Per preparare la pasta fresca mischiamo le farine su un piano di lavoro e la allarghiamo come a formare un cratere. Al centro sbattiamo versiamo l'acqua (calda) ed iniziamo ad incorporarvi la farina. Impastiamo con le mani, ottenendo dapprima una pasta grumosa che stirando ed appallottolando provvediamo a rendere morbida. Dopo circa 10 minuti di lavorazione otteniamo una pallottola morbida che avvolgiamo nella pellicola e mettiamo a riposare in frigo per 30 minuti. Spolveriamo il piano di lavoro con la farina e con un mattarello stendiamo l'impasto sino ad ottenere un foglio sottile. Adesso ripieghiamo il foglio su se stesso formando un rotolo. Con un coltello tagliamo il rotolo in pezzetti da mezzo cm circa, che poi apriamo e stendiamo su un vassoio coperto con uno strofinaccio infarinato. In un tegame a parte riscaldiamo un cucchiaio di latte ed appena si scalda aggiungiamo la curcuma. Mescoliamo con una paletta di silicone regolando la consistenza con acqua di cottura e grana.Facciamo appassire lo scalogno, tritato finemente, in un tegame con dell'olio evo. Quindi incorporiamo i pomodorini tagliati a dadini. Facciamo cuocere per una decina di minuti regolando di sale e peperoncino. Incorporiamo il neonato ai pomodorini e dopo un paio di minuti sfumiamo con del vino bianco. Cotta la pasta, la aggiungiamo insieme alla crema di curcuma, nel tegame con il sughetto di pomodorini e neonato. Saltiamo e serviamo spolverando con del prezzemolo tritato.
Tagliatelle con neonato e salsa alla curcuma

Tagliatelle con neonato e salsa alla curcuma

Senza Uova, Soia, Crostacei, Arachidi +6

Pesce

Semi di sesamo

Carne di maiale

Molluschi

Sedano

Senape

Vegetariana

Preparazione

50

minuti

Cottura

15

minuti

Tempo totale

1:05

ore

Nutrizione

199

chilocalorie

perpersone

  • 60 g
    Farina di grano tenero tipo 00
  • 20 g
    Semola
  • 50 g
    Acqua
  • Quanto basta
    Sale
  • 100 g
    Neonato
  • 30 g
    Pomodorini pachino
  • 1
    Scalogno
  • 1 cucchiaio
    Latte
  • 1 cucchiaio
    Curcuma
  • 1 manciata
    Grana grattugiato
  • Quanto basta
    Peperoncino rosso
  • 1 ciuffo
    Prezzemolo
  • 1 spruzzata
    Vino bianco
  • Quanto basta
    Olio di oliva extra vergine

Preparazione

Presentazione

La tradizione fa risalire l'origine delle tagliatelle al tempo di Lucrezia Borgia. Pare infatti che un cuoco bolognese si ispirò ai suoi lunghi capelli biondi nella preparazione di questa pasta. In questa ricetta accompagno delle tagliatelle fatte in casa con un condimento di novellame di triglia (nannatu) e crema di curcuma.

Step 1

Per preparare la pasta fresca mischiamo le farine su un piano di lavoro e la allarghiamo come a formare un cratere. Al centro sbattiamo versiamo l'acqua (calda) ed iniziamo ad incorporarvi la farina. Impastiamo con le mani, ottenendo dapprima una pasta grumosa che stirando ed appallottolando provvediamo a rendere morbida. Dopo circa 10 minuti di lavorazione otteniamo una pallottola morbida che avvolgiamo nella pellicola e mettiamo a riposare in frigo per 30 minuti.

Step 2

Spolveriamo il piano di lavoro con la farina e con un mattarello stendiamo l'impasto sino ad ottenere un foglio sottile. Adesso ripieghiamo il foglio su se stesso formando un rotolo. Con un coltello tagliamo il rotolo in pezzetti da mezzo cm circa, che poi apriamo e stendiamo su un vassoio coperto con uno strofinaccio infarinato.

Step 3

In un tegame a parte riscaldiamo un cucchiaio di latte ed appena si scalda aggiungiamo la curcuma. Mescoliamo con una paletta di silicone regolando la consistenza con acqua di cottura e grana.

Step 4

Facciamo appassire lo scalogno, tritato finemente, in un tegame con dell'olio evo. Quindi incorporiamo i pomodorini tagliati a dadini. Facciamo cuocere per una decina di minuti regolando di sale e peperoncino. Incorporiamo il neonato ai pomodorini e dopo un paio di minuti sfumiamo con del vino bianco. Cotta la pasta, la aggiungiamo insieme alla crema di curcuma, nel tegame con il sughetto di pomodorini e neonato. Saltiamo e serviamo spolverando con del prezzemolo tritato.

Note

Una volta preparata la pasta, se non dobbiamo utilizzarla subito la conserviamo in frigo, infarinandola per bene e coprendola con lo stesso strofinaccio da cucina. Prima di versare la pasta nell'acqua bollente aggiungere un filo di olio in modo che le tagliatelle non si attacchino tra loro.

Utensili

  • Pellicola
  • Mattarello
  • Tegame
  • Paletta
  • Pentola

Valori nutrizionali I valori nutrizionali sono calcolati sulla singola porzione

Calorie
199
kcal
Colesterolo
6
mg
 
 

Commenti

Per commentare una ricetta devi accedere.