0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

90Risultati per "scalogno"

0
Zuppa di scalogno
31
In una padella di medie dimensioni, sciogliere due cucchiai di burro a fuoco medio, quindi aggiungere gli scalogni tagliati a fette. Cuocere per 20 minuti circa, mescolando spesso, fino a quando gli scalogni non sono ben caramellati e dorati. Aggiungere l'aglio tritato e cuocere, mescolando spesso, per un minuto. Trasferire gli scalogni in una pentola. Aggiungere una vaschetta di cuore di brodo di carne knorr e 500 ml d'acqua e portare a ebollizione. Una volta che il brodo bolle, aggiungere il vino, il rosmarino, un pizzico di sale e pepe nero macinato. Abbassare il fuoco, coprire e cuocere per 30 minuti, mescolando di tanto in tanto. Una volta che i 30 minuti sono trascorsi, assaggiare e aggiungere sale e pepe a piacere. Trasferire il brodo quattro ciotole di porcellana da forno. Impostare il forno a 180°, posizionare una fetta di pane in cima ad ogni ciotola e aggiungere circa ¼ di formaggio groviera sminuzzato. Introdurre le ciotole in forno e lasciarle per 1-2 fino a quando il la groviera non si scioglie. Utilizzare guanti da forno per rimuovere le ciotole, metterle su dei piatti, guarnire con un po' di erba cipollina e servire.
1
Spaghetti, crema di peperoni all'arancia e baccalà
38
Lavare bene l'arancia, grattugiarne la buccia e spremerne il succo. Lavare il basilico, asciugarlo e staccare le foglie.Lavare e asciugare i peperoni e metterli in forno a 250° per 25 minuti circa. Farli raffreddare, togliere la pelle e i semi e frullarli con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema omogenea, insieme alla buccia e al succo dell'arancia, al basilico (tenerne da parte alcune foglie per guarnire i piatti), alle acciughe e ai capperi. Aggiustare eventualmente il sapore con sale e pepe.Far tostare il pane grattugiato insieme ad un cucchiaio di olio e mettere da parte. Sciacquare e asciugare il filetto di baccalà, poi farlo cuocere in una pentola antiaderente calda per circa 3 minuti per lato. Ridurlo poi in piccoli pezzi. Aggiustare eventualmente di sale e pepe, se necessario.Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata. In una pentola capiente trasferire il condimento a base di peperoni e farlo scaldare insieme al baccalà, tenendone da parte qualche tocchetto. Scolare la pasta al dente, basterà un minuto in meno, tengono davvero bene la cottura, e trasferirla in questa pentola. Farla insaporire per qualche minuto aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura.Impiattare aggiungendo il pesce tenuto da parte, le foglioline di basilico, il pane tostato e concludere con un filo d'olio. Ed ecco che questi meravigliosi spaghetti, con grano selezionato e coltivato completamente in Italia, sono pronti per essere gustati in tutta la loro bontà!
2
Piadine allo scalogno
34
Nella ciotola del robot da cucina, aggiungere la farina poi aggiungere gradualmente l'acqua calda. Processare con il robot da cucina fino a quando la miscela non si è amalgamata.Infarinare leggermente il piano di lavoro e trasferirci su l'impasto. Lavorare l'impasto, allungandolo e ripiegandolo un paio di volte, fino a quando non diventa abbastanza liscio e compatto per formare una palla. Oliare leggermente una ciotola di medie dimensioni e trasferirci l'impasto. Coprire la ciotola con un canovaccio o un panno umido e far riposare per 20 minuti.Tagliare l'impasto in sei pezzi di eguali dimensioni e poi formare una pallina con ogni pezzo (1). Con un mattarello ottenere da ogni pallina un cerchio del diametro di 15 cm (2). Unire l'olio d'oliva e l'olio di sesamo, cospargerlo su ciascun cerchio, spolverare di sale e aggiungere una manciata di scalogni tritati (3). Arrotolare il cerchio di pasta (4) e ripiegarlo su se stesso (5) (6). Stendere nuovamente la pasta per formare un cerchio (7). Eseguire lo stesso passaggio con tutte le palline.Scaldare una padella grande con olio d'oliva a fuoco medio-alto. Aggiungere i cerchi di pasta, 2 o 3 alla volta. Cuocerli per 4-5 minuti per lato, facendoli diventare dorati (1). Dopodiché, posizionare le piadine su di una superficie rivestita con carta assorbente per assorbire l'olio in eccesso (2). Poi servire guarnendo con delle verdure di vostro gradimento.
3
Vellutata di carote e scalogno
30
In una grande pentola scaldate l'olio d'oliva a fuoco medio-basso. Sbucciate e affettate le carote in piccoli pezzetti. Trasferiteli nella pentola.Mentre le carote cuociono, fate a pezzetti lo scalogno e lo zenzero, già pelati. Dopodiché, pulite e sciacquate il coriandolo, tritandone poi lievemente i gambi. Trasferite lo zenzero, lo scalogno e i gambi di coriandolo nella pentola. Quindi soffriggete fino a quando il tutto non diventa morbido ma non dorato (circa 10 minuti). Mescolate frequentemente in modo che non bruci.Aggiungete il latte e il brodo di pollo nella pentola. Mescolate e aggiungete il curry. Quindi lasciate cuocere fino a quando le carote non diventano tenere (circa 30 minuti). Dopodiché, trasferite il composto in un frullatore e attivatelo. A questo punto la zuppa non sarà completamente amalgamata, poiché le fibre dello zenzero potrebbero essere difficili da rompere.Filtrate la zuppa attraverso un colino e mescolate con un cucchiaio per aiutare il liquido a scendere attraverso il colino. Eliminate la polpa. Versate la zuppa nella pentola e fatela cuocere leggermente. Se è troppo densa aggiungete altro brodo di pollo. Condite con olio d'oliva e sale se necessario. Con un mestolo versate la zuppa nelle ciotole e guarnite con delle foglie di coriandolo. Arricchite il tutto con un filo di latte a giro, una spolverata di peperoncino e coriandolo tritato e una manciata di semi di zucca.
4
Zuppa di zucca con scalogni croccanti
31
In una pentola scaldare l'olio d'oliva a fuoco medio e aggiungere lo scalogno tagliato a fette sottili (1). Cuocere, mescolando spesso, fino a quando non diventa croccante, circa 10 minuti (2). Rimuovere la metà degli scalogni croccanti e metterli in un piatto foderato con carta assorbente per assorbire l'olio. Quindi aggiungere il dado di brodo knorr nella pentola, l'acqua e la purea di zucca, il timo, il sale, il pepe, lo zenzero e la noce moscata (3). Mescolare per combinare e portare a ebollizione. Una volta che bolle, è possibile mischiare nuovamente la minestra, se volete, con un frullatore ad immersione per ottenere una consistenza più regolare, ma non è necessario. Aggiungere la panna acida.Assaggiare la zuppa e aggiungere più sale e pepe se necessario. Versare il brodo nelle ciotole e arricchirlo con qualche pezzettino di scalogno croccante messo precedentemente da parte. Servire con un po di pane abbrustolito e gustare!
5
Farfalle avocado e gamberetti
39
Mettete a bollire l'acqua in una pentola. Nel frattempo, tagliate a metà l'avocado, privatelo del nocciolo centrale, sbucciatelo e tagliate la polpa a dadini. Mettetela ad insaporirsi con il succo di limetta ed una macinata di pepe.Saltate velocemente i gamberi in una padella antiaderente. Quando l'acqua bollirà, calate le farfalle e lessatele per il tempo indicato sulla confezione, scolatele e fatele raffreddare.Scolate l'avocado dal succo di limetta e conditeci le farfalle aggiungendo anche i gamberetti. Vedrete che il composto di avocado, lime e gamberetti si legherà perfettamente alle farfalle grazie alla particolare qualità di questa pasta. Infatti oltre a contenere betaglucano, che riduce il colesterolo nel sangue, la pasta Cuore Mio Granoro rimane sciolta nel piatto in quanto la vera maestria nella produzione della pasta la si testa sui formati lisci che non devono mai attaccarsi tra loro.Date il tocco finale al piatto con qualche fogliolina di menta tritata ed una grattugiata di scorza di limetta e servite!
6
Linguine crema di asparagi e speck
9
Fare lo scalogno a fettine sottili e farlo andare con l'olio a fuoco basso aggiungere lo speck fatto a dadini e rosolare 5 minuti..A parte fai gli asparagi a rondelle e cuoci in olio ed un pò di acqua di cottura....una volta cotti frulla ed aggiungi allo speck...Cuoci le linguine ed incorpora la crema...
7
Risotto mele e speck in granella di pistacchi
1
Innanzitutto portiamo a bollore dell’acqua calda e insaporiamola con poco sale grosso. In alternativa potete utilizzare il brodo vegetale.Sbucciamo e tagliamo a tocchetti la mela smith, riduciamo a cubetti la fetta di speck e tritiamo grossolanamente i pistacchiIn un tegame affettiamo finemente uno scalogno e lasciamolo appassire con due cucchiai di olio e mezza tazzina di acqua per evitare il soffritto.Aggiungiamo quindi la mela, lasciamola insaporire per pochi istanti, uniamo il riso, tostiamolo per un minuto e allunghiamo il tutto con l’acqua calda.Copriamo il tegame e lasciamo cuocere il riso senza girarlo, di tanto in tanto basta scuotere il tegame. A metà cottura aggiungiamo lo speck e proseguiamo fino al termine…ci vorranno all’ incirca 20 minuti.Il nostro delizioso primo piatto è pronto, ora non resta che aggiungere la ciliegina sulla torta…ovvero la granella di pistacchi per rendere il tutto unico e delizioso.
8
Fusilli “cuore mio” vongole e pesto di melanzane
37
Sciacquate per bene le vongole e lasciatele spurgare almeno per 1 ora in acqua fredda.Preparate il pesto di melanzane: lavate e asciugate le vostre melanzane, eliminate il picciolo e tagliatele a metà nel senso della lunghezza. Praticate delle incisioni con un coltello su tutta la polpa e infornatele a 200° forno ventilato per circa 20 minuti o finché la polpa non sarà ben ammorbidita.Scavate la polpa delle melanzane con un cucchiaio, lasciatela raffreddare e strizzatela per eliminare l’eccesso di acqua. Tritatela in un mixer con 3⁄4 foglie di basilico, qualche pomodorino, un filo d’olio e i 2 cucchiai di parmigiano fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Se desiderate ottenere una consistenza ancora più vellutata potete passare in un setaccio a maglie fini il pesto. Tenete da parte.Dedicatevi alle vongole. In una padella capiente soffriggete leggermente uno spicchio d’aglio con un filo d’olio, poi aggiungete le vongole. Sfumate con del vino bianco e lasciate che i molluschi si aprano completamente.Sgusciate le vongole lasciandone una manciata per la decorazione e filtrate il loro sughetto che vi servirà, poi, per la mantecatura.Tagliate i pomodorini a dadini piccoli e scaldateli leggermente in una padella con un altro spicchio d’aglio e un filo d’olio.É arrivato finalmente il momento clou della ricetta: l’entrata in scena dei meravigliosi fusilli “Cuore mio” . Lessateli in acqua bollente salata per 10 minuti, mantenendoli al dente. Terranno egregiamente la cottura e saranno ottimi protagonisti del vostro piatto.Scolate i fusilli e saltateli nella padella con i pomodorini aggiungendo il sughetto delle vongole lasciato da parte. Unite anche le vongole sgusciate e 2 cucchiai di pesto di melanzane, mantecando bene i fusilli “Cuore mio “ che cattureranno perfettamente il condimento.In un padellino saltate le briciole di mollica di pane con un filo d’olio fino a che non diverranno dorate e croccanti.É il momento dell’impiattamento: adagiate un cucchiaio abbondante di pesto di melanzane sulla base del piatto, sistemate i fusilli e decorate con le vongole tenute da parte con il guscio e le briciole di pane croccante. Terminate con una fogliolina di basilico e buon appetito!
9
Risotto agli asparagi
30
Scaldate il brodo in un pentolino fino a quando non inizia a bollire.In una pentola riscaldate un cucchiaio di burro a fuoco medio. Aggiungete lo scalogno e lasciate cuocere per un minuto o due, finché non inizia a soffriggere. Aggiungete il riso Arborio e lasciate cuocere per 2 minuti, mescolando fino a quando il composto non è amalgamato.Aggiungete il vino bianco. Mescolate lentamente, permettendo al riso di assorbire il vino. Una volta che il vino è quasi completamente assorbito, aggiungete mezza tazza di brodo al riso. Continuate a mescolare fino a quando il brodo non è quasi completamente assorbito, aggiungendo mezza tazza di brodo alla volta. Mescolate spesso per impedire che il riso si attacchi al fondo della pentola. Continuate la cottura mescolando il riso e aggiungendo un po' di brodo alla volta. Continuate la cottura finché il riso non diventa tenero, ma ancora al dente (circa 20-25 minuti). Con l'ultimo mestolo di brodo, aggiungete gli asparagi. Spegnete il fuoco. (Nota: la quantità di brodo dato è approssimativa. Potrebbe essere necessario un po' di più o un po' di meno. Potete utilizzare l'acqua se terminate il brodo).Mescolate delicatamente il parmigiano e il restante burro (un cucchiaio). Aggiungete sale e pepe a vostro piacimento. Servite subito.
10
Pasta con crema alle fave
3
Prima di tutto pulire le fave, staccando una delle due estremità del bacello, tagliando il bacello a metà in modo da aprirlo completamente ed estrarre i semi facendo scorrere il pollice lungo tutto il bacello. Togliere l’escrescenza e con le dita esercitare una lieve pressione sulla buccia in modo da staccare la pellicola esterna della fava. (armatevi di pazienza, ma sarete ricompensate!). Le nostre fave sono ora pronte per essere cucinate.Cuocere le fave in abbondante acqua per circa 10 minuti, scolarle e ridurle in purea con l’aiuto di un mixer. Tagliare finemente lo scalogno e farlo rosolare in una pentola dai bordi alti con un filo di olio. Aggiungere la purea di fave e scaldare. Nel frattempo cuocere la pasta in abbondante acqua salata , una volta pronta, scolare e aggiungere la pasta alla purea di fave. Aggiungere mezzo bicchiere di acqua di cottura della pasta nel caso in cui si volesse una consistenza più liquida.Versare in una terrina, condire con un filo di olio a crudo, delle fave lasciate intere, del prezzemolo fresco e del timo.
11
Risotto al mojito
3
Tostare per qualche minuto il riso con poco burro e lo scalogno, poi irrorare con il rum bianco lasciando che evapori (attenzione alla fiammata!)Cuocere il riso bagnandolo gradatamente con il brodo vegetale e aggiustando di saleA 2/3 circa della cottura unire il succo, la buccia grattugiata dei lime e terminare la cotturail fuoco e mantecare con il burro (ghiacciato così renderà più cremoso il risotto) e abbondante menta spezzata a mano. Far riposare per un paio di minutiImpiattamento Disporre il riso con l’aiuto di un coppa pasta, guarnire con qualche foglia di menta, una spolverata di pepe nero e una cannuccia colorata del nostro piatto …. un magnifico cocktail!