0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

307Risultati per "pecorino fresco"

0
Carbonara alla ac
Per preparare gli spaghetti alla carbonara cominciate mettendo sul fuoco una pentola con l’acqua salata per cuocere la pasta. Nel frattempo eliminate la cotenna dal guanciale 1 e tagliatelo prima a fette e poi a striscioline spesse circa 1cm 2. La cotenna avanzata potrà essere riutilizzata per insaporire altre preparazioni. Versate i pezzetti in una padella antiaderente 3 e rosolate per circa 15 minuti a fiamma media, fate attenzione a non bruciarlo altrimenti rilascerà un aroma troppo forte. Nel frattempo tuffate gli spaghetti nell’acqua bollente 4 e cuoceteli per il tempo indicato sulla confezione.Intanto versate i tuorli in una ciotola 5, aggiungete anche la maggior parte del Pecorino previsto dalla ricetta 6 la parte restante servirà per guarnire la pasta.Insaporite con il pepe nero 7, amalgamate tutto con una frusta a mano 8. Aggiungete un cucchiaio di acqua di cottura per diluire il composto e mescolate 9. Intanto il guanciale sarà giunto a cottura, spegnete il fuoco e tenetelo da parte 10. Scolate la pasta al dente direttamente nel tegame con il guanciale 11 e saltatela brevemente per insaporirla. Togliete dal fuoco e versate il composto di uova e Pecorino 12 nel tegame. Mescolate velocemente per amalgamare.
Alessio Acella Alessio Acella
1
Torta salata con asparagi e pecorino
34
Pulite gli asparagi. Scottateli per tre minuti in acqua bollente. Disponeteli a raggiera nella teglia che accoglierà la torta salata: questo serve per misurare la lunghezza esatta dei pezzi che dovranno essere disposti sopra la quiche.Tagliate in piccoli pezzi (uno o due centimetri) le parti di gambo che non utilizzerete per il top. Tagliate a cubetti di uno o due centimetri anche il pecorino.In una ciotola mettete le 4 uova, le erbette tritate finemente, unite un pizzico di sale (mezzo cucchiaino circa), una generosa grattata di pepe nero, il latte (tranne un paio di cucchiai) e sbattete per amalgamare.Disponete uno strato di carta forno nella teglia (rotonda da 30 cm di diametro) e appoggiatevi la pasta brisé. Bucherellate il fondo di pasta con una forchetta.Accomodate il formaggio e gli asparagi a cubetti nella teglia con la pasta brisé e versateci sopra il composto di uova e latte. Disponete gli asparagi tenuti da parte a raggiera e cospargete la superficie di parmigiano grattugiato. Risvoltate i bordi della pasta brisé e spennellateli con un po' di latte.Infornate in forno preriscaldato a 180°C per 40 minuti. Servite tiepida o fredda.
Cuoche Clandestine Cuoche Clandestine
2
Pasta fredda al pesto di finocchietto e pomodorini
1
Lavare e pulire il finocchietto ed inserirlo nel boccale del mixer, aggiungere due cucchiai di oli, il pecorino grattugiato e mixare. Se risulta difficile aggiungere un pò d'acqua per trovare la consistenza cremosa desiderata per il pesto. Tenere da parte qualche piccola cima di finocchio per la decorazione.Lavare e tagliare i pomodorini a metà, non in quattro parti ma a metà e metterli in un recipiente capiente dove si andranno poi a mescolare tutti gli ingredienti. Aggiungere il sale, il pepe e un a manciata di grani di semi di papavero. Condire con i due cucchiai di olio rimasti e amalgamare. Tagliare il pecorino a pezzettini e unire al resto degli ingredienti.Cuocere la pasta, al dente, e una volta scolata versare il pesto di finocchietto dentro e amalgamare bene. Lasciar raffreddare per poco. Unire anche i pomodorini e pecorino e amalgamare. Aggiungere per ultimo le cimette intere di finocchietto come guarnizione e servire.
Nicoletta Dirodi Nicoletta Dirodi
3
Crema di fave con pecorino e nocciole
Fare la Crema di fave con pecorino e nocciole è molto semplice. Sbucciamo le fave eliminando anche il picciolo di attaccatura al baccello.Portiamo a bollore un pentolino con dell’acqua leggermente salata, tuffiamoci le fave e sbollentiamole per 5 minuti Una volta scolate lasciamole intiepidire per poi eliminare la buccia esterna più dura.Mettiamole in una caraffa, aggiungiamo un cucchiaio di olio, 2 di acqua, un pizzico di sale e uno di pepe, quindi con un frullatore ad immersione omogeneizziamo il tutto ottenendo la nostra cremaNel frattempo tostiamo sia le nocciole che il pane fatto a dadini e dividiamo il pecorino in piccole cubetti.Prendiamo due bicchierini da monoporzione, suddividiamo al loro interno la crema e mettiamo in superficie il pane, le nocciole e il pecorino.Terminiamo con delle foglioline di menta e appena qualche goccia di olio. Perfetto il nostro golosissimo finger food a base di Crema di fave con pecorino e nocciole è pronto per essere gustato.
Alessandra Cretacci Alessandra Cretacci
4
Frittata di zucchine e cipollotto
6
Pulisci e lavate le zucchine e il cipollotto. Taglia le zucchine a rondelle sottili e affetta il cipollotto finemente. In una padella versa un pò d'olio e il cipollotto e fai dorare a fiamma bassa per pochi minuti, poi unisci le zucchine, sala, e cuoci per 5 minuti mescolando spesso. In una ciotola sbatti le uova con un pizzico di sale, quindi versa il composto nella padella insieme alle zucchine e il cipollotto.Cuoci la frittata a fiamma bassa per una decina di minuti circa; girala con l’aiuto di un piatto o coperchio, e porta a cottura per altri 3-4 minuti. Servi la frittata calda o tiepida.
Denise Corona Denise Corona
5
Farrotto agli asparagi con pomodori secchi
21
Per prima cosa avviamo il farrotto, io mi sono mossa come per il risotto classico, l’ho tostato con un filo d’olio nel pentolino, ho sfumato con il vino bianco e ho fatto evaporare prima di aggiungere il brodo poco per volta, lasciamo cuocere a fiamma moderata avendo cura di rimestare regolarmente e di bagnarlo quando si asciuga troppo. Il mio ha richiesto 20 minuti di cottura.Nel frattempo mi sono occupata degli asparagi. Li ho “piegati” nella zona finale, così che si tagliassero la dove la parte più dura inizia, li ho spellati con un pelapatate e li ho tagliati a rondelle, tenendo le teste da parte. Li andiamo a saltare in padella con un filino d’olio a fiamma moderata, aggiungendo uno o due cucchiai di brodo. Mettiamo da parte e cuociamo le teste allo stesso modo. Tagliamo il pomodoro secco a tocchetti. Sciogliamo lo zafferano in due cucchiai di brodo ed aggiungiamo al farro quando si avvicina alla cottura, uniamo le rondelle di asparagi e fuori fuoco, il pomodoro secco. Serviamo caldo decorando con le punte degli asparagi.
Melissa Pillitu Melissa Pillitu
6
Polpette funghi e fagioli
32
Raduniamo tutti gli ingredienti tranne l'olio nel robot da cucina e frulliamo sino ad ottenere un composto omogeneo. Formiamo le polpette e cuociamo nella padella antiaderente calda, con un filo d'olio, dorandole in ogni lato. Serviamo calde con un'insalata mista o con accompagnamento a piacere! Io le ho accompagnate con una tzatziki improvvisata: ho unito yogurt magro bianco con del cetriolo grattugiato e scolato, un pizzico di sale ed una spruzzata di succo di limone.
Melissa Pillitu Melissa Pillitu
7
Reginette alla vodka
29
Scaldare un tegame con un filo d'olio ed aggiungere il cipollotto mondato e tritato finemente. Farlo appassire e successivamente unire la pancetta. Farla insaporire per qualche minuto e poi sfumare con la vodka.Una volta che il liquore sarà evaporato, aggiungere la passata di pomodoro e proseguire la cottura a fuoco basso per 10 minuti.A cottura ultimata insaporire con sale e pepe ed aggiungere la panna, mescolando energicamente per ottenere un condimento omogeneo e cremoso.Lessare le reginette e poi scolarle al dente, ricordandosi di mettere da parte un po' di acqua di cottura. Versare la pasta nel condimento e far amalgamare gli ingredienti mescolando per qualche istante. Se la pasta dovesse risultare troppo asciutta, unire qualche mestolo di acqua di cottura.Impiattare e completare con un po' di pepe nero.
Sanny Di Blasi Sanny Di Blasi
8
Pantacce con pesto di zucchine menta anacardi
24
Laviamo e mondiamo le zucchine. Tagliamole grossolanamente. Teniamo da parte un po’ di anacardi per la decorazione finale. Mettiamo in un frullatore le zucchine, gli anacardi , le foglie di menta e basilico, la scorza di mezzo limone e e il suo succo. Frulliamo fino ad ottenere un composto omogeneo ma granuloso.A questo punto cuociamo la pasta in una pentola con acqua e sale. A metà cottura spostiamo sia il condimento che la pasta in una padella e terminiamo la cottura di quest’ultima aggiungendo dell’acqua di cottura. Decoriamo ogni piatto con granella di anacardi e una spolverata di caciocavallo in grotta.
Nunzia Miele di Lavanda Nunzia Miele di Lavanda
9
Scrigni di sfoglia con caponata piccante
1
Stendete la pasta sfoglia e con un coppa pasta formate 12 cerchi e create delle crostatine mettendo all’interno della teglia per muffin la sfoglia. Bucherellate il fondo della sfoglia per non farla gonfiare in cotturaFate cuocere per 15 minuti, estraete dal forno e fate raffreddareNel frattempo, pulite i cipollotti, le melanzane ed i pomodorini. Mettete in una casseruola, 3 cucchiai di olio e il peperoncino sbriciolato, fate andare per un paio di minuti, unite il cipollotto tagliato a rondelle, la melanzana a cubetti e i pomodori datterini spellati e tagliati.Fate cuocere per 20 minuti a fuoco dolce, unendo al bisogno un pochino di acqua. Verso fine cottura, unite le olive taggiasche, e i capperi sotto sale, che prima avrete lavato sotto acqua corrente togliendo il sale in eccesso. Unite tutto e fate cuocere ancora per 10 minuti.Fate raffreddare e poi con un cucchiaino, mettete il composto negli scrigni di sfogliaPrima di servire potete ripassare in forno caldo per 2 minuti e decorate con i cucunci, che non sono altro che i fiori di cappero
bacconelpiatto bacconelpiatto
10
Risotto miele e lavanda
1
Tagliare il cipollotto finemente e farlo soffriggere nell olio di olivaAggiungere il riso, quando si è tostato sfumare con il brandyMettere in infusione nel brodo vegetale i semi di lavanda, poi bagnare il riso fino a coprirloTerminata la cottura del riso mantecare con il miele ed il burro, terminare decorando con rametti di lavanda
In cucina con la Vivi In cucina con la Vivi
11
Risotto al branzino
1
Pulite il branzino dalle interiora, deliscatelo e spellatelo ottenendo due filetti per pesce. Tagliate 3 filetti a pezzetti ed uno usatelo per ricavarne delle fettine sottile che vi serviranno per chiudere il piatto.Per il risotto mettete in una padella da circa 32 cm diametro dai bordi alti il cipollotto tritato insieme ad una filo di olio ed una noce di burro. Fate appassire a fuoco basso e poi aggiungete il riso e fatelo tostate finché non vedete che diventa traslucido.Sfumate con il vino ed alzate poco la fiamma, lasciate sfumareSfumate con il vino ed alzate poco la fiamma, lasciate sfumare. Lentamente iniziate ad aggiungere 1-2 mestoli di fumetto di pesce caldo. Aggiungete mestoli al riso ogni volta che esso tenderà ad addensarsi. Quando siete a metà cottura aggiunte la polpa del branzino tagliata a pezzetti e continuate a cuocere. Arrivati a cottura aggiungete ultimo mescolo, la noce di burro il pecorino ed il prezzemolo tritato mescolaste il tutto e lasciatelo riposare per circa 2 minuti con un coperchio.Scoperchiate se necessario aggiungete un mestolo di fumetto e mettete nei piatti e sopra adagiate le fettine crude di branzino, pepe nero macinato al momento e altro prezzemolo tritato.
Alessandra Ruggeri Alessandra Ruggeri