0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

91Risultati per "Albume"

0
Pasticcini da tè solo albumi
8
Monta il burro con lo zucchero, unisci gli albumi un po' alla volta e continua a montare. Miscela la farina con il lievito e uniscila al composto, mescolando con una spatola molto delicatamente. Unisci infine l'aroma scelto (scorza di limone o semi di vaniglia o un cucchiaino di rhum).Una volta pronta la frolla, mettila a cucchiaiate in un sac à poche con bocchetta a stella o in una siringa per dolci o in una sparabiscotti e dai sfogo al tuo estro creativo, formando i pasticcini su una teglia rivestita di carta da forno. Decora ogni pasticcino con mezza ciliegia candita o con granella di nocciole. Inforna a 180-200° per circa 15 minuti vigilando sempre perché non si colorino troppo.Fai raffreddare bene i pasticcini prima di spostarli dalla teglia, perché appena usciti dal forno sono fragilissimi. Una volta freddi spolverizza con semplice zucchero a velo.
Angela De Marco Angela De Marco
1
Ciambelline allo yogurt e albumi
2
– Montare a neve gli albumi e mettere da parte; – Versare in una ciotola lo yogurt, l’olio e il latte e mescolare brevemente quindi unire la farina setacciata con il lievito e la vaniglia. – Unire gli albumi montati a neve poco per volta mescolando delicatamente (qualche cucchiaiata di albume usatatela per stemperare l’impasto che inizialmente è denso) ed infine aggiungere le gocce di cioccolato. Ungere le teglie per le ciambelle. – Versare l’impasto nel sac-a-poche senza bocchetta, tagliare poco più su della punta, giusto per far passare le gocce e dressare avendo cura di non riempire fino al bordo (bastano due giri) – Cuocere in forno a 180°C per 12′. – Sfornare e far raffreddare Fondere il cioccolato al micro o a bagnomaria e decorare a piacere le ciambelline.
Sabrina De Lorenzo Sabrina De Lorenzo
2
Torta di mele con soli albumi senza lattosio
6
Per prima cosa sbucciare le mele e tagliarle a fettine sottili. Metterle a macerare in una scodella con il succo di mezzo limone e un cucchiaio di zucchero semolato In un'altra scodella con una frusta a mano mescolare zucchero, olio, acqua, scorza di limone e vanillinaAggiungere farina e lievito setacciati e mescolare ancoraDa parte, montare gli albumi a neve Aggiungere le mele tagliate in precedenza, lasciandone da parte un po' per la decorazione, al composto di farina delicatamente ed in ultimo gli albumi mescolando dal basso verso l'altoFoderare con carta da forno una teglia rotonda da 22/24 cm di diametro e versare il composto Decorare la superficie con le restanti mele e cuocere in forno caldo a 180 gradi per 40 minuti circa
Connny Bosco Connny Bosco
3
Carbonara light
5
Tagliare a dadini (se avete preso la parte finale o vi siete fatti tagliare fette spesse) o tagliate a striscioline la bresaola.Fatela rosolare in padella antiaderente.Una volta che la pasta è cotta versatela nella padella e unire gli albumi. Servire con del parmigiano (facoltativo)
Forchetta e coltello blog Forchetta e coltello blog
4
Meringhe
3
In una planetaria mettiamo l’albumi e iniziamo a far montare con la frusta a velocità massima l’albume. Aggiungiamo in 3 volte lo zucchero (150g) e facciamo girare la planetaria per un minuto. Dopodiché aggiungiamo in 2 volte lo zucchero (300g) e facciamo girare per altri 5 minuti, quando la meringa diventerà lucida è pronta all’utilizzo.Mettiamo l’impasto dentro una sacca da pasticcere possiamo utilizzare qualsiasi bocchetta che più ci piace, disponiamo quindi l’impasto su una placca da forno e inforniamo in forno ventilato preriscaldato a 50-60° massimo e cuociamo dalle 4 alle 5 ore, dopo 4 ore possiamo fare un test prendendo una meringa e la spaziamo a metà se l’interno è cotto.Una volta cotte mettiamole su una grata per facilitare l’asciugatura altrimenti in un piatto. Possiamo decorarle con del cioccolato o con delle decorazioni che più ci aggradano.
Tiziano Gargani Tiziano Gargani
5
Meringhette al cacao
15
Monta benissimo gli albumi assieme allo zucchero alla massima velocità, se utilizzi un robot da cucina ci vorranno circa 7-10 minuti, se utilizzi una frusta elettrica, quasi il doppio.. devi ottenere un composto liscio, gonfio, lucido e quando alzi e fruste da esso, si dovrà formare un ricciolo di composto che deve rimanere ben sodo in piedi (per intenderci..).Infine aggiungi il cacao e sbatti ancora un pochino. Amalgama bene con una spatola anche il cacao che rimane attaccato alle pareti dell ciotola.. Metti tutto in una sac à poche con bocchetta liscia tonda, larga 1-2 cm e sulle teglie ricoperte da carta forno, forma tutte e tue meringhette larghe massimo 3 cm e distaccate almeno 2-3 cm tra di esse.Inforna a 140-150°C per un'ora. Apri a metà il forno e lasciale ancora per circa 10 minuti, dopodichè sforna e lascia raffreddare completamente prima di maneggiarle. Ad alcune ho disegnato degli occhietti e la bocca con un pennarello alimentare nero. Conserva sotto campana di vetro o contenitore ermetico per due settimane.
Marta Poli Marta Poli
6
Cotton cake di ceci e cacao (light)
27
Monta a neve gli albumiFrulla i ceci con il resto degli ingredientiIncorpora gli albumi al composto di ceci, mescolando dall'alto verso il bassoSe necessario, imburra e infarina gli stampi (io ne ho usati due in porcellana)Prepara una teglia più grande in cui avrai versato un bicchiere d'acquaCuoci a bagno maria mettendo gli stampi nel recipiente con l'acqua, a 180° per una ventina di minuti
La vie est fit La vie est fit
7
Amaretti morbidi
16
Prima di passare alla preparazione dei nostri amaretti morbidi occorre pelare alla perfezione le mandorle dolci: per facilitarvi il compito vi consiglio di seguire il nostro tutorial! Fatta questa operazione potete farle asciugare, senza tostarle troppo, in forno ventilato per un paio di minuti a 160°C. Una volta fatte raffreddare le mandorle iniziate a frullarle nel mixer assieme alle mandorle amare e con due cucchiai di zucchero semolato (presi ovviamente dal quantitativo totale previsto dalla ricetta). Quando le mandorle saranno ridotte in polvere unite, mixando molto velocemente e per pochi secondi, 400 gr di zucchero.In un recipiente montate a neve ferma gli albumi con i restanti 200 gr di zucchero e incorporate poi tutto, molto delicatamente e poco per volta, per non smontare troppo il composto che dovrà alla fine risultare liscio ed omogeneo. Mettete ora il tutto a riposo in frigo, ben coperto con pellicola, per un paio d’ore.Trascorso questo tempo potete ora formare e cuocere i vostri amaretti in due modi: – con l’ostia: sistemate quindi i dischetti di ostia su una placca spolverizzata di farina e disponetevi l’impasto in mucchietti tondi o ovali in base alla forma delle vostre ostie*; – senza ostia: posizionate semplicemente palline di impasto su una teglia rivestita con carta forno, ben distanziate le une dalle altre. Per lavorare senza problemi l’impasto vi consiglio di formare le palline con le mani sempre baPotete a questo punto spolverarli con poco zucchero a velo, che farà formare quella crosticina ambrata e croccante tipica degli amaretti di Sassello. Cuocete in forno ventilato a 170° per 20/30 minuti: dovranno risultare ben dorati in superficie. Dopo averli sfornati fateli raffreddare completamente sulla teglia di cottura per evitare che si rompano.
Veronica Perfili Veronica Perfili
8
Meringhe tricolore
13
Separa le l'albume ​​dai tuorli Cuocere la proteina, lo zucchero e lo zucchero vanigliato a fuoco medio in una pentola (ben mari) E mescolare bene fino a quando completamente sciolto. Mettere in una ciotola del mixer e battere fino a quando la schiuma è stabile, forte ea temperatura ambiente.Prendi un borsa mettici dentro una stella frastagliata     No. 845 della ATECO Corporation Prendi il gel colorante alimentare e le strisce del pennello     Dentro il borsa.Mettere la meringa al centro del borsa. Sopra lo stampo con stalattiti gocciolanti di carta da forno Mettere in forno preriscaldato a 100 gradi per circa due ore Spegnere il forno e lasciare una porta leggermente aperta, con le meringhe all'interno, per un'asciugatura aggiuntiva     Fino a quando il forno non si raffredda.
Lizet Goldman Lizet Goldman
9
Lemon meringue pie
11
Preparare la crema al limone la classica lemon curd, Una volta preparata lasciatela intipidire, coperta da un foglio di pellicola trasparente.Ora passiamo alla frolla; inserite in una ciotola la farina e il lievito, prendete il burro a temperatura tagliatelo a cubetti e con l’aiuto dele mani incorporatelo alla farina, unite lo zucchero e le uova, mescoalte bene poi portate in tutto su un piano da lavoro e impastate formate un panetto. Mettete a riposare coperto in frigo per 20′.Dividete la frolla a meta, ne avanzera un po ma potete prepararci dei golosi biscotti. Prendete una parte e stendetela con il mattarello, con delicatezza prendetela e ponete su uno stampo da crostata da 22 cm, imburrato e infarinato, fino a raggiungere i bordi.Bucherellare la base con i rebbi di una forchetta, disponete sopra un foglio di carta da forno e versate dei ceci secchi o fagioli. Cuocete la base della frolla in forno per 25′, poi togliete carta e legumi secchi e fate cuocere per altri 6′. Sfornare e lasciate raffreddare.Dopo di che passiamo alla preparzione della meringa; prendete gli albumi e inseriteli all’interno di una ciotola alta, aggiungete il pizzico di sale e un cucchiaio di zucchero preso dal peso dei 140 gr. date una leggera montata con l’aiuto delle frusta elettriche.la ricetta per intero la trovi cliccando il link che trovi qui SOTTO
Vittoria Alimenti Vittoria Alimenti
10
Piccoli cuori semifreddi con sorpresa
8
Facciamo fondere a bagnomaria metà del cioccolato fondente. Appena è ben sciolto togliamo dal fuoco e uniamo il restante cioccolato grattugiato grossolanamente e giriamo bene; col calore del cioccolato fuso, piano piano si scioglierà anche quello grattugiato, abbassando la temperatura della massa: abbiamo appena temperato il cioccolato con un metodo semplicissimo ma che da buoni risultati.Prendiamo uno stampo di silicone con la forma che vogliamo ottenere, in questo caso i cuori, e spennelliamo bene l'interno col ciocco fuso. mettiamo in freezer per una decina di minuti, tiriamo fuori e ripetiamo l'operazione, cercando di coprire le eventuali imperfezioni o i buchi dei nostri gusci. Rimettiamo in freezer e prepariamo il gelato. Montiamo bene la panna e uniamo un cucchiaino di rum. A parte montiamo gli albumi a neve con un a goccia di limone (serve a stabilizzarli) e unendo lo zucchero a velo a cucchiaiate solo dopo pochi minuti per ottenere una meringa lucida e soda. Ora amalgamiamo le due masse, la panna e gli albumi, con una spatola, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto. Con questo composto riempiamo i gusci di cioccolato a metà, facendo un primo strato, quindi versiamo in ogni guscio qualche cucchiaio di caramello o di sciroppo di amarene, completiamo con la granella o l'amarena intera e chiudiamo il guscio con dell'altro gelato bianco. Mettiamo in freezer per almeno 5-6 ore. Mi raccomando di sformare i semifreddi con molta delicatezza affinché non si rompano i gusci.
Angela De Marco Angela De Marco
11
Cialde per il gelato
5
Fondete il burro in una ciotolina e lasciatelo raffreddare.Unite gli albumi e lo zucchero in una ciotola e con una frusta a mano, sbatteteli leggermente fino ad ottenere un composto omogeneo (non devono montare).Unite al composto di albumi alternandoli, il burro fuso e la farina, continuando a mescolare con la frusta.Scaldate la cialdiera e versateci un mestolino di composto, seguendo tempi ed indicazioni del vostro elettrodomestico.Quando la cialda è pronta, estraetela dalla cialdiera e dategli la forma che preferite: avvolgetela intorno al cono, oppure fatela aderire alla parte esterna di una coppetta e lasciatela raffreddare così. od ancora potete tagliare la cialda con dei tagliabiscotti della forma che preferite. L'importante è farlo quando la cialda è calda, perché raffreddandosi si indurisce, rendendo impossibile l'operazione.
Michelina Siracusano Michelina Siracusano