0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

2460Risultati per "olio di arachidi"

0
Petali fritti di topinambur con rosmarino
30
In una pentola di medie dimensioni versate circa 800 ml di olio d'arachidi. Regolate il fuoco a medio-basso e portate la temperatura a 190° (misuratela utilizzando un termometro). Prendete un piatto grande e foderatelo con tovaglioli di carta.Strofinate il rosmarino e la scorza grattugiata di un limone. Aggiungete un paio di pizzichi di sale. Mescolate bene.Con una mandolina tagliate a fettine sottili il topinambur. A questo punto il vostro olio dovrebbe essere pronto. Controllate la temperatura facendo cadere una fettina di topinambur, se galleggia siete pronti per friggere. Non aspettate che si scaldi ulteriormente.Aggiungete delicatamente una manciata di fettine di topinambur nell'olio caldo. Friggete mescolando ogni tanto (in modo che non si attacchino) fino a doratura. Non affollate la pentola! Utilizzando una schiumarola trasferite le fettine fritte di topinambur sul vostro piatto foderato con tovaglioli di carta.Cospargete con la miscela di rosmarino e sale mentre. Lasciate riposare per un minuto per far aumentare la croccantezza. Ripetete l'operazione con le restanti fettine di topinambur.
1
Foglie di salvia impanate
Fare le Foglie di salvia impanate è molto semplice e veloce. Rompiamo l’uovo in un piattino, aggiungiamo un pizzico di sale e battiamolo con una forchetta.Laviamo le foglie di salvia e tamponiamole per asciugarle. Mettiamo del pangrattato in un capiente recipiente.Nel frattempo mettiamo abbondante olio in un padellino e poniamolo sul fuoco.Passiamo le foglie di salvia nell’uovo, poi nel pangrattato ed infine tuffiamole nell’olio caldo facendole cuocere per un paio di minuti al massimo. Sono così sottili infatti che non dobbiamo lasciarle a lungo..quanto basta per farle diventare croccanti.Trasferiamole quindi in un recipiente coperto di carta assorbente ed infine in un piatto da portata. Perfetto…le nostre Foglie di salvia impanate sono pronte per essere gustate calde e croccanti.
2
Spaghetti alla crema di melanzane e menta
1
Tagliare le melanzane a fette e metterle in un colapasta ricoperte di sale grosso, sopra i vari strati aggiungere un peso (pentola piena di acqua ad esempio) così da fare perdere loro il liquido e l’amaro. Sciacquarle grossolanamente e tagliarle a cubetti e metterle a friggere nell’olio di arachide ben caldo (devono galleggiare). Quando saranno dorate scolarle in un piatto con carta da cucina. Frullare il composto con frullatore ad immersione , aggiungendo le foglie di menta lavate. Otterrete una crema. Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata. Una volta pronti amalgamarli alla crema di melanzane e menta. Finire il piatto con una spruzzata di ricotta salata appena grattugiata, pomodori confit è un giro di olio d’oliva. Voilà!
3
Coppa di maiale su rosti e zucchine croccanti
3
Ho grattugiato grossolanamente le patate con un po’ di sale e del rosmarino e fatto cuocere in padella con un filo d’olio dando una forma rotonda aiutandomi con un coppapasta.Intanto ho messo a cuocere la coppa tagliata con il coppapasta in un padellino senza l’aggiunta di grassi e ho fatto brasare.Ho tagliato la zucchina a julienne e l’ho fatta friggere in olio bollente in modo da renderla croccante.Per l’impiattamento adagiare la coppa sopra il rosti di patate e guarnire con le zucchine croccanti.
4
Castagnole di carnevale
8
In una ciotola capiente iniziate ad amalgamare bene le uova con lo zucchero e l’estratto di vaniglia. Aggiungete l’olio e il limoncello, poi la buccia grattugiata dell’arancia e infine il lievito. Poco per volta unite la farina e iniziate ad impastare. Trasferite il composto su una spianatoia infarinata e finite di incorporare la farina.Prelevate poco impasto per volta e formate dei cilindretti spessi un paio di centimetri. Tagliate a tozzetti come per fare degli gnocchi e dategli una forma sferica. friggete in abbondante olio bollente. Rigirate le castagnole di carnevale più volte affinché non brucino.Scolate le castagnole su della carta assorbente, poi trasferite su un vassoio e spolverizzatele di zucchero a velo una volta fredde.
5
Fiori di zucca fritti
36
Lavare accuratamente i fiori, immergendoli in una ciotola con acqua fredda. Trasferirli su un panno da cucina asciutto per farli asciugare. Una volta asciutti, eliminate il gambo e le escrescenze. Dopodiché estrarre il pistillo con le dita. Tagliare il lato di ogni fiore di zucca e riempirlo con un cubetto di mozzarella e un filetto di acciughe. Riporre i fiori di zucca su di un grande vassoio e metterli da parte. Versare 50 ml di olio di semi di arachidi all'interno di una wok e portare la temperatura a 190°.In una ciotola, aggiungere la farina setacciata e una manciata di prezzemolo. Versare un po' alla volta l'acqua ghiacciata. Mescolare con una forchetta fino a quando la pastella non abbia la consistenza della panna. Immergere un fiore di zucca alla volta nella pastella e ricoprirlo completamente, lasciando che la pastella in eccesso sgoccioli.Friggere i fiori di zucca nell'olio caldo per un minuto per lato delicatamente, quindi rotolarli con l'aiuto di una spatola, fino a quando non diventano croccanti e ben rosolati. Terminata la frittura, disporre il fiore di zucca su un vassoio foderato con carta da cucina. Cospargere del sale mentre è ancora caldo. Ripetere la procedura con i restanti fiori di zucca. Servire i fiori di zucca ben caldi al momento.
6
Branzino al cartoccio dal sapore mediterraneo
6
sciacquare i filetti di branzino sotto l'acqua corrente, preparare un foglio di carta stagnola ed uno di carta da forno della stessa misura da stendere sopra. Adagiare il filetto singolo sulla carta e spennellarlo con olio evo.pulire la patata e tagliarla a fette molto sottili con la mandolina, lavare e tagliare in due i pomodorini, mettere in acqua i capperi a dissalare. Con un pelapatate tagliare la buccia della melanzana e poi farla a filetti molto sottili con un coltello. Scaldare dell'olio in un tegame piccolo dai bordi alti.aggiungere le patate coprendo il pesce come fossero squame, poi le metà dei pomodorini schiacciandoli sul filetto e qualche cappero. Salare e aggiungere olio evoA parte, quando l'olio è ben caldo, friggere ad immersione la buccia della melanzana con la quale si andrà a decorare. Chiudere i cartocci ed infornare in forno ventilato a 225° per 20 minuti. Togliere le bucce di melanzana con una schiumarola e farle asciugare su carta assorbente.Dopo circa 20 minuti togliere i cartocci dal forno, adagiarli su un piatto da portata e aprirli. Aggiungere il finocchietto selvatico ed i fili di melanzana a guarnizione. La cena è servita!
7
Involtini di zucchine fritte
37
Lavate e spuntate le zucchine, tagliatele a fettine sottili nel senso della lunghezza. In un piatto mettete le uova leggermente sbattute, nell'altro la farina. Passate le zucchine prima nella farina da entrambi lati e poi nelle uova.Scaldate l’olio di arachidi in una padella larga e friggete le fettine di zucchine in olio caldo poche per volta , girandole solo quando sotto sono ben dorate. Friggete anche dall'altro lato. Prelevate le zucchine fritte e disponete su un piatto con carta assorbente. Salate e pepate leggermente. Procedete in questo modo finché avete finito di friggere il resto delle zucchine. Farcite le fettine di zucchine fritte prima con 1/2 fettina di sottiletta e poi con prosciutto cotto.Arrotolate le zucchine e fermate ogni involtino con uno stecchino. Disponete i rotolini di zucchine in una pirofila e passate in forno preriscaldato a 180°C sotto grill per 2 minuti, giusto il tempo per far sciogliere leggermente il formaggio all'interno. Servite gli involtini di zucchine ben caldi.
8
I cacchioni di zia tina alias fagottini di patate
10
Lavate sotto acqua corrente le patate, poi lessatele e schiacciatele. In una ciotola capiente unite alle patate 300 g di farina, le uova, il burro, il sale, lo zucchero e il lievito.Lavorate il composto fino a quando non saranno amalgamati tutti gli ingredienti e trasferitelo poi su una spianatoia. Se necessario aggiungere il resto della farina. Ricordate che l'impasto deve essere morbido e anche un po' appiccicoso.Modellate ora l'impasto dando una forma cilindrica, quindi suddividetelo in porzioni. Dare una forma ovale ad ogni porzione, e appiattitela leggermente con il matterello. Quindi farcite con la provola e il prosciutto precedentemente tagliati a listarelle. Chiudete i fagottini e lasciateli riposare per 30 minuti. Friggete quindi i fagottini in olio caldo assicurandovi che si cuociano bene da tutte le parti. Fateli poi asciugare su carta assorbente. Ehm...io mentre friggevo non ho resistito! Non me ne vogliate per lo scatto.
9
Riso e curry con frittata soffiata
Cuocete il riso come indicato sulla confezione. Scolatelo, passatelo sotto l'acqua fredda e "conditelo" con poco olio di arachidi, giusto per non far attaccare i chicchi. Fate raffreddare.Tagliate finissima un po' di cipolla (meno di mezza di una di medie dimensioni). Mettetela a stufare con un dito d'acqua in una pentola a bordi alti. Quando diventa trasparente, salatela e aggiungetevi il curry e il peperoncino. Fate cuocere, con questo simil-soffritto, i piselli per almeno 15 minuti. Mentre i piselli si raffreddano, sbattete il tuorlo dell'uovo con sale, pepe, un po' di latte e una manciata di pangrattato. Deve essere un po' denso, non liquido. Incorporatevi gli albumi montati a neve con una spruzzata di limone o mezzo tappino di aceto. Ungere una padellina piccola con pochissimo olio di arachidi e fatevi cuocere la nuvola di uova che avete preparato. Tagliate la frittata a quadratini e mixateli con riso e piselli. Buon appetito!
10
Polpette di riso
2
Prepariamo tutti gli ingredienti in ciotole separate. Una con i pezzi di Casizzolu (o altro tipo di formaggio a pasta morbida), una per la farina, una per le uova che andremo a sbattere con un pizzico di sale e pepe, una per il pangrattato al quale uniremo il parmigiano grattugiato e la scorsa di limone grattata ed una per il riso.Prepariamo delle polpette con il riso, nel cui interno andremo ad inserire un pezzo di Casizzolu. Nel frattempo mettiamo l'olio a scaldare in un pentolino ampio e profondo.Infariniamo le polpette, passiamole nell'uovo sbattuto ed infine nel pangrattato. Lasciamole riposare un minuto e quando la temperatura dell'olio sarà di almeno 170 gradi friggiamole fino al raggiungimento della doratura desiderata.
11
Pasta alla norma
6
Mettere a bollire l'acqua in una pentola, nel frattempo lavare e tagliare a dadini non troppo piccoli una melanzana, io non la sbuccio. Se usate quella lunga non dovrete farle perdere l'acqua e recuperate del tempo. Mettere l'olio evo ina padella e far scaldare. Friggere i tocchetti di melanzana, scolarli con un mestolo forato e tamponarli con carta assorbente, poi salare leggermente. Togliere l'olio dalla padella, asciugare con carta assorbente aggiungere olio evo e lo spicchio d'aglio.Quando l'aglio soffrigge aggiungere la polpa di pomodoro e salare. Appena l'acqua per la posta bolle aggiungere una presa di sale grosso e buttare i rigatoni giganti, girare con un mestolo e portare a cottura. Quando il pomodoro inizia a ritirare aggiungere una foglia di basilico e spegnere il fuoco. Passati i 16 minuti scolare i rigatoni e versarli in padella con il sughetto, saltarli in modo che assorbano il condimento. Spegnere e sporzionare nei piatti. Grattugiare la ricotta salata (la mia è pugliese ed è ottima) , aggiungere le melanzane fritte e una fogliolina di basilico a guarnizione. Et voilà la Pasta alla Norma servita...Buon Appetito!