0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

1654Risultati per "chiodi di garofano"

0
Mela vestita
27
Lavate le mele, privatele della buccia e del torsolo.Da un rotolo di pasta sfoglia, ricavate una circonferenza sufficiente a ricoprire interamente la mela. Spennellate la pasta sfoglia con miele e spolverate con cannella e chiodi di garofano ridotti in polvere. Spennellate ora la pasta sfoglia con un tuorlo d'uovo al quale potete aggiungere zucchero o miele (ed eventualmente anche gli aromi in polvere, fate attenzione a non esagerare!).Dalla pasta sfoglia avanzata ricavate due foglioline per ogni mela. Posizionatele sulla sommità della mela ed infilzatela con uno stuzzicadenti.Cuocete in forno a 160° C per una mezz'oretta. Se la pasta sfoglia si colora troppo potete coprirla con carta stagnola, ed abbassare la temperatura.
1
Crostatine di zucca
30
Preriscaldare il forno a 200°. Prendere la zucca e con attenzione tagliare la parte superiore e poi dividerla a metà. Utilizzando uno cucchiaio (io uso un cucchiaio per la frutta), raccogliere i semi e le parti interne. Mettere da parte, se si desidera preparare semi di zucca. Posizionare il lato della zucca tagliata in 1,5 cm. d'acqua all'interno di una teglia. Cuocere la zucca fino a quando non si ammorbidisce (35-45 minuti). Rimuoverla dal forno e lasciarla raffreddare. Mentre la zucca è in cottura, preparare la base delle crostatine. Unire la farina e il sale in una ciotola. Sbriciolare il burro e la philadelphia con una frusta da cucina. Aggiungere due cucchiai d'acqua e impastare fino a quando il composto non è ben amalgamato. Dare alla base la forma di un disco. Avvolgerla con la pellicola e metterla in frigorifero per farla raffreddare fino a quando la purea di zucca non sarà pronto.Una volta che le zucche sono pronte, svuotarle raccogliendo la polpa e mettendola in un robot da cucina. Frullare fino ad ottenere un composto omogeneo. Quindi, passare il composto attraverso un setaccio per eliminare tutto il liquido. Mettere da parte. Stendere l'impasto della base fino a 1 cm di spessore e con un stampo circolare formare dei cerchi con un diametro superiore a quello degli stampi che userete per cuocere le crostatine. Trasferire i cerchi così ottenuti all'interno di sei stampi. Disporre gli stampi su di un vassoio, coprire con un foglio di carta d'alluminio e mettere da parte.Prendere il composto di zucca e sbatterlo insieme al miele. Una volta mescolato bene, aggiungere la cannella, lo zenzero, la noce moscata e i chiodi di garofano. Quindi, aggiungere e sbattere l'uovo finché non si amalgama bene. Infine, introdurre e sbattere la panna fino a quando tutto l'intero composto non diventa omogeneo.Versare il composto all'interno degli stampi e infornare. Cuocere in forno a 190˚ per 30-35 minuti. Rimuovere dal forno e lasciar raffreddare per qualche minuto prima di servire.
2
Pennoni rigati con melanzane, menta e caciocavallo
18
Pelare per ¾ le melanzane, tagliarle a cubetti, salarle con sale grosso e farle spurgare per almeno mezz’ora. Saltare poi in padella le melanzane con l’olio e l’aglio e poi frullare il tutto aggiungendovi un pò d’acqua di cottura e alcune foglioline di menta.Cuocere i penne rigate Bio in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Mantecare la pasta fuori fiamma con la crema di melanzane, aggiungendo il caciocavallo a scaglie. Impiattare e decorare il piatto con le mandorle tostate e foglioline di menta.
3
Ferratella alla zucca speziata
31
In una grande ciotola, unire la farina d'avena, il lievito, il sale, la cannella, lo zenzero, la noce moscata e i chiodi di garofano. Mescolare gli ingredienti in maniera da ottenere un composito omogeneo.In una ciotola media, sbattere le uova. Quindi aggiungere latte, burro, crema di zucca, miele e baccello di vaniglia. Frullare fino a quando il composto è completamente mescolato.Versare il composto liquido nella miscela di farina di avena. Mescolare con un cucchiaio grande fino a che non si ottiene un composto unico ma ancora grumoso. Lasciare riposare la pastella per 10 minuti in modo che la farina di avena abbia il tempo di assorbire un po' di umidità. Accendere e pre-riscaldare la piastra.Girare delicatamente la pastella con il cucchiaio ogni 10 minuti. La pastella al battitore sarà piuttosto spessa, ma non preoccupatevi! Versare l'impasto sulla piastra. L'impasto deve essere sufficiente a coprire il centro e la maggior parte della superficie centrale. Chiudere il coperchio.Quando la ferratella diventa dorata e croccante, trasferirla su un foglio di carta da forno per il raffreddamento. Non impilare le cialde una sopra l'altra o perderanno la freschezza. Se lo si desidera, tenere le cialde al caldo mettendole in un forno a 200 gradi fino a quando si è pronti a servirle. Ripetere con la pastella rimanente e servire con i condimenti desiderati sul lato.
4
Gingerbread vegani
25
Inizia creando "l'uovo vegetale": polverizza i semi di lino con un frullino, aggiungi due cucchiai dei 65g di latte, mescola e lascia riposare per 10-15 minuti. Puoi anche mettere tutto insieme e passarlo al minipimer. I semi di lino servono da collante in mancanza di uova; possono essere sostituiti dai semi di chia che pare abbiano una maggiore azione legante, non vanno tritati (va solo aggiunta l'acqua) e hanno un leggerissimo gusto di nocciola. Una volta pronto aggiungi il restante latte, il miele e lo zucchero. Mescolando con una forchetta, unisci l'olio. Dopodiché continua con farina, bicarbonato e le spezie; termina con il sale. L'impasto dovrà essere compatto e leggermente appiccicoso. Metti il panetto nella pellicola, ed in frigorifero come una normale frolla per un'oretta circa. Scalda il forno a 175°C. Infarina leggermente il piano di lavoro e stendi poco alla volta la pasta molto sottile; incidi la superficie con il fondo di un vecchio bicchiere e ottieni il biscotto con una tazzina (o più semplicemente utilizza il taglia biscotti che preferisci). Inforna fin quando non cominceranno a dorarsi (circa 10 minuti), e appena cotti falli raffreddare su una gratella. Se lasciati all'aria diventeranno leggermente più morbidi, conservandoli in una scatola di latta manterranno la croccantezza.
5
Tortiglioni con prosciutto, mele e caciocavallo
10
Far fondere il burro in una padella capiente. Unire il prosciutto cotto tagliato a tocchetti e la mela ridotta in fettine sottili, salare e lasciare rosolare il tutto per 5 minuti, finché la mela si ammorbidirà ed il prosciutto sarà leggermente dorato.Unire poi il radicchio tagliato a listarelle e le bietole precedentemente sbollentate e lasciar cuocere ancora qualche minuto.Cuocere i tortiglioni in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Aggiungerli alle verdure mantecando il tutto per qualche minuto. Servire con una manciata di pistacchi tritati grossolanamente, il pepe macinato fresco e il caciocavallo silano a fettine sottili.
6
Cantucci alle nocciole con caffè e cioccolato
30
Preriscaldare il forno a 180° gradi. Mettere le nocciole in una teglia e cuocerle per circa 10-15 minuti. Togliere la teglia dal forno e avvolgere le nocciole in un canovaccio pulito. Lasciarle all'interno del canovaccio per circa cinque minuti. Poi strofinare le nocciole nei palmi delle mani per rimuovere la pelle. Lasciarle raffreddare e tritarle grossolanamente poi.In una piccola ciotola sbattere insieme il caffè espresso, il latte, l'uovo e l'essenza di vaniglia.Nella planetaria miscelare la farina, lo zucchero, il bicarbonato, il lievito, il sale e le spezie fino ad unirle completamente. Incorporare le noci tritate e le gocce di cioccolato. Aggiungere la miscela di caffè e mescolare fino ad ottenere una pasta. Con le mani infarinate dividere l'impasto a metà. Su di una superficie leggermente infarinata, stendere ogni metà dell'impasto creando due rettangoli lunghi circa 23 cm e larghi circa 6 cm. Dopodiché, trasferirli su di un foglio di carta da forno. Infornarli e cuocerli per circa 35 minuti. Toglierli dal forno e disporli su di una rastrelliera lasciandoli raffreddarse per circa 10 minuti.Ridurre la temperatura del forno a 150°. Su un tagliere, con un coltello dalla lama seghettata tagliare i due rettangoli leggermente in diagonale creando dei cantucci di circa 2 cm di spessore. Disporre i cantucci in una teglia e lasciarli cuocere per altri 5-8 minuti su ogni lato. Dopodiché, toglierli dal forno e disporli su di una rastrelliera per farli raffreddare.
7
Rame di napoli
9
Mettere nel boccale del bimby tutti gli ingredienti 30 sec. vel. 5. Successivamente foderate una teglia con carta forno, prelevate l’impasto a cucchiaiate ed adagiatelo nella teglia con l’aiuto di due cucchiai.Infornate nel forno precedentemente preriscaldato 180 gradi per 10 minuti. Appena cotti lasciate raffreddare sopra una gratella, nel frattempo sciogliete il cioccolato a bagnomaria, immergete la parte superiore del biscotto nel cioccolato fuso, adagiateli sopra una gratella e cospargeteli con la granella di pistacchio. Lasciate riposare finche il cioccolato non si solidifica.
8
Pasta con piselli gamberi e zafferano
44
Prima di tutto ci preoccupiamo di sgranare i piselli. Li raccogliamo in una ciotola. Mettiamo sul fuoco un pentolino con acqua e sale, non appena bolle versiamo all’ interno i piselli per pochissimi istanti. Laviamo i pomodorini e li tagliamo a metà. In una padella scaldiamo un cucchiaio di olio con lo scalogno sminuzzato. Versiamo all’ interno i pomodorini e lasciamo cuocere. Nel frattempo puliamo le mazzancolle. Eliminiamo testa, zampe, carapace e filamento nero (interiora) e le passiamo sotto l’acqua e li versiamo nella padella insieme ai pomodori. Lasciamo cuocere per qualche minuto e se necessario aggiungiamo un mestolo di brodo. A questo punto inseriamo anche i pisellini e qualche pistillo di zafferano. Mescoliamo bene , togliamo dal fuoco e lasciamo da parte. Cuociamo le pasta in acqua e sale. Non appena al dente le scoliamo e le versiamo in padella insieme al condimento, le mescoliamo affinché possano assorbire e quindi “accogliere” il condimento alla perfezione, grazie alla trafilatura al bronzo.
9
Sgombro in carpione
1
Pulire due sgombri, sfilettarli, eliminare le lische e ricavarne 4 fette. Mescolare il vino, l'aceto bianco, lo zucchero, le uvette, i chiodi di garofano, i grani di pepe, un po' di sale e portare a ebollizione.Una volta raggiunto il bollore, spegnere il fuoco e aggiungere la cipolla tagliata a mondolina con i filetti di sgombro.Lasciare marinare fino a raffreddamento. Impiattare i filetti di sgombro sopra a un mestolo di carpione e terminare con qualche pinolo.
10
Cantucci di zucca al cioccolato
40
Preriscaldare il forno a 180° e foderare tre teglie con carta da forno cosparsa con un po' di farina. Sbattere insieme la farina, il lievito, la cannella, lo zenzero, il sale e i chiodi di garofano. Mettere da parte. Nella ciotola del mixer (o in una grande ciotola, in quanto questo passaggio è sicuramente realizzabile a mano), sbattere insieme le uova e le due tipologie di zucchero, quindi aggiungere la crema (purea) di zucca e la vaniglia. Aggiungere lentamente la miscela di farina, mescolando fino a quando il composto non sia leggermente inumidito, quindi raschiare il lati della ciotola recuperando i residui. Aggiungere lo zenzero candito.Separare l'impasto in tre pezzi uguali. Infarinare le mani in modo che la pasta non si attacchi e formare da ogni pezzo un "tronchetto" di circa 24x27 cm. Trasferire nelle teglie e cuocere per 30-35 minuti. Lasciare raffreddare per 15-20 minuti, poi tagliare in pezzi da 1,5 cm. Trasferire nuovamente nelle teglie e abbassare la temperatura del forno a 160°.Cuocere per altri 30-35 minuti, rigirando i biscotti a metà cottura. Terminata la cottura, sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente. Utilizzare un coltello per spalmare il cioccolato sui biscotti, quindi cospargere la granella di cioccolato bianco decorativa. Mettere in frigo a rassodare, servire.
11
Coda alla vaccinara
Tagliare la coda a pezzi tra una vertebra e l’altra seguendo le giunture. I pezzi risultanti vengono chiamati, in romanesco, rocchi. In una pentola mettere a scaldare l’olio. Arrivato a temperatura, unire la carne e rosolare per qualche minuto. Aggiungere il trito, il sale e il peperoncino e lasciare insaporire per qualche minuto. Sfumare con il vino e cuocere per 15 minuti, finché non sarà evaporato. Versare il pomodoro passato e ½ litro di brodo, quindi coprire e cuocere per 90 minuti, a fuoco moderato. A questo punto, se la coda è di vitello, dovrebbe staccarsi facilmente dall’osso.Per la coda di manzo, si inizia facendo bollire i pezzi in abbondante acqua salata, con una cipolla, una carota e un gambo di sedano, per un paio d’ore. Si scola la coda, tenendo il brodo ottenuto e filtrato. Da qui si procede come nel primo caso.