Dunque io ho fatto così: per prima cosa ho preparato la frolla, mettendo gli ingredienti nel robot, con l’accessorio per impastare. Il panetto ottenuto fatelo riposare in frigo.Adesso tocca alla crema, cosa che io temo tantissimo, ma con questo procedimento di solito il rischio di errori è minimo. Si comincia facendo bollire il latte con la scorza del limone e a parte si montano i tuorli con lo zucchero. Dopo aver aggiunto la farina, si aggiunge il latte poco per volta. Una volta assemblato tutto si trasferisce il composto nel pentolino sul fuoco, continuando a mescolare. Questo è il momento in cui per magia ( converrete con me che è magia vera), la crema si addensa.Stendete la frolla e componete le crostatine. Io, che notoriamente non possiedo accessori e suppellettili ho utilizzato la teglia da muffin. Sul fondo di ogni crostata ho messo dei legumi secchi. Ho cotto a 180° e quando sono state leggermente dorate le ho sfornate. Ora mentre nostri gusci di frolla si raffreddano è arrivato il momento del vin brulè.Considerate che se volete solo usarlo per la frutta delle crostate ve ne basterà mezzo litro, ma se invece state pensando di fare un dopo cena tra amici utilizzate una bottiglia intera. Nella pentola mettete tutti gli ingredienti, compresa la frutta tagliata a pezzetti medio piccoli. Io ho sbucciato solo la mela, perché mi piace il sapore delle scorse degli agrumi, considerate quindi di toglierle, secondo i vostri gusti. Lasciate andare a fuoco basso senza bollire.Filtrate tutto, eliminate le spezie e mettete la frutta a raffreddare in un colino, così smaltirà il liquido. Quando tutto sarà raffreddato inizia il divertimento: mettete le frolle in quello che sarà il piatto definitivo, ad esempio un’alzatina. In ogni crostata mettete la crema, spolverate con lo zucchero a velo e poi su ognuna aggiungete la frutta al vin brulè. Quando le mangerete vi sembrerà di essere in montagna, o per le strade dei mercatini austriaci. Insomma il paradiso.
Crostatine alla crema e frutta al vin brulè

Crostatine alla crema e frutta al vin brulè

Senza Soia, Crostacei, Arachidi, Pesce +7

Verdura

Semi di sesamo

Carne di maiale

Molluschi

Olive

Sedano

Senape

Vegetariana

Preparazione

1:00

ora

Cottura

20

minuti

Tempo totale

1:20

ore

Nutrizione

817

chilocalorie

perpersone

  • 1 L
    Vino rosso
  • 3 cucchiaio
    Zucchero
  • 1 stecca
    Cannella
  • Quanto basta
    Chiodi di garofano
  • 00 g
    Anice stellato
  • 1
    Mele
  • 1
    Arance
  • 4
    Tuorlo d'uovo
  • 40 g
    Farina
  • 100 g
    Zucchero
  • 400 ml
    Latte
  • 1
    Scorza di limone
  • 200 g
    Farina
  • 110 g
    Zucchero
  • 1
    Uova
  • 1
    Tuorlo d'uovo
  • Quanto basta
    Sale fino

Preparazione

Presentazione

Eccomi, arrivo. Con il Barolo della Tenuta Cucco ho fatto delle crostatine alla crema e frutta al vin brulè. Ed ora vi racconto la ricetta, ma non spaventatevi ci sono tre preparazioni diverse, ma sono semplicissime.

Step 1

Dunque io ho fatto così: per prima cosa ho preparato la frolla, mettendo gli ingredienti nel robot, con l’accessorio per impastare. Il panetto ottenuto fatelo riposare in frigo.

Step 2

Adesso tocca alla crema, cosa che io temo tantissimo, ma con questo procedimento di solito il rischio di errori è minimo. Si comincia facendo bollire il latte con la scorza del limone e a parte si montano i tuorli con lo zucchero. Dopo aver aggiunto la farina, si aggiunge il latte poco per volta. Una volta assemblato tutto si trasferisce il composto nel pentolino sul fuoco, continuando a mescolare. Questo è il momento in cui per magia ( converrete con me che è magia vera), la crema si addensa.

Step 3

Stendete la frolla e componete le crostatine. Io, che notoriamente non possiedo accessori e suppellettili ho utilizzato la teglia da muffin. Sul fondo di ogni crostata ho messo dei legumi secchi. Ho cotto a 180° e quando sono state leggermente dorate le ho sfornate. Ora mentre nostri gusci di frolla si raffreddano è arrivato il momento del vin brulè.

Step 4

Considerate che se volete solo usarlo per la frutta delle crostate ve ne basterà mezzo litro, ma se invece state pensando di fare un dopo cena tra amici utilizzate una bottiglia intera. Nella pentola mettete tutti gli ingredienti, compresa la frutta tagliata a pezzetti medio piccoli. Io ho sbucciato solo la mela, perché mi piace il sapore delle scorse degli agrumi, considerate quindi di toglierle, secondo i vostri gusti. Lasciate andare a fuoco basso senza bollire.

Step 5

Filtrate tutto, eliminate le spezie e mettete la frutta a raffreddare in un colino, così smaltirà il liquido. Quando tutto sarà raffreddato inizia il divertimento: mettete le frolle in quello che sarà il piatto definitivo, ad esempio un’alzatina. In ogni crostata mettete la crema, spolverate con lo zucchero a velo e poi su ognuna aggiungete la frutta al vin brulè. Quando le mangerete vi sembrerà di essere in montagna, o per le strade dei mercatini austriaci. Insomma il paradiso.

Utensili

  • Macchina per la pasta
  • Pentolino
  • Teglia
  • Pentola
  • Colino

Valori nutrizionali I valori nutrizionali sono calcolati sulla singola porzione

Calorie
817
kcal
Colesterolo
336
mg
 
 

Commenti

Per commentare una ricetta devi accedere.