0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

174Risultati per "pepe bianco"

0
Capesante al beurre blanc e marsala
Asciugate accuratamente le capesante e condire con sale e pepe. Scaldare una padella e aggiungere l'olio d'oliva. Grigliate le capesante da un lato e poi dall'altro. Il tempo per griglare varia a seconda delle dimensioni delle capesante, devono essere dorate, ma il processo deve essere veloce. Togliete dalla padella e mettere da parte.Ora, in un pentolino, aggiungete la cipolla tritata finemente insieme con il vino e l'aceto e lasciate a fuoco basso in modo che il liquido comincia a evaporare. Non c'è bisogno di aggiungere sale. Ridurre fino a quando c'è solo uno o due cucchiai di questa salsa. In quel momento andare con l'aggiunta di cubetti di burro, uno alla volta, ed emulsionare con l'aiuto di una frusta.Servite le capesante nel loro conchiglie, cospargere con lasalsa beurre blanc e guarnire con le mandorle tritate.
1
Pennoni rigati con melanzane, menta e caciocavallo
11
Pelare per ¾ le melanzane, tagliarle a cubetti, salarle con sale grosso e farle spurgare per almeno mezz’ora. Saltare poi in padella le melanzane con l’olio e l’aglio e poi frullare il tutto aggiungendovi un pò d’acqua di cottura e alcune foglioline di menta.Cuocere i penne rigate Bio in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Mantecare la pasta fuori fiamma con la crema di melanzane, aggiungendo il caciocavallo a scaglie. Impiattare e decorare il piatto con le mandorle tostate e foglioline di menta.
2
Risotto con zucchine, fiori di zucca e salsiccia
35
Lavare e mondare le zucchine, privarle di buona parte della parte bianca interna e utilizzare la parte verde. Tagliare quest'ultima a piccoli tocchettini. Aprire i fiori di zucca, togliere il pistillo, lavarli e tamponarli molto delicatamente. Tagliarli a striscioline. Sbriciolare con le mani la salsiccia. Tritare finemente lo scalogno.In una padella antiaderente scaldare un filo d'olio, far rosolare una piccola parte dello scalogno e unire quindi le zucchine. Far cuocere a fuoco vivace per circa 4/5 minuti aggiustando di sale e mescolando spesso. Non appena pronte (devono esser ancora croccanti) cospargere con le foglioline di timo. Mettere da parte.In una piccola pentola anti aderente far rosolare bene, senza condimento, la salsiccia sbriciolata finché non risulterà croccante. n un altra pentola far scaldare un filo d'olio e lo scalogno. Una volta rosolato, aggiungere il riso e farlo tostare. Aggiungere poi poco brodo alla volta e mescolare spesso. Quando manca 5 minuti alla cottura del riso, aggiungere 3/4 delle zucchine e 3/4 della salsiccia.A fine cottura mantecare con il parmigiano, aggiungere lo zafferano sciolto in poco brodo caldo. Aggiustare di sale e pepe e aggiungere 3/4 dei fiori delle zucchine tagliati. Impiattare decorando con la salsiccia rimasta, i fiori delle zucchine e le zucchine.
3
Sformatini di verza con fonduta
34
Eliminate le foglie esterne e la costola centrale della verza che potrebbero risultare troppo dure, lavate le foglie e tagliatele a listarelle sottili. Tritate finemente la cipolla e poi fatela rosolare in una padella con l’olio extravergine d’oliva. Aggiungete la verza tagliata a listarelle, insaporite con sale, pepe e alloro. Coprite con il coperchio e lasciate stufare per circa 20 minuti, aggiungendo ogni tanto durante la cottura qualche cucchiaio di acqua calda.Quando la verza risulterà morbida, spegnete il fuoco e lasciatela raffreddare. Trasferitela in una ciotola, unite la panna, le uova, il prezzemolo e frullate tutto fino a ottenere un composto omogeneo. Aggiustate di sale. Imburrate degli stampini individuali di alluminio oppure utilizzate quelli in silicone e versatevi il composto di verza. Disponeteli in una teglia piena per due terzi d’acqua, e cuocete in forno preriscaldato a 170°C a bagnomaria per 50 minuti.Mentre i tortini cuociono nel forno preparate la fonduta. Portate il latte a bollore e unitevi la maizena già stemperata in pochissima acqua fredda. Aggiungete la fontina tagliata a dadini piccoli e spegnete subito il fuoco. Mescolate bene con la frusta finché il formaggio non risulterà completamente sciolto. Spolverate con un pizzico di pepe.Sfornate i tortini, capovolgete delicatamente sui piatti singoli e servite accompagnati con la fonduta calda.
4
Tonno in crosta su crema di avocado
2
Lavare il trancio di tonno e lasciarlo in una bacinella con olio evo, una spruzzata di aceto balsamico, timo e mentuccia per una ventina di minuti.Iniziamo sbucciando e denocciolando l'avocado, quindi lo tagliamo a cubetti. Tritiamo un cipollotto e poi sbucciamo una punta di zenzero e riduciamo anche questo a tocchetti. Mettiamo tutto nel bicchiere del mixer, insieme al succo di mezzo lime, circa tre cucchiai di olio evo pepe bianco, pepe nero ed un pizzico di sale. Diamo una prima mixata, poi aggiungiamo due cucchiai e mezzo di yougurt greco e continuiamo a mixare sin quando non raggiungiamo una buona cremosità.Prepariamo una panatura con dei semi di sesamo, papavero e qualche granello di sale, mescoliamo e poi ci passiamo sopra le fettine di tonno. Riscaldiamo un padellino a fiamma viva e scottiamo le fettine di salmone panato, una 50ina di secondi per lato.
5
Pasta con piselli gamberi e zafferano
40
Prima di tutto ci preoccupiamo di sgranare i piselli. Li raccogliamo in una ciotola. Mettiamo sul fuoco un pentolino con acqua e sale, non appena bolle versiamo all’ interno i piselli per pochissimi istanti. Laviamo i pomodorini e li tagliamo a metà. In una padella scaldiamo un cucchiaio di olio con lo scalogno sminuzzato. Versiamo all’ interno i pomodorini e lasciamo cuocere. Nel frattempo puliamo le mazzancolle. Eliminiamo testa, zampe, carapace e filamento nero (interiora) e le passiamo sotto l’acqua e li versiamo nella padella insieme ai pomodori. Lasciamo cuocere per qualche minuto e se necessario aggiungiamo un mestolo di brodo. A questo punto inseriamo anche i pisellini e qualche pistillo di zafferano. Mescoliamo bene , togliamo dal fuoco e lasciamo da parte. Cuociamo le pasta in acqua e sale. Non appena al dente le scoliamo e le versiamo in padella insieme al condimento, le mescoliamo affinché possano assorbire e quindi “accogliere” il condimento alla perfezione, grazie alla trafilatura al bronzo.
6
Zucchine ripiene al grano saraceno
Cuocere a vapore le zucchine tagliate in due calotte. Cuocere nel frattempo il grano saraceno in acqua sale e semi di finocchio per 30 minuti.Mentre cuoce il grano saraceno preparare il pesto di rucola, lavando bene la rucola e successivamente asciugandola e riponendola in un panno pulito o nella centrifuga per insalata. Una volta asciutta frullarla insieme all’olio di oliva extravergine, le noci, sale, pepe, curcuma e zenzero. Una volta cotto il grano saraceno scolarlo lasciarlo intiepidire e condirlo con il pesto di rucola e i semi di anice.Cotte le zucchine a vapore svuotarle della loro polpa creando una conca da riempire, sia nella calotta superiore che nella calotta inferiore e salarle. Disporre le calotte inferiori su carta forno di una teglia riempirle con il composto del grano saraceno spolverando la superficie con mandorle e semi tritati, erba cipollina e i tre pepi, richiudere con la calotta superiore.Terminare con un filo d’olio e infornare, cuocere a 200 gradi per 20 minuti. Il mio consiglio è di servirle tiepide o addirittura fredde, perfette così per un pasto estivo.
7
Lasagna di carnevale
3
Per prima cosa versare l'olio di oliva nella pentola,riscaldarlo a fuoco lento per 2/3 m ,aggiungere la cipolla a pezzetti e soffriggerla fino a che non diventa bionda. Versare la passata di pomodoro, il sale,pepe,noce moscata,prezzemolo e basilico. Far cuocere la salsa a fuoco lento per circa una mezz ' ora. Deve risultare alquanto liquida per poter coprire tutta la lasagna .Prendiamo una pirofila e copriamo il fondo con un po' di sugo. Iniziamo a stendere le prime sfoglie di lasagne, compriamole bene con il sugo di pomodoro, il formaggio, le polpettine fritte e i pezzettini di mozzarella. Continuiamo così fino all'esaurimento degli ingredienti. L'ultimo strato deve essere coperto bene con tutto il sugo rimanente. Copriamo bene la pirofila con la carta di alluminio. Accendiamo il forno ventilato a 200 C e far cuocere per circa 20 m. Dopodiché abbassiamo il forno a 180 C, togliamo la carta di alluminio e facciamo cuocere per altri 10 m. La lasagna deve risultare croccante e asciutta. Pronta per essere servita.
8
Fusilli “cuore mio” vongole e pesto di melanzane
37
Sciacquate per bene le vongole e lasciatele spurgare almeno per 1 ora in acqua fredda.Preparate il pesto di melanzane: lavate e asciugate le vostre melanzane, eliminate il picciolo e tagliatele a metà nel senso della lunghezza. Praticate delle incisioni con un coltello su tutta la polpa e infornatele a 200° forno ventilato per circa 20 minuti o finché la polpa non sarà ben ammorbidita.Scavate la polpa delle melanzane con un cucchiaio, lasciatela raffreddare e strizzatela per eliminare l’eccesso di acqua. Tritatela in un mixer con 3⁄4 foglie di basilico, qualche pomodorino, un filo d’olio e i 2 cucchiai di parmigiano fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Se desiderate ottenere una consistenza ancora più vellutata potete passare in un setaccio a maglie fini il pesto. Tenete da parte.Dedicatevi alle vongole. In una padella capiente soffriggete leggermente uno spicchio d’aglio con un filo d’olio, poi aggiungete le vongole. Sfumate con del vino bianco e lasciate che i molluschi si aprano completamente.Sgusciate le vongole lasciandone una manciata per la decorazione e filtrate il loro sughetto che vi servirà, poi, per la mantecatura.Tagliate i pomodorini a dadini piccoli e scaldateli leggermente in una padella con un altro spicchio d’aglio e un filo d’olio.É arrivato finalmente il momento clou della ricetta: l’entrata in scena dei meravigliosi fusilli “Cuore mio” . Lessateli in acqua bollente salata per 10 minuti, mantenendoli al dente. Terranno egregiamente la cottura e saranno ottimi protagonisti del vostro piatto.Scolate i fusilli e saltateli nella padella con i pomodorini aggiungendo il sughetto delle vongole lasciato da parte. Unite anche le vongole sgusciate e 2 cucchiai di pesto di melanzane, mantecando bene i fusilli “Cuore mio “ che cattureranno perfettamente il condimento.In un padellino saltate le briciole di mollica di pane con un filo d’olio fino a che non diverranno dorate e croccanti.É il momento dell’impiattamento: adagiate un cucchiaio abbondante di pesto di melanzane sulla base del piatto, sistemate i fusilli e decorate con le vongole tenute da parte con il guscio e le briciole di pane croccante. Terminate con una fogliolina di basilico e buon appetito!
9
Spaghetti con gamberetti e crema di avocado
1
Iniziamo sbucciando e denocciolando l'avocado, quindi lo tagliamo a cubetti. Tritiamo un cipollotto e poi sbucciamo una punta di zenzero e riduciamo anche questo a tocchetti. Mettiamo tutto nel bicchiere del mixer, insieme al succo di mezzo lime, circa tre cucchiai di olio evo, pepe bianco, pepe nero ed un pizzico di sale. Diamo una prima mixata, poi aggiungiamo due cucchiai e mezzo di yougurt greco e continuiamo a mixare sin quando non raggiungiamo una buona cremosità.Versiamo dell’olio evo in un tegame e lo facciamo andare, nel frattempo tritiamo finemente un cipollotto e, ad olio caldo, versiamo anche questo nel tegame. Mentre la cipolla soffrigge, laviamo i gamberi servendoci di un colino, laviamo i pomodorini e li tagliamo a pezzetti. Mettiamo a bollire l’acqua per la pasta e versiamo i pomodorini nel tegame con la cipolla.Facciamo soffriggere anche i pomodorini e, quando mancano tre minuti alla cottura della pasta, unite i gamberetti ai pomodorini nel tegame e mescolate con un cucchiaio di legno. Versate la pasta nel tegame e dopo una prima mescolata aggiungete la crema di avocado (lasciandone un po’ da parte per l’impiattamento).
10
Biscotti salati al pepe rosa
7
Versa su una spianatoia la farina setacciata e il parmigiano grattugiato, poi ricava un buco al centro e aggiungici il burro freddo a fiocchetti, il sale e il pepe.Lavora l'impasto fino a quando non otterrai un panetto omogeneo, dopodiché fallo riposare in frigo per un quarto d'ora.Stendi l'impasto e ricava dei biscotti con gli stampini in acciaio. Con uno stampino tondo del diametro di 4 cm puoi ricavare circa 35 biscotti.Spennella ogni biscotto con acqua e olio extravergine d'oliva, dopodiché aggiungi le bacche di pepe rosa pestate (3-4 per ogni biscotto).Disponi i biscotti su una teglia rivestita di carta da forno e fai cuocere in forno già caldo a 180° per 10-15 minuti.
11
Crema di cacio, fave e pepe
10
Pulisco le fave,gratto il parmigiano reggiano e tengo da parte,nel frattempo metto a bollire della panna,appena raggiunge bollore tolgo dal fuoco e inzio ad aggiungere poco alla volta il parmigiano,mescolando con una frusta,appena raggiungo la densità desiderata mi preparo ad impiattare.Dispongo la crema di cacio,sopra metto le fave,finsico il piatto con dell'olio evo e del pepe sichuan macinato al momento.