate a rondelle, e i capperi.2.Per i crostini con i pomodorini canditi: In una padella antiaderente versate un cucchiaio di olio e lo zucchero di canna. Lavate i pomodorini e tagliateli a metà, poi metteteli nella padella con la parte interna rivolta verso il basso e fate caramellare. Spegnete e lasciate freddare. Adesso preparate la crema di ricotta con il sale, l’olio, il pepe e il timo fresco. Spalmate la ricotta su due crostini aggiungete i pomodorini caramellati e qualche ago di timo.3.Crostini con pesche grigliate: Mescolate la ricotta con l’olio, il sale, il pepe e il rosmarino tritato, spalmatela su due crostini. Lavate e pulite una pesca noce, tagliatela a fettine e grigliatela sulla piastra da entrambi i lati. Lasciate freddare e e poi adagiatele sulla crema di ricotta.
9
Caponata di famiglia (restyle)
30
Lavate, asciugate e tagliate a cubetti di circa 2cm le melanzane. Mettetele sotto sale per circa un’ora e poi sciacquatele, asciugatele e friggetele in olio d’arachidi (170°) facendole dorare. Lavate il cuore del sedano privandolo delle foglie, tagliate il gambo a tocchetti di circa 1cm e sbollentatelo in acqua salata per circa tre minuti. Dissalate i capperi facendoli bollire per un paio di minuti in poca acqua e un cucchiaino di aceto di mele.Lavate i pomodori e scottateli in acqua bollente facendo un taglio a croce per pelarli con facilità. Divideteli in quarti, privateli dei semi e tagliateli a dadini. Saltateli in una padella con un filo d’olio evo e condite con sale, pepe nero, peperoncino, basilico e un cucchiaino di zucchero. Cuoceteli per 15 minuti in modo che siano piuttosto asciutti e ben amalgamati. Sbucciate gli scalogni e tagliateli a rondelle sottilissime. Rosolateli a fuoco vivace in una padella con un filo d’olio evo, poi aggiungete 4 cucchiai di acqua e lasciateli stufare. Salateli leggermente e spolverateli con un po’ di zucchero facendoli caramellare. Fate rinvenire l’uvetta in acqua per circa dieci minuti e tritate le mandorle grossolanamente al coltello. Lavate le mele (io uso quelle verdi o a polpa compatta e croccante per evitare che si sfaldino in cottura) privatele del torsolo, lasciate la buccia e tagliatele a pezzettoni (fate in modo che ciascun pezzo abbia la buccia esterna, io ho diviso la mela in otto spicchi che poi ho tagliato a metà e poi ancora a metà). Saltatele in padella con un filo d’olio evo per circa 5/6 minuti e comunque prima che la polpa diventi troppo morbida. Salate leggermente. Preparate l’emulsione sciogliendo il miele e lo zucchero con l’aceto di mele in una piccola bowl.Assemblate la caponata in una pirofila procedendo a strati: mettete sul fondo metà delle melanzane, distribuite sopra qualche cucchiaio di pomodoro, quindi metà del sedano, dell’uvetta, dei capperi, delle mandorle e dello scalogno, poi metà delle mele e dell’emulsione; ripetete l’operazione per il secondo strato. Con l’aiuto di due cucchiai mescolate delicatamente aggiungendo qualche fogliolina di basilico e aggiustando di sale, pepe nero e peperoncino.Completate spolverando con il cacao amaro.
10
Tartare di avocado
4
Tagliare l'avocado a metà verticalmente. Togliere il torsolo. Sbucciarlo. Tagliarlo a strisce e tagliare ogni striscia in ulteriori strisce. Tagliare le strisce ottenute a cubetti. Riporre in una ciotola.Spremere il succo di mezzo limone sulla tartare di avocado per evitare che annerisca e grattugiare la scorza di mezzo limone. Aggiungere del sale, del pepe e dell'olio extravergine di oliva.Tritare i capperi e i pomodori sottolio a piccoli pezzi. Aggiungere il trito alla tartare di Avocado. Aggiustare di sale olio e pepe se necessario.Lasciare riposare in frigo per almeno 15 minuti. Tirare fuori dal frigo 10 minuti prima della consumazione. Impiattare e spolverare con un filo di olio EVO e del pepe.
11
Tonno in crosta e cioccolattini di pomodorino
3
Iniziamo con la gelatina di pomodorini datterino che dovrà riposare in frigo per una notte. Si pelano i pomodorini, avendo cura di eliminare i semini, e si passano al mixer. Si trasferisce il frullato in un pentolino, si aggiunge qualche fogliolina di basilico, uno spicchio d'aglio e se volete un po' di zucchero per contrastare l'acidità del pomodoro. Si porta a bollore per un paio di minuti e nel frattempo si fanno ammorbidire un paio di fogli di gelatina in una tazza di acqua fredda.Strizziamo per bene i fogli di gelatina e li mettiamo nel pentolino con la salsa, dopo aver spento la fiamma e tolto l'aglio. Mescoliamo per far amalgamare bene e, quando la gelatina si è sciolta nella salsa, setacciamo con un colino per eliminare residui di polpa o semini. Versiamo il liquido ottenuto in uno stampino in silicone per cioccolatini e conserviamo in frigo.In un pentolino sciogliamo a fiamma molto bassa un paio di cucchiai di miele di fiori di arancia, nel frattempo laviamo una decina di capperi. Quando il miele è diventato un fuso vi immergiamo i capperi e spegniamo la fiamma. Lasciamo i capperi ammollati nel miele fuso per qualche minuto e quindi li trasferiamo su carta forno, facendoli raffreddare a temperatura ambiente.Prepariamo una panatura con dei semi di sesamo, papavero, della scorza di arancia grattugiata e qualche granello di sale, mescoliamo e poi ci passiamo sopra le fettine di tonno. Riscaldiamo un padellino a fiamma piena e scottiamo le fettine di tonno panato, una cinquantina di secondi per lato.Tiriamo fuori lo stampo con i cioccolatini di datterino e li sformiamo disponendoli sul piatto da portata insieme al tonno scottato, i capperi canditi, una riduzione di aceto balsamico e qualche fogliolina di menta.