0Filtri

Cancella tutto

Ingredienti

Tempo

Calorie

Carboidrati

Grassi

Proteine

Colesterolo

Latte

Glutine

Uova

Soia

Grano

Crostacei

Arachidi

Frutta a guscio

Pesce

Verdura

Mostra tutte

Antipasti

Primi piatti

Secondi piatti

Contorni

Zuppe

Insalate

Salse e condimenti

Pizze e torte salate

Dolci

Bevande

Vegana

Vegetariana

Cucine regionali

Cucine internazionali

127Risultati per "pomodorini"

0
Mezze maniche con scorfano e pomodorini
Innanzitutto, presi i filetti di scorfano, sfilettateli e squamateli, facendo attenzione ad eliminare eventuali spine in prossimità della coda. Successivamente, tagliate a pezzetti i filetti puliti, alternando listarelle o cubetti a vostro gusto.In una padella o saltapasta aggiungere olio, aglio e il peperoncino (se preferite) e lasciar prendere calore. Successivamente, aggiungere i cubetti di scorfano e lasciar rosolare.Preparare i pomodorini, tagliandoli a spicchi e cubetti, e le olive nere. Aggiungere il tutto, dopo qualche minuto di cottura, ai cubetti di scorfano e mescolare bene. Successivamente, a fiamma viva, sfumare il tutto con il vino bianco. Aggiungere del prezzemolo tritato, un pizzico di sale, e proseguire la cottura.Nel frattempo, mettete a cuocere la pasta in acqua bollente. È possibile utilizzare anche altri formati di pasta, io ho preferito la pasta corta ma sono ottime anche delle linguine.Prima di scolare la pasta, aggiungere al sughetto di scorfano mezzo mestolo di acqua di cottura, ricca di amido, o quanto basta, per creare una deliziosa cremina. Scolare la pasta ancora al dente e versarla nel sughetto, per completare la cottura.Servire, aggiungendo a vostro gusto del prezzemolo fresco tritato.
1
Tabbouleh con pomodorini e avocado
33
Sciacquate il bulgur un paio di volte in una piccola ciotola, lasciandolo per alcuni secondi prima di versare l'acqua (ho usato un colino a maglia fine per prendere il bulgur quando ho versato l'acqua). Aggiungete acqua fresca sufficiente a coprire appena il bulgur e lasciatelo in acqua per 30 minuti, o fino a quando non si è ammorbidito. Eliminate l'acqua in eccesso.Mentre il bulgur si ammorbidisce, preparate il prezzemolo. Sciacquatelo bene, poi asciugatelo in una centrifuga per insalata e delicatamente spremetelo in un panno da cucina pulito per eliminare l'umidità residua. In alternativa, potete avvolgere e pulire il prezzemolo in un asciugamano pulito, in modo da spremere l'acqua in eccesso delicatamente. Più è asciutto il prezzemolo, più facile sarà tritarlo e, quindi, migliore risulterà il sapore del tabbouleh.Dividete i riccioli di prezzemolo dai loro gambi. Tritate i riccioli in due o tre lotti con il coltello finché non diventano fini.In un piatto da portata di media grandezza, unite prezzemolo, pomodorini, avocado, cipolla, menta e bulgur. Aggiungere poi l'olio d'oliva, due cucchiai di succo di limone, il sale, lo spicchio d'aglio tritato finemente e il pepe. Assaggiate e regolate i condimenti, aggiungendo più limone e sale, se necessario. Lasciate riposare il tabbouleh per circa 15 minuti, in modo di dare il tempo al bulgur di assorbire i sapori.Servire il tabbouleh immediatamente.
2
Spaghetti, crema di peperoni all'arancia e baccalà
38
Lavare bene l'arancia, grattugiarne la buccia e spremerne il succo. Lavare il basilico, asciugarlo e staccare le foglie.Lavare e asciugare i peperoni e metterli in forno a 250° per 25 minuti circa. Farli raffreddare, togliere la pelle e i semi e frullarli con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema omogenea, insieme alla buccia e al succo dell'arancia, al basilico (tenerne da parte alcune foglie per guarnire i piatti), alle acciughe e ai capperi. Aggiustare eventualmente il sapore con sale e pepe.Far tostare il pane grattugiato insieme ad un cucchiaio di olio e mettere da parte. Sciacquare e asciugare il filetto di baccalà, poi farlo cuocere in una pentola antiaderente calda per circa 3 minuti per lato. Ridurlo poi in piccoli pezzi. Aggiustare eventualmente di sale e pepe, se necessario.Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata. In una pentola capiente trasferire il condimento a base di peperoni e farlo scaldare insieme al baccalà, tenendone da parte qualche tocchetto. Scolare la pasta al dente, basterà un minuto in meno, tengono davvero bene la cottura, e trasferirla in questa pentola. Farla insaporire per qualche minuto aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura.Impiattare aggiungendo il pesce tenuto da parte, le foglioline di basilico, il pane tostato e concludere con un filo d'olio. Ed ecco che questi meravigliosi spaghetti, con grano selezionato e coltivato completamente in Italia, sono pronti per essere gustati in tutta la loro bontà!
3
Gnocchi di patate con tonno fresco e pomodorini
4
Prima di tutto, dovremo preparare gli gnocchi di patate, se non li avete acquistati pronti. Per questi gnocchi di patate con tonno fresco e pomodorini, ne ho usati circa 500 gr per 2 persone, un po' tanti ;) voi, ovviamente lavorate in base ai vostri commensali. Per preparare gli gnocchi, lessate le patate in acqua salata, fino a renderle morbide, capirete infilzandole con i rebbi della forchetta. fatele raffreddare e pelatele, passatele nello schiaccia patateMettete tutto su una spianatoia e unite l'uovo e la farina, impastate fino ad ottenere un impasto omogeneoCreate dei salsicciotti e tagliate i vostri gnocchi in pezzetti di circa 2 cm. Passateli su una grattugia rovesciata spolverizzata di farina o sui rebbi di una forchetta, per ottenere le classiche righe comuni agli gnocchiPrepariamo ora il sughetto. In una padella mettete l'olio, l'aglio e fare imbiondire lavate e tagliate a metà i pomodorini e metteteli in padella, fateli appassire leggermente, unite la fetta di tonno, tagliata a cubetti, fatela saltare qualche secondo, sfumate con un paio di cucchiai di brandy e una spolverizzata di peperoncinoLessate gli gnocchi in abbondante acqua salata, appena saliranno a galla, toglieteli dall'acqua con una schiumarola e uniteli in padella, saltateli qualche secondo per farli insaporire e servite... Un piatto unico, davvero invitante
4
Tortellini con spinaci e pomodorini
26
Portate a ebollizione una pentola d'acqua. Salatela e aggiungete i tortellini.Nel frattempo in una grande padella aggiungete un filo d'olio d'oliva e scaldate a fuoco moderato. Aggiungete la pancetta tagliata a dadini e soffriggetela fino a quando non diventa dorata e croccante (circa 10 minuti). Togliete la pancetta con una schiumarola e scolatela su carta assorbente. Mettetela da parte.Utilizzando una grattugia, grattugiate l'aglio nella padella. Soffriggetelo fino a quando non sentite il sapore espandersi (circa 20 secondi). Aggiungete i pomodorini, in parte interi in parte tagliati a metà. Cuocete fino a quando non iniziano leggermente a disfarsi. Aggiungete gli spinaci. Girateli delicatamente con delle pinze fino a quando non sono cotti, facendo attenzione a non rompere i pomodori. Condite con l'aggiunta di sale.Scolate i tortellini e mescolateli insieme alla salsa con gli spinaci. Aggiungete dell'olio d'oliva. Aggiungete la pancetta messa da parte e cospargete con del parmigiano grattugiato. Servite subito.
5
Farfalle avocado e gamberetti
39
Mettete a bollire l'acqua in una pentola. Nel frattempo, tagliate a metà l'avocado, privatelo del nocciolo centrale, sbucciatelo e tagliate la polpa a dadini. Mettetela ad insaporirsi con il succo di limetta ed una macinata di pepe.Saltate velocemente i gamberi in una padella antiaderente. Quando l'acqua bollirà, calate le farfalle e lessatele per il tempo indicato sulla confezione, scolatele e fatele raffreddare.Scolate l'avocado dal succo di limetta e conditeci le farfalle aggiungendo anche i gamberetti. Vedrete che il composto di avocado, lime e gamberetti si legherà perfettamente alle farfalle grazie alla particolare qualità di questa pasta. Infatti oltre a contenere betaglucano, che riduce il colesterolo nel sangue, la pasta Cuore Mio Granoro rimane sciolta nel piatto in quanto la vera maestria nella produzione della pasta la si testa sui formati lisci che non devono mai attaccarsi tra loro.Date il tocco finale al piatto con qualche fogliolina di menta tritata ed una grattugiata di scorza di limetta e servite!
6
Paccheri con carciofi, pomodorini e ricotta
11
Pulire i carciofi, rimuovendo il gambo e le foglie esterne. Tagliare la parte centrale a metà e, dopo aver rimosso il fieno interno, ridurla a fettine. Immergere i carciofi in una ciotola colma d'acqua e succo di limone per non farli annerire.Far soffriggere in un tegame con un filo d'olio l'aglio, il prezzemolo tritato e il peperoncino. Far insaporire per qualche minuto a fiamma viva, quindi aggiungere anche i pomodorini tagliati a pezzi e una presa di sale.Dopo qualche minuto unire anche i carciofi e proseguire la cottura a fiamma media per circa 10-15 minuti. A cottura ultimata, prelevare una parte del condimento e frullarlo in un contenitore dai bordi alti con un frullatore ad immersione.Lessare i paccheri e poi scolarli al dente, tenendo qualche mestolo di acqua di cottura da parte. Aggiungere la pasta al condimento, accendere la fiamma e mantecare con la ricotta, aggiungendo all'occorrenza l'acqua di cottura.Impiattare e servire con un ciuffo di prezzemolo fresco.
7
Paccheri allo scorfano, pomodorini e capperi
1
Prendiamo il trancio di scorfano, togliamo la pelle (basterà tirare e si staccherà) e tagliamo il pesce a cubetti, mettendoli da parte. Puliamo i pomodorini sotto l'acqua e li tagliamo in 4 spicchi, mettendoli in una ciotola.Sotto l'acqua corrente sciacquiamo i capperi sotto sale, e li lasciamo ancora qualche minuto a mollo. Mondiamo il prezzemolo.Nel mentre mettiamo a bollire una pentola con abbondante acqua salata (non saliamo in maniera eccessiva, poiché con i capperi c'è sempre il rischio di esagerare di salinità, ottenendo un piatto con poco equilibrio). Quando l'acqua inizierà a bollire aggiungiamo i paccheri. Nel mentre la pasta si cuoce (richiederà una ventina di minuti circa), in una padella aggiungiamo un filo d'olio e uno spicchio di aglio (privato dell'anima verde) e facciamo rosolare per qualche minuto i pomodorini a cui aggiungeremo il pesce e i capperi, lasciando cuocere brevemente. (Assaggiamo e, eventualmente, regoliamo di sale).Quando la pasta sarà pronta, la scoliamo, tenendo da parte un po' di acqua di cottura e la saltiamo brevemente in padella con il composto.Serviamo il piatto con una spolverata di pepe e una manciata leggera di prezzemolo.
8
Fusilli “cuore mio” vongole e pesto di melanzane
37
Sciacquate per bene le vongole e lasciatele spurgare almeno per 1 ora in acqua fredda.Preparate il pesto di melanzane: lavate e asciugate le vostre melanzane, eliminate il picciolo e tagliatele a metà nel senso della lunghezza. Praticate delle incisioni con un coltello su tutta la polpa e infornatele a 200° forno ventilato per circa 20 minuti o finché la polpa non sarà ben ammorbidita.Scavate la polpa delle melanzane con un cucchiaio, lasciatela raffreddare e strizzatela per eliminare l’eccesso di acqua. Tritatela in un mixer con 3⁄4 foglie di basilico, qualche pomodorino, un filo d’olio e i 2 cucchiai di parmigiano fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Se desiderate ottenere una consistenza ancora più vellutata potete passare in un setaccio a maglie fini il pesto. Tenete da parte.Dedicatevi alle vongole. In una padella capiente soffriggete leggermente uno spicchio d’aglio con un filo d’olio, poi aggiungete le vongole. Sfumate con del vino bianco e lasciate che i molluschi si aprano completamente.Sgusciate le vongole lasciandone una manciata per la decorazione e filtrate il loro sughetto che vi servirà, poi, per la mantecatura.Tagliate i pomodorini a dadini piccoli e scaldateli leggermente in una padella con un altro spicchio d’aglio e un filo d’olio.É arrivato finalmente il momento clou della ricetta: l’entrata in scena dei meravigliosi fusilli “Cuore mio” . Lessateli in acqua bollente salata per 10 minuti, mantenendoli al dente. Terranno egregiamente la cottura e saranno ottimi protagonisti del vostro piatto.Scolate i fusilli e saltateli nella padella con i pomodorini aggiungendo il sughetto delle vongole lasciato da parte. Unite anche le vongole sgusciate e 2 cucchiai di pesto di melanzane, mantecando bene i fusilli “Cuore mio “ che cattureranno perfettamente il condimento.In un padellino saltate le briciole di mollica di pane con un filo d’olio fino a che non diverranno dorate e croccanti.É il momento dell’impiattamento: adagiate un cucchiaio abbondante di pesto di melanzane sulla base del piatto, sistemate i fusilli e decorate con le vongole tenute da parte con il guscio e le briciole di pane croccante. Terminate con una fogliolina di basilico e buon appetito!
9
Muffin con provola pomodorini e olive
23
Tagliate a cubetti provola, pomodorini e oliveMescolate in una ciotola: farina, sale, pepe, lievito e grana grattugiato precedentementeIn un'altra ciotola mescolate insieme: uova latte e olioUnite i due composti e aggiungete i pomodorini, la provola e le olive amalgamando bene il tuttoImburrate gli stampini e riempiteli per 2/3 della loro altezza; verranno fuori circa 12 muffin. Ponete in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti.
10
Baccalà in umido con patate e pomodorini
3
Pelare e tagliare le patate a tocchetti. Per evitare che anneriscano e per favorire la perdita di amido in eccesso, metterle in un contenitore pieno d'acqua. Con l'aiuto di un pinza, privare i pezzi di baccalà da spine e tagliare a pezzi.Versare l'olio in una pirofila. Aggingervi, a fuoco spento, un battuto di sedano, cipolla e rosmarino, l'aglio in camicia, leggermente schiacciato. Accendere il fornello a fiamma medio-bassa e far rosolare.Prima che il battuto imbiondisca, aggiungere i pezzi di baccalà, precedentemente dissalato e alzare la fiamma. Far rosolare il baccalà su tutti i lati, evitando che si sfaldi. Aggiungere le olive, poi il vino. Sfumato l'alcool abbassare la fiamma. Scolare le patate, asciugarle con un foglio di carta da cucina resistente oppure con uno strofinaccio pulito e aggiungerle alla cottura. Coprire col coperchio e aspettare 5 minuti.Aggiungere i pomodorini spezzati. Aggiustare di sale (con parsimonia, considerata la sapidità del baccalà), pepe e rimettere il coperchio. Abbassare la fiamma al minimo. Cuocere per 40 minuti e, se necessario, aggiungere dell'acqua calda per mantenere l'umidità.
11
Spaghetti con tonno, pomodorini e pistacchi
43
Per prima cosa sgusciate i pistacchi e tritateli grossolanamente col coltello. Tagliate il trancio di tonno a cubetti eliminando la pelle ed eventuali spine.In fine preparate i pomodorini lavandoli e tagliandoli a spicchi. Versate in una padella capiente o in un saltapasta un filo d'olio, lo spicchio d'aglio intero, i capperi, un quarto dei pistacchi e fate rosolare per un paio di minuti a fuoco vivace. Aggiungete i cubetti di tonno e rosolateli finché non saranno ben dorati su tutti i lati, quindi fumate col vino bianco.Una volta evaporato tutto l'alcol aggiungete i pomodorini e fate cuocere tutto per una decina di minuti in modo che i pomodorini si stufino, quindi aggiustate di sale e pepe.Nel frattempo cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli molto al dente e versateli nel saltapasta col sugo. Saltate gli spaghetti aggiungendo una manciata di prezzemolo tritato fresco e un pochino di acqua di cottura della pasta, questa, insieme all'olio del sugo, vi aiuterà ad ottenere una buona emulsione che renderà il sugo cremoso e legherà bene il tutto.Impiattate cospargendo con la restante granella di pistacchi.