0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

1894Risultati per "granella di pistacchio"

0
Cannolini  con chantilly e granella di pistacchio
1
Prendere il rotolo di sfoglia e stenderlo, ricavarne tante strisce verticali se possibile tutte uguali di larghezza. Arrotolarle sul cono vedendo di sigillare bene una striscia all'altra e , di conseguenza, al cono altrimenti si aprono. Sistemare i coni sulla placca del forno foderata con carta da forno e spennellare i cannolini con tuorlo sbattuto e zucchero.Infornare a 200° per 15 minuti (forno caldo) finchè non si gonfiano e colorano, poi sfornarli e farli raffreddare, si sfileranno dai coni in un attimo.Nel frattempo montare la panna fredda di frigo con zucchero a velo (20gr) e la vanillina. Prendere una sac a poche riempirla con la chantilly e riempire i cannolini. Guarnire con la granella di pistacchio l'apertura del cannolino e spolverare con zucchero a velo et Voilà i cannolini sono pronti!
1
Gelato al pistacchio
14
In una ciotola, montate a neve ferma la panna ben fredda.Aggiungete 2 cucchiai di liquore al pistacchio, il latte condensato anch'esso freddo, la vanillina e la pasta di pistacchio alla panna montata ed incorporateli bene, senza smontare la panna, con movimenti delicati, aiutandovi con una spatola.Versate il gelato in un contenitore ben chiuso e ponete in freezer, per circa 6 ore. Servite, decorando con la granella di pistacchio.
2
Fit tiramisù con pistacchi
2
Preparate del caffè e versatelo in un piatto, quindi inzuppate da entrambi i lati le fette di pane.Mettete in un contenitore un primo strato di pane, poi 25 gr di yogurt, un'altra fetta di pane e il restante yogurt. Coprite con le granella di pistacchio e cacao amaro q.b.
3
Cheesecake alla nutella semplice
2
tanto x iniziare preparare base biscotto,in un robot tritare i biscotti e impastarli con burro pomata e vanillina.Sistemare in uno stampo a cerniera con carta forno,fare la base livellare aiutandosi con le mani.Mettere in frigo x 2 ore.Preparare il ripieno,mescolando bene in una ciotola il formaggio spalmabile con la nutella appena ammorbidita in microonde.Versare il tutto sulla base biscotto,aiutandosi con la spatola.Far solidificare ancora in frigo x 3 ore.Passato il tempo spolverizzare con abbondante cacao amaro e granella di pistacchi.
4
Budino di latte e melagrana
33
Versate una piccola quantità di latte in una piccola ciotola e scioglieteci 45 g di amido di mais. Mettete il latte restante sul fuoco, unite 70 g di zucchero e fatelo sciogliere. Il latte deve diventare caldo, ma non deve bollire. Quando il latte è ben caldo, unite un cucchiaio di acqua di rose (o altro aroma a vostra scelta) e poi aggiungete l'amido di mais sciolto.Girate continuamente con una frusta fino a quando vedrete che la crema si addensa. Versate il composto in 6/7 stampini monoporzione riempiendoli a 2/3: i nostri erano contenitori da 100 g l'uno. Mettete da parte a raffreddare per un'ora.I tempi sono calcolati considerando l'acquisto del succo di melagrana. Tuttavia potete prepararlo voi stessi. Per ottenere 300 g di succo a noi sono servite due melagrane. Quando il budino al latte è ben freddo, preparate quello al succo di melagrana. Esattamente come avete fatto prima, sciogliete il rimanente amido di mais (30 g) in poco succo di frutto. Mettete il restante succo in un pentolino sul fuoco: unite lo zucchero restante (30 grammi) e fatelo sciogliere. Quando il succo è caldo (anche in questo caso non deve bollire) unite l'amido sciolto. Mescolate con una frusta fino a quando il liquido si addensa. Versate il budino di melagrana negli stampini, sopra lo strato bianco, in parti uguali, in modo da riempirli fino al bordo. Lasciate raffreddare un'altra ora. Al momento di servire aiutatevi con un coltello a lama tonda per staccare il budino dai bordi dello stampo. Girate il budino su un piatto da portata, premete leggermente il fondo e vedrete che si staccherà facilmente. Guarnite con pistacchi tritati grossolanamente e arilli di melagrana.
5
Cucciolone fit
1
Per prima cosa dobbiamo preparare la base dei waffles. Uniamo la farina, l'albume, l'uovo e mescoliamo. Quindi uniamo il bicarbonato e spruzziamo un po' di limone sul bicarbonato e mescoliamo dopo un minuto.Prendiamo una macchina per i waffle e versiamo il composto ( dovrebbe bastare per 3/4 waffles) Una volta terminati i waffles mettiamo 50 gr yogurt greco tra due fette e lasciamo riposare nel freezer per un'oraIntanto in un microonde sciogliamo il cioccolatoDopo prendiamo i waffles e li tagliamo in due parti in diagonale ( aspettiamo prima cinque minuti affinché diventino più morbidi) e versiamo su un lato dei waffles il cioccolato e subito dopo la granella di pistacchioLasciamo nel freezer per un'altra mezz'oretta ed ecco i nostri cuccioloni fit pronti per essere gustati!
6
Muffin pistacchio e limone
6
Laviamo un bel limone biologico, grattugiamo la buccia e spremiamone il succo. In una terrina mescoliamo insieme la farina, la granella di pistacchi, lo zucchero, la fecola, il lievito e la buccia grattugiata del limone. In un altro recipiente invece battiamo leggermente le uova con 4 cucchiai di acqua, aggiungiamo l'olio e il succo del limone. A questo punto versiamo lentamente il tutto negli ingredienti solidi e amalgamiamo senza formare grumi. Prendiamo ora 12 stampini per muffin e dopo averli imburrati e infarinati ( se usiamo quelli antiaderenti non ce n'è bisogno) riempiamoli per metà dell'impasto. Inforniamo i nostri muffin pistacchio e limone a 180 gradi modalità ventilata per 12/15 minuti. Una volta verificata la cottura con la prova stecchino, spengiamo, sforniamo i nostri dolcetti e aspettiamo che si freddino per gustarceli.
7
Tortino di patate, pancetta e pistacchio
5
Pelate le patate e affettatele sottilmente, diciamo fette non più alte di 2/3 mm. Mettete la pancetta tagliata a cubetti in un tegame e fatela rosolare per circa 4/5 minuti in modo che si sgrassi il più possibile.Nel frattempo tagliate la scamorza a cubetti. A questo punto prendete una pirofila da circa 15/16 cm, imburratela e cospargetela di pangrattato. Mettete sul fondo uno strato di patate, cospargete con la pancetta rosolata e la scamorza, salate e pepate.Fate un altro strato di patate e mettete nuovamente i condimenti, diciamo che dovete procedere come se stesse facendo una lasagna, non fate però più di 3 strati altrimenti il tortino diventerebbe troppo alto. In fine spolverate l'ultimo strato di patate solo con il pangrattato e mettete sopra qualche fiocchetto di burro.Cuocete a forno statico a 200° per circa 30/35 minuti. Tirato il tortino fuori dal forno cospargetelo abbondantemente con la granella di pistacchi e servite ben caldo. Il calore del tortino scalderà il pistacchio sprigionandone tutto l'aroma, ma non sentite già profumo di pistacchio?
8
Pappardelle con gamberetti e pistacchio
29
Sciacquare i gamberetti e poi sgusciarli, rimuovendo la testa, le zampe e il carapace. Togliere anche l'intestino utilizzando uno stuzzicadenti.Tritare molto finemente l'aglio e la cipolla mondati, quindi farli soffriggere in un tegame con un filo d'olio. Dopo qualche minuto aggiungere i gamberetti, farli insaporire per qualche istante e poi sfumare con il vino bianco. Regolare di sale e di pepe e lasciar cuocere per un paio di minuti finché non risulteranno cotti. Prima di spegnere la fiamma, aggiungere metà della farina di pistacchio e mescolare energicamente per farla amalgamare.Lessare la pasta e poi scolarla al dente, tenendo da parte un po' di acqua di cottura. Versare le pappardelle nel tegame con il condimento e accendere la fiamma. Mantecare il tutto aggiungendo la restante farina di pistacchio insieme a qualche mestolo di acqua di cottura. Impiattare subito e servire in tavola.
9
Tortini zucchini e pistacchi
6
Tagliare la pasta sfoglia concentricamente in modo da poter riempire gli stampi (io mi sono avvalso di stampi per muffin ed un'ampia tazza per la forma), in modo da creare una conca pronta ad accogliere il preparato. Inserire tra la pasta sfoglia e lo stampo della carta da forno.In un ampio tegame rompere le uova, inserire le zucchine finemente tagliate a spaghettini di 3cm (fatto con uno di quegli affettatori da verdure), i pomodorini tagliati a listarelle, 90 di emmental grattugiato, sale e pepe. Sbattere il tutto aiutandosi con una frusta per creare un composto omogeneo.Inserire il composto nella conca creata con la sfoglia, fino a un po' più della metà della stessa. Cospargere del restante emmental le sommità dei tortini.Infornare tutto in forno preriscaldato a 200 gradi per 30 minuti. Controllare di tanto in tanto la cottura avvedendosi di uno stuzzicadenti. Eventualmente lasciare altri 10 minuti in cottura.Sfornare, aggiungere la granella di pistacchio e servire dopo un paio di minuti. Dando il tempo alla pasta sfoglia di asciugarsi.
10
Gelo di anguria
27
Tagliare l’anguria a pezzi piccoli, cercando di eliminare il più possibile i semi ed i filamenti, estrarne il succo passando i pezzi al passaverdura (per ottenere 1 litro di succo ci vorrà circa 1/4 di anguria). Filtrare il succo ottenuto in un colino a maglie strette e conservarne una tazza, nella quale dovrà essere sciolto l’amido di mais. Mettere il restante succo in un tegame a fuoco medio con lo zucchero e la cannella e portarlo ad una leggera ebollizione, aggiungere l’amido sciolto nel restante succo e lasciar cuocere, a fuoco medio, per circa 15 minuti, finché la crema non si sarà addensata. Togliere il gelo dal fuoco e metterlo a raffreddare in un altro recipiente. Quando sarà diventato sufficientemente tiepido, unirvi le gocce di cioccolato e versare il tutto in in coppette singole o in uno stampo unico (possibilmente di silicone), precedentemente inumiditi; trasferire il gelo di anguria in frigorifero per almeno tre ore.Prima di servire decorare a piacere con scaglie di cioccolato fondente e granella di pistacchi.
11
Piccoli tartufi al cioccolato
41
Ridurre il cioccolato a scaglie – Potete tritarlo a coltello o con l’aiuto di una grattugia. In un pentolino portare a bollore la panna. Togliere dal fuoco, aggiungere il cioccolato e mescolare con l’aiuto delle fruste velocemente fino a far sciogliere il cioccolato e formare una crema vellutata, liscia e senza grumi.Trasferire il composto ottenuto (ganche) in una ciotola e far raffreddare. Quando sarà freddo ma non del tutto solido, mescolare energicamente con le fruste fino ad ottenere un impasto più chiaro e leggero. Questo passaggio renderà più lavorabile il composto. Coprire con la pellicola e riporre in frigo almeno 3/4 ore. E’ il tempo minimo necessario per permettere agli ingredienti di compattarsi.Riprendere il composto e con l’aiuto di due cucchiaini realizzate i tartufini della grandezza di una pallina poco più grande di una nocciola. Se volete palline dalla forma più regolare e tonda prendeteli uno alla volta tra i palmi delle mani per arrotondarli.Far rotolare nella copertura scelta: cacao amaro, granella di amaretti, granella di pistacchi o quello che più preferite. Riporre su un piatto magari all’interno di pirottini e far riposare in frigo per qualche ora prima di servirli o impacchettarli.