0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

16Risultati per "senape"

0
Bistecchina di maiale alla senape e salsa di mele
5
Ho preso le due bistecchine e le ho schiacciate con il pesta carne per abbassarle ed ingrandirle, le ho fatte rosolare con poco olio su una padella antiaderente prima da una parte e poi dall'altra. Le ho tolte e tenute in caldo su un piatto coperto con stagnola. Nella padella ho versato la panna fresca liquida e due cucchiai di senape, consiglio di assaggiare la salsa perchè la senape ha un profumo ed un gusto forte, che ho mescolato con un cucchiaio di legno e salato. Nel frattempo ho pulito una mela tagliandola a piccoli pezzi. Ho messo la mela, due cucchiai di acqua, sale e trito di rosmarino e salvia in un tegamino a bordi alti ed ho acceso il fuoco. La mela deve cuocere fino ad inglobare tutta l'acqua diventando tenerissima. Passare al minipimer.A questi punti quando la salsa alla senape si è ristretta, toglierla dal fuoco. Impiattare le bistecchine e nappare con la salsa alla senape rustica, a lato servire il piccolo purè alla mela e erbe aromatiche, guarnire con foglie di timo e ...Buon Appetito!
1
Insalata di spinaci, mela e noci alla senape
4
Tagliare gli spinaci a striscioline dopo averli ben mondati lavati in acqua fredda.Tagliare anche la mezza mela renetta a fettine e spruzzarle con qualche goccia di limone, onde evitare che anneriscano.Preparare il condimento emulsionando un cucchiaio di olio extravergine con un cucchiaio di succo di limone, un cucchiaino di senape delicata e un pizzico di sale.Condire gli spinaci con l'emulsione e adagiarvi sopra le fettine di mela e i gherigli spezzettati di tre noci.
2
Insalata di pere e noci
In una insalatiera disponete un po di songino lavato , un po di pere tagliate a fette sottili, qualche gheriglio di noci spezzettato, un po di grana a scaglie e condite il tutto con una vinaigrette ottenuta in questo modo: versate la senape in una tazzina , unitevi un pizzico di sale e un cucchiaio di aceto, emulsionate il tutto, poi poco alla volta versate un po  di olio e con la salsa ottenuta condite la vostra insalata. BUON APPETITO
3
Maionese con l'acqua dei ceci
25
Nel boccale del frullatore a immersione ho unito tre cucchiai di acqua di conservazione dei ceci in scatola, il limone, la senape, un pizzico di aglio secco e ho frullato per un minuto, poi ho versato l’olio un po’ per volta continuando a frullare, finché non ho ottenuto una salsa dalla consistenza cremosa e vellutata. C’est tout!
4
Sautée di radici speziate
1
Pelate, spuntate e lavate tutte le carote, pastinache, tobinambur e lemongrass. Tagliate le carote e le pastinache a metá per il lungo, ciascuna metá in tre lunghi spicchiotti, e se son troppo lunghi, tagliateli a metá e fatene un bal mazzo. Tagliate le pastinache a strisce come fossero patatine fritte e la lemongrass a tocchetti di circa 4 cm.Versate tutte le verdure in una padella bella grande dal bordo altino, aggiungete tanta acqua quanta ne serve a coprirle per almeno i due terzi, un pizzico di sale e lasciate cuocere una decina di minuti.Appena l’acqua sará del tutto evaporata, aggiungete qualche cucchiaio d’olio, tutte le spezie (tranne le erbe aromatiche fresche!) e saltate a fiamma vivace ancora 5-7 minuti. Tostate intanto i semi di girasole.Impiattate le radici saltate, cospargete di semi di girasole tostati e spolverate con prezzemolo e coriandolo lavati e finemente tritati.
5
Insalata di patate vegana
1
Avete tutti gli ingredienti? Allora possiamo cominciare! Cuociamo le patate „al dente“ e lasciamole raffreddare. Poi peliamole e tagliamole a cubetti. Nel frattempo sminuzziamo la cipolla e tagliamo a pezzetti i gambi di sedano. Saliamo e pepiamo.Andiamo poi ad aggiungere le patate tagliate a cubetti.A parte, in una ciotolina, uniamo la maionese vegana, la senape e l’aceto e aggiungiamo il composto ottenuto agli altri ingredienti. Pepiamo un’ultima volta e riponiamo in frigo per almeno un’ora prima di gustare 🙂
6
Quiche con broccoli e gorgonzola
38
Preriscaldare il forno a 200°. Foderare una pirofila tonda del diametro di 25 cm con un cerchio di pasta sfoglia infarinata e tagliare via la parte in eccesso. Predendere uno secondo cerchio di pasta sfoglia, ritagliarlo di modo che ricopra esattamente la base della pirofila e adagiarlo su un piatto. Posizionare la pirofila e il piatto in freezer per dieci minuti.Foderare la pasta sfoglia adagiata nella pirofila con della carta da forno e disporvi all'interno dei fagioli. Cuocere per circa 15 minuti. Dopodiché, rimuovere la carta e i fagioli e riporre in forno per circa 5 minuti. Infine, lasciare raffreddare.Mentre la pirofila è in forno, preparare il ripieno. Lavare i broccoli. Tagliare le cimette e metterli a cuocere in una grande pentola di acqua bollente per circa 2 minuti o finché non diventano teneri. Scolarli, risciacquarli bene con acqua fredda e lasciarli asciugare.Sciogliere il burro in una padella e soffriggere a fuoco dolce i porri taglati a fette sottili per 10/15 minuti. Aggiungere la panna, l'acqua, l'erba cipollina e il dragoncello sminuzzati, la senape e il sale e un pizzico di pepe nero. Mescolare bene e togliere dal fuoco.Stendere il composto di porri sul fondo della pirofila. Dopodiché distribuire i broccoli sulla parte superiore e premerli delicatamente nel composto. Cospargere il gorgonzola tagliato a pezzettini. Spennellare il bordo della pasta sfoglia con l'uovo sbattuto e coprire con il secondo cerchio di pasta sfoglia. Premere con decisione intorno al bordo per fissarlo.Spennellare la superficie con l'uovo sbattuto e infornare per circa 30 minuti o fino a quando la parte superiore non diviene dorata. Dopodiché, lasciar raffreddare un po' la quiche prima di servirla.
7
Frittura vegana con maionese di soia
1
Tagliate le carote e le zucchine a fette lunghe e sottili (io ho utilizzato un pelapatate). Tagliate la cipolla ad anelli.Preparare la pastella mescolando la farina di ceci, la curcuma e un cucchiaino di sale e aggiungendo all'impasto acqua fredda fino ad ottenere una consistenza collosa.Unire al latte di soia la senape, un poco di sale e frullare con un minipimer; aggiungere a filo l'olio di soia e il succo di mezzo limone fino ad ottenere un'emulsione simile ad una maionese. Conservare in frigo finché la frittura non sarà ultimata.Friggere le verdure, depositarle su carta per fritti e spolverare con un pizzico di sale e un cucchiaio e di curry ed infine gustarle con la maionese di soia.
8
Polentini primavera
1
Mettete sul fuoco una pentola dal fondo spesso con 1,6 l d’acqua. Appena stará per sfiorare il bollore aggiungete il sale. Con una frusta cominciate a girare l’acqua creando un vortice e (continuando a girare!) versate a pioggerellina non violenta, la farina di mais.Mescolate velocemente ed instancabilmente con un cucchiaio di legno finché non avrá ricominciato a bollire per evitare la formazione di grumi.A questo punto, abbassate la fiamma e proseguite la cottura almeno 40 minuti, continuando a girare col cucchiaio di legno. La polenta che comincia a staccarsi dai bordi e dal fondo della pentola, é segno di cottura giunta al termine. Versatela adesso in una teglia per pane in cassetta foderata di pellicola trasparente, e lasciatela freddare completamente. Appena sará fredda, potete sformarla e tagliarla a fette. Grigliate le fette di polenta su una piastra rovente 7 minuti per lato.Polentini con crema di lenticchie e taccole: Versate lenticchie, aglio e foglie di salvia nel mixer. Salate, pepate ed aggiungete un filo d’olio. Mettete la crema da parte. In una padellina antiaderente, versate 1/2 bicchiere d’acqua, un pizzico di sale e le taccole. Cuocete a fiamma alta finché l’acqua non sará del tutto evaporata. Aggiungete un filo d’olio, saltate un paio di minuti, aggiungendo sale e pepe. Spalmate la crema di lenticchie sui crostini, adagiatevi le taccole e guarnite con qualche rondella di peperoncino.Polentini con crema di tofu e verdure: Versate il tofu (intero) nel mixer, insieme a latte di soia, sale, pepe, prezzemolo ed erba cipollina. Mixerate. Aggiungete un filo d’olio, sale e pepe e mettete da parte. Su una griglia rovente, grigliate zucchine e cipollotti. Appena cotti, condite con un pizzico di sale, pepe, fiori di salvia ed uno spruzzo di limone. 3. Spalmate la crema di tifu sui crostini, adagiatevi le verdurine grigliate e guarnite con qualche fiorellino di salvia e limone.Polentini con trota salmonata e cipolle rosse in agrodolce: Lavate ed asciugate le foglie di senape selvativa, sistematela sui crostini. Adagiate i filetti di trota salmonata sul letto di foglie, guarnite con cipolline in agrodolce e prezzemolo tritato finemente.Polentini con sarde affumicate e mini melanzane: In una padellina antiaderente saltate con poco olio, sale e pepe le mini melanzane tagliate a metá (o i tocchetti di melanzana normale) per circa 5 minuti, o comunque finché saranno ben dorati. All’ultimo minuto aggiungete i pinoli e metá dei pistilli di zafferano. Sistemate sui crostini la rucola lavata ed asciugata, un cucchiaio abbondante di melanzane saltate con i pinoli, un cucchiaino di pomodori secchi a striscioline ed infine la sarda affumicata (o acciuga o sarda impanata!). Guarnite con i pistilli di zafferano.I polentini primavera sono pronti 😉
9
Insalata di broccoli e quinoa
6
Lavate la quinoa in un colino a rete con l'acqua corrente per due minuti. In una pentola di medie dimensioni, unite la quinoa sciacquata e una tazza di acqua. Portate la miscela a lenta ebollizione, coprite la pentola, abbassate la fiamma lentamente e lasciate cuocere per 15 minuti. Rimuovete la quinoa dal fuoco e lasciatela riposare nella pentola, ancora coperta, per 5 minuti. Scoprite la pentola, drenate l'acqua in eccesso e aprite la quinoa con una forchetta. Mettetela da parte a raffreddare.Nel frattempo, tostate le mandorle. In una piccola padella a fuoco medio, tostate le mandorle, mescolando spesso, fino a quando sono profumate e iniziano ad assumere un colore brillante e dorato. Dovrebbero metterci circa 5 minuti. Versate le mandorle in una ciotola grande e lasciate raffreddare.Per preparare i broccoli, eliminate le parti marroni da cimette e steli, quindi tagliate le cimette dai gambi in pezzi gestibili. Utilizzate un coltello da cucina per staccare il perimetro legnoso degli steli di broccoli e poi scartate quei pezzi. Potete affettare i broccoli usando un robot da cucina con la lama affilata, per poi passare alla lama a disco per grattugiare i gambi. In alternativa, è potete grattugiare i broccoli a mano con un coltello affilato.Preparate il condimento in un misurino per liquidi. Unite l'olio d'oliva, la senape, l'aceto, il miele e il sale marino. Frullate fino ad ottenere una morbida emulsione. Il condimento deve essere piacevolmente piccante ma non eccessivamente acido. Per sicurezza, assaggiate e aggiungete un po' di più di miele per bilanciare i sapori, se necessario.In una terrina da portata, unite i broccoli, la quinoa cotta e le mandorle tostate. Versate il condimento sopra il composto, aggiungete il basilico tritato e mescolate fino a miscelare il tutto in modo omogeneo. Lasciate riposare l'insalata per circa 20 minuti in modo che gli ingredienti assorbano il condimento.
10
Tagliata di manzo con cavolo rosso e rosti
1
Togliamo le foglie esterne e tagliamo il cavolo a listarelle, lo laviamo e lo lasciamo a scolare. Tagliamo una mela a cubetti e poi facciamo lo stesso con un pezzettino di zenzero. Tritiamo finemente una cipolla rossa e la facciamo appassire in un tegame con un velo di olio evo. Incorporiamo quindi il cavolo, la mela e lo zenzero, facciamo rosolare un paio di minuti, quindi aggiungiamo un bicchiere di vino rosso e facciamo cucinare per 40 minuti, senza coprire.Mentre il cavolo cucina ci dedichiamo alla preparazione del rosti. Peliamo una patata la laviamo e la grattugiamo. Strizziamo per bene e aromatizziamo con sale, pepe e timo. Mescoliamo con le mani e otteniamo dei dischetti che friggiamo in una padella antiaderente appena bagnata con dell'olio di semi. Appena pronte le lasciamo a riposo su carta assorbente.Scottiamo la tagliata su piastra e non appena si forma la crosticina (1 minuto) giriamo dall'altro lato e passiamo della senape sul lato che è stato a contatto con la piastra, Ripetiamo l'operazione per ogni lato e poi continuiamo la cottura aggiungendo dei tocchetti di burro. Mentre la carne cuoce, controlliamo la cottura del cavolo e iniziamo a guarnire il piatto. Facciamo ridurre in padella un cucchiaino di aceto balsamico. Dopo non piu di tre minuti per lato (spessore carne in foto), togliamo la carne dal fuoco e ne tagliamo delle fettine da servire.
11
Tarte di miglio con crema di piselli ed asparagi
8
Versate il miglio in un pentolino, aggiungete 340 ml circa d’acqua bollente, un pizzico di sale, il bastoncino intero di lemongrass e mescolando ri-portate ad ebollizione. Lasciate che bolla 7-8 minuti, togliete dal fuoco, mettete il coperchio e lasciatelo riposare cosi una decina di minuti, finché avrá assorbito tutta l’acqua. In una ciotola capiente versate adesso il miglio cotto (senza lemongrass!), aggiungete le mandorle macinate, un pizzico di sale e mescolate affinché il composto si amalgami per bene. Accendete intanto il forno, impostandolo a 200°.Foderate una forma di ceramica o teglia da crostata con della carta forno, versate l’impasto di miglio e mandorle e pressate bene con il dorso di un cucchiaio sul fondo, avendo cura di tirar su un bel bordino. Mettete da parte.Frullate i piselli cotti nel mixer, versateli in una ciotola ed aggiungete il parmigiano, sale, pepe ed un filino d’olio. Versate la crema di piselli sulla tarte preparata in precedenza, livellate bene ed infornate. Abbassate il forno a 170° e lasciate cuocere 35 minuti circa.Intanto potete saltare gli asparagi. In una padella dal bordo altino, sistemate gli asparagi interi e lavati, aggiungete un dito abbondante d’acqua appena salata e lasciate cuocere cosi -senza mescolare e/o girar nulla- finché l’acqua si sará asciugata del tutto. A questo punto aggiungete un filino d’olio, sale e pepe quanto basta e mettete da parte.In un’altra padellina, stavolta é sufficiente anche piccola purché sia antiaderente. Tostate le mandorle a lamelle fino a doratura, senza aggiungere alcun tipo di olio o grasso e mescolando con un cucchiaio di legno costantemente.Sfornate la tarte e lasciatela stemperare nella ceramica. Intanto lavate bene le foglie di senape, rucola ed aglio orsino con abbondante acqua fredda. Tamponatele appena con della carta assorbente da cucina e mettete da parte. Sgranate il melograno. Lavate bene il limone con acqua appena tiepida, asciugate e grattatene la scorza.Adesso potete finalmente divertirvi a decorare la vostra tarte! Adagiatevi le foglie profumate, salate e/o pepate a piacere se vi va, sistematevi gli asparagi, una pioggia di chicchi di melograno, un filino d’olio appena ed una bella spolverata di scorza di limone.Oltre che buonissima ed invitante, é proprio bella. Non vi pare?!