0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

43Risultati per "sale grosso"

0
Pennoni rigati con melanzane, menta e caciocavallo
18
Pelare per ¾ le melanzane, tagliarle a cubetti, salarle con sale grosso e farle spurgare per almeno mezz’ora. Saltare poi in padella le melanzane con l’olio e l’aglio e poi frullare il tutto aggiungendovi un pò d’acqua di cottura e alcune foglioline di menta.Cuocere i penne rigate Bio in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Mantecare la pasta fuori fiamma con la crema di melanzane, aggiungendo il caciocavallo a scaglie. Impiattare e decorare il piatto con le mandorle tostate e foglioline di menta.
1
Pasta con gorgonzola e speck
5
Per realizzare la pasta con gorgonzola e speck dovete per prima cosa mettere sul fuoco una pentola contenente acqua e portarla ad ebollizione. Raggiunto il bollore salatela e calate il tipo di pasta che avete scelto.Nel frattempo fate fondere il gorgonzola dolce in una padella, aggiungete anche un bel pezzo di burro, lo speck tagliato a fiammifero e del pepe. Scolate la pasta al dente e fatela saltare nella padella insieme al condimento.
2
Spaghetti al vino rosso e pistacchi
1
Innanzitutto tritiamo i pistacchi e mettiamoli da parte.In un tegame mettiamo 2 cucchiai di olio insieme a 200 ml di vino rosso, un pizzico di sale grosso e uno di pepe. Mettiamo a cuocere a fuoco lento per circa 10 minuti fino a quando il vino non si sarà ridotto della metà fino a diventare denso e cremoso.A questo punto lessiamo gli spaghetti in abbondante acqua salata. Quindi scoliamoli e mantechiamoli nel tegame con il vino aggiungendo anche la granella di pistacchi. Se necessario aggiungere un pò di acqua di cottura.Il nostro favoloso primo piatto è pronto. Non resta che servirlo caldo con l'aggiunta di abbondante prezzemolo.
3
Carote trifolate al prezzemolo
Laviamo e peliamo le carote, tagliamole a rondelle e nel frattempo mettiamole in una terrina con dell’acqua. Prendiamo ora un tegame antiaderente e trasferiamoci le carote gocciolanti, aggiungiamo uno scalogno affettato finemente, due cucchiai di olio, un pizzico di sale grosso ed alcuni aghi di rosmarino. .A questo punto copriamo con un coperchio e mettiamo sul fuoco a fiamma bassa. Cerchiamo di non scoprire il tegame ma casomai di scuoterlo di tanto in tanto in questo modo le carote cuoceranno con il succo che tirano fuori da questa cottura lenta e dal vapore che si viene a creareDopo 15/20 minuti possiamo verificarne la cottura e spegnere o eventualmente aggiungere un pochino di acqua. Bene, il nostro delizioso e vitaminico contorno è pronto, non resta che guarnirle con abbondante prezzemolo e servire. Ottime sia calde che fredde.
4
Paccheri allo scorfano, pomodorini e capperi
1
Prendiamo il trancio di scorfano, togliamo la pelle (basterà tirare e si staccherà) e tagliamo il pesce a cubetti, mettendoli da parte. Puliamo i pomodorini sotto l'acqua e li tagliamo in 4 spicchi, mettendoli in una ciotola.Sotto l'acqua corrente sciacquiamo i capperi sotto sale, e li lasciamo ancora qualche minuto a mollo. Mondiamo il prezzemolo.Nel mentre mettiamo a bollire una pentola con abbondante acqua salata (non saliamo in maniera eccessiva, poiché con i capperi c'è sempre il rischio di esagerare di salinità, ottenendo un piatto con poco equilibrio). Quando l'acqua inizierà a bollire aggiungiamo i paccheri. Nel mentre la pasta si cuoce (richiederà una ventina di minuti circa), in una padella aggiungiamo un filo d'olio e uno spicchio di aglio (privato dell'anima verde) e facciamo rosolare per qualche minuto i pomodorini a cui aggiungeremo il pesce e i capperi, lasciando cuocere brevemente. (Assaggiamo e, eventualmente, regoliamo di sale).Quando la pasta sarà pronta, la scoliamo, tenendo da parte un po' di acqua di cottura e la saltiamo brevemente in padella con il composto.Serviamo il piatto con una spolverata di pepe e una manciata leggera di prezzemolo.
5
Pasta con piselli gamberi e zafferano
44
Prima di tutto ci preoccupiamo di sgranare i piselli. Li raccogliamo in una ciotola. Mettiamo sul fuoco un pentolino con acqua e sale, non appena bolle versiamo all’ interno i piselli per pochissimi istanti. Laviamo i pomodorini e li tagliamo a metà. In una padella scaldiamo un cucchiaio di olio con lo scalogno sminuzzato. Versiamo all’ interno i pomodorini e lasciamo cuocere. Nel frattempo puliamo le mazzancolle. Eliminiamo testa, zampe, carapace e filamento nero (interiora) e le passiamo sotto l’acqua e li versiamo nella padella insieme ai pomodori. Lasciamo cuocere per qualche minuto e se necessario aggiungiamo un mestolo di brodo. A questo punto inseriamo anche i pisellini e qualche pistillo di zafferano. Mescoliamo bene , togliamo dal fuoco e lasciamo da parte. Cuociamo le pasta in acqua e sale. Non appena al dente le scoliamo e le versiamo in padella insieme al condimento, le mescoliamo affinché possano assorbire e quindi “accogliere” il condimento alla perfezione, grazie alla trafilatura al bronzo.
6
Vodka martini al peperone rosso
10
Cospargete un piccolo piatto con pepe e sale, passate uno spicchio di limetta attorno ai bordi dei due bicchieri da martini e immergete i bordi nella miscela di sale e pepe.In uno shaker, mixate il peperone rosso, il peperoncino jalapeno e il succo di lime. Terminate quando i peperoni si ammorbidiscono.Aggiungete la vodka, la salsa chili, un paio di giri di pepe nero macinato fresco e un pizzico di sale. Riempire lo shaker con ghiaccio, chiudere lo shaker con il suo coperchio e scuoterlo con forza! Versate il composto nei bicchieri e servite subito.
7
Orecchiette ai broccoli fatte in casa
9
Su un tagliere aggiungere a poco a poco semolino e farina con un po' d'acqua quindi impastare il tutto con le mani fino a formare un impasto compatto con una consistenza simile a quello per la pizza.Quando l'impasto è pronto, tagliane una striscia e inizia a fare le prime orecchiette con un coltello (tagliare un pezzetto di striscia e aiutandoti con il coltello e con il dito indice fai passare questo pezzetto sotto il coltello). Fai questa operazione fino a finire l'impasto, oppure surgelane una parte.Fai riposare su un teglia le orecchiette per almeno 12h.Prepara i broccoli sciacquandole, tagliandone il gambo e prendendo solo le cime.Scalda dell'olio su una padella a fuoco lento mettendo a soffriggere gli spicchi d'aglio schiacciati.Prepara l'acqua per le cime in una pentola e aspetta che bollaQuando l'acqua bolle poni le cime per 6/7 minuti aggiungendone sale q.bQuando le cime sono pronte trasferiscile nella padella con olio e aglio, aggiungi le molliche di pane e scalda il tutto schiacciando le cime.Aggiungi le orecchiette nella pentola dove vi erano le cime aspettando che cuocia.Quando le orecchiette sono pronte, aggiungile alla padella con le cime, amalgama il tutto e... il piatto è servito!
8
Spaghettoni al datterino giallo acciughe e guttiau
44
In un pentolino fate dorare con due cucchiai d’olio il cipollotto affettato fine. Quindi unite la salsa di pomodoro (vi consiglio di usare quella di datterino giallo), correggete di sale e profumate con qualche fogliolina di timo fresco. Fate cuocere per circa 15-20 minuti.In abbondante acqua in ebollizione salata fate cuocere gli spaghetti per la metà del tempo indicata nella confezione. Fate finire di risottare gli spaghetti nella salsa. Unite, quasi sul finire, i filetti di acciuga. Porzionate nei piatti, completando con un giro d’olio evo e sfogliette di carasau guttiau.
9
Finocchi in padella con pachino
3
Togliamo dai finocchi la parte esterna, dividiamoli in due e tagliamo ogni metà a spicchi non molto spessi immergendoli mano a mano in una bacinella di acqua. Una volta tagliati e lavati trasferiamoli in un tegame antiaderente prendendoli con le mani in modo tale che ci vada anche un po’ d’acquaAggiungiamo uno scalogno tagliato sottilissimo , 4/5 pomodorini ciliegina tagliati in quattro, un pizzico di sale grosso, un pizzico di pepe nero, 3 cucchiai di olio e un rametto di rosmarino.Bene. Copriamo il tegame con un coperchio possibilmente trasparente e mettiamo a cuocere a fuoco basso cercando di non aprirlo mai almeno per i primi 15 minuti. Di tanto in tanto scuotiamo la padella e dopo una ventina di minuti con una forchetta possiamo verificarne la cotturaA questo punto non resta che farli rapprendere a fuoco vivace e portare il nostro delizioso contorno in tavola.
10
Eliche cremose ai finocchi e salmone
3
Iniziamo con il togliere dai finocchi le parte esterne e le foglioline verdi che possiamo utilizzare come decorazione. Quindi tagliamoli a fettine sottili e laviamoli sotto l’acqua corrente. Trasferiamoli in un tegame, aggiungiamo 4 pomodorini tagliati in quatto, un cucchiaio di olio, un pizzico di sale grosso, uno di pepe, copriamo e lasciamoli cuocere fino a quando non diventano ben teneri. Nel frattempo tritiamo il salmone e i pistacchi tenendoli separati.Una volta cotti, tritiamo anche i finocchi e ritrasferiamoli nel tegame insieme al salmone.Tutto è pronto, ora non resta che cuocere la pasta in abbondante acqua salata e saltarla nel nostro preparato aggiungendo eventualmente poca acqua di cottura per amalgamarla.Il nostro gustoso primo piatto può essere servito, per impreziosirlo e renderlo più goloso possiamo aggiungere granella di pistacchi e le foglioline di finocchio per decorazione.
11
Peperoni capperi e aceto balsamico
3
Laviamo i peperoni, priviamoli del picciolo e tagliamoli a falde spesse 1 cm togliendo i filamenti e i semini interni.Trasferiamoli quindi in un ampio tegame antiaderente e aggiungiamo lo scalogno e l’aglio tritati finemente, l’olio, l’aceto balsamico, la maggior parte dei capperi, un pizzico di sale grosso, 1 pizzico di pepe nero , copriamo e mettiamo a cuocere a fuoco lento per circa 40/45 minuti.Cerchiamo di scoprire il meno possibile in modo tale da far cuocere i peperoni con il loro stesso vapore, in alternativa di tanto in tanto scuotiamo il tegame. Devono diventare teneri ma restare croccanti e non sfatti. A cottura ultimata spegniamo e aggiungiamo il restante dei capperi. Cospargiamo con il prezzemolo tritato, trasferiamoli in una ciotola e lasciamoli insaporire un po’ prima di servirli. Freddi sono ottimi ed ecco perchè si prestano molto bene in un’antipasto.