0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

127Risultati per "prezzemolo tritato"

0
Fusilli di grano saraceno con taleggio
27
Mettete a cuocere la pasta. Nel frattempo in una padella scaldate la panna e aggiungete il taleggio tagliato a pezzetti, fate andare a fuoco basso continuando a mescolare fino a ottenere una crema liscia.Scolate la pasta e tuffatela nella padella con la crema di taleggio. Mescolate per far assorbire la crema ai fusilli, aggiungete una spolverata di prezzemolo e servite nei piatti. Aggiungete il tocco finale con la croccantezza dei gherigli di noce.
1
Crostino integrale con crema di fagioli e trota
Coppate il pane ( in parole povere con uno stampino ritagliate delle forme in questo caso rotonde o come gradite)  integrale e lasciate dorare in forno fino a che diviene croccante.Ora preparate la crema di fagioli: dopo averli lessati ( se volete potete anche usare quelli già pronti) ripassateli in padella  con un po’ di prezzemolo e poi tritate tutto utilizzando un frullatore ad immersione o un frullatore normale:dovete ottenere una crema morbida perciò se serve quando frullate unite un pochino d'acqua.Tagliate la trota a listarelle e componete il crostino: prima adagiate la crema di fagioli, poi la trota e infine guarnite con un po’ di prezzemolo tritato. BUON APPETITO
2
Zuppa greca di riso, uova e limone
30
Portate ad ebollizione il brodo, quindi fatevi cuocere il riso. In una ciotola sbattete le uova con il succo del limone. A cottura quasi ultimata del riso prelevate un mestolo di brodo e unitelo alle uova.Sbattete energicamente con una forchetta, spostate il brodo dal fuoco, quindi unite le uova sbattute col succo di limone. Mescolate bene in modo da omogeneizzare il tutto. Rimettete sul fuoco, fate addensare sino a vostro gusto. Servite con una spolverata di prezzemolo tritato fine.
3
Ricotta al forno con pioppini e speck croccante
23
Mettiamo la ricotta in un colino e lasciamo che perda un pò del suo siero. Prendiamo ora una teglia ricoperta da carta da forno. Con l’aiuto di un coppapasta formiamo due tortine con la ricotta ben colata e lasciamola cuocere in forno a 180 gradi per 20 minuti. Non dobbiamo mai girarla. Terminato il tempo di cottura spengiamo e lasciamola intiepidire in modo tale che si compatti bene.Nel frattempo puliamo i funghi, laviamoli e trasferiamoli in un padellino. Aggiungiamo un cucchiaio di olio, un pizzico di sale e del prezzemolo fresco.Copriamo e saltiamoli a fuoco vivace per circa 10 minuti. Trasferiamoli quindi in un piatto e nello stesso padellino facciamo saltare lo speck fatto a striscioline fino a renderlo appunto croccante.Tutto sembra essere pronto. Trasferiamo le due ricottine su un piatto di portata e distribuiamo sopra ognuna di esse i funghi con lo speck croccante. Terminiamo con un filo di olio se necessario e con del prezzemolo fresco.
4
Frittata con uova di anatra ed emmental
In una capiente ciotola rompete le uova,salate ed iniziate a sbatterle energicamente,aggiungete poi il formaggio grattugiato ed un po di prezzemolo e basilico a piacere.Oliate una padella antiaderente e versatevi il composto facendolo rapprendere prima da una parte poi girare la frittata con l’ausilio di un piatto e terminare la cottura…sentirete che bontà…naturalmente cercate sempre di comperare le uova fresche da contadini di vostra conoscenza o amici che possiedono pollame….solo così si potrà mangiare in modo salutare. BUON APPETITO
5
Bavette al ragù di triglie e melanzane
4
Sbucciamo le melanzane mettendo da parte qualche strisciolina della buccia, e le tagliamo a dadini. Mettiamo i dadini di melanzane in un contenitore. le cospargiamo con del sale grosso e riempiamo il contenitore di acqua. Lasciamo a bagno per mezzora nel corso della quale l'acqua diviene scura. Laviamo e lasciamo scolarePer sfilettare le triglie, rimuoviamo con un paio di forbici tutte le pinne (dorsale compresa), poi pratichiamo una incisione all'altezza della gola, perpendicolarmente al pesce, sino a toccare la spina dorsale, seguiamo la dorsale con il coltello tenendo l'altra mano appoggiata al dorso della triglia. Ottenuti i filetti con una pinzetta rimuoviamo le spine prestando particolare attenzione essendo la triglia un pesce ricco di spine. Laviamo, tagliamo a pezzetti e lasciamo ad asciugare. Tritiamo finemente il prezzemolo, tagliamo a dadini i pomodorini, tritiamo la cipolla e mettiamo da parte. Dopo averle spurgate ed asciugate per bene passiamo alla frittura delle melanzane. Una volta fritte le lasciamo a rilasciare l'olio su carta assorbente. Mettiamo la pasta a cuocere in acqua salata. Contemporaneamente in un saltapasta mettiamo a soffriggere la cipolla, poi aggiungiamo pomodorini e olive e poco prima che la pasta sia cotta i pezzetti di triglia. Una volta cotta, trasferiamo la pasta nel saltapasta e incorporiamo le melenzane.
6
Limoni ripieni
Lavate i limoni, tagliare la prima fetta e con un coltellino e un cucchiaino svuotarli tenendo da parte il succo.Fate attenzione a non togliere tutta la pelle interna altrimenti i limoni risulteranno amari!Frullate il tonno sgocciolato coi capperi, un cucchiaio di succo di limone, il prezzemolo tritato e il burro freddo a pezzetti fonchè non si ottiene un composto omogeneoRegolate di sale e riempire i limoni schiacciando bene il composto all’interno.Lasciate solidificare in frigo per qualche ora e servire i limoni a fette.
7
Stracciatella
32
Versate il brodo ottenuto con un estratto di carne magra concentrato in una pentola e portatelo lentamente a ebollizione.In una ciotola sbattete insieme con una frusta le uova, il parmigiano, il pangrattato, il prezzemolo tritato, la noce moscata e il pepe nero.Versate il composto di uova sbattute nel brodo bollente. Non mescolate subito. Dopo alcuni secondi, mescolate il composto di uova nella minestra. Cuocete a fuoco lento per un altro minuto. Assaggiate la zuppa e aggiungete più sale e pepe se lo si desiderate. Servite subito.
8
Tortelli con fagiolina del trasimeno e vongole
29
Fare i Tortelli con fagiolina del trasimeno e vongole non è difficile,,,è solo un pò lungo. Ma possiamo prepararli anche il giorno prima e tenerli in frigo. Innanzitutto lessiamo la fagiolina. Rispetto agli altri legumi non necessita di ammollo, va semplicemente lavata sotto acqua corrente e poi fatta cuocere in abbondante acqua per 45 minuti. Solo a fine cottura aggiungiamo un pizzico di sale e spengiamo.Veniamo ai tortelli. Su di un piano setacciamo 200 gr di farina, al centro rompiamo due uova, aggiungiamo un pizzico di sale e 1/2 guscio di uovo di acqua solo se necessaria Impastiamo il tutto fino ad ottenere una bella palla omogenea che lasceremo riposare dentro una bustina di plastica da surgelatore per un’oretta.Nel frattempo mettiamo le vongole che avremo fatto spurgare in acqua salata per tutta la notte, in un tegame, aggiungiamo un bicchiere di vino bianco e facciamole aprire a fuoco molto vivace. Spengiamo e filtriamo l'acqua di cottura per eliminare gli eventuali residui di sabbia.A questo punto pesiamo 300 gr di fagiolina cotta e frulliamola con due cucchiai di acqua di cottura delle vongole per dargli maggior sapore ottenendo così una cremaRiprendiamo ora l’impasto, massaggiamolo ancora un po’ (sempre sul piano di lavoro infarinato) e iniziamo  a stenderlo o con il mattarello se siete in grado…non è il mio caso!!! Oppure poco alla volta stendiamolo con la macchinetta per la pasta ottenendo delle strisce sottili. Io ho passato ogni striscia di pasta fino all’ultimo numero.Tagliamo ogni striscia in quadrati lunghi per lato 7 cm. Su ciascuno mettiamo un cucchiaino di fagiolina e chiudiamo formando il nostro tortello. Proseguiamo fino al termine degli ingredienti.Perfetto i nostri Tortelli con fagiolina del trasimeno e vongole sono pronti...non resta che lessarli 5 minuti in acqua salata e mantecarli velocemente nel condimento di vongole facendo rapprendere bene il liquido di cottura e aggiungendo alla fine un filo di olio e abbondante prezzemolo.
9
Paccheri con carciofi, pomodorini e ricotta
8
Pulire i carciofi, rimuovendo il gambo e le foglie esterne. Tagliare la parte centrale a metà e, dopo aver rimosso il fieno interno, ridurla a fettine. Immergere i carciofi in una ciotola colma d'acqua e succo di limone per non farli annerire.Far soffriggere in un tegame con un filo d'olio l'aglio, il prezzemolo tritato e il peperoncino. Far insaporire per qualche minuto a fiamma viva, quindi aggiungere anche i pomodorini tagliati a pezzi e una presa di sale.Dopo qualche minuto unire anche i carciofi e proseguire la cottura a fiamma media per circa 10-15 minuti. A cottura ultimata, prelevare una parte del condimento e frullarlo in un contenitore dai bordi alti con un frullatore ad immersione.Lessare i paccheri e poi scolarli al dente, tenendo qualche mestolo di acqua di cottura da parte. Aggiungere la pasta al condimento, accendere la fiamma e mantecare con la ricotta, aggiungendo all'occorrenza l'acqua di cottura.Impiattare e servire con un ciuffo di prezzemolo fresco.
10
Insalata di farro pesto e zucchine
4
Lavate bene il farro e cuocetelo secondo il tempo di cottura indicato sulla confezioneMentre esso cuoce lavate bene pomodori e zucchine e tagliateli a cubetti,in un tegame aggiungete un filo d'olio e fate rosolare le verdure,aggiungete sale pepe,e un cucchiaino di curcuma.Scolate il farro e saltatelo in padella con le verdure aggiungendo il pesto e servite .
11
Gli ovofunghetti, uova ripiene
3
La prima cosa da fare è…lessare le uova senza quelle, non potremmo fare gli Gli OVOfunghetti per avere la cottura perfetta, calcolate 8 mn dal momento del bollore dell’acquaUna volta cotte, trasferitele sotto l’acqua fredda. Sgusciatele, tagliatele a metà per il verso lungo ed estraete il tuorlo con un cucchiaino, mettetelo in una ciotolina con il tonno, i capperi e il prezzemolo, amalgamate per bene, potete anche passare tutto al mixer per qualche secondo, unite poi la maionese e finite di amalgamareTrasferite il composto ottenuto in una sacca a poche, con foro piccolo, riempite gli incavi da dove avete tolto il tuorlo, riempite a sufficienza, da riuscire a richiudere l’uovo, come se fosse interoOra lavate e asciugate i pomodori, tagliate il fondo, che è quello piu’ tondeggiante e simile al cappello del fungo, svuotatelo dai semini, utilizzando un po’ di composto avanzato del ripieno, mettete un po’ sopra all’uovo e “incollate” il cappello di pomodoroPreparate un piatto, mettete quattro palline di composto o di maionese, nel piatto e adagiate sopra le uova, se non dovessero stare in piedi, tagliate leggermente il fondo per renderlo pari. qualche foglia di insalata e qualche puntino di maionese sul “cappello” e i vostri OVOfunghetti sono pronti per essere serviti