0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

278Risultati per "acqua"

0
Brioches all'acqua
80
Mettete nel recipiente della planetaria la farina con il lievito di birra, l'acqua, lo zucchero, la vaniglia (estratto e semi). Mettere in azione la macchina con il gancio ad uncino e lasciate impastare per circa 10 minuti a velocità ridotta. Far sciogliere il burro a parte e una volta freddo incorporarlo all'impasto poco alla volta. Terminare aggiungendo il sale e finite di impastare per altri 10 minuti circa o comunque fino a quando non si ottiene un impasto liscio, omogeneo ed elastico.Lasciate lievitare l'impasto a temperatura ambiente, coprendo con pellicola, fino al raddoppio (ci vorrà circa 1h e 30 minuti). Raggiunto questo risultato rompere la lievitazione impastando leggermente con le mani e riporre, sempre ben coperto con la pellicola in frigorifero per 3 ore circa. Trascorso questo tempo, dividere l'impasto in 8 (circa 60 gr ciascuna) e formare delle palline. Disporle, distanziandole, sulla teglia ricoperta da carta forno a lievitare possibilmente in un ambiente tiepido. (Potete lasciarle lievitare fino al raddoppio nel forno precedentemente scaldato a 50°). Una volta raddoppiate di volume lucidarle con un composto ottenuto mescolando tuorlo d'uovo sbattuto e latte. Infornare a 180° per circa 15 minuti. Sfornare, lasciar intiepidire e spolverare con zucche
1
Acqua e basilico
Il pan di spagna è semplicissimo: pesate tutti gli ingredienti, versateli in planetaria, con delle fruste elettriche amalgamateli, quando non ci saranno più "grumetti" potete versarlo nella tortiera. Forno ventilato per 20 minuti a 180°, con la prova dello stuzzicadenti vedete voi se far cuocere di più.Procediamo mettendo latte e basilico in una pentola e fateli quasi bollire. Con delle fruste elettriche in una planetaria montate l'uovo, lo zucchero e la maizena. Appena il latte comincerà a bollire togliete la pentola dal fuoco e con un passino versate il latte nella planetaria continuando a mescolare con una frusta; così le foglie di basilico non andranno nella crema. Mettete il composto nella pentola, a fuoco dolce fate bollire per circa 3minuti. Dopodiché spegnete il fuoco e fate raffreddarQuando le due preparazioni saranno fredde potete assemblare il dolce. La parte sopra del pan di spagna l'ho livellata, così da ottenere una base piana (il centro era più alto rispetto i bordi)Come decoro ho usato lamponi e mirtilli, perché con il sapore della crema legano molto bene ma nulla toglie che si possono sperimentare altri gusti.
2
Purè di patate all'acqua
1
Per prima cosa lavare e mettere a sbollentare le patate in una casseruola dai bordi alti coperte con dell'acqua. Far cuocere per circa 20 minuti dal momento che arriva a bollore Una volta cotte scolare le patate, spellarle e schiacciarle con lo schiacciapatate In una pentola versare l'acqua è il burro e far sciogliereQuando il composto sarà caldo aggiungere le patate schiacciate e mescolare con una frusta a mano Regolare di sale e noce moscata e parmigiano a piacere e servire
3
Torta all'acqua cioccolato e arance
25
Mettere in una ciotola tutti gli ingredienti in polvere, quindi: farina, zucchero, lievto e un pizzico di sale e mescolare bene. Poi, mettere in un recipiente a parte quelli liquindi, quindi: succo di arance, olio e acqua.Mettere a sciogliere il cioccolato a bagnomaria e quando è completamente sciolto tenerlo da parte a raffreddare leggermente per poi unirlo a tutto il resto.Unire gli ingredienti liquidi e quelli in polvere e poi in un scondo momento unire il cioccolato sciolto a bagnomaria.Ricopri di carta da forno una teglia di massimo 20cm e versa tutto il preprato dentro. Inforna a 180° in forno statico per 40 minuti ma fai sempre la prova dello stecchino.
4
Crostata morbida con crema all'acqua e frutta
10
Per la crostata: Montare benissimo le uova con lo zucchero, il sale e la scorza del limone fino a quando non diventa un composto chiaro e spumoso e triplicato di volume. Aggiungere olio e acqua e poi le polveri (farina e levito) setacciate. Infine il succo di limone e amalgamare bene. Versare il composto nella teglia imburrata e infarinata e cuocere in forno caldo. Far freddare. Per la crema: Mescolare a freddo l'amido, lo zucchero e la scorza. Aggiungere a filo l'acqua e mescolare con una frusta. Unire il burro e far cuocere portando a bollore, fino a che la crema non si addensa. Togliere dal fuoco e aggiungere il succo di limone e mescolare. Far intiepidire coperta dalla pellicola trasparente. Composizione: Versare la crema sulla crostata. Far freddare e guarnire a piacere con la frutta fresca. Far freddare in frigo per almeno 2 ore prima di servire.
5
Ciambella all acqua con pere mandorle senza burro
7
In una ciotola lavoriamo con una frusta e uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara e spumosaAggiungiamo la semola poco per volta alternandola all’ olio. Facciamo la stesso cosa anche con l’acqua a filo e che dovremo inserire alternata alle mandorle tritate, sempre mescolando così da permettere il completo assorbimento. Aggiungiamo anche il pizzico di sale.Terminato con gli ingredienti liquidi inseriamo lo yogurt. A questo punto teniamo da parte e tagliamo a cubetti piccoli una pera(la quantità di frutta è personalizzabile in base al proprio gusto) Grattugiamo la scorza del limone e recuperiamo il succo. La scorza la inseriamo nel composto mentre il succo lo cospargiamo sulla pera. Mescoliamo ancora e per ultimo inseriamo il lievito per dolci precedentemente setacciato. Giriamo utilizzando un cucchiaio in legno e con molta delicatezza. A questo punto con un tovagliolino appena unto di olio sporchiamo lo stampo a ciambella e poi lo infariniamo. Versiamo il composto all’ interno e distribuiamo su i pezzi di pera. Inforniamo in forno statico già caldo a 170 gradi per circa 40 minuti (regolatevi sempre in base al vostro forno) Non appena pronta la lasciamo raffreddare, la sforniamo e spolverate lo zucchero a velo a piacere
6
Spaghetti risottati in acqua di polpo e burrata
4
Spaghetti risottati con l'acqua di cottura del polpo(cotto sottovuoto con aglio,salvia,carota,sedano,pepe in grani e un goccio d'olio,per 3 ore a 75 gradi). In mantecatura ho aggiunto un filo d'olio evo di olivastra seggianese bio e le bietole sbianchite in precedenza.Faccio tostate la mollica del pane in antiaderente.Ho impiattato la pasta,nappando bene con la salsa creatasi in cottura,ho messo sopra la burrata e ho finito il piatto con le briciole.
7
Mousse cioccolato e arancia
30
Fai sciogliere in un pentolino il cioccolato con il succo d'arancia.Prepara una ciotola grande con ghiaccio e sale, e versa in un'altra ciotola, più piccola il cioccolato sciolto.Con la ciotola del cioccolato a contatto col ghiaccio, inizia a montare con le fruste finché il composto non sarà denso.Aggiungi - se vuoi - lo yogurt e il dolcificante.Versa in 4 coppette e tieni in frigo fino al momento di servire.
8
Maionese con l'acqua dei ceci
5
Nel boccale del frullatore a immersione ho unito tre cucchiai di acqua di conservazione dei ceci in scatola, il limone, la senape, un pizzico di aglio secco e ho frullato per un minuto, poi ho versato l’olio un po’ per volta continuando a frullare, finché non ho ottenuto una salsa dalla consistenza cremosa e vellutata. C’est tout!
9
Sorbetto alla pesca senza zucchero
2
Prendiamo le pesche, le sbucciamo, le tagliamo a tocchetti e le mettiamo in un contenitore adatto al congelatore.Le lasciamo in freezer per almeno 3 ore e mezza.A questo punto le mettiamo nel mixer con un goccio d’acqua e iniziamo a frullare.Alla fine deve risultare come una crema.In caso di bisogno aggiungiamo ancora un pochino d’acqua.Serviamo immediatamente o rimettiamo in freezer mescolando di tanto in tanto fino al momento di servire.
10
Pettole o popizze (frittelle baresi)
5
Impastare in planetaria,o altro robot da cucina, la semola,oppure la farina,se la si vuole fare solo con questa,prima con un pochino di acqua in cui avrete sciolto il lievito,e poi sempre mescolando aggiungete altra acqua “poco per volta”,deve diventare un impasto molto denso,ma non completamente liquido, cercate di far inglobare aria,infine aggiungete il sale e mettete a lievitare.Dopo la lievitazione,mettete a scaldare dell’olio di arachidi fino a farlo arrivare a temperatura,sui 170°,quando sara’ pronto immergete la parte finale di un cucchiaio nell’olio bollente prima,prelevate un po’ di impasto dalla coppa,e immergete di nuovo il cucchiaio nell’olio e vedrete che l’impasto scivolera’ e cominceranno a friggere.Non prendetene troppo,altrimenti diventeranno troppo spesse ,e potrete correre il richio che all’interno rimangano crude.
11
Orecchiette fatte in casa
12
Siete pronti per fare un tuffo nella cucina pugliese? Bhè allora per prima cosa disponete la semola di grano duro sulla spianatoia e formate la classica fontana.Versate le 2 uova e cominciate ad incorporare la semola. Versare l'acqua di tanto in tanto (deve essere tiepida) e continuate a lavorare con le dita fino a quando non viene assorbita tutta l'acqua. L'impasto deve risultare omogeneo e non troppo duro.Ottenuto l'impasto ben compattato, riponetelo in un contenitore e lasciatelo riposare per 15 minuti. Ricordatevi di coprirlo con un panno. Nel frattempo potete portare fuori il cane.Adesso viene il bello, vediamo di che pasta sei fatto! Trascorso il tempo di riposo, con un tagliapasta prelevate un pezzo di impasto. Il restante potete lasciarlo coperto. Modellate l'impasto fino ad ottenere un filoncino dello spessore di circa 1 cm. Con un coltello liscio tagliate di volta in volta dei piccoli pezzettini di circa 1 cm e con la punta rotonda del coltello trascinatelo verso di voi, sulla spianatoia infarinata, fino ad ottenere la forma dell'orecchietta. Allora? Come stanno uscendo le vostre orecchiette? Disponetele direttamente sulla spianatoia o su dei vassoi e lasciatele asciugare. Di tanto in tanto mescolatele per non farle attaccare. Il gioco è fatto! Un pezzo di Puglia è entrato in casa vostra!