0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

470Risultati per "peperoncino fresco rosso piccante"

0
Spaghetti al mais con lupini e vitalba
2
Mettete su l’acqua per la pasta.Versate il latte di soia nel mixer, aggiungete pochissimo sale, un paio di rondelle di peperoncino e metá dei lupini. In una padella antiaderente saltate i germogli di vitalba crudi con l’aglio ed un filo d’olio extravergine d’oliva. Appena saranno morbidi ma non del tutto morti 🙂 , aggiungete la crema di lupini ed i lupini interi rimasti. Portate il fuoco al minimo e lasciate rapprendere cosi finché non sará cotta la pasta.Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua poco salata (i lupini sono gia molto saporiti di suo!), scolatela molto al dente, trasferitela nella padella. Saltate pasta e crema di lupini e vitalbe a fuoco vivace un paio di minuti, ed impiattate.Una pioggerellina di foglie d’origano fresco e, se vi piace, qualche altra rondella di peperoncino ed il piatto é pronto.
1
Salsa sweet chili
24
Tagliare i pepperoncini a metà e eliminare qualche semini, ma non tutti, si può lasciare i semini di almeno tre peperoncini.Mettere i peperoncini insieme all’aglio in un frullatore e tritare bene.Dopodiché mescolare l’acqua con lo zucchero in un pentolino e lasciare sul fuoco medio fino a che non si inizia a bollire. Abbassare il fuoco e aggiungere il composto tritato, l’aceto e il sale. Lasciare cuocere per circa 20 minuti.Nell frattempo iniziare a sterilizzare un barattolo di vetro. Mettere acqua a bollire nella pentola e poi lascia il barattolo e il coperchio immerso lì per circa 20 minuti mentre la acqua continua a bollire. Rimuoverli e lasciali asciugare prima de riempirli con la salsa.Quando la salsa è già pronta e ancora calda riempire il barattolo e poi avviare bene il coperchio senza stringerlo per creare il sottovuoto, che permetterà di conservare la salsa a lungo. Dopo di essere raffreddata è pronta per essere gustata!
2
Spaghetti dell'orto vegan glutenfree
6
Mettete su l’acqua per la pasta. Intanto lavate per bene tutte le verdure e le erbe, tamponatele con carta assorbente da cucina, private i pomodori, il peperoncino ed il peperone del picciolo e dei semi, pulite l’aglio. Adesso tagliate a cubetti le verdure e tritate finemente erbe aromatiche, aglio e peperoncino.Adesso che l’acqua bolle, salatela e buttate la pasta.In una bella ciotola abbastanza capiente da contenere tutta la pasta, versate adesso le verdure a cubetti ed il trito misto, bagnate con olio extravergine d’oliva e salate a piacere. Mescolate il tutto ed aspettate la pasta.Versate la pasta nella ciotola, mescolate ben bene e portate in tavola.
3
Spaghetti con alici fresche e colatura
1
Mettete in padella la colatura di alici con il peperoncino e aglio tagliati a fettine e fate appassire a fuoco basso per un paio di minutiCuocete la pasta in acqua poco salata, scolateli al dente e metteteli in padella insieme a due mestoli di acqua di cottura della pasta.A fine cottura della pasta aggiungete le alici e saltatele per pochi secondi in padella. Per cuocere le alici basterà il calore della pasta. Mettete la pasta nel piatto facendo un nido. Guarnite con il trito di gambi di prezzemolo, il cucchiaio con la scorza di limone grattugiato , pepe ed un filo di olio a crudo extra vergine di oliva.
4
Tofu si, ma con gusto
6
Lavate la santoreggia ed il peperoncino passandoli velocemente sotto acqua corrente fredda, scrollategli un po’ l’acqua in eccesso e sistemate il tutto tra due fogli di carta da cucina assorbente per qualche minuto, affinché s’asciughino del tutto senza sciuparsi.Macinate o pestate in un mortaietto il sale grosso al limone e coriandolo.Tagliate il Tofu a cubetti.Adesso sistemate nel vasetto qualche cubetto di Tofu, spolverate con un pizzico di sale aromatizzato, peperoncino a rondelle e pistilli di zafferano, profumate con qualche fogliolina di santoreggia e bagnate abbondantemente con l’olio extravergine d’oliva.Proseguite cosi, alternando gli ingredienti fino a riempire il vasetto. Chiudete bene il vasetto e lasciate marinare in frigo almeno 24 ore. Una volta riaperto, consumatelo entro un paio di giorni.
5
Melanzane ripiene con baccalá e ciuffi di carota
1
Lavate la melanzana e tagliatela a metá per il lungo, lavate con abbondante acqua fredda il ciuffo di carote, e mettete a bollire una pentola con acqua ed un pizzico di sale.Con l’aiuto di un coltello affilato, incidete le due metá della melanzana, tracciando una sorta di griglia sulla superficie chiara. Salatele appena, ed infornatele a 180°C per 15 min.Sbollentate il ciuffo di carota, lasciandolo cuocere per non più di 7-8 minuti.In una padella antiaderente, dorate i tranci di baccalá (gia dissalato) con uno spicchio d’aglio e poco olio d’oliva. Non aggiungete sale. Appena saranno dorati, sfumate con il vino bianco, aggiungete le olive, i capperi e poco peperoncino e cuocete ancora 2-3 minuti. Togliete dal fuoco.Scolate e strizzate il ciuffo di carote. Tritatelo finemente e saltatelo in una padellina antiaderente con aglio, scalogno, poco sale ed il succo di limone.Svuotate le melanzane: aggiungete la polpa di melanzana al soffritto di ciuffo di carote, mescolate. Aggiungete adesso anche il baccalá a tocchetti con le olive ed i capperi.Riempite le due metá della melanzana con il composto di baccalá e ciuffo, spolverate con le mandorle tritate ed infornate a 180°C per 10 minuti.A questo punto é quasi pronto. Non vi resta che servire con una grattugiata di scorza di limone e qualche rondella di peperoncino piccante.Bon Appetit!
6
Fusilli estivi
3
Mettere a bollire in una pentola capiente l'acqua per la pasta e salarla. A bollitura buttate la pasta nell'acqua e cuocetela al dente (di solito le indicazioni presenti nella scatola sono ottimali). Una volta cotta scolatela e lavatela sotto l'acqua fredda corrente per bloccare totalmente la cottura. Riponetela in una ciotola e conditela con un filo d'olio e una grattata di pepe.Tagliate i pomodorini a pezzi. Tagliate il peperoncino a fettine sottilissime. Tagliate il peperone (di medie dimensioni) a cubetti piccoli. Tagliate con le mani la rucola ed il basilico. Tagliate a cubetti la fetta di Provolone e di Parmigiano.Mixate gli ingredienti in una ciottola e conditeli con olio extravergine di oliva, del sale, del pepe, il parmigiano grattugiato e con della scorza di mezzo limone.Mischiate gli ingredienti alla pasta e riponete in frigo fino a quando non vi vien voglia di mangiare.
7
Risotto aglio, olio e peperoncino
26
Lavate il prezzemolo, mettetelo in acqua bollente per circa due minuti, scolatelo e riponetelo in acqua e ghiaccio. Frullatelo insieme all'olio, sale e un pizzico di pepe. Mondate l'aglio e fatelo bollire in un tegame piccolo per una ventina di secondi. Fare questa operazione per due volte. Frullare l'aglio con l'olio e acqua. Passare al colino.Tostare il riso per circa tre minuti e aggiungere il brodo vegetale. A meta cottura aggiungere la salsa e continuare fino a cottura desiderata. Ponete il riso in un piatto, cospargete di peperoncino e salsa al prezzemolo a piacere. Buon appetito.
8
Casarecce aglio, olio, peperoncino e cavolfiore
2
Mettete a scaldare acqua per la pasta con poco sale. Nel mentre, in un largo tegame antiaderente, mettete l’aglio, sufficiente olio evo (siate generosi ma non esagerati…), il peperoncino nella misura che sopportate e avviate la fiamma.Occhio a non bruciare l’aglio quindi fiamma medio/bassa. Unite i ciuffetti del cavolfiore (già lessati) e l’origano.Tenete acqua di cottura per scongiurare un condimento poco idratato. Lessate la pasta al dente per evitare che in fase di spadellamento non passi di cottura. Servite e sognate!
9
Linguine crema di finocchio calamari e peperoncino
6
Mondiamo il finocchio eliminando la guaina esterna. Lo laviamo sotto l’acqua corrente e lo tagliamo in spicchi. In una casseruola scaldiamo un cucchiaio di olio con un mezzo scalogno. Lasciamolo appassire per qualche minuto, quindi inseriamo il finocchio a fette. Mescoliamo e poi copriamo tutto con del brodo vegetale. Facciamo cuocere per circa 20 minuti.Trascorso questo tempo preleviamo il finocchio, lo mettiamo in un bicchiere di frullatore e lo riduciamo in purea aggiungendo se necessario qualche mestolo di brodo di cottura. Adesso laviamo i calamari sotto acqua corrente. Con un coltello separiamo la testa dai tentacoli ed eliminiamo le interiora. Eliminiamo la pelle e con un coltello ben affilato tagliamoli a rondelle. Laviamo nuovamente i moscardini e scoliamoli bene.Facciamo scaldare molto bene una padella con un filo di olio e 1 spicchio di aglio. Non appena risulterà caldissima possiamo all’interno i calamari, scottandoli su tutti i lati. (Considerate che la pelle è molto delicata quindi basteranno pochissimi minuti. Bagniamo con un cucchiaio di vino bianco, facciamo asciugare e togliamo dal fuoco. A questo punto possiamo cuocere le linguine in acqua e sale. Non appena si ammorbidiscono le passiamo in una padella capace.Aggiungiamo subito la crema di finocchi e continuiamo la cottura aggiungendo il brodo vegetale tenuto da parte, poco per volta in base a quanto ne richiede la pasta. Quasi a fine cottura aggiungiamo i calamari e mescoliamo bene. Quando sono cotti li preleviamo dalla padelle e sistemiamo nei piatti aggiungendo un filo di olio crudo e un pizzico di peperoncino o pepe se preferite.
10
Risotto cozze e zafferano con fili di peperoncino
6
Puliamo le cozze in acqua, cercando di rimuovere eventuali residui di barbetta dai gusci (io generalmente il grosso lo faccio togliere dal pescivendolo) e le riponiamo sul coperchio del wok in cui dovremmo cuocerle. Nel frattempo nel wok scaldiamo un velo di olio evo con uno spicchio d'aglio. Finito il lavaggio, riversiamo il contenuto del coperchio nel wok e copriamo in attesa che le cozze si schiudano.Non appena le cozze si schiudono, saliamo, pepiamo ed aggiungiamo mezzo bicchiere di vino, lo facciamo sfumare e togliamo dal fuoco. In attesa che le cozze si raffreddino, tritiamo il cipollotto. Non appena le cozze si raffreddano leggermente, le sgusciamo e mettiamo da parte l'acqua di cottura delle cozze, per usarla successivamente nella cottura del riso. Poniamo una noce di burro in un piattino, gli grattugiamo sopra la scorza di un limone e lo lasciamo a temperatura ambiente.Mettiamo il cipollotto in pentola con un velo di acqua, ed aspettiamo che l'acqua si asciughi, quindi aggiungiamo un filo di olio e dopo un minuto circa il riso. Tostiamo il riso per un paio di minuti, dopo di ché iniziamo a tirarlo prima con l'acqua delle cozze e poi con il brodo vegetale. A metà cottura aggiungiamo le cozze (conservandone qualcuna per guarnire il piatto). Ad un paio di minuti dal fine cottura aggiungiamo lo zafferano. Aggiungiamo il burro aromatizzato al limone, copriamo e lasciamo mantecare un paio di minuti. Serviamo spolverando con dell'erba cipollina tritata finemente ed i fili di peperoncino rosso.
11
Cuori di muffin al peperoncino cuko
Inserire nel boccale gli ingredienti liquidi:olio, latte e uova : 1 min. vel 7. Ora aggiungere farina e lievito con anche un pizzico di origano ed il peperoncino :azionare il robot per 15 sec. vel 10 e poi proseguire ad impulsi aggiungendo se necessario un pochino di latte fino ad ottenere un impasto omogeneo.Aggiungere a questo punto anche i pomodori secchi e dare 2 o 3 impulsi da 5 sec ognuno.Versare il composto realizzato in stampo in silicone a forma di cuore avendo l'accortezzza di non riempire fino all'orlo ( basta finoi a 3/4 perchè poi in cottura l'impasto lievita) Infornare a 180° per circa 20 min facendo attenzione che non si brucino.Fare sempre la prova stecchino prima di togliere dal forno.Lasciare raffreddare prima di sformare. BUON APPETITO