0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

9Risultati per "pesce spada"

0
Rustiche con scampi e calamari su crema di piselli
34
Tritare la cipolla e metterla a soffriggere in una casseruola con due cucchiai di olio, una volta imbiondita unire i piselli e allungare con il brodo vegetale e lasciar cuocere a fuoco lento per circa sei minuti.Frullare al mixer e poi passare la crema di piselli al colino in modo che risulti omogenea. Ripassare la crema a fuoco basso per due minuti aggiungendo l'olio che avrete aromatizzato con salvia, rosmarino e aglio.Tagliare in due, per la lunghezza, le code di scampi e a listarelle i calamaretti. Saltarli in padella con due cucchiai di olio per circa due minuti. Unire i pomodori e lasciar cuocere per alcuni minuti. Poi togliere dal fuoco e aggiustare di sale e pepe.Cuocere le reginette in abbondante acqua salata e scolare al dente. Ripassarle in padella con il condimento preparato. Stendere un velo di crema di piselli sul fondo del piatto da portata e disporre al centro le reginette con la salsa di scampi e calamaretti. Guarnire con prezzemolo tritato e servire.
1
Spaghetti con pesce spada, mandorle e pesto
49
Pulire il trancio di pesce spada, tagliarlo a quadrotti e farlo marinare con un cucchiaio di olio EVO, sale, pepe rosa, qualche foglia di basilico spezzettata. Mescolare e far riposare fino al momento di cuocerlo. Portare a bollore una pentola d'acqua salata, e aggiungere la pasta. Nel frattempo preparare il condimento. In una pentola antiaderente calda, far tostare le mandorle a lamelle, su entrambi i lati. Togliere e lasciare da parte.Lavare e tagliare a tocchetti le zucchine. Farle saltare in una pentola antiaderente scaldata con un filo d'olio fino a quando saranno cotte ma ancora croccanti. Circa una decina di minuti. Una volta cotte, tenetene da parte circa un quarto e frullare le altre con il minipimer insieme alla foglie di basilico.Eliminare la marinatura dal pesce spada e farlo cuocere in una pentola antiaderente bella calda, basteranno pochi minuti su tutti i lati. Unire al pesce spada le zucchine tenute da parte e circa metà delle zucchine frullate. Scolare la pasta e mantecare. Aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta per facilitare l'operazione.Impiattare mettendo uno strato di crema ottenuta in fondo al piatto, poi la pasta. Guarnire con le lamelle di mandorla tostate e un filo d'olio.
2
Tranci di pesce spada aromatizzati al limone
2
Prima di tutto prepariamo la marinata quindi in una ciotola raccogliamo il rametto di rosmarino, il sale, il pepe, l’aglio, l’olio, e il vino.Mescoliamo e poggiamo all’ interno i filetti di pesce. Copriamo con pellicola per circa 3 ore e lasciamo marinare in frigorifero. In un pentolino scaldiamo un filo di olio con i filetti di acciuga. stemperiamo a fuoco dolce e giriamo con un cucchiaio in legno fino a quando le acciughe non si saranno naturalmente frantumate.Bagnamo con il succo di limone e continuiamo la cottura fino a quando non otteniamo una salsa omogenea.Trascorso il tempo di riposo, scoliamo i tranci di pesce e li facciamo cuocere su una padella antiaderente.Con un colino preleviamo il rosmarino ed un pezzo di spicchio di aglio e lo frulliamo, lo aggiungiamo al composto di acciuga e dopo averlo mescolato lo stendiamo sui tranci di pesce.Poggiamo i tranci in una pirofila e inforniamo a 170 gradi per circa 15 minuti. Impiattiamo e prima di servire, condiamo con il fondo di cottura
3
Carpaccio di pesce spada con finocchio
22
Creare innanzitutto in un bicchiere una vinaigrette ottenuta con la spremuta di un'arancia, un pizzico di sale, e 1 cucchiaio di olio evo dal sapore delicato. Disporre poi su un piatto le fettine sottilissime di pesce spada e separatamente, in un altro piatto, quelle di salmone, facendo attenzione che non si rompano.Irrorare ciascuna fettina con un cucchiaio di vinaigrette. Tagliare poi a striscioline sottili il finocchio e l'arancio in quarti e poi ancora in quarti, fino ad ottenere degli spicchi piccolissimi. Condire l'insalata di finocchi e arancio con la vinaigrette e disporre poi sul piatto.
4
Paccheri con porcini e spada
36
Mettete sul fuoco la pentola per i paccheri. In una padella ampia rosolate aglio e se volete un peperoncino, aggiungete i pomodorini tagliati in 4 e la passata di pomodoro. Unite al sughetto i porcini e cuocete per 5 minuti. Salate il tutto.Tagliate il pesce spada a cubetti eliminando la pelle nera.Aggiungete il pesce spada in padella e cuocete per 1 minuto al massimo. Unite anche il prezzemolo tagliato finemente. Ultimate la cottura dei paccheri seguendo il tempo di cottura previsto,scolate i paccheri direttamente in padella con l'aiuto di una schiumarola, in modo che portino con se un po' d'acqua di cottura. Saltate il tutto e mantecate. Ancora prezzemolo e tutti in tavola.
5
Pennoni rigati con melanzane, menta e caciocavallo
11
Pelare per ¾ le melanzane, tagliarle a cubetti, salarle con sale grosso e farle spurgare per almeno mezz’ora. Saltare poi in padella le melanzane con l’olio e l’aglio e poi frullare il tutto aggiungendovi un pò d’acqua di cottura e alcune foglioline di menta.Cuocere i penne rigate Bio in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Mantecare la pasta fuori fiamma con la crema di melanzane, aggiungendo il caciocavallo a scaglie. Impiattare e decorare il piatto con le mandorle tostate e foglioline di menta.
6
Panzanella di pesce
2
Essendo un piatto freddo, fare la panzanella di pesce è semplice e veloce. Innanzitutto tagliamo le fettine di pane a tocchetti e facciamoli tostare o su una griglia o sotto il grill del forno fino a quando non diventato dorati...ma non bruciati!!!!Laviamo i pomodorini e le foglie del basilico. In una ciotola ora mettiamo l'insalata di mare avendo magari l'accortezza di tagliarla un pochino, aggiungiamo i pomodorini tagliati in quattro, le olive, le ciliegine di mozzarella e il pane.Condiamo con un pizzico di sale, olio quanto basta e terminiamo con abbondante basilico. Dopo aver mescolato gli ingredienti tra loro, lasciamola qualche minuto per farla insaporire e poi distribuiamola nei singoli piatti.Ecco a voi servita una pietanza fresca, light, completa....buon appetito!!!!
7
Involtini di pesce per due
7
Lavate bene prezzemolo e pomodorini, sminuzzate il primo con la mandolina e tagliate i pomodori in quattro.Mettete un po' di pangrattato in un piatto adagiate il filetto di merluzzo, conditelo con pochi pezzetti di pomodoro, le bietole già cotte e pezzetti di foglie di alloro. Salate e pepate, un filo d'olio evo e arrotolate. Sigillate con due stuzzicadenti. Continuate così per tutti i filetti fino a terminare il ripieno.Disponete gli involtini in una teglia tonda ricoperta di carta forno ben oleata. Spargete un po' di pangrattato sulla superficie degli involtini e poi un filo d'olio evo.Infornate in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti fino a doratura. Serviteli caldi, accompagnandoli con un'insalata mista o patate al forno.
8
Fusilli “cuore mio” vongole e pesto di melanzane
37
Sciacquate per bene le vongole e lasciatele spurgare almeno per 1 ora in acqua fredda.Preparate il pesto di melanzane: lavate e asciugate le vostre melanzane, eliminate il picciolo e tagliatele a metà nel senso della lunghezza. Praticate delle incisioni con un coltello su tutta la polpa e infornatele a 200° forno ventilato per circa 20 minuti o finché la polpa non sarà ben ammorbidita.Scavate la polpa delle melanzane con un cucchiaio, lasciatela raffreddare e strizzatela per eliminare l’eccesso di acqua. Tritatela in un mixer con 3⁄4 foglie di basilico, qualche pomodorino, un filo d’olio e i 2 cucchiai di parmigiano fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Se desiderate ottenere una consistenza ancora più vellutata potete passare in un setaccio a maglie fini il pesto. Tenete da parte.Dedicatevi alle vongole. In una padella capiente soffriggete leggermente uno spicchio d’aglio con un filo d’olio, poi aggiungete le vongole. Sfumate con del vino bianco e lasciate che i molluschi si aprano completamente.Sgusciate le vongole lasciandone una manciata per la decorazione e filtrate il loro sughetto che vi servirà, poi, per la mantecatura.Tagliate i pomodorini a dadini piccoli e scaldateli leggermente in una padella con un altro spicchio d’aglio e un filo d’olio.É arrivato finalmente il momento clou della ricetta: l’entrata in scena dei meravigliosi fusilli “Cuore mio” . Lessateli in acqua bollente salata per 10 minuti, mantenendoli al dente. Terranno egregiamente la cottura e saranno ottimi protagonisti del vostro piatto.Scolate i fusilli e saltateli nella padella con i pomodorini aggiungendo il sughetto delle vongole lasciato da parte. Unite anche le vongole sgusciate e 2 cucchiai di pesto di melanzane, mantecando bene i fusilli “Cuore mio “ che cattureranno perfettamente il condimento.In un padellino saltate le briciole di mollica di pane con un filo d’olio fino a che non diverranno dorate e croccanti.É il momento dell’impiattamento: adagiate un cucchiaio abbondante di pesto di melanzane sulla base del piatto, sistemate i fusilli e decorate con le vongole tenute da parte con il guscio e le briciole di pane croccante. Terminate con una fogliolina di basilico e buon appetito!
9
Spatola gratinato con quenelle di patate viola
21
Sbucciamo la melenzana e ne ricaviamo delle sottili striscioline che lasciamo a spurgare in acqua e sale. Scoliamo, asciughiamo e friggiamo in olio di semi. Peliamo le patate, le laviamo e le mettiamo a bollire in acqua salata. Nel frattempo prepariamo un trito di pane raffermo, capperi dissalati, formaggio ragusano e qualche ciuffetto di timo.Quando con una forchetta riusciamo a penetrare le patate, le scoliamo e le versiamo in un mixer con il grana grattugiato, due fiocchi di burro, sale e pepe.Laviamo la spatola (l'ho fatta pulire dal pescivendolo) sotto l'acqua corrente, ne ricaviamo dei filetti che asciughiamo con carta assorbente. In una pirofila versiamo un filo d'olio evo e quindi cominciamo a riporre i filetti, dopo averli panati nel trito di pane e ragusano, copriamo con il ripieno rimasto, versiamo un filo di olio evo ed inforniamo a 180°C per 10 minuti.
10
Millefoglie di melenzana e spatola con ricotta
4
Sbucciamo la melanzana e la tagliamo in senso orizzontale. Mettiamo le fette in un contenitore (o nel lavello), le cospargiamo con del sale grosso e riempiamo il contenitore di acqua. Lasciamo le fette a bagno per mezzora nel corso della quale l'acqua diviene scura. Scoliamo le melenzane dalla loro acqua di vegetazione e li riponiamo su uno strato di carta asciuga In una padella versiamo dell'olio di semi e, a temperatura raggiunta iniziamo a friggere. Laviamo i pomodori e li passiamo in una passa verdure, quindi ne trasferiamo il passato in un pentolino con uno spicchio di aglio e qualche fogliolina di basilico. Lasciamo bollire a fuoco basso, per una decina di minuti.Laviamo la spatola (l'ho fatta pulire dal pescivendolo) sotto l'acqua corrente, e ne ricaviamo dei filetti che lasciamo ad asciugare su carta assorbente. In un contenitore aromatizziamo la ricotta con della buccia di limone grattugiata e della cannella.Togliamo lo spicchio d'aglio ed il basilico dalla salsa e con un cucchiaio ne spargiamo un po' sul fondo di una pirofila, proseguiamo con uno strato di melenzane, uno di spatola e ricotta. Quindi ancora melenzane, spatola, ricotta, melenzane e chiudiamo con altra salsa. Siamo adesso pronti ad infornare, 15 minuti a 180°C.
11
Involtini di spatola avvolti nel guanciale
1
Laviamo la spatola (l'ho fatta pulire dal pescivendolo) sotto l'acqua corrente, e ne ricaviamo sei filetti che lasciamo ad asciugare su carta assorbente. Quindi prepariamo il trito con cui riempire i filetti, mettendo nel mixer i pinoli, l'uva sultanina, una decina di capperi, le erbette, il pane raffermo ed il pecorino.Stendiamo il filetto di spatola sulla fettina di guanciale e vi passiamo sopra un buon quantitativo di trito, cercando di spargerlo per tutto il filetto. Poniamo meta pomodorino ad una estremità ed avvolgiamo lentamente, cercando di non far fuoriuscire troppo trito, e fermiamo con uno spiedino di legno.Bagniamo il fondo di una pirofila con un filo di olio evo e vi riponiamo gli involtini ottenuti. Inforniamo a 180°C per una quindicina di minuti. Mentre gli involtini cuociono, in una padella con un velo di olio evo e uno spicchio di aglio, saltiamo la verdura maritata (mista) da accompagnare al pesce.